L'ottimismo intorno a Murray: il Queen's gli offre una wild card

Flash

L’ottimismo intorno a Murray: il Queen’s gli offre una wild card

In attesa di capire le reali possibilità di rientro dello scozzese dopo l’operazione all’anca, arriva l’invito del torneo londinese dove ha vinto cinque volte. Potrà decidere anche in extremis. E WImbledon inizia due settimane più tardi

Pubblicato

il

Andy Murray - Australian Open 2019 (foto @Sport Vision, Chryslène Caillaud)

Il sogno di rivedere Andy Murray a Wimbledon – magari in doppio, come accennato da mamma Judy – si nutre di indizi e suggestioni. Il campione scozzese ha fatto sapere di non sentire più dolore, ma allo stesso tempo risulta complicato immaginare come possa rimettersi in piedi in così breve tempo dopo l’operazione all’anca di gennaio. “Ho colpito alcune palle da fermo. Sono ancora molto lontano dal mettere seriamente alla prova l’anca giocando in movimento”, ha raccontato di recente l’ex numero uno, tenendo basso il fuoco dei facili entusiasmi.

Arriva però da Londra – sponda Queen’s, lì dove ha vinto ben cinque volte – una proposta di wild card che Andy potrà decidere se accettare fino all’immediata vigilia del torneo. Il Fever-Tree Championships partirà il prossimo 17 giugno, due settimane prima di Wimbledon. Tra le presenze annunciate al momento quella del detentore del trofeo Marin Cilic, insieme ad Anderson, del Potro, Kyrgios, Wawrinka e Raonic.

Per inquadrare il caso, va ricordato che non esistono precedenti di singolaristi rientrati nel circuito dopo l’installazione di una protesi all’anca. Le speranze di Murray e dei suoi tifosi poggiano sul brillante esito dell’operazione a cui si è sottoposto nello scorso anno Bob Bryan, tornato a giocare dopo appena cinque mesi in coppia con il fratello Mike. Il campione statunitense ha però beneficiato della minore complessità di un ritorno agonistico al doppio, dove le sollecitazioni e gli spostamenti sono minori.

 

Murray si è operato negli Stati Uniti subito dopo l’Australian Open, quando l’ipotesi di ritiro era diventata concreta visto che si ragionava soprattutto di recuperare una dignitosa qualità della vita prima di ogni prospettiva di tennis ad alto livello. Da quel momento in poi, una serie di inviti al cauto ottimismo. Il cui reale valore verrà chiarito nelle prossime settimane.

Continua a leggere
Commenti

Flash

Gli italiani in campo mercoledì 21 agosto, tra qualificazioni US Open e Winston-Salem

Napolitano sfida il redivivo Hyeon Chung. Tocca anche a Baldi e Paolini. Carreno sulla strada di Sonego, mentre Giorgi riposa al Bronx

Pubblicato

il

Stefano Napolitano - ATP Challenger Bergamo 2019 (foto Antonio Milesi)

Si completa il quadro del secondo turno nelle qualificazioni maschili e femminili dello US Open. Il bilancio complessivo è fino a questo momento in parità (sette vittorie e altrettante sconfitte), saranno quindi Jasmine Paolini, Filippo Baldi e Stefano Napolitano a cercare di portarlo in attivo, almeno numericamente. Cerchietto rosso proprio sul match di Napolitano, 211 ATP, che va a incrociare un ex semifinalista Slam come Hyeon Chung alle prese con la risalita dopo i guai fisici che l’hanno messo ko da febbraio. Nella seconda serata italiana, l’ottavo di finale di Winston-Salem tra Lorenzo Sonego e Pablo Carreno Busta, con l’unico precedente (a giugno ad Antalya) a vantaggio dell’azzurro.

Giornata di riposo per Camila Giorgi al Bronx Open, in attesa della sfida di quarti di finale contro Alize Cornet in programma domani.

Le qualificazioni dello US Open sono coperte televisivamente dalla piattaforma Eurosport Player. La produzione tv di Winston-Salem è limitata al campo centrale, quindi su Supertennis non sarà possibile seguire Sonego. In onda sul canale della FIT fino a notte inoltrata gli ottavi di finale Ruud-Johnson, Kecmanovic-Shapovalov e Querrey-Rublev.

  • Paolini vs Ruse – US Open Q femminili, 2° turno (campo 5, secondo incontro: ore 18.30/19)
  • Baldi vs Kamke – US Open Q maschili 2° turno (campo 16, secondo incontro ore 18.30/19)
  • Napolitano vs Hyeon Chung – US Open Q maschili, 2° turno (campo 7, terzo incontro ore 20/21)
  • Sonego vs Carreno Busta – ATP 250 Winston-Salem, 3° turno (campo 3, secondo incontro ore 22.30/23)

Continua a leggere

Flash

Ranking WTA: Osaka resiste agli attacchi, sarà la prima testa di serie agli US Open

La giapponese rimane in vetta e guiderà il seeding a New York. Kenin in top 20, l’ultima testa di serie sarà Strycova

Pubblicato

il

Dopo la finale a sorpresa del Premier 5 di Cincinnati, andiamo a vedere come è cambiata la classifica, ricordando che è quella valida per l’assegnazione delle teste di serie all’imminente US Open.

È innanzitutto fallito l’attacco alla prima posizione da parte di Ashleigh Barty e Karolina Pliskova: resta quindi in vetta Naomi Osaka nonostante il ritiro ai quarti contro Kenin, ma il merito va soprattutto a Svetlana Kuznetsova che ha spento le speranze delle due ex numero 1. Per trentaquattrenne russa, un balzo di 91 posti e l’atterraggio morbido alla posizione 62.

Diciottesima la scorsa settimana, torna in top ten la vincitrice del Western&Southern Open Madison Keys. Vedremo se il successo le darà la spinta per una bella prestazione nell’ultimo Slam o sarà invece fonte di pressione. Scambio di posti fra Elina Svitolina e Kiki Bertens; con la sconfitta all’esordio patita da Venus Williams, l’olandese ha infatti perso tutti i punti incamerati con il trionfo della scorsa edizione. Venere, invece, si prende il n. 52 con un più 18.

La semifinale raggiunta in Ohio vale un nuovo best ranking per Sofia Kenin che fa il suo ingresso in top 20. Ne fa le spese Anett Kontaveit alla quale non è bastato “quasi” vincere contro Barty. Miglior classifica anche per la diciottenne polacca Iga Swiatek che entra fra le prime 50 del mondo.

Di seguito il dettaglio delle prime 32 posizioni, che al netto di infortuni equivalgono anche alle 32 giocatrici che affronteranno lo US Open da testa di serie. In caso di forfait, le prime tre ‘riserve’ in ordine di classifica sono Yastremska, Zhang e Collins.

 
Pos. Paese Giocatrice Punti Variazione
1 Giappone Naomi Osaka 6606 0
2 Australia Ashleigh Barty 6501 0
3 Cechia Karolina Pliskova 6315 0
4 Romania Simona Halep 4743 0
5 Ucraina Elina Svitolina 4492 +2
6 Cechia Petra Kvitova 4485 0
7 Olanda Kiki Bertens 4325 -2
8 Usa Serena Williams 3935 0
9 Bielorussia Aryna Sabalenka 3320 0
10 Usa Madison Keys 3267 +8
11 Usa Sloane Stephens 3189 -1
12 Lettonia Anastasija Sevastova 3167 -1
13 Svizzera Belinda Bencic 3008 -1
14 Germania Angelique Kerber 2870 -1
15 Canada Bianca Andreescu 2837 -1
16 Gran Bretagna Johanna Konta 2695 -1
17 Rep. Ceca Marketa Vondrousova 2651 -1
18 Cina Qiang Wang 2593 -1
19 Danimarca Caroline Wozniacki 2537 0
20 Usa Sofia Kenin 2460 +2
21EstoniaAnett Kontaveit2380-1
22CroaziaPetra Martic2067-1
23CroaziaDonna Vekic2000+3
24UsaAmanda Anisimova19340
25SpagnaGarbine Muguruza1920
26BelgioElise Mertens1920
27GermaniaJulia Goerges1910
28FranciaCaroline Garcia1871
29SpagnaCarla Suarez 1866
30TaipeiSu-Wei Hsieh1830
31GreciaMaria Sakkari1800
32Rep. CecaBarbora Strycova1750

Casa Italia

Per quanto riguarda le nostre rappresentanti, nessuna variazione di particolare rilievo. Restano sei nelle prime 300, con la sola top 100 Camila Giorgi che perde 7 posizioni.

Posizione Giocatrice Punti Variazione
58 Camila Giorgi 1004 -7
117 Jasmine Paolini 528 +2
158 Giulia Gatto-Monticone 390 -1
182 Martina Di Giuseppe 332 +1
193 Martina Trevisan 307 -28
243 Sara Errani 241 -2

Race to Shenzen

Resta al comando della corsa alle Finals Ashleigh Barty. L’unica variazione fra le prime otto è lo scambio di posto fra Osaka e Bertens.

Pos. WTA Giocatrice Punti
2 Ashleigh Barty 5236
4 Simona Halep 4722
3 Karolina Pliskova 4546
6 Petra Kvitova 3766
1 Naomi Osaka 3536
7 Kiki Bertens 3505
13 Belinda Bencic 2850
15 Bianca Andreescu 2727
5 Elina Svitolina 2684
8 Serena Williams 2635

Continua a leggere

Flash

Janko Tipsarevic annuncia il ritiro

Il trentacinquenne di Belgrado chiuderà la carriera a novembre con la Coppa Davis

Pubblicato

il

È arrivato (quasi) il momento di dire basta per Janko Tipsarevic. Il serbo classe 1984 si affida ai social network per annunciare che chiuderà con il tennis giocato a livello pro partecipando alla fase finale della Coppa Davis il prossimo novembre a Madrid.
La carriera di Janko, iniziata nel 2002, è stata martoriata dagli infortuni a partire dal 2013. Ha subito sette interventi chirurgici nell’arco di cinque anni, ma non ha mai smesso di tentare rientri che sembravano impossibili, riuscendo invece a riavvicinarsi anche alla top 50. Ottavo tennista del mondo nel 2012, Tipsarevic ha in bacheca quattro titoli ATP e vanta due partecipazione alle Finals di Londra. Non resta che augurargli di potersi godere al meglio le sue ultime apparizioni sul campo e la vita che lo aspetta una volta smessi definitivamente i panni del giocatore professionista.

“Sono stati 16 anni magnifici. Dopo un bel po’ di ricerca nell’anima e di riflessioni su cosa sia importante per me a questo punto della vita cosa mi renda felice, ho deciso di ritirarmi dal tennis professionistico. Non scriverò un discorso da spezzare il cuore (non ancora) davanti al quale tutti piangerete, perché ho dentro un altro po’ di tennis. Oltre allo US Open la prossima settimana e a diversi tornei ATP, giocherò per l’ultima volta a Madrid in occasione della Coppa Davis. Nei prossimi anni, mi concentrerò sulla mia famiglia, sulla mia Accademia di Tennis e sul coaching a livello internazionale per diverse settimane l’anno. Grazie a tutti per il continuo sostegno.”

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement