Entry list ATP, Week #29: Pella dà forfait a Umago, Berrettini a Bastad

Flash

Entry list ATP, Week #29: Pella dà forfait a Umago, Berrettini a Bastad

Il tennis non va in vacanza. Tre ATP 250 dopo Wimbledon a Bastad, Umago e Newport. Le fatiche dei Championships pesano su Matteo e Pella, Isner ritorna nel torneo americano

Pubblicato

il

Guido Pella - Wimbledon 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

Con i quarti di finale conquistati a Wimbledon Guido Pella ha firmato il risultato più importante della sua carriera. Contro i pronostici della vigilia ha eliminato due erbivori d’eccellenza, finalisti sui campi dell’All England Club, come Milos Raonic e Kevin Anderson prima di perdere da Roberto Bautisa Agut. Le fatiche londinesi hanno pesato sulle gambe dell’argentino che a questi livelli non può più andare in campo se non è al massimo della condizione, come dichiarato il suo coach Acasuso. Per questo motivo Pella si è ritirato dall’ATP di Umago, al via lunedì 15 luglio, per ricaricare le batterie in vista degli appuntamenti più importanti della stagione sul cemento.

L’argentino difendeva la finale nel torneo croato, ma i 480 punti guadagnati a Church Road gli permetteranno di non scivolare in basso nel ranking. Ha dato forfait anche Marton Fucsovics (settima testa di serie), notizia che fa sorridere il tennis italiano. Stefano Travaglia entrerà direttamente nel main draw e sarà il sesto azzurro presente in Croazia, il primo dei quali è Fabio Fognini, che guida il seeding. Si è aggiunto al gruppo anche Jannik Sinner, presente grazie all’invito degli organizzatori.

(clicca per ingrandire)

È più ristretta la compagine azzurra che sarà presente all’ATP 250 di Bastad. Matteo Berrettini, reduce dalla prima apparizione negli ottavi di finale di un Major, ha dato forfait cedendo la testa di serie numero due al cileno Garin. Il 23enne romano si prenderà una pausa meritata dopo l’esaltante stagione su erba, in cui è riuscito anche a sollevare in trofeo a Stoccarda. Verrà rimpiazzato dal brasiliano Monteiro. L’unico italiano presente nell’entry list del torneo svedese rimane quindi Lorenzo Sonego. A guidare il seeding c’è Fernando Verdasco, che come Berrettini si è spinto fino alla seconda settimana dei Championships. Saranno presenti grazie a una wild card anche i due giovani fratelli Mikael ed Elias Ymer, che giocano in casa, e lo spagnolo Davidovich Fokina.

(clicca per ingrandire)

A Newport si gioca invece l’ultimo torneo su erba della stagione, l’Hall of Fame Tennis Championship. John Isner tornerà a calcare i campi del Rhode Island da testa di serie numero uno, lui che ha alzato per tre volte il titolo, l’ultimo nel 2017. Il secondo favorito è Adrian Mannarino, sempre insidioso quando si gioca sui prati e campione a ‘s-Hertogenbosch. Sarà presente anche Bernard Tomic che è al centro della polemica sulla multa rifilatagli dall’All England Club per scarso impegno nel primo turno di Wimbledon. Non saranno presenti giocatori italiani nel tabellone principale.

 
(clicca per ingrandire)

Le entry list aggiornate della prossima settimana
Il calendario ATP

Continua a leggere
Commenti

Flash

Il LIVESCORE di Ubitennis – sabato 15 agosto: si decidono le finaliste di Praga e Lexington

Seguite in diretta con noi le semifinali dei due WTA International. A Praga si parte alle 11, a Lexington alle 17. In campo Simona Halep e Coco Gauff

Pubblicato

il

Coco Gauff a Lexington 2020 (foto Wilson/TSOpen)

Con il ritorno del tennis ufficiale Ubitennis vi propone una piccola novità – una sperimentazione per tutto il mese di agosto. Ogni giorno ci sarà un articolo contenente un livescore che vi consentirà di seguire in diretta l’andamento delle partite in corso e di consultare facilmente il risultato degli incontri già conclusi e gli orari di quelli programmati per la giornata (o per la giornata successiva).

Lo trovate qui in basso: giocateci e consumatelo a dovere, ovviamente sono graditi feedback tra i commenti!

Il tabellone di Praga – Il tabellone di Lexington

 

ULTIME NEWS

PER SEGUIRCI SUI SOCIAL

Continua a leggere

Flash

Sabato 15 agosto, il programma delle semifinali di Praga e Lexington

In Repubblica Ceca, Halep attende Begu o Sorribes Tormo. Derby USA per Coco Gauff nella semi di Lexington. Tutto in diretta su Supertennis

Pubblicato

il

Simona Halep - Praga 2020 (via Twitter, @Simona_Halep)

Giornata di semifinali nei WTA International di Praga e Lexington. In Repubblica Ceca si parte alle 11 con il match interrotto ieri per pioggia tra Irina-Camelia Begu e Sorribes Tormo. La vincente, si riparte dal punteggio di 6-2 0-1 per Begu, sfiderà in semifinale Simona Halep nel match che chiuderà il programma di giornata. Nella prima semifinale si affronteranno invece Elise Mertens e Kristyna Pliskova: 2-0 i precedenti in favore della belga. La prima semifinale di Lexington (in programma a partire dalle 17 italiane) vedrà di fronte la wild card Shelby Rogers, che ieri ha eliminato a sorpresa Serena Williams, e la svizzera Jil Teichmann. A seguire, derby USA tra Coco Gauff e Jennifer Brady.

IL PROGRAMMA DI OGGI A PRAGA

Centre Courtdalle 11
I.C. Begu vs S. Sorribes Tormo – dal 6-2 0-1
[3] E. Mertens vs Kr. Pliskova
[1] S. Halep vs I.C. Begu or S. Sorribes Tormo

IL PROGRAMMA DI OGGI A LEXINGTON

Center Courtdalle 17 italiane
[WC] S. Rogers vs J. Teichmann
J. Brady vs C. Gauff

 

I TABELLONI AGGIORNATI

Continua a leggere

Flash

Rogers sorprende Serena Williams a Lexington, Gauff in semifinale

Serena Williams sconfitta al tie-break del terzo set da Shelby Rogers. Coco Gauff rimonta un set e un break a Ons Jabeur

Pubblicato

il

Shelby Rogers a Lexington 2020 (foto Wilson/TSOpen)

Grande sorpresa nei quarti di finale del Top Seed Open in corso di svolgimento a Lexington, in Kentucky. Dopo la vittoria contro sua sorella Venus al secondo turno, la testa di serie n.1 Serena Williams è stata sconfitta in tre set dalla connazionale Shelby Rogers, numero 116 della classifica WTA ed entrata in tabellone solamente grazie a una wild card.

Il match sembrava incanalato su binari in linea con il pronostico: dopo un ritardo di oltre un’ora dovuto alla pioggia, Serena Williams si era aggiudicata il primo set per 6-1 in soli 26 minuti, facendo pensare a una partita molto veloce. La sua potenza negli scambi da fondo campo era difficile da gestire per Rogers, così come i suoi servizi che rimbalzavano particolarmente alti sul cemento di Lexington. “La palla rimbalzava molto alta oggi – hanno detto entrambe le giocatrici alla fine dell’incontro – era difficile rispondere ai servizi ‘kick’”. Nella seconda frazione è stato proprio il servizio a prendere il sopravento: soli sei punti vinti dalla ribattitrice nei primi otto game, fino a quando, sul 4-4, Rogers è riuscita a riacciuffare un game da 0-30 grazie ad alcune ottime battute molto ben piazzate, e da quel momento è partita la rimonta.

Mi sono resa conto che nel primo set e all’inizio del secondo commettevo troppi errori – ha spiegato Rogers – quindi ho cercato di prolungare gli scambi tenendo la palla in campo senza rischiare così tanto”. Nell’unico game in cui ha avuto palle break, la ragazza originaria di Charleston, in South Carolina, ha strappato il servizio a Serena aggiudicandosi il secondo set.

 

La terza partita ha visto ancora una volta il dominio del servizio: zero palle break in tutti e dodici i giochi, per poi arrivare ad avere sette minibreak nei primi 10 game del tie-break. Dal 3-1 per Serena si è passati al 5-3 Rogers, che ha poi chiuso vittoriosamente il match dopo 2 ore e 9 minuti grazie all’ultimo errore gratuito di Williams da fondo campo.

È sicuramente una vittoria molto prestigiosa questa ottenuta contro una giocatrice come Serena, ma è soprattutto importante aver conquistato un’altra vittoria che fa tanto morale dopo una pausa così lunga dai tornei”. Rogers è anche reduce da un’operazione al ginocchio sinistro affrontata nel 2018 e che durante la rieducazione aveva messo in dubbio il prosieguo della sua carriera. “Ora non ci penso quasi più, devo fare esercizi di prevenzione ogni sera, ma rientra tutto nella norma per un’atleta che sta comunque iniziando a invecchiare”.

Comunque soddisfatta Serena Williams per le tre partite giocate in Kentucky e per una forma che sembra essere sulla strada del ritorno: “So che posso giocare molto meglio di così, ho avuto l’occasione di vincere la partita in due set e mi sono complicata la vita da sola. Ora non ho ben chiaro qual è il programma, per il momento vivo alla giornata e vedrò quando spostarmi a New York”.

Rogers affronterà in semifinale la svizzera Jill Teichmann (n. 63 WTA) che ha liquidato in due set la statunitense Cici Bellis.

Nell’ultimo incontro della giornata la sedicenne Coco Gauff ha dato ancora una volta prova delle sue grandi potenzialità rimontando uno svantaggio di 6-4 4-2 contro la tunisina Ons Jabeur. Dopo due match contro giocatrici di potenza come Brengle e Sabalenka, Gauff ha saputo aggiustare il suo tennis per affrontare un’avversaria molto differente e talentuosa come Jabeur, che sa usare molto bene le rotazioni e riesce a proporre palle sempre diverse.

Credo di avere un buon record nelle partite al terzo set [10-2 n.d.r.] perché ho molta resistenza, d’altro canto tendo a essere più giovane delle mie avversarie – ha detto Gauff dopo la partita – Oggi sono riuscita a ribaltare il match rimanendo positiva e continuando a pensare che avrei potuto farcela. Poi ho provato a prolungare gli scambi alzando le traiettorie per mettere più palle in campo e la partita è girata.”

Nell’ultimo quarto di finale, spostato sul Campo 2 a causa del ritardo causato dalla pioggia, Jennifer Brady (n. 49 WTA) ha liquidato in soli 64 minuti la ceca Marie Bouzkova cedendo solamente tre game.

Tutti i risultati:

[WC] S. Rogers b. [1] S. Williams 1-6 6-4 7-6(5)
J. Teichmann b. C. Bellis 6-2 6-4
J. Brady b. M Bouzkova 6-1 6-2
C. Gauff b. [8] O. Jabeur 4-6 6-4 6-1

Il programma di sabato 15 agosto:

Center Court, ore 11 (le 17 in Italia)
[WC] S. Rogers vs J. Teichmann
J. Brady vs C. Gauff

Il tabellone aggiornato

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement