Tabelloni ATP: Fognini guida il sestetto italiano a Umago. Cecchinato campione in carica

Flash

Tabelloni ATP: Fognini guida il sestetto italiano a Umago. Cecchinato campione in carica

L’edizione 2019 del torneo croato sarà, come al solito, a tinte fortemente azzurre. Gli italiani dovranno fare attenzione soprattutto a Coric. C’è anche Sinner

Pubblicato

il

Marco Cecchinato - Umago 2018 (foto via Twitter, @CroatiaOpenUmag)

Nel fittissimo calendario ATP, che come da tradizione non concede soste nel periodo estivo, da domani prenderanno il via tre tornei ATP: Umago e Bastad sulla terra e Newport a chiudere la parentesi sull’erba.

La 30esima edizione del Croatian Open, si presenta particolarmente interessante per i sei italiani ai nastri di partenza e i quattro (Caruso, Baldi, Ornago e Napolitano) impegnati nelle qualificazioni. Sarà difficile per Marco Cecchinato confermare la vittoria della passata edizione a causa di una concorrenza agguerritissima e del momento di forma non particolarmente brillante. Oltre al Ceck, numero 5 del seeding, occhi puntati su Fabio Fognini, testa di serie numero 1 (già vincitore due volte di questo torneo), voglioso di riscattare l’inattesa sconfitta al terzo turno dei Championships contro Sandgren e mettere in cascina punti preziosi nella rincorsa al sogno delle Finals di Londra, e su Jannick Sinner che usufruirà di una wild card e se la vedrà al primo turno con il portoghese Pedro Sousa.

Subito derby per Travaglia e Fabbiano: il vincitore affronterà Fognini al secondo turno. Completa l’elenco della truppa azzurra in tabellone l’inossidabile Paolo Lorenzi di nuovo a ridosso dei top 100, che attende un qualificato al primo turno. Nell’elenco dei favoriti sicuramente il numero 14 ATP e numero 2 del seeding Borna Coric, in cerca di riscatto nel torneo di casa, Dusan Lajovic, recente finalista al 1000 di Montecarlo, e la testa di serie numero 3 Laslo Djere.

(clicca per ingrandire)

A Bastad, Cristian Garin e Fernando Verdasco si sono spartiti le prime due teste di serie e approfitteranno dunque di un bye al primo turno. Direttamente al secondo round anche Richard Gasquet e Pablo Cuevas. Nelle retrovie occhio a Nicolas Jarry, Juan Ignacio Londero e Casper Ruud.

 
(clicca per ingrandire)

Come sempre l’Hall of Fame Open di Newport chiuderà la breve stagione sull’erba dell’ATP. Tanti gli specialisti che hanno scelto di giocare questo torneo. I favoriti della vigilia, classifica alla mano, sono John Isner e Adrian Mannarino, seguiti da Jordan Thompson e Ugo Humbert. Si leggono però i nomi di grandi amanti di questo genere di superficie come Sergiy Stakhovsky, Matthew Ebden, Prajnesh Gunneswaran, Ivo Karlovic e Mischa Zverev, pur in crisi cronica di risultati. Occhio anche alle follie del kazako Sascha Bublik.

(clicca per ingrandire)

Gianluca Santori

TUTTI I TABELLONI DELLA SETTIMANA (WEEK #29)

Continua a leggere
Commenti

Flash

Wawrinka giocherà il Challenger di Praga

Dopo 10 anni, Stan tornerà a disputare un torneo del circuito minore

Pubblicato

il

Stan Wawrinka - Australian Open 2020 (foto Twitter @AustralianOpen)

Che Stan Wawrinka non sarebbe andato negli Stati Uniti per giocare la doppietta Cincinnati-US Open lo si sapeva già, ora però sappiamo anche quale sarà il primo torneo post-Covid del tre volte campione Slam. Stan ha deciso infatti di prendere parte al Challenger di Praga (17 agosto), grazie ad una wild card generosamente offerta dagli organizzatori.

Lo svizzero tornerà dunque a giocare nel circuito cadetto dopo dieci anni di assenza. L’ultimo Challenger disputato da Wawrinka è stato quello vinto a Lugano nel 2010, in finale contro Potito Starace (curiosamente sconfitto anche l’anno prima, sullo stesso campo e sempre in finale), mentre per trovare un Challenger giocato fuori dai patri confini bisogna risalire al 2005, quando fu sconfitto in semifinale a Napoli, sempre da Starace.

Wawrinka andrà a impreziosire un’entry list che già poteva contare sui nomi di buoni giocatori come Jiri VeselyPhilipp Kohlschreiber, Pierre-Hugues Herbert, Attila Balazs, Marton Fucsovics, Ernests Gulbis e Robin Haase.

 

Continua a leggere

Flash

Ladies Open Palermo, il programma di sabato 8 agosto: Giorgi punta la finale

Camila in campo attorno alle 19 contro Fiona Ferro. La finale di domenica è prevista alle 19:30

Pubblicato

il

Camila Giorgi - Palermo 2020 (via Twitter, @LadiesOpenPA)

Si avvicina alla conclusione il primo torneo ufficiale dopo la lunga pausa a causa del coronavirus. Il Ladies Open di Palermo è arrivato alle semifinali e all’Italia è rimasta ancora una speranza di sollevare il trofeo grazie a Camila Giorgi, capace di una grande rimonta ai quarti ai danni di Yastremska (con tanto di match point annullati).

La tennista marchigiana scenderà in campo attorno alle 19, al termine della prima semifinale che vedrà opposte la prima favorita del torneo Petra Martic e Anett Kontaveit, che ai quarti ha eliminato Elisabetta Cocciaretto. La speranza è che Camila abbia recuperato le energie necessarie – ieri è stata in campo fino all’1:20 – e possa raggiungere la sua prima finale stagionale. Non ne gioca una da circa un anno: il 25 agosto 2019, alla vigilia dello US Open, fu sconfitta da Magda Linette nell’atto finale del Bronx Open di New York.

Le due semifinali saranno visibili in diretta su Supertennis, ma l’incontro di Camila Giorgi potrà essere seguito anche su Rai Sport. La finale di domenica è prevista per le ore 19:30.

 

IL PROGRAMMA DI OGGI

17:00 – [1] P. Martic vs [4] A. Kontaveit
a seguire – C. Giorgi vs F. Ferro

Il tabellone aggiornato

Continua a leggere

Flash

US Open, saltano due top 10: Bertens e Svitolina danno forfait

Inizia il fuggi fuggi o si tratta di due scelte isolate? Svitolina rimarrà a casa come il fidanzato Monfils, Bertens è preoccupata dall’obbligo di quarantena disposto dall’Olanda

Pubblicato

il

Kiki Bertens e Elina Svitolina - WTA FInals 2018 - Singapore

Sembrava che le donne avessero risposto con maggiore entusiasmo alla ‘chiamata alle armi’ della USTA, che ha ufficializzato la disputa dello US Open 2020 a partire dal 31 agosto, me nel giro di poche ore sono arrivate altre due defezioni piuttosto pesanti che si sommano all’unica inizialmente confermata tra le top 10, quella di Ash Barty. La numero 5 del mondo Elena Svitolina e la numero 7 Kiki Bertens hanno infatti ufficializzato a mezzo social la rinuncia allo Slam statunitense, favorendo l’ingresso in tabellone di Francesca Di Lorenzo e di Natalia Vikhlyantseva. A Di Lorenzo il torneo aveva accordato una wild card, che sarà riassegnata alla connazionale Sachia Vickery.

LA ENTRY LIST FEMMINILE AGGIORNATA

Sono adesso sette le top 50 che hanno comunicato l’intenzione di non andare a New York, così come sette sono i top 50 assenti al maschile (e in entrambi i casi ci sono tre top 10).

 

Entry list femminile: le giocatrici assenti

  • 1 Barty
  • 5 Svitolina
  • 7 Bertens
  • 29 Wang
  • 30 Pavlychenkova
  • 34 Zheng
  • 38 Goerges
  • 74 Zhu
  • 84 Potapova
  • 92 Bogdan
  • 97 Stosur
  • 103 Peng

Entry list maschile: i giocatori assenti

  • 2 Nadal
  • 4 Federer
  • 9 Monfils
  • 11 Fognini
  • 17 Wawrinka
  • 40 Kyrgios
  • 49 Tsonga
  • 58 Pouille
  • 71 Herbert

Dopo aver considerato tutti gli aspetti, ho deciso di non partecipare allo US Open” ha scritto Svitolina su Twitter, allineandosi così alla decisione del suo fidanzato Gael Monfils che non volerà alla volta degli Stati Uniti. “Ringrazio la USTA, gli organizzatori e la WTA per l’opportunità che stanno dando ai giocatori e ai tifosi. Capisco e rispetto tutti gli sforzi perché il torneo si svolga in modo sicuro, ma non mi sento a mio agio nel viaggiare verso gli Stati Uniti senza la certezza di non mettere a rischio me e il mio team“.

La situazione del COVID-19 è ancora preoccupante e la salute di tutti è la priorità” le fa eco Bertens, che motiva la sua scelta con l’obbligo di quarantena imposto dalle autorità olandesi. “Il nostro primo ministro ha detto ieri che dobbiamo fare 14 giorni di quarantena al ritorno dagli States, e questo potrebbe disturbare la preparazione in vista dei miei amati tornei di Roma e Parigi“. Se si tratterà dell’inizio di un fuggi fuggi generale o soltanto di due scelte isolate, saranno i prossimi giorni a dircelo.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement