Leander Paes ha annunciato il ritiro

Flash

Leander Paes ha annunciato il ritiro

Il tennista indiano (18 volte campione Slam tra doppio e doppio misto) darà il suo addio al tennis nel 2020. Prima però disputerà il suo ottavo torneo olimpico, record assoluto

Pubblicato

il

Wimbledon 2015 - Martina Hingis e Leander Paes festeggiano il titolo nel doppio misto

La stagione 2020 che comincerà la prossima settimana sarà l’ultima da giocatore professionista per Leander Paes. Il tennista indiano, specializzato nel doppio, ha annunciato su Twitter il ritiro dopo quasi trent’anni di carriera. Paes è uno dei migliori tennisti della storia dell’India, vincitore di ben 18 titoli del Grande Slam, otto in doppio maschile e dieci in doppio misto. Dei 55 titoli vinti in carriera in doppio maschile (gli mancano le ATP Finals, nonostante quattro finali perse), poco meno della metà li ha vinti accanto al connazionale Mahes Bhuphati, che si è ritirato tre anni fa. Lo stesso Bhupathi che, tra gli altri, ha contribuito al record di Paes in Coppa Davis: il 46enne è infatti il giocatore che ha vinto più partite di doppio nella competizione, 44, due in più del precedente detentore di questo primato che era il nostro Nicola Pietrangeli.

In doppio misto ha giocato (e vinto tornei tornei importanti) accanto a diverse grandi giocatrici. Nei primi anni 2000 ha trionfato a Wimbledon e a Melbourne con Martina Navratilova e a cavallo tra 2015 e 2016 ha messo in bacheca quattro Slam in coppia con Martina Hingis.

 

In singolare Leander Paes ha comunque avuto un abbozzo di carriera sebbene negli ultimi 19 anni abbia giocato e perso appena tre match nel circuito ATP, tutte a Chennai, l’ultima nel lontano 2005. In totale ha disputato nel circuito maggiore (escludendo quindi Davis e Olimpiadi) ha disputato 123 partite, vincendone 48 e raggiungendo un best ranking di numero 73 nell’agosto 1998 poche settimane dopo la vittoria del suo primo e unico titolo, sull’amata erba (di Newport). Nel circuito challenger ha vinto 11 titoli. Vanta anche un sorprendente bronzo in singolare alle Olimpiadi di Atlanta 1996; in tabellone grazie a una wild card, sul cemento dello Stone Mountain Tennis Center Paes batté agli ottavi la terza testa di serie Enqvist e il nostro Renzo Furlan ai quarti prima di arrendersi ad Agassi in semifinale e superare il brasiliano Meligeni nella finale per il bronzo.

VERSO IL 2020 – In doppio, invece, Paes non ha mai vinto una medaglia e la programmazione dei prossimi mesi sembra tener conto anche di questa ‘lacuna’. Nel post pubblicato sui suoi account social ha scritto che il suo calendario per il 2020 prevede “pochi tornei scelti” per salutare e ringraziare tutti coloro che l’hanno aiutato nel suo viaggio. Tra i pochi tornei selezionati da Paes ci sarà sicuramente quello olimpico a Tokyo. Il tennista indiano ha partecipato a sette edizioni consecutive dei Giochi Olimpici (record tra i tennisti) e difenderà i colori della sua nazione per l’ottava volta durante la prossima estate, prima di salutare per l’ultima volta il tennis professionistico.

Continua a leggere
Commenti

Flash

Roland Garros 2020 LIVE, i match di martedì 29 settembre: in campo Mager

La diretta della terza giornata del Roland Garros. Berrettini in apertura di programma, Mager-Lajovic secondo match. Debuttano Djokovic, Tsitsipas, Shapovalov e Pliskova

Pubblicato

il

Roland Garros 2020 (via Twitter, @rolandgarros)

L’ordine di gioco, i campi e gli orari del day 3
Scelti dalla redazione: i match da non perdere del day 3
I tabelloni con i risultati aggiornati in tempo reale
: maschile – femminile

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

13:21 – Servono tre set e oltre due ore di gioco a Karolina Pliskova per superare Mayar Sherif. Al secondo turno sfiderà Ostapenko. Lajovic avanti 6-4 3-2 e servizio contro Mager

 

12:57 – Ottimo esordio per Berrettini che chiude 6-3 6-1 6-3 contro Pospisil. Al secondo turno attende Popyrin o Harris

12:32 – Dopo aver perso il primo parziale al tiebreak contro Sherif, Karolina Pliskova si aggiudica il secondo set per 6-2. Sul campo numero 10 inizia il match tra Gianluca Mager e Dusan Lajovic

12:13 – Tutto facile per Berrettini: 6-3 6-1 per Matteo

11:42 – Parte forte Matteo Berrettini che si aggiudica per 6-3 il primo set contro Vasek Pospisil

11:00 – Scatta la terza giornata di gioco al Roland Garros 2020, 40 gli incontri programmati. Subito in campo Matteo Berrettini (opposto a Vasek Pospisil) e la seconda favorita del seeding Karolina Pliskova

ULTIME NOTIZIE, APPROFONDIMENTI E INTERVISTE

CRONACHE DAL DAY 2

LA DIRETTA FACEBOOK DI VANNI & LUCA

Continua a leggere

Flash

Roland Garros, la serie nera di Medvedev: quarto ko di fila al primo turno

Il torneo ha già perso la quarta testa di serie: il moscovita non vince su terra da 17 mesi. Fucsovics ne approfitta e si carica: “Voglio dimostrare di poter entrare tra i top 10”

Pubblicato

il

Eravamo stati buoni profeti. Senza poteri di veggenza, semplicemente maneggiando un po’ di dati. Daniil Medvedev sulla terra è oggi un parente assai lontano del giocatore che apprezziamo sul veloce. E anche in questo Roland Garros, il numero cinque del mondo non ha fatto nulla per invertire la tendenza. Il ko in quattro set contro Marton Fucsovics (4-6 6-7 6-2 1-6) ha allungato la striscia di eliminazioni al primo turno (sono quattro, dal 2017) allo Slam parigino. Da salvare rimane il terzo set, in reazione dopo aver perso il secondo per un penalty point (racchetta distrutta) sul 3-6 del tie break. Non l’unico momento di nervosismo.

Allargando l’analisi, il semifinalista dello US Open – fermato solo da Thiem, nei match precedenti non aveva perso un set – è arrivato a quota cinque ko consecutivi nei (pochi) tornei su terra a cui partecipato dalla primavera del 2019. Lontanissimo il ricordo della finale di Barcellona contro Thiem: da allora, solo dispiaceri nella passata stagione tra Madrid, Roma e il Roland Garros.

 

E alla ripresa l’inerzia non è cambiata: atterrato in Europa dopo l’uscita dalla bolla di Flushing Meadows, il moscovita ha perso una settimana fa ad Amburgo con Ugo Humbert. Premessa di quello che è stato il primo ko in carriera contro Fucsovics, sempre battuto nei tre precedenti (uno dei quali a Montecarlo, nel 2018). Per l’ungherese, 63 del mondo, è arrivato così il primo successo su un top ten (dopo 14 ko), moltiplicatore di ambizioni: “Sono qui per mostrare di essere un buon giocatore e di poter entrare anche io tra i primi dieci del mondo“, ha dichiarato, bello carico, nell’intervista a caldo di fine partita.

Al secondo turno incrocerà Albert Ramos-Vinolas, provando a far valere le sue doti di spinta e resistenza che sembrano pagare sui campi pesanti di questi giorni. Il Roland Garros, nel frattempo, ha perso precocemente il numero quattro del seeding, posizione di prestigio abbastanza decontestualizzata. Su appena 28 partite giocate su terra, Medvedev ne ha vinte soltanto dieci (e dall’ultima volta sono trascorsi 17 mesi). Sul veloce ha invece sorriso 125 volte, in 179 incontri. Se non siamo alla monodimensionalità, poco ci manca.

Il tabellone maschile del Roland Garros con tutti i risultati aggiornati

Continua a leggere

Flash

Roland Garros, il commento del direttore: due Lorenzo ‘maratoneti’ entusiasmano Parigi, Fognini poco professionale

Il direttore Scanagatta commenta il day 2 del Roland Garros 2020: è stato il giorno della grande impresa di Lorenzo Giustino e della sconfitta di un acciaccato Fabio Fognini

Pubblicato

il

Lorenzo Giustino e Corentin Moutet - Roland Garros 2020 (via Twitter, @FFTennis)

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement