Verso lo US Open 2021: Djokovic vuole il Grande Slam. Giovedì alle 18 il sorteggio dei tabelloni

Flash

Verso lo US Open 2021: Djokovic vuole il Grande Slam. Giovedì alle 18 il sorteggio dei tabelloni

Le entry list aggiornate, i tabelloni di qualificazione e le teste di serie. Tutto quello che serve sapere per prepararsi al sorteggio dello US Open, in programma oggi (giovedì) alle 18. Djokovic può fare la Storia

Pubblicato

il

Novak Djokovic - US Open 2020 (via Twitter, @usopen)
 

L’ultimo Slam dell’anno è ormai alle porte. I tornei di qualificazione (due tabelloni da 128 giocatori che ne promuoveranno 16 in ognuno dei due main draw) in realtà sono già iniziati, mentre i tabelloni principali dello US Open 2021 prenderanno il via lunedì 30 agosto. Gli incontri si disputeranno a partire dalle 17 italiane (sessione diurna) e poi dopo l’1 per quanto riguarda quella notturna. Gli occhi di tutti saranno ovviamente incollati su Novak Djokovic, numero uno del mondo e vincitore di tutti e tre i Major disputati in questa stagione.

In caso di vittoria anche a New York il serbo realizzerebbe un’impresa storica, quasi leggendaria in questo sport: il Grande Slam. Tra gli uomini solo Don Budge e Rod Laver sono riusciti a completare il poker: il primo nel lontanissimo 1938, ben prima dell’Era Open, mentre Laver ce l’ha fatta due volte, nel 1962 (da dilettante) e nel 1969 (Era Open). Entrambi hanno portato a termine il filotto quando gli Slam si giocavano su due sole superfici, ovvero erba (Wimbledon, US Open e Australian Open) e terra (Roland Garros). Tra le donne sono state invece tre le tenniste capaci di vincere tutti e quattro i Major in una singola stagione: Maureen Connolly nel 1953, Margaret Smith Court nel 1970 e Steffi Graf nel 1988 (con tanto di oro olimpico a Seoul). Insomma un’impresa più unica che rara, soprattutto da quando il tennis ha aperto le porte al professionismo e da quando le superfici sono diventate tre (pur con tutti i dibattiti sull’appiattimento e l’omologazione delle stesse).

UOMINI – Come detto il tabellone sarà guidato da Novak Djokovic, mentre non saranno presenti gli altri due Big Three, Roger Federer, che si opererà ancora una volta al ginocchio, e Rafael Nadal, che ha anch’egli deciso di chiudere anzitempo il proprio 2021 tennistico. Non ci sarà neanche il campione in carica Dominic Thiem, che proprio da quel primo successo Slam a Flushing Meadows non è più stato capace di ritrovare continuità e buone sensazioni, soprattutto a livello mentale. Come Roger e Rafa, anche l’austriaco ha dato appuntamento al 2022 per il rientro. I più accreditati avversari di Nole saranno allora Daniil Medvedev, campione a Toronto, Alexander Zverev, fresco di oro olimpico e di titolo a Cincinnati, e Stefanos Tsitsipas, apparso un po’ nervoso nelle ultime uscite dopo la finale persa al Roland Garros, ma sempre da prendere in considerazione.

 

Subito dietro troviamo Andrey Rublev e il nostro Matteo Berrettini. L’azzurro ha dichiarato apertamente di puntare a vincere il torneo ed è giusto che ormai le sue ambizioni siano queste anche nei grandi tornei, ma resta l’incognita sulle sue condizioni fisiche. Assieme a lui, altri tre italiani inizieranno il torneo con una testa di serie sulle spalle: Sinner, Sonego e Fognini. Per il terzo Slam di fila, l’Italia potrà dunque contare su quattro teste di serie.

Le 32 teste di serie maschili

  1. Djokovic
  2. Medvedev
  3. Tsitsipas
  4. Zverev
  5. Rublev
  6. Berrettini
  7. Shapovalov
  8. Ruud
  9. Carreno Busta
  10. Hurkacz
  11. Schwartzman
  12. Auger-Aliassime
  13. Sinner
  14. de Minaur
  15. Dimitrov
  16. Garin
  17. Monfils
  18. Bautista Agut
  19. Isner
  20. Sonego
  21. Karatsev
  22. Opelka
  23. Humbert
  24. Evans
  25. Khachanov
  26. Norrie
  27. Goffin
  28. Fognini
  29. Davidovich Fokina
  30. Raonic
  31. Cilic
  32. Bublik

DONNE – A meno di defezioni dell’ultimo minuto, il torneo femminile dovrebbe presentare l’intera Top 10 al completo. Davanti a tutti la regina indiscussa del ranking e vincitrice di Wimbledon, Ashleigh Barty, seguita a ruota dalla campionessa in carica Naomi Osaka. Tanti però i nomi da tenere d’occhio a partire a partire da Aryna Sabalenka, Karolina Pliskova e Iga Swiatek, passando poi per due giocatrici in formissima come Barbora Krejcikova e Belinda Bencic. È notizia recente il forfait di Serena Williams, fermata da un infortunio al tendine del ginocchio, e poco dopo sono arrivate anche le rinunce di sua sorella Venus (che avrebbe ricevuto una wild card) e Sofia Kenin, che nella notte italiana tra mercoledì e giovedì ha comunicato la sua positività al coronavirus nonostante sia vaccinata. Al posto delle tre statunitensi, tutte ex campionesse Slam, entreranno in tabellone tre lucky loser.

Le 32 teste di serie femminili

  1. Barty
  2. Sabalenka
  3. Osaka
  4. Ka. Pliskova
  5. Svitolina
  6. Andreescu
  7. Swiatek
  8. Krejcikova
  9. Muguruza
  10. Kvitova
  11. Bencic
  12. Halep
  13. Brady
  14. Pavlyuchenkova
  15. Mertens
  16. Kerber
  17. Sakkari
  18. Azarenka
  19. Rybakina
  20. Jabeur
  21. Gauff
  22. Muchova
  23. Pegula
  24. Badosa
  25. Kasatkina
  26. Collins
  27. Ostapenko
  28. Kontaveit
  29. Kudermetova
  30. Martic
  31. Putintseva
  32. Alexandrova

ITALIANI – Ben nutrita la truppa azzurra a New York. In campo maschile sono undici i giocatori ad aver avuto accesso diretto al main draw. Come detto, quattro di questi saranno addirittura testa di serie. Gli altri tennisti ai nastri di partenza saranno Lorenzo Musetti, Gianluca Mager, Marco Cecchinato, Andreas Seppi, Stefano Travaglia e Salvatore Caruso. Sono invece quattro le tenniste ammesse direttamente nel tabellone femminile, ovvero Camila Giorgi, Jasmine Paolini, Martina Trevisan e Sara Errani. Le speranze di aumentare il numero di giocatori nel main draw sono legate ai destini degli italiani impegnati nei tornei di qualificazione. Per il secondo turno, si sono qualificati quattro uomini (Gaio, Marcora, Lorenzi e Moroni) e due donne (Stefanini e Di Sarra)

Le entry list aggiornate

I tabelloni di qualificazione aggiornati con i risultati

Continua a leggere
Commenti

Flash

Schianto sull’A14, morto il tennista paralimpico Andrea Silvestrone

Scontro frontale con un tir sull’Autostrada Adriatica. Con il tennista hanno perso la vita anche due dei suoi figli

Pubblicato

il

Tennis in carrozzina alle Olimpiadi (foto Pinterest @ideasus)

Sabato mattina intorno alle ore 11 sul tratto marchigiano dell’A14 nei pressi di Grottammare (AP) ha perso la vita in un tragico incidente stradale Andrea Silvestrone, 49 anni, membro della nazionale italiana paralimpica di tennis. Con lui sono deceduti anche i suoi due figli più grandi di 12 e 14, oltre che il cane che viaggiava con loro. È sopravvissuto all’incidente, invece, il più piccolo dei figli di Silvestrone, un bambino di 8 anni ricoverato all’ospedale di Ancona.

Ancora da chiarire le cause dell’incidente nel quale l’auto condotta da Silvestrone ha invaso la corsia opposta dell’autostrada andandosi a scontrare frontalmente con un tir che proveniva nella direzione opposta.

Andrea Silvestrone era confinato su una sedia a rotelle dall’età di 33 anni a causa della sclerosi multipla cui era succeduta, qualche anno dopo, una seconda patologia. “Per fortuna era venuta a me – diceva – essendo molto simile alla sclerosi, meglio a me che sono già su una sedia a rotelle che a una persona normodotata”.

 

Dal 2017 giocava a tennis in carrozzina, specialità quad wheelchair, ed era riuscito a raggiungere un best ranking di n. 29 della classifica mondiale ITF a metà aprile 2018. In carriera aveva vinto due tornei, il Masera Trophy nel 2017 al suo esordio e il Gyor Open, in Ungheria, nel 2019. Il suo ultimo torneo risale al luglio del 2021 quando aveva perso al primo turno al torneo ITF di Nottingham.

Continua a leggere

Flash

WTA Lione: continua la favola di Alycia Parks. Affronterà Caroline Garcia nella sua prima finale in carriera

La classe 2000 statunitense centra il best ranking e si avvicina alla top60. Prima finale a Lione per la n°5 del mondo al quarto tentativo

Pubblicato

il

Alycia Parks, WTA Lione 2023 (foto: twitter @wta)

A. Parks b. M. Zanevska 6-3 7-6(4)

Continua la gran cavalcata di Alycia Parks all’Open 6e Sens, WTA250 di Lione che si disputa in contemporanea a quello di Hua Hin, dove si affronteranno in finale Zhu Lin e Lesia Tsurenko, che ha sfruttato il ritiro di Bianca Andreescu. Per la statunitense si tratta della prima finale in carriera a livello WTA, raggiunta grazie alla 14esima vittoria consecutiva sul cemento indoor.

 

L’attuale n°79 del mondo – che da lunedì sarà almeno n°62, migliorando il suo best ranking – parte forte nel primo set, portandosi sul 3-0 e strappando una seconda volta il servizio a Maryna Zanevska. Avanti 5-1 e servizio, la tennista a stelle e strisce si fa riprendere da 40-0, sciupando quattro set point in totale e restituendo uno dei due break alla quarta occasione. Anche nel nono game non è semplice per lei chiudere la frazione, ma dopo aver annullato due palle break (non consecutive) sfrutta il settimo set point in totale, chiudendo 6-3.

Decisamente più incerto il secondo set, con lo scambio di break tra quinto e sesto gioco che sembra minare un equilibrio incerto. Zanevska perde la battuta a zero nel nono game, spedendo la sua rivale al servizio per il match sul 5-4. Qui, però, Parks è colta dal classico braccino, facendosi rimontare da 40-15. A dirla tutta, la statunitense rischia tantissimo nel dodicesimo game, quando sotto 5-6 deve annullare due break point che sono anche set point. La 22enne di Atlanta, però, mantiene i nervi saldi, approda al tie-break e non si volta più indietro, centrando la prima finale in carriera a livello WTA con il punteggio di 6-3 7-6(4) anche grazie a 35 vincenti e 13 ace.

[1] C. Garcia b. C. Osorio 6-2 6-2

All’ultimo atto del torneo di Lione Parks proverà ad eliminare la seconda testa di serie sul suo cammino, come già accaduto con Petra Martic (n°4 del seeding) al secondo turno. L’impresa però sarà delle più complicate, perché sulla sua strada si presenta Caroline Garcia, campionessa delle ultime WTA Finals e testa di serie numero 1. Domani sarà una prima volta anche per la francese, che al quarto tentativo riesce ad approdare in finale a Lione.

La seconda semifinale è però decisamente meno lottata della prima, con la transalpina che – dopo un’iniziale fase di studio – aumenta i giri del motore e inanella cinque game di fila dal 2-2 del primo set al 6-2 1-0 del secondo. Camila Osorio non ha certo il tennis per mettere in difficoltà la sua avversaria, però non molla e cerca di fare il possibile per restare a contatto. Dopo non aver sfruttato tre break point nel terzo gioco del secondo parziale, nel quarto la colombiana è costretta a cedere nuovamente la battuta. Garcia si porta sul 4-1 e, nonostante qualche momento di nervosismo – che testimonia quanto tenga a far bene nel torneo di casa – annulla un break point nel settimo gioco e alla prima opportunità chiude 6-2 6-2, facendo esplodere il pubblico presente.

Il tabellone completo del WTA250 di Lione

Continua a leggere

Flash

WTA Abu Dhabi, il tabellone: Trevisan trova Mertens al primo turno

In corsa anche Elena Rybakina, la finalista dell’Australian Open. La prima testa di serie è Daria Kasatkina

Pubblicato

il

Martina Trevisan - United Cup 2023 Sydney (foto Tennis Australia/ James Gourley)

Tutto pronto per il WTA 500 di Abu Dhabi, il Mubadala Abu Dhabi Open, torneo sul cemento all’aperto che si gioca presso lo Zayed Sports City International Tennis Centre della capitale degli Emirati Arabi Uniti. Nel tabellone principale è presente per i colori italiani Martina Trevisan, che ha avuto in dote un primo turno contro la belga Elise Mertens. Al secondo turno in caso di vittoria se la vedrebbe contro la russa Veronika Kudermetova.

Le prime teste di serie sono Daria Kasatkina e Belinda Bencic, che sul loro cammino verso la finale avrebbero rispettivamente la n.4 del seeding Kudermetova e la n.3 Rybakina. La finalista dell’Australian Open potrebbe giocare contro Haddad Maia in un’interessante quarto di finale.

QUI IL TABELLONE DEL TORNEO WTA 500 DI ABU DHABI

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement