Australian Open: Bolelli/Fognini annullano un match point e volano ai quarti

Australian Open

Australian Open: Bolelli/Fognini annullano un match point e volano ai quarti

Gli italiani ad un punto dall’eliminazione eliminano le teste di serie numero 8 Murray/Soares. Avanzano anche Kyrgios/Kokkinakis

Pubblicato

il

Fabio Fognini e Simone Bolelli - ATP Cup 2020 (via Twitter, @ATPCup)
 

Sono passati sette anni dal trofeo sollevato a Melbourne Park, era il 31 gennaio 2015, ma questa campagna australiana sembra aver riportato ai vecchi fasti una delle coppie italiane che ci ha regalato maggiori soddisfazioni in doppio. Dopo la finale di settimana scorsa in quel di Sydney, continua la cavalcata di Fabio Fognini e Simone Bolelli che approdano ai quarti di finale del tabellone di doppio.

Qualificazione raggiunta sconfiggendo la coppia testa di serie numero 8 composta dallo scozzese Jamie Murray e il brasiliano Bruno Soares in tre set 3-6 6-7(7) 6-3. Vittoria impreziosita dal fatto che il due anglo-brasiliano aveva vinto a Melbourne Park nel 2016, oltre ad essere stati semifinalisti nella scorsa edizione.

L’inizio della sfida è tuttavia complicato per gli italiani, che dopo aver sprecato tre palle break nel game di apertura durato 10 minuti e ben 14 punti, vedono fuggire via gli avversari con Fabio che commette un doppio fallo sulla palla break. Fabio continua a soffrire al servizio, e il duo anglo-brasiliano si issa sul 5-1. Da lì inizia il risveglio della copia italiana, che prima annulla tre palle set agli avversari e poi recupera uno dei due break. Fabio e Simone lottano ma alla sesta palla set arriva il 6-3 per Murray e Soares.

 

Nel secondo set, è tutta un’altra musica. L’equilibrio regna sovrano con nessuna palla break concessa dalle due coppie nel corso del parziale. Si arriva all’inevitabile tie-break, in cui gli italiani si trovano ad un punto dalla sconfitta, ma superata la paura e annullato il match point, chiudono alla seconda occasione con un vincente di rovescio.

Il momento è a favore degli italiani, che supportati da una maggiore resa al servizio, superano l’unica difficoltà annullando una palla break nel secondo game, e sul 3-3 innestano il turbo piazzando due break che chiudono la contesa dopo due ore e trentadue minuti di gioco.

AI quarti li attenderanno i vincitori della sfida tra le teste di serie numero 2 Ram e Salisbury, finalisti della passata edizione, e le sorprendenti wild card australiane Tu e Sweeny.

5K SHOW – Tabellone di doppio che continua a essere sotto i riflettori grazie alla coppia aussie Nick Kyrgios e Thanasi Kokkinakis che dopo aver eliminato nella giornata di ieri i numeri 1 Pavic e Mektic, con annessa rissa sfiorata negli spogliatoi, volano ai quarti di finale sconfiggendo la coppia sudamericana Behar/Escobar, numero 15 del seeding per la gioia dei tifosi australiani in delirio per i loro beniamini.

Show anche nell’intervista in campo con il solito incontenibile Kyrgios: “Amico, è stato abbastanza facile oggi” scherzando con Kokkinakis. Il duo ha poi reso omaggio alla folla “Giochiamo per divertirci ma siamo qui per stupirvi”.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement