WTA Miami, Linda Fruhvirtova: "Voglio raggiungere il numero 1"

Flash

WTA Miami, Linda Fruhvirtova: “Voglio raggiungere il numero 1”

La sedicenne ceca dopo il successo contro Elise Mertens: “Voglio vincere titoli del Grande Slam. È l’obiettivo mio e di mia sorella Brenda”

Pubblicato

il

Linda Fruhvirtova - WTA Charleston 2021 (via Twitter, @VolvoCarOpen)
 
 

Il sole della Florida ha appena designato quale sarà la nuova numero 1 del tennis femminile dopo l’addio di Barty. In un torneo che sta vedendo le teste di serie cadere una dietro l’altra, si sta facendo luce una delle giovani promesse del circuito mondiale. Linda Fruhvirtova, 16 anni e già numero 279 del ranking mondiale. Tre titoli ITF già in bacheca: due W15 l’anno scorso sul duro di Monastir, Tunisia, un W25 quest’anno in quel di Cancun, Messico, sconfiggendo in finale la canadese Marino (n.116 del ranking mondiale).

Linda è la maggiore delle sorelle Fruhvirtova con la piccola Brenda che è salita alla ribalta per aver conquistato due W25 in Argentina, a soli 14 anni. Linda ha sorpreso tutti a Miami, prima eliminando la montenegrina Kovinic con un perentorio 6-0 6-4 e poi mandando a casa la numero 24 del mondo Elise Mertens in tre set.

È sicuramente uno dei miei migliori tornei finora, penso il migliore. – ha dichiarato la giovane tennista ceca in conferenza stampa –Non ho mai giocato contro una delle migliori 25 giocatrici del circuito ed è incredibile. Non riesco ancora a crederci, ma sono così felice di aver vinto qui. Ho lavorato molto duramente per questo, e mi sto divertendo.

 

Un match che poteva prendere una piega diversa quando Mertens conquistò il secondo set dopo aver ceduto il primo: “Ha iniziato ad essere più aggressiva nel secondo set. D’altro canto, io ho rallentato un po’, ma credevo ancora di poter vincere questa partita e ho continuato a lottare e mantenere un buon atteggiamento. Ho perso il secondo set, ma sapevo ancora di poter vincere questa partita, ho continuato a fare il mio gioco, concentrandomi su me stessa. Ma la ceca non ha ceduto alla pressione conquistando sei game su sette nel terzo set: “Sono rimasta concentrata fino alla fine della partita. Lei ha avuto alcune possibilità all’inizio del terzo set di piazzare un break. Mi chiedo se sia successo veramente oppure stessi sognando.

Sull’addio di Barty a soli 25 anni: “Penso che abbia fatto cose incredibili per il tennis. Si tratta di una giocatrice incredibile, sembra una brava persona ma non ho mai avuto la possibilità di conoscerla personalmente. Non credo che tutti vogliano giocare fino a 30 o 40 anni, ognuno ha obiettivi diversi. Penso che abbia raggiunto i suoi obiettivi, tutto ciò che voleva nel mondo del tennis; quindi, vorrà solamente iniziare una nuova fase della sua vita. Si tratta di una decisione specifica di ogni giocatore. Qualcuno vorrà ritirarsi quando avrà 25 anni, qualcun altro vorrà continuare a giocare fino a 40 anni.”

Sulla famiglia e la vita fuori dal campo: “Siamo le prime della famiglia a giocare a tennis. Io e Brenda a volte ci alleniamo insieme [in Francia, ndr]. È ovviamente molto brava. Giochiamo in doppio insieme. Non vedo l’ora che anche lei giochi questi tornei, penso che arriverà molto presto. Fuori dal campo, mi piace passare il tempo con mia sorella, fare shopping insieme. Non ho molto tempo libero, ma mi piace seguire altri sport, assistere a qualche partita. Il tempo libero che ho mi piace passarlo con la mia famiglia.

Sugli obiettivi: “Ho sempre risposto che voglio raggiungere il numero 1. Voglio vincere titoli del Grande Slam e ciò non è cambiato. Ho sempre detto con mia sorella che è il nostro obiettivo e vogliamo solamente raggiungerlo.” Il suo paese di provenienza ha una grande storia, soprattutto recente di grandi campionesse e lei lo sa bene. “Petra [Kvitova] è sicuramente una di quelle giocatrici che con cui sono cresciuta guardandola giocare. L’ho vista vincere due volte il Wimbledon. Sicuramente è qualcuno da ammirare. È una grande atleta e una grande giocatrice. Persona davvero simpatica.

Il tabellone femminile completo di Miami

Continua a leggere
Commenti

Flash

Roger Federer e la Duchessa di Cambridge uniscono le forze per la beneficenza

Federer annuncia una partnership con la LTA in vista della Laver Cup 2022

Pubblicato

il

Roger Federer - Wimbledon 2021 (credit AELTC/Simon Bruty)

La Laver Cup si avvicina ed il torneo patrocinato ed ideato da Roger Federer e il suo manager Tony Godsick quest’anno diventerà anche un occasione per fare beneficenza. È notizia di mercoledì la partnership di assoluto prestigio tra Federer e la Duchessa di Cambridge Kate, madrina sia della federazione di tennis inglese LTA che dell’associazione benefica Action for Children. Tutti i soldi raccolti dai biglietti degli allenamenti del 22 settembre alla O2 Arena di Londra, dove si terrà l’edizione 2022 della Laver Cup, andranno alle due fondazioni benefiche per supportare i loro progetti. La giornata sarà l’ultimo giorno di allenamenti per Team Europe e Team World e sarà aperta al pubblico pagante. Il ricavato dei biglietti sarà diviso tra i due enti benefici di Action for Children e la LTA Tennis Foundation, con la prima che si occupa di aiutare i giovani britannici in difficoltà e la seconda che destinerà i fondi al suo programma SERVES, che prova a portare il tennis nelle zone più economicamente depresse della Gran Bretagna.

La Laver Cup ha commentato così sul suo sito ufficiale la nuova partnership: “La Laver Cup si impegna a sostenere iniziative per la comunità e che hanno un impatto sui giovani in ogni città che visita e la collaborazione con Action for Children e LTA è stata avviata su raccomandazione della Duchessa. Sua Altezza Reale è desiderosa di supportare il tennis di base e incoraggiare i giovani di ogni estrazione a essere coinvolti nello sport.”.

Un sentimento riecheggiato da Roger Federer sul suo profilo Twitter. “Entusiasti di annunciare che la Laver Cup sta collaborando con la Duchessa di Cambridge quest’anno per raccogliere fondi per due incredibili enti di beneficenza: Action for Children e LTA Tennis Foundation. Grazie per il vostro supporto e non vedo l’ora di vedervi a Londra!“.

 

Continua a leggere

Flash

US Open, Gael Monfils costretto a dare forfait

Nuovo stop dopo l’infortunio a Montreal. Diventano così tre gli Slam in stagione saltati da Lamonf

Pubblicato

il

Gael Monfils - Montreal 2022 (foto Twitter @OBNmontreal)

Un 2022 da dimenticare per Gael Monfils che ha passato più tempo con i medici che con i suoi colleghi tennisti. Il torneo del rientro, il Masters 1000 di Montreal, è costato caro al n. 22 al mondo.

In Canada, Monfils aveva terminato la sua gara contro Jack Draper in lacrime. Dopo aver perso il primo set per 6-2, la rimonta del francese fu interrotta da un infortunio. Molto probabilmente un infortunio legato al tallone destro che lo ha costretto a saltare tre mesi stagione.

Dopo la rinuncia al Roland Garros e a Wimbledon, su Twitter arriva l’annuncio di Gael che ufficializza la sua assenza anche dall’ultimo Slam della stagione:

 

“Cari tutti, a seguito degli ultimi esami medici che ho sostenuto al ritorno in Europa, quest’anno purtroppo non potrò giocare agli US Open. Sono costretto a sottopormi a un nuovo periodo di cure prima di poter riprendere i tornei.
Vi terrò informati appena possibile riguardo al mio prossimo torneo.”

Paolo Michele Pinto

Continua a leggere

Flash

Rientro amaro per Bouchard al WTA 125 di Vancouver

Sconfitta in due set per la canadese Eugenie Bouchard, al rientro dopo oltre un anno. Vince facile Bronzetti, out Cocciaretto

Pubblicato

il

Eugenie Bouchard - Australian Open 2019 (foto @Sport Vision, Chryslène Caillaud)

C’era molta attesa su cosa potesse offrire Eugenie Bouchard al ritorno in campo dopo oltre un anno. La tennista canadese è ritornata a disputare un torneo nella sua terra natia, grazie alla wild card concessa dagli organizzatori del WTA125 di Vancouver. Tuttavia, l’esordio stagionale della ventottenne di Montréal non ha avuto un esito positivo. Infatti sul campo è arrivata la sconfitta con un doppio 6-2 per mano dell’olandese Arianne Hartono, numero 166 del ranking WTA, maturata in poco più di 70 minuti di gioco.

L’ex numero 5 del mondo, attualmente senza ranking, aveva disputato il suo ultimo match nel marzo 2021, arrendendosi in due set alla cinese Lin Zhu. Poi è arrivato un intervento alla spalla che ha posto la parola fine alla stagione della canadese, alimentando i dubbi di un suo ritorno al tennis giocato. Dubbi diventati sempre più forti alla luce dell’attività sui social e del ruolo di commentatrice tecnica per TennisTV.

Rientro che in realtà doveva già avvenire lo scorso giugno dato che Bouchard risultava nell’entry list del torneo di Wimbledon grazie al ranking protetto, ma la scelta degli organizzatori di non assegnare punti ha portato la tennista canadese a rinunciare all’evento, posticipando la data di rientro.

 

Ho maturato molta esperienza fuori dal campo. Ho attraversato momenti davvero difficili che hanno messo alla prova la mia pazienza, tutto questo mi ha fatto capire quanto amassi il tennis. Prima d’ora non sono mai dovuta rientrare da un intervento chirurgico, non avevo mai avuto un infortunio così grave, per me è come ricominciare da zero” ha dichiarato la tennista canadese al termine dell’incontro.

Se l’esordio in Canada ha visto Bouchard conquistare solo quattro game, l’opportunità di riscatto è già dietro. Proprio grazie al ranking protetto la tennista canadese sarà tra le tenniste in gara nelle qualificazioni dello US Open che prenderanno il via la prossima settimana. Non vi è solo la Bouchard tra le protagoniste del WTA 125 di Vancouver. Infatti, al via erano presenti due nostre portacolori che stanno rifinendo la preparazione per l’imminente US Open. Subito semaforo rosso per Elisabetta Cocciaretto, sconfitta il tre set dalla britannica Watson. Esordio senza problemi, invece, per Lucia Bronzetti. La numero 66 WTA e testa di serie numero 2 del torneo canadese non ha avuto problemi nel regolare la qualificata britannica Miyazaki.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement