Caso Halep: iniziato il processo al TAS di Losanna

Flash

Caso Halep: iniziato il processo al TAS di Losanna

Le udienze, a porte chiuse, si concluderanno nella giornata di venerdì. Simona Halep presente per difendersi dai quattro anni di squalifica

Pubblicato

il

Simona Halep - Roma 2022 (foto Roberto Dell'Olivo)
 

Poco più di 15 mesi fa – era il 21 ottobre del 2022 – diveniva di dominio pubblico e iniziava quindi ufficialmente la lunga e contorta vicenda della positività all’anti-doping di Simona Halep, bi-campionessa Slam, ex numero 1 del mondo e allora ancora in top ten. Il test incriminato risaliva allo US Open disputatosi poche settimane prima, in cui la rumena era stata inaspettatamente eliminata al primo turno da Snigur in quella che è rimasta l’ultima partita giocata da Simona. Dopo diverse tappe, polemiche e dichiarazioni, oggi siamo finalmente arrivati all’ultimo capitolo di questa storia: è infatti iniziato il processo di appello che segue la sentenza di condanna emessa lo scorso 12 settembre da un tribunale indipendente, consistente in quattro anni di squalifica (uno già scontato al momento del verdetto).

Halep si era infatti rivolta al TAS (Tribunale Arbitrale dello Sport) di Losanna nel tentativo di dimostrare la sua innocenza. Nella giornata di mercoledì si è quindi svolta la prima udienza del processo che terminerà nel pomeriggio di venerdì. Il tutto avverrà a porte chiuse, dal momento che nessuna delle parti (ITIA e Halep) ha fatto istanza per un’udienza pubblica, come si legge nel comunicato ufficiale del TAS. A Losanna è presente anche la stessa Halep che verrà ascoltata al pari di altri testimoni ed esperti, di cui non verrà resa nota l’identità su richiesta delle parti.

Così si era espressa Simona il giorno in cui era stata ufficializzata la sua sospensione: “Oggi inizia la partita più difficile della mia vita: una battaglia per la verità. […] Durante tutta la mia carriera, l’idea di imbrogliare non ha mai nemmeno attraversato la mia testa, in quanto totalmente contraria a tutti i valori con cui sono stata educata. Ritrovandomi dinanzi a una situazione così ingiusta, mi sento completamente confusa e ingannata. Combatterò fino alla fine per provare che non ho mai assunto consapevolmente alcuna sostanza proibita e ho fiducia nel fatto che presto o tardi la verità verrà fuori. […] È una questione di onore e della storia d’amore che ho sviluppato con il tennis negli ultimi 25 anni”. Nonostante la fermezza della sua dichiarazione d’innocenza, però, la vicenda legale l’ha fin qui vista sconfitta.

La squalifica comminatale è figlia di due violazioni riscontrate: la prima è legata all’assunzione della sostanza proibita roxadustat, emersa nel test allo US Open 2022, mentre la seconda – comunicata dall’ITIA a maggio dell’anno scorso – consiste in una irregolarità nel passaporto biologico. Halep ha sempre sostenuto la tesi della contaminazione che è stata parzialmente accolta dalla corte che l’ha poi condannata. Il volume ingerito non spiegherebbe infatti la concentrazione nel campione della sostanza, presente comunque in quantità molto basse e non emersa in un test effettuato solo tre giorni prima quello con esito positivo.

Le ultime dichiarazioni di Simona risalgono allo scorso dicembre quando, riflettendo sul ricorso al TAS, affermò che “una squalifica di quattro anni sarebbe una catastrofe e non so come la gestirei. Probabilmente sarebbe la fine della mia carriera. E per qualcosa che non ho fatto e di cui non sono colpevole, è ancora più catastrofico”. Se la sentenza di primo grado dovesse essere confermata, Halep potrebbe tornare su un campo da tennis del circuito professionistico soltanto dal 7 ottobre del 2026, cioè quando la rumena avrà compiuto 35 anni.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash2 ore fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria2 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza5 giorni fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash2 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Sorpresa Sonego, Sinner vince e convince, Musetti riprova a battere Djokovic”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement