WTA Ranking: Wozniacki n.9, Azarenka fuori dalle 20

WTA

WTA Ranking: Wozniacki n.9, Azarenka fuori dalle 20

Pubblicato

il

 

TENNIS WTA RANKING – Caroline Wozniacki non ce la fa a vincere il suo primo Slam, ma la finale le consente di tornare nelle dieci.Crollano Li Na e Azarenka. E con loro le italiane Vinci e Giorgi. Peng n.21.

Caroline Wozniacki. È lei la protagonista assoluta di queste due settimane, per quanto mi riguarda. Non me ne vogliano i tifosi di Serena, se non parlerò della loro favorita, del 18° Slam vinto, delle 205 settimane al n.1 e del fatto che è tornata in cima alla RACE. L’americana è troppo forte ed è indiscutibilmente la più brava nonostante una stagione così così, raddrizzata dal risultato di New York. Ma sul suo capo, pende la “maledizione” della prima della classe: se fa bene ha fatto solo il suo dovere. Non è giusto, ma tant’è. Dicevamo, Caroline Wozniacki. La danese, dopo la finale newyorchese, rientra meritatamente in top ten: risale di 2 posti ed è al n.9. Delle recenti ex n.1 è quella che sta facendo meglio: anche Jankovic (che condivide con Wozniacki la poco lusinghiera corona di n.1 senza slam) e Ivanovic sono rientrate recentemente nelle dieci ma Caroline è l’unica ad essere riuscita a tornare in finale in un Major. Jelena vi manca dalla finale agli US open del 2008 mentre Ana dalla vittoria in Francia (sempre 2008). Il loro ritorno tra le migliori è il risultato di una continuità ad alto livello piuttosto che da un exploit. Dove potrà arrivare ora Caroline? Intanto si spera possa partecipare al Masters di fine anno, al quale manca dal 2011. Nella RACE oggi è al n.9 a pochi punti da Ivanovic, ma non dimentichiamo che davanti a loro c’è Li Na, che non ha ancora sciolto i dubbi riguardo alla sua condizione fisica. Poi si vedrà come concluderà la stagione: a dire il vero da qui a fine anno ha ben 925 punti in scadenza (SF a Tokyo, Q a Pechino, vittoria in Lussemburgo), quindi se ce la facesse a restare tra le dieci sarebbe già un buon modo per cominciare il 2015.

Vorrei aprire una piccola parentesi su Halep (n.2) e Kvitova (+1, n.3). Nonostante siano in una posizione di classifica molto alta, hanno deluso. Rispetto all’inizio della campagna nordamericana, hanno perso punti, loro che invece avevano tutte le carte in regola per avvicinarsi a Serena. Simona ne lascia per strada 625, mentre Petra solo 144. Ma non è l’entità della perdita a preoccuparmi, quanto la mancata riconferma, a Flushing Meadows, dei buoni progressi visti fino a Wimbledon. Cosa sta succedendo loro? Le avversarie hanno preso le misure a Simona o è un calo fisiologico dopo 8 mesi giocati a livelli altissimi? I timori sulle capacità di Petra di metabolizzare il successo londinese erano dunque fondati?

 

Per quanto riguarda le altre, perde quota Li Na (-3, n.6), esce dalla top ten Jankovic (-1, n.11) e dalla top 20 Azarenka (-7, n.24). Molto bene invece Sharapova (+2, n.4), Makarova (+3, n.15), Peng (+18, n.21), Bencic (+25, n.33), Lucic-Baroni (+41, n.80), Krunic (+53, n.92) e Sasnovich (+23, n.97).

Infine concludiamo con le italiane. Sono più ombre che luci per le nostre connazionali: Errani (+2, n.12) rivede la top ten a portata di racchetta, Pennetta (-4, n.16), Giorgi (-11, n.42), Vinci (-14, n.44) e Knapp (-18, n.89) retrocedono. Pennetta può consolarsi guardando la classifica di doppio: risale dalla 31a alla 17a posizione mentre Hingis guadagna 25 posti ed è al n.20.

Giocatrice Punti Tornei Diff. fine 2013 Diff. dal 25/08/14
1 Williams, Serena 9430 17 1 0
2 Halep, Simona 6160 21 11 0
3 Kvitova, Petra 5926 19 6 1
4 Sharapova, Maria 5575 15 4 2
5 Radwanska, Agnieszka 5380 21 5 0
6 Li, Na 5270 13 3 -3
7 Bouchard, Eugenie 4545 24 32 1
8 Kerber, Angelique 4400 23 9 -1
9 Wozniacki, Caroline 4305 19 10 2
10 Ivanovic, Ana 3855 22 16 -1
11 Jankovic, Jelena 3655 21 8 -1
12 Errani, Sara 3215 23 7 2
13 Cibulkova, Dominika 3007 22 15 0
14 Safarova, Lucie 2965 24 29 1
15 Makarova, Ekaterina 2845 18 24 3
16 Pennetta, Flavia 2651 19 31 -4
17 Petkovic, Andrea 2525 25 39 2
18 Suarez Navarro, Carla 2420 25 17 -2
19 Williams, Venus 2370 17 49 1
20 Stosur, Samantha 2110 24 18 1

 

Teen Ranking

Belinda Bencic, in grande spolvero dopo il fantastico US Open giocato, si issa al n.3 del teen ranking. Rientra in classifica Friedsam, al n.7, vincitrice del torneo di Suzhou. Donna Vekic scivola al n.10. le scadevano i 100 punti del secondo turno a New York di un anno fa.

Il Teen-Ranking si ottiene limitando la classifica alle giocatrici nate dopo il 1° gennaio 1994.

Giocatrice Anno Class. WTA Diff. dal 25/08/14
1 Bouchard, Eugenie 1994 7 0
2 Keys, Madison 1995 28 0
3 Bencic, Belinda 1997 33 2
4 Svitolina, Elina 1994 34 -1
5 Beck, Annika 1994 58 -1
6 Schmiedlova, Anna 1994 75 0
7 Friedsam, Anna-Lena 1994 85
8 Smitkova, Tereza 1994 88 2
9 Van Uytvanck, Alison 1994 91 -1
10 Vekic, Donna 1996 92 -3

 

Nation Ranking

La crisi di Vinci (e Giorgi) fanno scendere sempre più giù l’Italia, oggi superata anche dalla Cina di Peng e Li. La Russia riconquista la vetta del ranking. La repubblica Ceca aggancia il secondo posto a pari merito con gli Stati Uniti. Germania e Serbia invece condividono la 4a posizione.

Il Nation Ranking si ottiene sommando il ranking delle prime tre giocatrici di ciascuna nazione.

Nazione Punteggio Diff. dal 25/08/14
1 Russia 42 1
2 Stati Uniti 47 -1
2 Repubblica Ceca 47 1
4 Germania 56 0
4 Serbia 56 1
6 Cina 59 1
7 Italia 70 -1
8 Slovacchia 107 0
9 Spagna 112 0
10 Romania 116 0

 

Casa Italia

Cambi al vertice del ranking italiano: Errani torna al n.1 e Giorgi scavalca Vinci e diventa la nuova n.3 nazionale.

Il ranking medio delle top 5 italiane oggi è 37,6. È significativo evidenziare che prima degli US Open fosse 29,6.

Giocatrice Class. WTA Diff. fine 2013 Diff. dal 25/08/14
1 Errani, Sara 12 -5 1
2 Pennetta, Flavia 16 15 -1
3 Giorgi, Camila 42 56 1
4 Vinci, Roberta 44 -30 -1
5 Schiavone, Francesca 74 -35 1
6 Knapp, Karin 89 -48 -1
7 Barbieri, Gioia 173 79 0
8 Burnett, Nastassja 197 -30 0
9 Brianti, Alberta 206 2 0
10 Grymalska, Anastasia 239 23 1
11 Gatto Monticone, Giulia 241 5 -1
12 Camerin, Maria Elena 247 -55 0
13 Sanesi, Gaia 302 134 0
14 Matteucci, Alice 392 345 0
15 Balducci, Alice 448 0 1
16 Remondina, Anna 456 -75 -1
17 Paolini, Jasmine 475 149 0
18 Giovine, Claudia 494 118 0
19 Bruzzone, Giulia 502 76 1
20 Caregaro, Martina 503 -36 -1

 

LE TOP 50

Legenda: nelle top 50 trovate, in ogni riga: posizione precedente-classifica-giocatrice- nazionalità-data di nascita-punti-tornei

[1]       1          Williams, Serena        United States 26 Sep 1981    9430    17
[2]       2          Halep, Simona            Romania         27 Sep 1991    6160    21
[4]       3          Kvitova, Petra             Czech Republic           08 Mar 1990   5926    19
[6]       4          Sharapova, Maria      Russia 19 Apr 1987    5575    15
[5]       5          Radwanska, Agnieszka           Poland             06 Mar 1989   5380    21
[3]       6          Li, Na   China   26 Feb 1982    5270    13
[8]       7          Bouchard, Eugenie     Canada           25 Feb 1994    4545    24
[7]       8          Kerber, Angelique      Germany         18 Jan 1988    4400    23
[11]     9          Wozniacki, Caroline   Denmark         11 Jul 1990     4305    19
[9]       10        Ivanovic, Ana Serbia 06 Nov 1987   3855    22
[10]     11        Jankovic, Jelena          Serbia 28 Feb 1985    3655    21
[14]     12        Errani, Sara    Italy     29 Apr 1987    3215    23
[13]     13        Cibulkova, Dominika Slovakia          06 May 1989 3007    22
[15]     14        Safarova, Lucie           Czech Republic           04 Feb 1987    2965    24
[18]     15        Makarova, Ekaterina             Russia 07 Jun 1988    2845    18
[12]     16        Pennetta, Flavia         Italy     25 Feb 1982    2651    19
[19]     17        Petkovic, Andrea        Germany         09 Sep 1987    2525    25
[16]     18        Suárez Navarro, Carla           Spain   03 Sep 1988    2420    25
[20]     19        Williams, Venus         United States 17 Jun 1980    2370    17
[21]     20        Stosur, Samantha       Australia         30 Mar 1984   2110    24
[39]     21        Peng, Shuai     China   08 Jan 1986    1905    25
[23]     22        Cornet, Alizé   France             22 Jan 1990    1900    24
[22]     23        Kuznetsova, Svetlana Russia 27 Jun 1985    1860    18
[17]     24        Azarenka, Victoria      Belarus           31 Jul 1989     1813    16
[26]     25        Muguruza, Garbiñe    Spain   08 Oct 1993    1803    19
[25]     26        Pavlyuchenkova, Anastasia    Russia 03 Jul 1991     1775    23
[24]     27        Stephens, Sloane        United States 20 Mar 1993   1690    22
[27]     28        Keys, Madison            United States 17 Feb 1995    1670    21
[32]     29        Dellacqua, Casey        Australia         11 Feb 1985    1621    17
[29]     30        Zahlavova Strycova, Barbora    Czech Republic           28 Mar 1986   1601    23
[28]     31        Lisicki, Sabine             Germany         22 Sep 1989    1546    19
[34]     32        Zhang, Shuai   China   21 Jan 1989    1362    30
[58]     33        Bencic, Belinda          Switzerland     10 Mar 1997   1332    21
[35]     34        Svitolina, Elina            Ukraine           12 Sep 1994    1315    27
[36]     35        Jovanovski, Bojana     Serbia 31 Dec 1991   1290    28
[42]     36        Pliskova, Karolina       Czech Republic           21 Mar 1992   1285    30
[33]     37        Nara, Kurumi Japan   30 Dec 1991   1262    27
[40]     38        Koukalova, Klara        Czech Republic           24 Feb 1982    1210    29
[38]     39        Vandeweghe, Coco    United States 06 Dec 1991   1189    23
[48]     40        Diyas, Zarina Kazakhstan      18 Oct 1993    1177    27
[43]     41        Rybarikova, Magdalena         Slovakia          04 Oct 1988    1145    28
[31]     42        Giorgi, Camila            Italy     30 Dec 1991   1135    22
[52]     43        Lepchenko, Varvara   United States 21 May 1986 1132    23
[30]     44        Vinci, Roberta            Italy     18 Feb 1983    1122    25
[50]     45        Kanepi, Kaia    Estonia            10 Jun 1985    1110    22
[41]     46        Garcia, Caroline         France             16 Oct 1993    1103    26
[46]     47        Watson, Heather        United Kingdom         19 May 1992 1100    25
[47]     48        Flipkens, Kirsten         Belgium          10 Jan 1986    1095    26
[54]     49        Pironkova, Tsvetana   Bulgaria          13 Sep 1987    1054    22
[44]     50        McHale, Christina      United States 11 May 1992 1045    22

RACE

Legenda: trovate, in ogni riga: posizione precedente-classifica-giocatrice- nazionalità-data di nascita-punti-tornei

[3]       1          Williams, Serena        United States 26 Sep 1981    6931    15
[1]       2          Sharapova, Maria      Russia 19 Apr 1987    5575    13
[2]       3          Halep, Simona            Romania         27 Sep 1991    5189    17
[4]       4          Radwanska, Agnieszka           Poland             06 Mar 1989   4318    17
[6]       5          Kvitova, Petra             Czech Republic           08 Mar 1990   4049    16
[5]       6          Li, Na   China   26 Feb 1982    3970    11
[7]       7          Bouchard, Eugenie     Canada           25 Feb 1994    3901    19
[8]       8          Ivanovic, Ana Serbia 06 Nov 1987   3650    17
[15]     9          Wozniacki, Caroline   Denmark         11 Jul 1990     3491    16
[9]      10        Kerber, Angelique      Germany         18 Jan 1988    3245    19
[17]    11        Makarova, Ekaterina             Russia 07 Jun 1988    2900    17
[10]    12        Cibulkova, Dominika Slovakia          06 May 1989 2810    18
[12]    13        Errani, Sara    Italy     29 Apr 1987    2795    20
[11]    14        Jankovic, Jelena          Serbia 28 Feb 1985    2765    18
[16]    15        Pennetta, Flavia         Italy     25 Feb 1982    2578    16

Continua a leggere
Commenti

Australian Open

Shelton e McNally vincono la Wild Card Challenge per l’Australian Open 2023

Se entrambi saranno qualificati per il tabellone principale, l’invito sarà assegnato a chi li segue nelle rispettive classifiche dell’Australian Open Wild Card Challenge

Pubblicato

il

Ben Shelton - Cincinnati 2022 (foto Twitter @atptour)

Le classifiche finali dell’Australian Open Wild Card Challenge maschile e femminile hanno decretato vincitori Ben Shelton e Caty McNally. Entrambi hanno conquistato la wild card per partecipare al primo Slam dell’anno secondo gli accordi che ci sono tra la federazione tennis australiana e quella statunitense. Se i due tennisti statunitensi dovessero ottenere l’accesso diretto al tabellone principale dell’edizione 2023 dell’Australian Open (cosa alquanto probabile dato che sono rispettivamente numero 97 e 94 del mondo), le wild card verranno assegnate a chi li segue nella classifica generale di questo avvincente e particolare “Challenge”.

Per l’ottavo anno di fila, la USTA e l’Australian Open hanno trovato un accordo finalizzato al reciproco scambio di wild card per il tabellone principale degli Australian Open e degli US Open 2023. L’Australian Open Wild Card Challange riguarda i punti conquistati dai tennisti dell’USTA in tre tornei disputati dal 24 ottobre al 14 novembre per gli uomini, fino al 24 ottobre e per cinque settimane per le donne.

Inseriti nel Challenge maschile, tutti gli eventi indoor e outdoor su campi in cemento a livello M25 e superiore, inclusi gli eventi ATP e Challenger. In quello femminile invece sono inclusi stati tutti gli eventi indoor e outdoor su campi in cemento a livello W25 e superiore. I destinatari di wild card dovranno ovviamente seguire tutti i protocolli dell’Australian Open in relazione alla quarantena o alla vaccinazione.

 

L’Australian Open comincerà il 16 gennaio per terminare domenica 29: Rafa Nadal dovrà difendere il torneo maschile, mentre in ambito femminile si cercherà colei che succederà ad Ashleigh Barty.

Di seguito sono riportati il ​​totale dei punti di ogni giocatore e la classifica attuale (tra parentesi):

Uomini

1. Ben Shelton (n. 97) — 240

2. Chris Eubanks (n. 124) — 130

3. Tennys Sandgren (n. 272) — 107

4. Michael Mmoh (n. 110) — 87

Donne

1. Caty McNally (n. 94) — 189

2. Madison Brengle (n. 59) — 161

3. Taylor Townsend (n. 131) — 130

4. Alycia Parks (n. 150) — 126

Continua a leggere

Flash

Nuovo coach per Bianca Andreescu: è Christophe Lambert

Ritorno alle origini per Bianca Andreescu: la canadese sceglie uno dei suoi primi allenatori. “Sono felice di poterle dare il mio contributo”

Pubblicato

il

Bianca Andreescu - Toronto 2022 (foto Twitter @NBOtoronto)

Bianca Andreescu ha un nuovo coach: si tratta di Christophe Lambert, che in passato ha ricoperto il ruolo di responsabile tecnico della Nuova Zelanda. Adesso torna a fare il coach e comincerà la collaborazione con Andreescu dal prossimo anno. Julie Paterson, CEO della federazione tennis della Nuova Zelanda, si è così espressa: “Si tratta di un’opportunità importante per Christophe e siamo contenti per lui. Quando me ne ha parlato sapevo che si trattava di un grande passo in avanti per la sua carriera”. Andreescu è al terzo cambio di allenatore in altrettante stagioni: a metà 2021 infatti era arrivata la separazione dopo quattro anni col suo storico allenatore Sylvain Bruneau mentre il mese scorso si era separata da Groeneveld.

Per Lambert si tratta di un ritorno al passato in quanto aveva già seguito Andreescu durante il suo percorso giovanile: “Bianca mi ha chiesto di diventare il suo allenatore e ho accettato di buon grado. Era un’offerta che non potevo rifiutare. Sono felice di poterle dare il mio contributo”. L’ultima apparizione della tennista canadese è stata a Glasgow in occasione delle finali della Billie Jean King Cup dove ha prima vinto un match difficile contro Cocciaretto e poi si è arresa in semifinale alla Svizzera (in particolare da Golubic)

Continua a leggere

Flash

Dopo due anni di assenza a febbraio 2023 torna il Thailand Open

Si giocherà, come nel 2019 e nel 2020, a Hua Hin a inizio febbraio. L’ultima vincitrice è stata Magda Linette

Pubblicato

il

Magda Linette - Hua Hin 2020 (via Twitter, @ThailandOpenHH)

Se sul futuro del tennis (in particolare quello femminile) in Cina rimane un enorme grosso punto interrogativo, è tempo di annunci per il ritorno della WTA in Thailandia. Come i più attenti avranno già notato osservando il calendario ufficiale, pubblicato martedì 15 novembre, nella prima parte della prossima stagione troverà infatti spazio il 250 di Hua Hin. Più precisamente si tornerà a giocare nella città che è una delle mete turistiche più note (e ricche) della Thailandia tra il 30 gennaio e il 5 febbraio, ovvero nella quinta settimana dell’anno, una volta conclusa la tradizionale trasferta in Australia.

A Hua Hin, che dista 150 chilometri dalla capitale Bangkok, non si vedeva tennis internazionale dal 2020, quando il Thailand Open fu uno degli ultimi tornei prima dello stop imposto dalla diffusione mondiale del Covid. Era quella la seconda edizione del torneo nelle vesti di un 250 e a vincere fu Magda Linette (in finale su Leonie Kung), mentre nel 2019 il titolo andò nelle mani di Dayana Yastremska.

Sebbene l’evento si collochi subito dopo l’Australian Open e non ci si possa quindi aspettare un campo di partecipanti arricchito dalle primissime giocatrici del mondo, è facile preventivare comunque un torneo di buon livello. La spiaggia di sabbia dorata, il Cicada Night Market e il lussuoso hotel ufficiale del torneo, l’Holiday Inn Resort Vana Nava, hanno reso l’evento uno dei preferiti dalle giocatrici WTA. Non a caso nel 2020 la prima testa di serie era Elina Svitolina e nel 2019 una campionessa Slam come Garbine Muguruza.

 

Il Presidente onorario del Lawn Tennis Association of Thailand, Mr. Suwat Liptapanlop,ha commentato così l’ufficialità della notizia: “Con il ritorno alla normalità dopo le restrizioni di viaggio del 19 febbraio, gli organizzatori, Proud Group e True Arena Hua Hin Sports Club, la Lawn Tennis Association of Thailand e gli sponsor hanno deciso all’unanimità di riportare il torneo per attirare a Hua Hin giocatrici di livello mondiale e per offrire alle tenniste thailandesi l’opportunità di affinare le proprie capacità. Ci auguriamo di cogliere questa opportunità per promuovere il turismo tailandese e allinearci così alla politica del governo che punta a stimolare l’economia locale e a raggiungere l’obiettivo di 40 milioni di turisti all’anno”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement