WTA Charleston: Hingis-Mirza campionesse. Mirza nuova n.1 di doppio, scalzate Errani-Vinci

WTA Charleston: Hingis-Mirza campionesse. Mirza nuova n.1 di doppio, scalzate Errani-Vinci

La coppia formata da Martina Hingis e Sania Mirza ha battuto nella finale del torneo di Charleston l’australiana Casey Dellacqua e la croata Darija Jurak con il punteggio di 6-0, 6-4, arrivando a quota 14 vittorie consecutive. Con questo successo Mirza diventa la nuova numero uno di doppio

Martina Hingis e Sania Mirza continuano a vincere e convincere. Dopo aver vinto i tornei di Indian Wells e Miami, il duo indoelvetico viene incoronato campione di Charleston con 14esimo successo in altrettante gare. Le loro avversarie, Casey Dellacqua e Darija Jurak, non hanno potuto nulla contro una coppia così forte e affiatata. Lo dimostra il primo set, vinto da Hingis-Mirza 6-0; nel secondo parziale c’è stata una ripresa della coppia Dellacqua-Jurak, che non è bastata per riuscire a prendere in mano le redini del gioco, dato che Hingis e Mirza hanno chiuso per 6-4 il secondo parziale.

 

Per la tennista svizzera si tratta del quarantaquattresimo titolo di doppio (ora ha più titoli in doppio che in singolare), mentre per la campionessa indiana è il ventiseiesimo. Sania Mirza, con questo trofeo, approda alla vetta della classifica di doppio, superando le nostre Errani-Vinci, che di recente hanno annunciato la loro separazione. Non è stato un torneo facile per Hings e Mirza, nonostante la secca vittoria di oggi: se in California e in Florida non avevano ceduto nemmeno un set, sia nei quarti che nella semifinale della Family Circle Cup hanno invece ceduto un parziale. Addirittura, nella semifinale di ieri contro Medina Garrigues e Shvedova hanno dovuto annullare due match point.

Sania Mirza diventa oggi la prima donna indiana della storia a diventare numero 1 WTA ed è soltanto la quarta tennista asiatica a raggiungere questo obiettivo dopo la giapponese Ai Sugiyama, la cinese Peng Shuai e la cinese di Taipei Hsieh Su-Wei.

CATEGORIE
TAG
Condividi