Wimbledon, preview semifinali femminili: le sorelle Williams a caccia del quinto derby per il titolo

Focus

Wimbledon, preview semifinali femminili: le sorelle Williams a caccia del quinto derby per il titolo

Giornata dedicata alle semifinali femminili a Church Road. Serena e Venus Williams sfidano Elena Vesnina e Angelique Kerber per conquistare quella che sarebbe la quinta finale in famiglia ai Championships

Pubblicato

il

 

Serena e Venus, sempre loro. Nessuno, anche solo tre mesi fa, avrebbe preso in considerazione la possibilità che le due dominatrici degli ultimi tre lustri tennistici si sarebbero giocate l’accesso alla finale dei Championships in famiglia, la quinta della saga. Eppure. Vuoi per un livellamento della qualità media nel circuito femminile, un circuito dove oggi, a parte poche notabili eccezioni, tutte possono battere tutte; vuoi per il lento progredire di giovane leve – l’età media delle quattro semifinaliste è la più alta dell’era open – baciate da un talento sufficientemente generoso; vuoi per l’assenza di chi, Vika Azarenka soprattutto, negli ultimi anni aveva ostentato capacità e convinzione tali da intralciare, almeno di tanto in tanto, i piani del regno; sia come sia, le sorelle outta Compton dettano ancora legge nei pressi di Church Road. Ma se la più piccola della nidiata Williams era quantomeno attesa nei pomeriggi decisivi, Venus ha probabilmente dovuto disdire volo e hotel già prenotati per le meritate vacanze. Ci sarebbero anche Angelique Kerber ed Elena Vesnina con le loro legittime ambizioni, ma in pochi sembrano curarsene.

La prima semifinale è prevista per le 14 italiane e vedrà Serena opposta all’inattesa Elena Vesnina, mai oltre il quarto turno nelle 41 precedenti apparizioni slam. La nativa di Lvov attualmente occupa l’ultima posizione tra le prime 50 del ranking e sta giocando una stagione in risalita, ma appena qualche mese fa arrancava fuori dalle 100 e faticava a mettere insieme due successi di fila. Rasserenata dai quarti guadagnati a sorpresa a Doha e dalla finale giocata a Charleston in aprile, Elena si è presentata a Wimbledon con le batterie cariche e ha disputato un gran torneo. Soffrendo unicamente contro la storica compagna di doppio Makarova in ottavi, Vesnina per il resto ha tritato Paszek, Petkovic, Boserup e soprattutto la lanciatissima Cibulkova senza concedere ulteriori set. Le chance della russa contro Serena Williams non sono moltissime, per usare un banale eufemismo. Serena, l’unica tre le giocatrici superstiti a finire nelle ultime quattro anche nel 2015, ha vinto tutti i precedenti senza mai concedere più di quattro giochi per set e sembra stia crescendo esponenzialmente soprattutto in termini di fiducia. Certo, ha passato il proverbiale brutto quarto d’ora nel match di secondo turno contro Christina McHale, ma le frequenti dimostrazioni di debordante forza con cui ha soggiogato le altre oppositrici non rappresentano un buon segnale per la russa.

Più abbordabile, quantomeno non così improbo, il compito di Angelique Kerber, la quale, opposta alla più anziana delle sorelle, proverà a centrare la seconda finale slam della stagione, da giocarsi presumibilmente contro la stessa avversaria. La tennista di Brema, in vantaggio per tre a due nei precedenti, ha finora dato dimostrazione di grande solidità raggiungendo il match odierno senza lasciare per strada nemmeno un set, ma dovrà fare molta attenzione a Venus, che a 36 primavere sarà pure la seconda tennista più anziana dopo Martina Navratilova – finalista nel 1994 a 37 anni – a raggiungere il penultimo atto in un major, ma non ha perso nessuna delle 8 semifinali sin qui giocate a Wimbledon. “Angie” grazie al notevole risultato già raggiunto è certa di tornare al secondo posto della classifica mondiale, ma nel caso le riuscisse di sollevare il trofeo e Serena Williams perdesse la semifinale odierna, da lunedì si isserebbe addirittura al primo posto del ranking spodestando proprio Serena, al comando ininterrottamente dal febbraio del 2013. Un motivo in più per temere la tedesca, qualora ce ne fosse bisogno.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement