Nick Kyrgios rinuncia al torneo di Rotterdam per partecipare all'All Star Game!

Flash

Nick Kyrgios rinuncia al torneo di Rotterdam per partecipare all’All Star Game!

Nick Kyrgios continua a far parlare di sé. Il tennista di Canberra non parteciperà al torneo di Rotterdam in programma a febbraio. Il motivo? È stato convocato per l’All Star Game NBA

Pubblicato

il

Nick Kyrgios
 
 

Incorreggibile Kyrgios. La star australiana ha deciso di rinunciare al torneo di Rotterdam in programma il prossimo febbraio per partecipare all’All Star Game NBA. A quanto pare, il ribelle e controverso showman di Canberra è stato “convocato” per la partita tra le celebrità che andrà in scena durante la tre giorni del mega evento del basket a stelle e strisce. Kyrgios, reduce da una burrascosa settimana a Shangai che gli ha lasciato in eredità una squalifica di otto setttimane e oltre quarantamila dollari di multa per condotta antisportiva durante il match perso contro Mischa Zverev, ha sempre dichiarato il proprio amore incondizionato nei confronti del pallone a spicchi, tanto da credere alla possibilità di una futura carriera professionistica in Europa una volta appesa la racchetta al chiodo.

Sembra che Kyrgios avesse chiesto alla direzione del torneo di Rotterdam – cui è legato da un accordo di partecipazione pluriennale – una deroga per poter presenziare all’All Star Game, ma il direttore Richard Krajicek non l’avrebbe presa benissimo, decidendo di rompere l’accordo. “Avremmo voluto obbligare Nick a rispettare i patti, – ha dichiarato il campione di Wimbledon 1996 – ma riflettendo abbiamo deciso di terminare il suo contratto. Abbiamo visto cosa può succedere quando è stanco e il tennis ha poco significato per lui, dunque preferiamo avere al torneo giocatori motivati. È triste vederlo mettere costantemente le sue passioni davanti alla sua professione“.

L’All Star Game 2017 si sarebbe originariamente dovuto tenere a Charlotte, ma i problemi emersi negli ultimi mesi tra lo Stato del Nord Carolina e il governo federale in merito ai diritti di gay e transgender hanno imposto il trasferimento della manifestazione a New Orleans.

 

 

Continua a leggere
Commenti

Flash

Ashleigh Barty e il primo contratto dopo il tennis: “Priorità ad Ash la persona rispetto ad Ash la tennista”

L’ex n. 1 del mondo ricoprirà il ruolo di “Chief of Inspiration” in un’azienda di telecomunicazioni australiana

Pubblicato

il

Ash Barty in conferenza con i media australiani
Ash Barty in conferenza con i media australiani

I numeri uno spesso si scelgono e si attraggono. Una delle principali aziende di telecomunicazioni australiane, Optus, ha scelto la ex numero uno del tennis internazionale Ash Barty come Chief Inspiration Officer.

Si tratta della prima partnership ufficiale dal suo ritiro. La collaborazione vedrà Barty protagonista in un mix di iniziative di contenuto, programmi di coinvolgimento dei dipendenti e campagne incentrate sulla comunità volte a connettere gli australiani e ispirarli a dire “sì” ai loro sogni, obiettivi e ambizioni.

Il CEO di Optus Kelly Bayer Rosmarin crede che Barty incarni i valori del marchio e che la partnership dimostrerà il potere del Sì a tutti gli australiani: “In Optus, siamo orgogliosi del nostro ruolo nel mantenere gli australiani connessi a ciò che conta di più: dalla vita di tutti i giorni fino ai tempi di crisi nazionale, supportiamo comunità e aziende a prosperare nell’era digitale”.

 

“Ash – spiega Rosmarin – è una vera icona australiana e un modello di ruolo: la sua performance sui campi incarnava lo spirito di sfida, la determinazione e la forza, mentre il suo lavoro nella comunità ha dimostrato il potere dell’ottimismo in azione. Siamo entusiasti di dare vita a questa partnership e ispirare più australiani a consentire il loro futuro tecnologico e sbloccare il potere del ‘sì'”.

Barty è entusiasta di collaborare con un marchio che le ha permesso di portare la sua autenticità nel ruolo: “Ho deciso di dare la priorità ad Ash Barty la persona rispetto ad Ash Barty la tennista, e così facendo ho capito che posso aiutare molte più persone attraverso il mio lavoro di beneficenza, il mio ruolo di National Indigenous Tennis Ambassador e ora con Optus come loro Chief Inspiration Officer”.

Paolo Michele Pinto

Continua a leggere

Flash

Roger Federer e la Duchessa di Cambridge uniscono le forze per la beneficenza

Federer annuncia una partnership con la LTA in vista della Laver Cup 2022

Pubblicato

il

Roger Federer - Wimbledon 2021 (credit AELTC/Simon Bruty)

La Laver Cup si avvicina ed il torneo patrocinato ed ideato da Roger Federer e il suo manager Tony Godsick quest’anno diventerà anche un occasione per fare beneficenza. È notizia di mercoledì la partnership di assoluto prestigio tra Federer e la Duchessa di Cambridge Kate, madrina sia della federazione di tennis inglese LTA che dell’associazione benefica Action for Children. Tutti i soldi raccolti dai biglietti degli allenamenti del 22 settembre alla O2 Arena di Londra, dove si terrà l’edizione 2022 della Laver Cup, andranno alle due fondazioni benefiche per supportare i loro progetti. La giornata sarà l’ultimo giorno di allenamenti per Team Europe e Team World e sarà aperta al pubblico pagante. Il ricavato dei biglietti sarà diviso tra i due enti benefici di Action for Children e la LTA Tennis Foundation, con la prima che si occupa di aiutare i giovani britannici in difficoltà e la seconda che destinerà i fondi al suo programma SERVES, che prova a portare il tennis nelle zone più economicamente depresse della Gran Bretagna.

La Laver Cup ha commentato così sul suo sito ufficiale la nuova partnership: “La Laver Cup si impegna a sostenere iniziative per la comunità e che hanno un impatto sui giovani in ogni città che visita e la collaborazione con Action for Children e LTA è stata avviata su raccomandazione della Duchessa. Sua Altezza Reale è desiderosa di supportare il tennis di base e incoraggiare i giovani di ogni estrazione a essere coinvolti nello sport.”.

Un sentimento riecheggiato da Roger Federer sul suo profilo Twitter. “Entusiasti di annunciare che la Laver Cup sta collaborando con la Duchessa di Cambridge quest’anno per raccogliere fondi per due incredibili enti di beneficenza: Action for Children e LTA Tennis Foundation. Grazie per il vostro supporto e non vedo l’ora di vedervi a Londra!“.

 

Continua a leggere

Flash

US Open, Gael Monfils costretto a dare forfait

Nuovo stop dopo l’infortunio a Montreal. Diventano così tre gli Slam in stagione saltati da Lamonf

Pubblicato

il

Gael Monfils - Montreal 2022 (foto Twitter @OBNmontreal)

Un 2022 da dimenticare per Gael Monfils che ha passato più tempo con i medici che con i suoi colleghi tennisti. Il torneo del rientro, il Masters 1000 di Montreal, è costato caro al n. 22 al mondo.

In Canada, Monfils aveva terminato la sua gara contro Jack Draper in lacrime. Dopo aver perso il primo set per 6-2, la rimonta del francese fu interrotta da un infortunio. Molto probabilmente un infortunio legato al tallone destro che lo ha costretto a saltare tre mesi stagione.

Dopo la rinuncia al Roland Garros e a Wimbledon, su Twitter arriva l’annuncio di Gael che ufficializza la sua assenza anche dall’ultimo Slam della stagione:

 

“Cari tutti, a seguito degli ultimi esami medici che ho sostenuto al ritorno in Europa, quest’anno purtroppo non potrò giocare agli US Open. Sono costretto a sottopormi a un nuovo periodo di cure prima di poter riprendere i tornei.
Vi terrò informati appena possibile riguardo al mio prossimo torneo.”

Paolo Michele Pinto

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement