Roger Federer torna in cima al ranking ATP (dal divano)

Thiem dona allo svizzero un'altra settimana da numero uno del mondo. Riuscirà Nadal nell'immediato controsorpasso?

Roger Federer torna in cima al ranking ATP (dal divano)

Chissà come l’avrà vissuta stavolta papà Roger. Tre mesi fa a Rotterdam, dopo aver battuto in tre set Robin Haase, aveva gli occhi lucidi mentre allargava le braccia per festeggiare il ritorno al primo posto delle classifiche, cinque anni dopo l’ultima volta. Magari questa volta, lontano dal Tour, nel bel mezzo della stagione sul rosso, mentre giocava coi gemelli, il telefono ha iniziato a squillare, bombardato da decine di messaggi. Magari nemmeno l’ha pensato, probabilmente non ci ha mai sperato, vedendo il dominio incontrastato del suo eterno rivale.

Che Re Roger abbia visto la partita o se ne sia dimenticato, che abbia gioito o meno, che abbia “gufato” o no, Dominic Thiem gli ha fatto un enorme regalo, battendo in due set Rafa Nadal nei quarti di finale del Masters 1000 di Madrid. Poiché lo spagnolo difendeva il titolo vinto alla Caja Magica nel 2017, ha perduto ben 820 punti in classifica generale. Federer tornerà infatti al primo posto del ranking ATP da lunedì, incrementando di qualche mese il record di numero uno più longevo della storia. Sarà la settimana in vetta al ranking numero 309 per il campione elvetico (record assoluto), di cui -repetita iuvant- 237 sono consecutive.

 

Tuttavia Nadal ha nelle sue mani la chance di riprendersi immediatamente il trono. Dopo la sconfitta che ha messo fine alla striscia di 21 incontri e addirittura 50 set vinti consecutivamente (record assoluto su una sola superficie), il mancino di Manacor potrà scavalcare Federer già al Foro Italico. Per effettuare il sorpasso è costretto però a vincere il titolo del Masters 1000 italiano: si tratterebbe dell’ottavo successo a Roma, dove però non supera i quarti di finale dal 2014. L’edizione passata l’ha visto perdere l’unica partita della stagione su terra proprio nei quarti, contro lo stesso avversario che l’ha fatto scivolare dalla vetta del ranking. E indovinate chi è capitato nello spicchio di tabellone di Rafa nel sorteggio del main draw? Proprio lui, Dominic Thiem.

Tornando a Roger, la conquista del numero uno mentre sta a riposo non deve essergli piaciuta più di tanto, è naturale. Ha da poco annunciato il suo ritorno, che, come l’anno passato, avverrà sull’erba di Stoccarda. Il campione degli ultimi Australian Open ha iniziato l’avvicinamento al torneo tedesco a Dubai, dove si è allenato negli ultimi giorni. Ha trovato anche il tempo per toccare con mano i risultati del lavoro della Roger Federer Foundation in Zambia, stando a stretto contatto con insegnanti e piccoli studenti nelle scuole costruite con fondi di beneficenza raccolti dalla fondazione. Anche se ci si concentra sugli imminenti impegni sul rosso, la stagione su erba non è molto lontana e sarà allora che il quasi 37enne Federer metterà tutto sé stesso per festeggiare ancora i primati sul campo, non dal divano di casa.

CATEGORIE
TAG
Condividi