Vondrousova attacca Tsurenko: “Stava solo recitando”

Flash

Vondrousova attacca Tsurenko: “Stava solo recitando”

L’ucraina, che durante il match sembrava a un passo dal ritiro, nega decisamente: “No, non stavo recitando. Purtroppo”. A Vondrousova restano le recriminazione, Tsurenko vola ai quarti

Pubblicato

il

 

Il caldo e l’umidità eccezionali saranno ricordati come una delle caratteristiche di questa edizione dell’US Open e, dopo i ritiri dei primi giorni e la breve tregua poi concessa dall’afa, lunedì le condizioni sono tornate opprimenti, con relativa reintroduzione della Extreme Heat policy che nella giornata di oggi ha persino imposto lo stop degli incontri delitornei junior. Tra un Djokovic che chiede il MTO (“per fortuna il caldo è un po’ calato verso la fine”) e un Federer che mai si era visto (così) sudato in carriera (“mi sono sentito senza aria, non riuscivo a respirare”), non è andata meglio nell’ottavo di finale che vedeva protagoniste Lesia Tsurenko e Marketa Vondrousova.

Nel caso delle ragazze, però, la classica polemica sui presunti “falsi malori” di solito limitata ai fan è esplosa fra le stesse protagoniste, complice forse l’altissima posta in gioco – il primo quarto di finale Slam e un incremento dell’assegno di oltre 200.000 dollari. Vondrousova, infatti, sembra non aver digerito la sconfitta al terzo set dopo che l’avversaria, a cavallo del primo set perso al tie-break e il secondo, ha concluso quasi ogni punto piegata in due appoggiata sulla racchetta, l’ultimo sostegno che pareva evitarle di accasciarsi sul terreno di gioco. Poi, in preda alle vertigini e sull’orlo del ritiro dopo il primo gioco del secondo set, l’ucraina vede la luce, anzi, l’ombra che si avvicina facendole ritrovare speranze ormai svanite e una mobilità sufficiente ad assicurarle la vittoria. Per questo, la diciannovenne ceca crede che Tsurenko “non fosse così in difficoltà, stava solo recitando”.

 

Quando durante la conferenza stampa un giornalista le riporta le parole di Marketa, Lesia resta sbigottita prima di rispondere: “Non so cosa dire. No, non stavo recitando, purtroppo. La fisioterapista” – intervenuta nei due cambi campo precedenti il tie-break – “mi ha ripetutamente domandato se volessi fermarmi. Ha visto che non respiravo bene. Ha detto che qualcosa non andava nei miei occhi”. Due versioni diametralmente opposte, come spesso capita in questi casi. Tsurenko ha anche provato a contestualizzare il suo malore, ammettendo di non riuscirsi a spiegare una reazione tanto estrema. “Non so perché mi sia sentita così male. Durante il primo turno faceva molto più di caldo. Di solito gestisco bene questo tipo di situazioni, ad esempio ho giocato varie volte ad Acapulco dove l’umidità è anche maggiore”. 

Non sapremo mai la verità, probabilmente. I fatti dicono che a giocare per la prima volta (contro Naomi Osaka) un match valido per l’ingresso in una semifinale Slam sarà Lesia Tsurenko, mentre a Vondrousova restano solo le recriminazioni. I suoi 19 anni però le lasciano tempo a sufficienza per rifarsi.

Michelangelo Sottili

Continua a leggere
Commenti

Flash

ATP e WTA lanciano il nuovo show online ‘Tennis United’

Bethanie Mattek-Sands e Vasek Pospisil saranno i due conduttori di un nuovo programma online ogni venerdì, cui saranno ospiti tennisti e tenniste

Pubblicato

il

Il logo di 'Tennis United'

Non sarà possibile vedere un match di tennis prima di metà estate, ma ciò non significa che perderemo definitivamente i contatti con i campioni dell’ATP e della WTA. Nella giornata di giovedì i canali social delle due associazioni avevano annunciato importanti novità a partire dal 10 aprile. Era chiaro che si trattasse di un’iniziativa condivisa per stare vicino ai fan in questo difficile periodo, in cui i canali d’informazione sono totalmente occupati dalle notizie sul Coronavirus ed è indispensabile trovare una distrazione.

Ebbene ATP e WTA hanno svelato il progetto. Si chiama “Tennis United” -con tanto di logo dedicato, messo come immagine di profilo di tutti gli account collegati alle due associazioni – e sarà il nome dello show digitale in cui saranno protagonisti tennisti e tenniste che andrà online ogni venerdì. A condurlo, in video-chiamata, saranno un’esponente del tennis femminile e uno del maschile, rispettivamente Bethanie Mattek-Sands e Vasek Pospisil. Ogni settimana saranno ospiti un atleta ATP e un’atleta WTA per chiacchierare e commentare le notizie dei giorni passati. Nella prima puntata, oggi venerdì 10 aprile, Mattek-Sands e Pospisil saranno in compagnia dei loro rispettivi connazionali, la campionessa dell’Australian Open Sofia Kenin e Felix Auger-Aliassime.

Continua a leggere

Flash

Andy Murray lancia la sfida delle 100 volée

Dopo Federer, anche il britannico e la moglie Kim Sears danno vita ad un ‘challenge’ sui social. E Andy manda un messaggio a Roger e Mirka

Pubblicato

il

Andy Murray e Kim Sears (foto via Instagram, @andymurray)

Continua l’isolamento e continuano le sfide sui social network. Dopo il palleggio contro il muro di Roger Federer, arriva il ‘challenge’ delle 100 volée, da completare rigorosamente in coppia. I protagonisti questa volta sono Andy Murray e la moglie Kim Sears, che hanno portato a termine con successo il palleggio nel giardino di casa. Il britannico ha poi lanciato la sfida ad appassionati e colleghi, invitando grandi nomi del tennis a fare altrettanto: Federer, Djokovic, Nadal, le sorelle Williams, Osaka, Halep e tanti altri. Con una speranza, vedere Roger e Mirka che palleggiano insieme.

Continua a leggere

Flash

Il toccante video di Wimbledon narrato da Roger Federer

Con un breve filmato pubblicato sui social, il torneo di Wimbledon concede il doveroso tributo a chi combatte contro il virus in prima linea e invita tutti a stare uniti nella speranza. La voce è quella dell’otto volte campione a Londra

Pubblicato

il

(foto via Twitter, @wimbledon)

Vedere la carovana di persone che varcano i cancelli dell’All Egland Club e che siedono sulle tribune del Campo Centrale di Wimbledon oggi, 10 aprile 2020, fa un certo effetto. Sembrano immagini di un periodo lontano, ma in realtà sono solamente della scorsa estate. Immagini che il prossimo luglio non potremo vedere in TV, né si potrà farne parte, dal momento che il Covid-19 ha costretto all’annullamento del torneo. Con un breve video gli account ufficiali di Wimbledon hanno ricordato che per quest’anno bisognerà stare divisi e che medici, infermieri e tutti coloro che combattono il virus in prima linea sono i veri campioni che ci permetteranno di vincere questa sfida. E a dircelo è l’otto volte campione ai Championships, Roger Federer.

For now the play is suspended.
We are united in hope
that tomorrow will be better than today.

Per ora il gioco è sospeso.
Ci unisce la speranza
che domani sarà meglio di oggi.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement