ATP Ranking: a fine stagione i soliti noti sul podio

Ranking

ATP Ranking: a fine stagione i soliti noti sul podio

Per la settima volta dal 2007, i primi tre posti a fine anno sono occupati dai “tre tenori” del tennis. Zverev scavalca Del Potro, quattro italiani nei top 100

Pubblicato

il

Probabilmente a Novak Djokovic i ragazzi della Next Generation iniziano a stare un po’ antipatici. Per mano loro ha subito le tre ultime sconfitte (di crescente importanza): a Montreal (ottavi) Parigi-Bercy (finale) e Londra (finale), rispettivamente contro Tsitsipas, Khachanov e Zverev. Sconfitte che però possono solo scalfire la magnificenza di una stagione che il serbo ha concluso al primo posto in classifica per la quinta volta nell’arco della carriera. Classifica che nel corso del 2018 ha visto alternarsi al comando il trio Na-Fe-Djo, il più vincente dai tempi del Gre-No-Li rossonero. Nell’interesse di tutti (avversari inclusi) auguriamoci di vederli ancora in campo a lungo.

Di seguito la top 20 di fine stagione:

 
CLASSIFICA GENERALE TOP 20
Classifica ATP Giocatore Nazione Punteggio Variazione
1 N. Djokovic Serbia 9045
2 R. Nadal Spagna 7480
3 R. Federer Svizzera 6420
4 A. Zverev Germania 6385 1
5 J.M. del Potro Argentina 5300 -1
6 K. Anderson Sudafrica 4710
7 M. Cilic Croazia 4250
8 D. Thiem Austria 4095
9 K. Nishikori Giappone 3590
10 J. Isner USA 3155
11 K. Khachanov Russia 2835
12 B. Coric Croazia 2480
13 F. Fognini Italia 2315
14 K. Edmund GB 2150
15 S. Tsitsipas Grecia 2095
16 D. Medvedev Russia 1977
17 D. Schwartzman Argentina 1880
18 M. Raonic Canada 1855
19 G. Dimitrov Bulgaria 1835
20 M. Cecchinato Italia 1819

Alcune osservazioni:

  • Dal 2007 ad oggi è la settima volta che i tre fenomeni chiudono l’anno occupando le prime tre posizioni (2007-2011, 2014 e 2018)
  • La stagione 2011 terminò con il medesimo ordine del podio
  • Grigor Dimitrov e David Goffin, protagonisti dell’edizione 2017 delle Finals londinesi, hanno rispettivamente perduto 16 e 15 posizioni rispetto a 12 mesi fa. Goffin è uscito dalla top 20 e si trova al 22esimo posto. Bazzeccole rispetto a quanto è riuscito a fare Jack Sock che in un anno ne ha perse 98
  • Fognini e Cecchinato nel medesimo lasso di tempo hanno invece guadagnato 14 e 89 posti
  • Le prime dieci posizioni mondiali sono occupate da rappresentanti di dieci diverse nazioni e di quattro continenti. All’appello dei continenti abitati manca solo l’Oceania
  • Gli Stati Uniti hanno un unico rappresentante tra i primi trenta giocatori del mondo: John Isner
  • Tre degli otto partecipanti al torneo NextGen 2017 sono presenti in top 20: Khachanov-Coric-Medvedev. Chung è 25esimo; Shapovalov 27esimo; Rublev 68esimo; Donaldson centodecimo e Quinzi 148esimo

Il 2018 per il tennis maschile italiano si chiude brillantemente con 6 tornei 250 e 14 Challenger all’attivo, quattro atleti classificati nei primi 100 e altri dodici tra la 101esima  e la 200esima posizione.

Classifica ATP Giocatore Punteggio Var.
13 F. Fognini 2315
20 M. Cecchinato 1819
38 A. Seppi 1135
54 M. Berrettini 932
101 T. Fabbiano 573 -1
107 L. Sonego 530 1
109 P. Lorenzi 523 6
135 S. Travaglia 433 -1
147 S. Bolelli 382
148 G. Quinzi 380 2
163 L. Vanni 337 1
165 S. Caruso 332 1
167 A Giannessi 330 1
180 F. Baldi 300 -2
183 A. Arnaboldi 294 -2
195 L. Giustino 274 -4

Di questi, sette hanno ottenuto o eguagliato il loro miglior piazzamento di sempre e sono:

F. Fognini 13
M. Cecchinato 19
M. Berrettini 52
L. Sonego 86
S. Travaglia 108
G. Quinzi 148
F. Baldi 174

Gli italiani compresi tra i migliori 100 avrebbero potuto essere cinque, se Thomas Fabbiano non avesse dovuto cedere il passo a una new entry, il Next Gen statunitense Reilly Opelka che, grazie alla vittoria conquistata nel Challenger di Champaign vi si è affacciato per la prima volta.

Questa settimana tre giocatori hanno ottenuto il proprio best ranking:

  • Malek Jaziri n. 45
  • Dusan Lajovic n. 47
  • Reilly Opelka n. 98

Il nativo del Minnesota con i suoi 211 cm di statura è il tennista professionista più alto del mondo a pari merito con il croato Ivo Karlovic. E, a proposito di statura, sapete dirci quale è stato il primo giocatore alto più di due metri ad accedere alla top 10 del singolare maschile? Arrivederci al 2019.

Continua a leggere
Commenti

Focus

ATP Ranking: Opelka compie un passo da gigante, Federer scende

Nella settimana dell’undicesimo best ranking di Cecchinato nell’ultimo anno, in classifica sale parecchio anche il vincitore di New York. Nishikori scavalca Federer, l’Italia punta ad ammassarsi in top 100

Pubblicato

il

Reilly Opelka - Australian Open 2019 (foto via Twitter, @AustralianOpen)

In questi giorni abbiamo dato ampio spazio all’ennesimo miglioramento di classifica di Marco Cecchinato (l’undicesimo da gennaio 2018) con il quale il palermitano ha aggiunto una pagina importante alla storia del tennis italiano. Ma le buone notizie per il nostro movimento tennistico maschile di vertice non finiscono qui. Guardando la classifica dei migliori tennisti italiani notiamo infatti che Sonego e Lorenzi sono a una manciata di punti dalla posizione numero 100 attualmente occupata da Pospisil con 547 punti. Non si tratta di un traguardo solo simbolico, poiché la top 100 coincide con la certezza di rientrare nel tabellone principale di uno Slam: se sei dentro a 6 settimane dall’inizio del torneo – il cut-off si ferma precisamente alla posizione 104 – hai la certezza che potrai evitare le qualificazioni. Mancano ancora due mesi alla pubblicazione dell’entry list del Roland Garros, ma allo stato attuale della classifica l’Italia porterebbe sette giocatori nel main draw. 

ITALIANI  TOP 200

 

Classifica

Giocatore

Punti

Variazione

16

F. Fognini

2225

-1

17

M. Cecchinato

2091

1

48

M. Berrettini

965

-2

52

A. Seppi

915

-12

87

T. Fabbiano

665

-1

103

L. Sonego

541

6

105

P. Lorenzi

531

6

118

S. Travaglia

472

2

136

S. Bolelli

415

1

151

G. Quinzi

377

2

152

L. Vanni

374

3

164

A Giannessi

336

6

167

F. Baldi

333

2

172

S. Caruso

308

1

174

A. Arnaboldi

304

2

185

L. Giustino

273

 =

196

S. Napolitano

254

2

A guastare leggermente il clima di festa c’è la discesa brusca di Andreas Seppi che non ha ripetuto la semifinale del 2018 ad Amsterdam, complice la ritrovata vena di Monfils che lo ha fermato agli ottavi (in tre set) e si è poi involato verso il trionfo finale.

Grazie alla vittoria di Rotterdam il francese si ferma a soli tre passi dalla top 20, come sempre guidata da Novak Djokovic:

CLASSIFICA GENERALE TOP 20

Posizione

Nazione

Giocatore

Punti

Variazione

1

Serbia

N. Djokovic

10955

 =

2

Spagna

R. Nadal

8320

 =

3

Germania

A. Zverev

6475

 =

4

Argentina

JM del Potro

5060

 =

5

S. Africa

K. Anderson

4595

 =

6

Giappone

K. Nishikori

4190

1

7

Svizzera

R. Federer

4100

-1

8

Austria

D. Thiem

3800

 =

9

USA

J. Isner

3225

 =

10

Croazia

M. Cilic

3140

 =

11

Russia

K. Khachanov

2880

 =

12

Grecia

S. Tsitsipas

2805

 =

13

Croazia

B. Coric

2605

 =

14

Canada

M. Raonic

2275

 =

15

Russia

D. Medvedev

2230

1

16

Italia

F. Fognini

2225

-1

17

Italia

M. Cecchinato

2091

1

18

Spagna

R. Bautista Agut

1955

-1

19

Argentina

D. Schwartzman

1940

 =

20

Georgia

N. Basilashvili

1820

 =

Roger Federer – assente a Rotterdam e atteso a Dubai – cede la sesta posizione a Nishikori, mentre Daniil Medvedev fa capolino per la prima volta in carriera tra i primi 15 giocatori del mondo.

Piccolo passo indietro per Fabio Fognini attualmente impegnato a Rio de Janeiro dove nel 2018 giunse in semifinale. Anche Cecchinato è presente al 500 carioca ma, a differenza del suo collega ligure, deve onorare una cambiale leggera: 20 punti. Dodicesimo best ranking in arrivo? La pattuglia italiana in Brasile è completata da Lorenzo Sonego; il torinese al primo turno se la vedrà con Albert Ramos-Vinolas che, dopo avere raggiunto la top 20 nel 2017, oggi staziona nei dintorni della centesima posizione.

Le classifiche avulse riservate ai migliori otto giocatori in assoluto della stagione ed ai migliori under 21 non presentano novità di rilievo e, a circa nove mesi di distanza dalla kermesse londinese e milanese, sono ancora passibili di sostanziali mutamenti.

Race to London

Posizione ATP

Nazione

Giocatore

Punti

1

Serbia

Djokovic

2090

2

Spagna

Nadal

1200

12

Grecia

Tsitsipas

810

6

Giappone

Nishikori

790

15

Russia

Medvedev

760

22

Francia

Pouille

720

18

Spagna

Batista Agut

655

23

Francia

Monfils

635

Di seguito la classifica dei migliori Next Gen:

Race to Milan

Posizione ATP

Nazione

Giocatore

Nato nel

Punti

12

Grecia

Tsitsipas

1998

810

27

Australia

de Minaur

1999

385

29

USA

Tiafoe

1998

360

25

Canada

Shapovalov

1999

225

75

Francia

U. Humbert

1998

163

134

Francia

Moutet

1999

113

117

Svezia

M. Ymer

1998

105

125

Serbia

Kecmanovic

1999

100

Ci limitiamo quindi a segnalare l’ingresso tra i migliori NextGen di Ugo Humbert grazie alla vittoria ottenuta al challenger di Cherbourg. Con questa vittoria il transalpino ha ottenuto il quarto titolo di categoria in carriera e un progresso in classifica di 13 posizioni, dalla 88esima alla 75esima.

Il francese non è l’unico giocatore ad avere raggiunto il proprio best ranking questa settimana; oltre  a lui ci sono:

15

D. Medvedev

Russia

17

Cecchinato

Italia

56

R. Opelka

Usa

62

C. Norrie

GBR

66

J. Munar

Spagna

99

P. Sousa

Portogallo

Menzione speciale per Reilly Opelka che ha salito 33 gradini in classifica grazie alla vittoria ottenuta domenica scorsa a New York.

Il ‘perticone’ statunitense (211 cm) ci offre indirettamente lo spunto per porre ai lettori il quesito della settimana. Nel corso della semifinale del torneo newyorkese i due contendenti, Reilly Opelka e John Isner, hanno messo a segno 81 ace: rispettivamente 41 e 38. Sapete dirci in quale occasione Isner non fu in grado di realizzarne neppure uno nell’arco di tre set?

Continua a leggere

Focus

WTA Ranking: Mertens torna nelle 20. Serena in top 10, Halep n.2

Il titolo di Doha proietta la belga al n.16. Halep riconquista la seconda pozione ma Osaka è ancora lontana. Wozniacki esce dalle dieci e ne approfitta Serena Williams

Pubblicato

il

Elise Mertens - Doha 2019 (foto via Twitter, @QatarTennis)

Come abbiamo già sottolineato nelle settimane scorse, le posizioni dalla 2 alla 8 sono racchiuse in poco più di 650 punti. Non stupisce, quindi, che ci siano avvicendamenti nei primissimi posti e che Simona Halep, con al finale a Doha, faccia un balzello in avanti e ritorni al  n.2. Il n.1 sembra al momento saldamente in mano ad Osaka ma non scordiamo che a inizio marzo la giapponese dovrà difendere i 1000 punti di Indian Wells. La distanza con Halep è di 1433 punti: c’è margine per restare leader della classifica anche a dispetto di un risultato modesto in California. Perde invece 2 posti Kvitova (n.4) e ben 4 Wozniacki (n.14), ormai in crollo verticale. Caroline infatti era n.3 a inizio anno, ora è fuori dalle 10. A proposito di top10: a beneficiare dell’uscita di Wozniacki è la sua grande amica Serena Williams. Senza giocare, l’americana torna al n.10 a quasi un anno dal rientro alle competizioni dopo la maternità. Chiudiamo con i movimenti in top ten con Sloane Stephens che guadagna un posto in più ed eguaglia il best ranking (n.3) e con lo scambio di posizioni tra Svitolina (+1, n.6) e Kerber (-1, n.7).

La vittoria a Doha permette a Mertens di rientrare in top20, dopo esserne uscita a fine Australian Open. Il titolo più prestigioso della carriera della ventiquattrenne belga le fa guadagnare 5 posti e un incoraggiante n.16 in vista degli impegni a Miami e Indian Wells, dove l’anno scorso non è andata oltre il 3° turno. Sono invece in crisi protratta due ex top ten: Garbiñe Muguruza (-4, n.19), ormai lontana parente della giocatrice in grado di vincere due Slam, e Caroline Garcia (-1, n.20). Il rischio, per loro, è di uscire dall’élite del tennis mondiale nei prossimi mesi. Concludiamo l’analisi della top 20 segnalando due best ranking per Anastasija Sevastova (+1, n-11), Ashleigh Barty (+1, n-12).

 
Classifica WTA Variazione Giocatrice Punti Tornei
1 0 Naomi Osaka 6970 19
2 1 Simona Halep 5537 16
3 1 Sloane Stephens 5307 21
4 -2 Petra Kvitova 5120 21
5 0 Karolina Pliskova 5055 22
6 1 Elina Svitolina 5020 19
7 -1 Angelique Kerber 4960 19
8 0 Kiki Bertens 4885 26
9 0 Aryna Sabalenka 3565 26
10 1 Serena Williams 3406 10
11 1 Anastasija Sevastova 3325 23
12 1 Ashleigh Barty 3285 20
13 1 Daria Kasatkina 3230 24
14 -4 Caroline Wozniacki 3118 17
15 1 Julia Goerges 2820 24
16 5 Elise Mertens 2745 24
17 0 Madison Keys 2726 15
18 0 Qiang Wang 2605 22
19 -4 Garbiñe Muguruza 2510 22
20 -1 Caroline Garcia 2460 23

Non ci sono invece molti movimenti degni di nota in top100, fatta eccezione per i 29 posti in più di Vitalia Diatchenko (n.98), grazie al titolo a  Shrewsbury. Per il resto,  Marketa Vondrousova perde 9 posti (n.81) ed è in buona compagnia: Bernarda Pera (-4, n.81), ma soprattutto Kristina Mladenovic (-3, n.67) e Johanna Konta (-3, n.47) non sembrano più in grado di esprimere quel gioco che ha permesso loro di raggiungere traguardi prestigiosi e di entrare in top 10. Diamo anche uno sguardo alle tenniste posizionate appena fuori dalle 100: Anna Blinkova (-10, n.105) e Sorana Cirstea (-16, n.108) escono dalla top100, i quarti di finale a Doha e la finale a Shrewsbury fanno alzare le quotazioni rispettivamente di Karolina Muchova (+29, n.103) e di Yanina Wickmayer (+13, n.113).

CASA ITALIA

La novità che balza subito all’occhio sono i 20 posti in meno di Cristiana Ferrando, che paga l’uscita dei punti della vittoria a  Nanjing di un anno fa. Per il resto, Giorgi, Errani, e Trevisan si riconfermano nelle prime tre posizioni. Sara, purtroppo, è già fuori a Dubai e perderà molte posizioni la prossima settimana (difendeva 80 punti). Tuttavia resterà n.2 d’Italia, almeno fino a marzo quando le usciranno anche i 166 punti del 125K di Indian Wells. In recupero Martina Di Giuseppe (+4, n.190) e Jasmine Paolini (+4, n.204).

Classifica WTA Variazione Giocatrice Punti Tornei
28 0 Camila Giorgi 1705 21
125 -2 Sara Errani 491 12
166 -1 Martina Trevisan 344 23
190 4 Martina Di Giuseppe 303 24
204 4 Jasmine Paolini 289 30
214 3 Giulia Gatto-Monticone 277 30
230 -1 Anastasia Grymalska 254 29
281 0 Deborah Chiesa 177 26
303 1 Jessica Pieri 151 19
322 0 Stefania Rubini 134 20
374 7 Federica Di Sarra 100 22
380 3 Georgia Brescia 98 22
392 -1 Gaia Sanesi 88 13
399 -1 Martina Caregaro 84 19
408 0 Camilla Rosatello 79 13
428 1 Lucrezia Stefanini 72 17
451 1 Martina Colmegna 60 17
465 3 Dalila Spiteri 55 11
467 -20 Cristiana Ferrando 55 17
499 1 Lucia Bronzetti 46 13

NEXT GEN RANKING

Immutate le posizioni delle prime 10 under20 in classifica WTA. Guida, come sette giorni fa, Dayana Yamstremska su Anisimova e Andreescu. Chiude al n.10 Kaja Juva. (Nel Next Gen ranking del 2018 rientrano le giocatrici nate dopo il 1° gennaio 1999).

Posizione Variazione Giocatrice Anno Classifica WTA
1 0 Dayana Yastremska 2000 34
2 0 Amanda Anisimova 2001 59
3 0 Bianca Andreescu 2000 68
4 0 Marketa Vondrousova 1999 81
5 0 Anastasia Potapova 2001 87
6 0 Olga Danilovic 2001 114
7 0 Iga Swiatek 2001 140
8 0 Claire Liu 2000 141
9 0 Sofya Zhuk 1999 151
10 0 Kaja Juvan 2000 168

NATION RANKING

Rientra al n.10 il Belgio: grazie alla vittoria di Mertens, scavalcano le spagnole, ferme a 121 punti. Sono stabili le prime 9 posizioni. (Il Nation Ranking si ottiene sommando il ranking delle prime tre giocatrici di ciascuna nazione).

Posizione Variazione Nazione Punteggio
1 0 Stati Uniti 30
2 0 Repubblica Ceca 53
3 0 Ucraina 63
4 0 Russia 72
5 0 Germania 87
6 0 Bielorussia 91
7 0 Cina 98
8 0 Australia 99
9 0 Romania 103
10 Belgio 119

 

LE TOP 50            
Classifica WTA Variazione Nazionalità Giocatrice Anni Punti Tornei
1 0 [JPN] Naomi Osaka 21 6970 19
2 1 [ROU] Simona Halep 27 5537 16
3 1 [USA] Sloane Stephens 25 5307 21
4 -2 [CZE] Petra Kvitova 28 5120 21
5 0 [CZE] Karolina Pliskova 26 5055 22
6 1 [UKR] Elina Svitolina 24 5020 19
7 -1 [GER] Angelique Kerber 31 4960 19
8 0 [NED] Kiki Bertens 27 4885 26
9 0 [BLR] Aryna Sabalenka 20 3565 26
10 1 [USA] Serena Williams 37 3406 10
11 1 [LAT] Anastasija Sevastova 28 3325 23
12 1 [AUS] Ashleigh Barty 22 3285 20
13 1 [RUS] Daria Kasatkina 21 3230 24
14 -4 [DEN] Caroline Wozniacki 28 3118 17
15 1 [GER] Julia Goerges 30 2820 24
16 5 [BEL] Elise Mertens 23 2745 24
17 0 [USA] Madison Keys 24 2726 15
18 0 [CHN] Qiang Wang 27 2605 22
19 -4 [ESP] Garbiñe Muguruza 25 2510 22
20 -1 [FRA] Caroline Garcia 25 2460 23
21 -1 [EST] Anett Kontaveit 23 2355 24
22 0 [LAT] Jelena Ostapenko 21 2251 22
23 1 [UKR] Lesia Tsurenko 29 1950 19
24 -1 [USA] Danielle Collins 25 1934 22
25 0 [CRO] Donna Vekic 22 1825 23
26 0 [ESP] Carla Suárez Navarro 30 1788 21
27 0 [RUS] Maria Sharapova 31 1716 13
28 0 [ITA] Camila Giorgi 27 1705 21
29 0 [ROU] Mihaela Buzarnescu 30 1650 25
30 0 [SVK] Dominika Cibulkova 29 1622 18
31 0 [TPE] Su-Wei Hsieh 33 1570 26
32 0 [RUS] Anastasia Pavlyuchenkova 27 1565 23
33 0 [BLR] Aliaksandra Sasnovich 24 1520 23
34 0 [UKR] Dayana Yastremska 18 1386 21
35 0 [USA] Venus Williams 38 1385 12
36 0 [CRO] Petra Martic 28 1355 20
37 0 [USA] Sofia Kenin 20 1319 24
38 0 [GRE] Maria Sakkari 23 1284 24
39 1 [CHN] Shuai Zhang 30 1250 24
40 1 [AUS] Ajla Tomljanovic 25 1250 26
41 1 [CHN] Saisai Zheng 25 1235 27
42 -3 [GBR] Johanna Konta 27 1205 23
43 0 [KAZ] Yulia Putintseva 24 1181 23
44 0 [CZE] Katerina Siniakova 22 1178 24
45 0 [SUI] Belinda Bencic 21 1178 22
46 0 [SVK] Viktoria Kuzmova 20 1149 28
47 0 [AUS] Daria Gavrilova 24 1145 25
48 1 [CZE] Barbora Strycova 32 1141 23
49 -1 [BLR] Victoria Azarenka 29 1117 15
50 0 [BEL] Alison Van Uytvanck 24 1080 26

 

RACE TO SHENZHEN
Posizione Variazione Nazionalità Giocatrice Punti
1 0 [JPN] Naomi Osaka 2185
2 0 [CZE] Petra Kvitova 1925
3 0 [CZE] Karolina Pliskova 1250
4 1 [NED] Kiki Bertens 880
5 -1 [USA] Danielle Collins 806
6 0 [AUS] Ashleigh Barty 735
7 31 [BEL] Elise Mertens 701
8 5 [UKR] Elina Svitolina 616
9 -2 [BLR] Aryna Sabalenka 596
10 -2 [RUS] Anastasia Pavlyuchenkova 561
11 -2 [CRO] Donna Vekic 560
12 23 [ROU] Simona Halep 546
13 -3 [CAN] Bianca Andreescu 527
14 11 [GER] Angelique Kerber 525
15 -4 [UKR] Dayana Yastremska 483
16 7 [GER] Julia Goerges 445
17 -5 [BLR] Aliaksandra Sasnovich 441
18 -4 [USA] Serena Williams 430
19 -2 [UKR] Lesia Tsurenko 430
20 -5 [SUI] Belinda Bencic 383

Continua a leggere

Focus

Ranking ATP: l’Italia festeggia con Berrettini, Londero irrompe in top 100

Tra i primi 30 cade solo Pouille, che non difende il titolo di Montpellier. L’Italia torna ad avere quattro giocatori in top 50 dopo 42 anni

Pubblicato

il

Matteo Berrettini - Sofia 2019 (foto Ivan Mrankov)

Classifica ATP invariata nelle prime 15 posizioni e piccole scosse di assestamento sino alla trentesima con la sola eccezione di Pouille che paga a caro prezzo la sconfitta subita contro Baghdatis a Montpellier:

CLASSIFICA GENERALE TOP 30

 

Posizione

Nazione

Giocatore

Punti

Variazione

1

Serbia

N. Djokovic

10955

 =

2

Spagna

R. Nadal

8320

 =

3

Germania

A. Zverev

6475

 =

4

Argentina

JM del Potro

5060

 =

5

S. Africa

K. Anderson

4845

 =

6

Svizzera

R. Federer

4600

 =

7

Giappone

K. Nishikori

4100

 =

8

Austria

D. Thiem

3960

 =

9

USA

J. Isner

3155

 =

10

Croazia

M. Cilic

3140

 =

11

Russia

K. Khachanov

2880

 =

12

Grecia

S. Tsitsipas

2805

 =

13

Croazia

B. Coric

2605

 =

14

Canada

M. Raonic

2250

 =

15

Italia

F. Fognini

2225

 =

16

Russia

D. Medvedev

2160

 =

17

Spagna

R. Bautista Agut

1955

1

18

Italia

M. Cecchinato

1870

1

19

Argentina

D. Schwartzman

1835

1

20

Georgia

N. Basilashvili

1820

2

21

Belgio

D. Goffin

1740

=

22

Francia

L. Pouille

1715

-5

23

Spagna

P. Carreno Busta

1705

 =

24

Bulgaria

G. Dimitrov

1610

=

25

Canada

D. Shapovalov

1485

=

26

Spagna

F. Verdasco

1455

=

27

Australia

A. de Minaur

1443

1

28

GB

K. Edmund

1440

1

29

USA

F. Tiafoe

1430

1

30

Francia

R. Gasquet

1340

-3

I tornei 250 disputati a Montpellier, Cordoba e Sofia la scorsa settimana hanno prodotto mutamenti di classifica interessanti al di sotto di tale soglia, proponendo all’attenzione degli appassionati giocatori sino ad oggi pressoché sconosciuti come il sorprendente Juan Ignacio Londero, conquistatore del torneo di casa, che per la prima volta in carriera a quasi 26 anni di età entra in top 100 e porta a 7 i componenti della pattuglia argentina presente nell’elite del tennis mondiale. L’exploit di Londero, che in un sol colpo ha guadagnato 43 posizioni, arriva a quasi un anno di distanza dall’aprile d’oro che nel 2018 gli aveva permesso, vincendo un challenger in Messico e raggiungendo altre due semifinali nel circuito cadetto, di scalare oltre 150 posti ed entrare in top 200.

ITALIA – Nonostante l’eliminazione al primo turno, Marco Cecchinato ritorna al best ranking, al 18esimo posto, mentre la semifinale di Sofia regala a Matteo Berrettini la 46esima piazzaCi siamo già soffermati sul significato di questo exploit di Matteo per il nostro tennis maschile di punta; ora non ci resta che mostrarlo graficamente:

ITALIANI  TOP 200

Classifica

Giocatore

Punti

Variazione

15

F. Fognini

2225

 =

18

M. Cecchinato

1870

1

40

A. Seppi

1060

-3

46

M. Berrettini

974

7

86

T. Fabbiano

653

-2

109

L. Sonego

515

4

111

P. Lorenzi

493

3

120

S. Travaglia

455

2

137

S. Bolelli

408

 =

153

G. Quinzi

370

 =

155

L. Vanni

366

-1

169

F. Baldi

333

-3

170

A Giannessi

330

-2

173

S. Caruso

308

-4

176

A. Arnaboldi

298

1

185

L. Giustino

273

2

198

S. Napolitano

254

2

Molti dei nostri rappresentanti saranno presto in campo al Challenger di Bergamo. Tra questi il recente vincitore dell’Australian Open Jr, Lorenzo Musetti, che ha ottenuto una wild card dall’organizzazione insieme ad altri due giovanissimi italiani: Zeppieri e Sinner. Nella classifica avulsa riservata ai migliori giocatori nati dopo il 1997, si fa strada il genietto francese Corentin Moutet che a Chennai ha conquistato il terzo torneo Challenger della sua vita.

Race to Milan

Posizione

Nazione

Giocatore

Nato nel

Punti

12

Grecia

Tsitsipas

1998

810

27

Australia

de Minaur

1999

385

29

USA

Tiafoe

1998

360

25

Canada

Shapovalov

1999

135

131

Francia

Moutet

1999

113

191

Svezia

M. Ymer

1998

105

124

Serbia

Kecmanovic

1999

100

123

Australia

Popyrin

1999

90

Tra i primi 100 di questa speciale classifica non appare al momento alcun italiano. Per trovare il primo italiano under 1997 bisogna infatti scendere in classifica generale sino al numero 228 dove troviamo Gian Marco Moroni seguito (si fa per dire) al 342 di Enrico Dalla Valle.

È ancora decisamente troppo presto per fare considerazioni appropriate anche sulla classifica dei migliori otto giocatori della stagione. Ma fa comunque piacere vedere un campione in campo e fuori come Thomas Berdych fare capolino all’ottavo posto.

Race to London

Posizione

Nazione

Giocatore

Punti

1

Serbia

Djokovic

2090

2

Spagna

Nadal

1200

12

Grecia

Tsitsipas

810

22

Francia

Pouille

720

17

Spagna

Batista Agut

655

7

Giappone

Nishikori

610

16

Russia

Medvedev

580

59

Rep. Ceca

Berdych

420

E altrettanto piacere fa vedere all’11esimo gradino Jo Wilfred Tsonga, che pur lontano dalla top 100 in classifica generale (è 140esimo), grazie alla vittoria di Montpellier si è guadagnato nuovamente e meritatamente le luci della ribalta.

Di seguito i giocatori che hanno raggiunto il miglior piazzamento in carriera questa settimana.

BEST RANKING

Classifica

Giocatore

Nazione

27

de Minaur

Australia

29

Tiafoe

USA

36

PH Herbert

Francia

46

Berrettini

Italia

69

Londero

Argentina

79

Albut

Romania

89

Opelka

USA

97

Gunneswaran

India

98

Harris

Sud Africa

100

P. Sousa

Portogallo

Il portoghese Pedro Sousa, l’argentino Juan Ignacio Londero e l’indiano Prajnesh Gunneswaran entrano per la prima volta tra i 100 migliori giocatori del mondo. Per il portoghese un traguardo raggiunto a trent’anni già compiuti; una storia che ricorda quella del nostro Paolo Lorenzi.

DOMANDA PER I LETTORI

Pierre Hugues Herbert è attualmente il trentaseiesimo giocatore al mondo in singolare ed il quarto in doppio. Da quando esiste la classifica ATP quanti giocatori sono stati capaci di arrivare al primo posto in entrambe le classifiche?

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement