Ranking WTA: Osaka si riprende il numero uno, Andreescu guadagna tredici posizioni

Flash

Ranking WTA: Osaka si riprende il numero uno, Andreescu guadagna tredici posizioni

Barty cede la prima posizione a vantaggio di Naomi. Serena Williams sale di due posizioni (numero 8), mentre Andreescu si piazza al quattordicesimo posto e all’ottavo della Race to Shenzen

Pubblicato

il

Naomi Osaka (foto via Twitter, @the_LTA)

Dopo il Premier 5 di Toronto, i cambiamenti nelle prime posizioni del ranking WTA non sono molti, ma significativi. Ecco come si presenta la top 20 dopo il consueto aggiornamento settimanale:

PosizioneNazioneGiocatricePuntiVariazione
1GiapponeN. Osaka64171
2AustraliaA. Barty6256-1
3Repubblica CecaK. Pliskova61850
4RomaniaS. Halep52230
5Paesi BassiK. Bertens51200
6Repubblica CecaP. Kvittova47800
7Ucraina E. Svitolina45770
8Stati UnitiS. Williams39952
9BielorussiaA. Sabalenka35650
10Stati UnitiS. Stephens3189-2
11LettoniaA. Sevastova31670
12SvizzeraB. Bencic30080
13GermaniaA. Kerber28750
14CanadaB. Andreescu283713
15Gran BretagnaJ. Konta2695-1
16Repubblica CecaM. Vondrousova2652-1
17CinaQ. Wang2647-1
18Stati UnitiM. Keys2557-1
19DanimarcaC. Wozniacki2537-1
20EstoniaA. Kontaveit2380-1

Cambiamenti notevoli:

  • Balza subito all’occhio l’avvicendamento al vertice tra Naomi Osaka e Ashleigh Barty. La precoce sconfitta dell’australiana contro Sofia Kenin ha permesso infatti alla giapponese, fermata ai quarti di finale da Serena Williams, di riprendersi la prima posizione mondiale
  • L’unico altro salto in avanti per quanto riguarda la top 10 lo compie la sfortunata finalista Serena Williams, costretta a ritirarsi dopo appena quattro giochi contro Bianca Andreescu. La statunitense, ancora a secco di titoli dopo la maternità, si attesta al numero 8 del ranking con un guadagno di due posizioni, mentre la sua connazionale Sloane Stephens scivola indietro di due posti, al numero 10
  • La vincitrice Bianca Andreescu fa un salto in avanti di 13 posizioni e raggiunge la quattordicesima posizione (best ranking). Diventa così la miglior teenager del circuito (scavalcata Anisimova)
  • Best ranking anche per Sofia Kenin che grazie alla semifinale colta in Canada raggiunge la 22esima piazza del ranking. Miglior ranking della carriera anche per Iga Swiatek (55) e Marie Bouzkova, canguro della settimana con un miglioramento di 38 posizioni che la porta al numero 53
  • Bel balzo indietro per Maria Sharapova che perde 16 posizioni e si ferma ai confini della top 100 (97)

Casa Italia

 

Sono sei le italiane in top 300, di cui solo una in top 100:

PosizioneGiocatricePuntiVariazione
51Giorgi10631
119Paolini528-1
157Gatto-Monticone390-1
165Trevisan3620
183Di Giuseppe332-4
241Errani2410

Non particolarmente rosea la situazione dunque per il tennis azzurro in gonnella. La cosa più notevole è la curiosa coincidenza tra punti e posizione nel ranking per Sara Errani, impegnata da tempo in una difficile e per ora non molto fruttuosa risalita in classifica. L’unica top 100 rimane Camila Giorgi che però è già quasi certa di perdere qualche posizione, dopo la sconfitta a Cincinnati di questa notte contro Maria Sakkari.

Race to Shenzen

Nella corsa agli otto posti per le WTA Finals di Shenzen, Ashleigh Barty mantiene ancora la testa, seguita a ruota da Simona Halep e Karolina Pliskova. Andreescu irrompe fragorosamente all’ottavo posto grazie al successo di Toronto, mentre Serena si piazza al nono posto.

Posizione WTAGiocatricePunti
2Barty4886
4Halep4617
3Ka. Pliskova4356
6Kvitova3765
5Bertens3505
1Osaka3346
12Bencic2850
14Andreescu2727
8S. Williams 2635
7Svitolina2579

Continua a leggere
Commenti

Flash

Frances Tiafoe è risultato positivo al coronavirus: stava disputato la All-American Team Cup

L’esibizione di Atlanta continuerà regolarmente e Tiafoe verrà sostituito da Eubanks

Pubblicato

il

Frances Tiafoe - Australian Open 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

And here we go again, verrebbe da dire. Altra esibizione tennistica aperta al pubblico, altra positività: il numero 81 del mondo Frances Tiafoe, invitato alla All-American Team Cup di Atlanta in virtù del suo status di numero 8 degli Stati Uniti – si tratta di un’esibizione riservata ai migliori tennisti americani – è risultato positivo al coronavirus nella serata di venerdì. L’annuncio è arrivato però soltanto oggi nel primo pomeriggio, a mezzo Twitter. Tiafoe era sceso in campo contro Querrey, vincendo in due set (6-4 7-6).

Sfortunatamente, nella serata di venerdì sono risultato positivo al COVID-19 (in realtà si è positivi al virus e non alla malattia, ndr) e ho dovuto lasciare la All-American Team Cup, l’evento di Atlanta di questo fine settimana. Negli ultimi due mesi, mi sono allenato in Florida e fino a una settimana fa i test erano risultati negativi“.

 

In un tweet di risposta pubblicato un paio di minuti dopo, Tiafoe ha aggiunto: “Ho in programma di svolgere un secondo test all’inizio della prossima settimana, ma ho già adottato il protocollo di isolamento come suggerito dallo staff medico qui ad Atlanta. Nonostante ci tenessi molto a tornare in campo là fuori, la sicurezza e la salute di tutti continuano ad essere la priorità“.

Ricordiamo che l’esibizione di Atlanta si sta disputando a porte aperte, circostanza che ha provocato già diverse polemiche a cui si è trovato a rispondere uno dei promotori dell’evento, il numero 1 degli Stati Uniti John Isner. Nonostante la notizia della positività di Tiafoe, il torneo continuerà a disputarsi regolarmente seguendo le linee guide di sicurezza già stabilite. A sostituire Tiafoe in campo sarà il nativo di Atlanta Christopher Eubanks.

Continua a leggere

Flash

Wawrinka produrrà un film

Stan, che affiancherà il comico francese Kev Adams nel progetto, si è detto entusiasta della giornata trascorsa sul set

Pubblicato

il

Stan Wawrinka - US Open 2019 (foto via Twitter, @usopen)

Durante la quarantena, Stan Wawrinka è stato tra i più attivi sui social, deliziando i propri follower con spassosi aperitivi in diretta con l’amico Benoit Paire, ma anche pubblicando video e fotomontaggi, simpatici e anche ben confezionati. Il tre volte campione Slam però sembra fortemente intenzionato a portare tutto su un altro livello e ha annunciato, sempre tramite l’amato Instagram, che produrrà un film.

Quest’anno mi sono lanciato una nuova sfida, quella di produrre un film. Un sogno che ho fin da bambino“, scrive Stan in calce a una serie di foto della vita sul set. Lo svizzero affiancherà in questa esperienza Kev Adams, comico e sceneggiatore francese. Dalla foto che lo ritrae in piena sessione di “trucco e parrucco” si intuisce che Stan comparirà anche nel film, oltre a produrlo. Non si conosce ancora la data di uscita della pellicola.

Continua a leggere

Flash

All-American Team Cup: “veterani” avanti 3-1

La squadra di Isner rischia di andare sotto 2-0, ma chiude la prima giornata in vantaggio

Pubblicato

il

John Isner - All American Team Cup (via Twitter, @ATLOpenTennis)

Si è conclusa la prima giornata della “All-American Team Cup”, un torneo che vedrà affrontarsi per tre giorni (dal 3 al 5 luglio) i migliori otto giocatori statunitensi, ripartiti in due squadre. Da una parte il Team Stripes, quello dei “veterani” formato John Isner, Steve Johnson, Tennys Sandgren e Sam Querrey; dall’altra il Team Stars, composto dai giovani Frances Tiafoe, Tommy Paul, Taylor Fritz e Reilly Opelka.

L’evento, che ha luogo al Life Time Athletic and Tennis Peachtree Center nei dintorni di Atlanta, ha aperto le porte ad un numero limitato di spettatori nel rispetto dei protocolli di sicurezza stabiliti. Gli astanti dovranno compilare un modulo sul proprio stato di salute e farsi misurare la temperatura corporea. Sugli spalti la distanza di sicurezza è di circa due metri, ma non c’è l’obbligo di indossare la mascherina. Anche in campo si sono presi alcuni accorgimenti: i giocatori usano solo i propri set di palline, marcate per poter essere distinte, e si arbitrano da soli.

 

LE PARTITE – Dopo la prima giornata, il Team Stripes capitanato da John Isner ha chiuso in vantaggio 3-1. L’unico tra i giovani a riportare una vittoria è stato il capitano del Team Stars, Frances Tiafoe, che ha superato in due set Sam Querrey nel primo match di giornata. Il Team Stars è poi andato vicinissimo al 2-0 con Tommy Paul, che ha mancato un match point nel super tiebreak contro Tennys Sandgren, finendo per cedere 12-10. I veterani hanno poi effettuato uno strappo grazie ai successi di Isner (6-3 6-4 a Fritz) e Johnson (6-4 4-6 10-5).

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement