ATP e WTA Cincinnati: l'ordine di gioco delle finali

Senza categoria

ATP e WTA Cincinnati: l’ordine di gioco delle finali

A Cincinnati si comincia con Kuznetsova e Keys alle 20 italiane. Medvedev e Goffin in campo non prima delle 22

Pubblicato

il

Due finali a sorpresa al Citi Open di Cincinnati. Si comincia alle 14 ora americana (alle 20 in Italia) con la tanto attesa finale femminile tra la beniamina di casa Madison Keys (n. 18 WTA) opposta alla rediviva Svetlana Kuznetsova. La tennista di Mosca, 34 anni, ex n. 2 del mondo e ora n. 153 WTA, è la grande protagonista del torneo delle ragazze. Madison ha vinto i tre precedenti incontri – tutti sul duro – anche se l’ultimo risale ormai al 2016. Ma “Sveta” ha dimostrato di aver ritrovato una forma smagliante, sotto tutti i punti di vista, superando ben tre Top 10 (Stephens, Pliskova e Barty). Si tratta per lei della 42esima finale in carriera e, da lunedì, sarà almeno n. 62 del mondo.

Non prima delle 16 (alle 22 in Italia), sarà la volta dei ragazzi. David Goffin e Daniil Medvedev si sfideranno per il primo titolo ‘1000’. Per il belga è la prima finale in un torneo della categoria ‘1000’, mentre per Daniil è la seconda di fila dopo quella di Montreal, la terza finale consecutiva considerando anche quella disputata a Washington. Il moscovita è il tennista ad aver vinto, finora, il maggior numero di match nel 2019 con 42 vittorie e 16 sconfitte. In finale disputerà la 18esima partita in 20 giorni.

Alle 12.15 ora americana (alle 18.15 in Italia) sul Grandstand, scenderanno in campo i finalisti del doppio maschile. Il duo colombiano Cabal/Farah si contenderà il titolo con la coppia formata dal croato Dodig e lo slovacco Polasek.

 

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

Australian Open 2022: Day 1 LIVE. Finalmente parola al tennis

Segui con noi il live della prima giornata dell’Australian Open 2022. Vincono Zverev e Barty

Pubblicato

il

01:00 – Finalmente ci siamo! Dopo una settimana con l’attenzione rivolta più alle aule di tribunale che ai campi da tennis, siamo finalmente giunti al momento in cui si inizia a giocare. Nel Day 1 si disputano tutti gli incontri della parte alta dei tabelloni di singolare maschile e femminile. Otto azzurri impegnati, quattro ragazzi e quattro ragazze. Inizia subito Camila Giorgi alle 01.00, contro la russa Anastasia Potapova. Qui il programma completo della giornata.

01:50 – Primo progetto di sorpresa sulla 1573 Arena: Amanda Anisimova, vincitrice di uno dei tornei di preparazione disputatisi a Melbourne Park durante la prima settimana dell’anno, ha perso il primo set 6-2 contro la qualificata olandese Arianne Hartono, n. 156 del ranking WTA.

02:00 – Buona partenza per Camila Giorgi, che si aggiudica il primo set per 6-4 contro la russa Potapova.

 

02:20 – Ed è proprio Camila Giorgi la prima giocatrice del tabellone a conquistare l’accesso al secondo turno dell’Australian Open 2022. In soli 72 minuti ha disposto della russa Anastasia Potapova per 6-4, 6-0. Al prossimo turno la sua avversaria sarà la vincente tra la statunitense Lauren Davis e la ceca Tereza Martincova, ultimo ostacolo sulla strada di quello che potrebbe essere uno scontro al terzo turno con la n. 1 del mondo Ashleigh Barty.

02:28 – Anisimova è riuscita a conquistare il secondo set per 6-4 e ora il suo match con la olandese Hartono è 3-3 al terzo set.

02:55Anisimova chiude 6-3 al terzo un match che si era messo piuttosto male all’inizio. Per lei al secondo turno Belinda Bencic [22], vincitrice di Kristina Mladenovic.

03:20 – I primi incontri maschili a concludersi sono stati quelli di Carlos Alcaraz [31] che ha lasciato sette games al qualificato cileno Tabilo e quello del francese Benjamin Bonzi che ne ha concesso uno in più a Gojowcxyk. A livello femminile vittorie di misura, anche se in due set, per Svitolina contro Ferro e Sakkari contro Maria.

03:30 – È iniziata anche la partita di Matteo Berrettini, opposto alla giovane promessa statunitense Brandon Nakashima sulla Margaret Court Arena. Il punteggio è 4-3 Nakashima nel primo set, senza break.

03:48 – Partenza in salita per Matteo Berrettini: Brandon Nakashima vince il primo set per 6-4 in 43 minuti. Solamente 4 errori non forzati per Nakashima, contro i ben 19 per Berrettini, che ha ceduto il servizio a zero al decimo game con un doppio fallo.

03:55 – Convincente primo set per Naomi Osaka sulla Rod Laver Arena: 6-3 in suo favore contro la giovane colombiana Camila Osorio.

04:30Naomi Osaka chiude la sua partita con Camila Osorio in due set sulla Rod Laver Arena, mentre pochi minuti dopo sulla John Cain Arena Denis Shapovalov conquista il secondo turno battendo Laslo Djere in quattro seto molto combattuti.

05:05 Matteo Berrettini ha pareggiato i conti con Nakashima aggiudicandosi il secondo set per 6-2, ma il terzo set è molto equilibrato: 5-5. Intanto è sceso in campo Rafael Nadal sulla Rod Laver Arena contro l’americano Marcos Giron: 4-1 per lui nel primo parziale.

05:25Berrettini porta a casa anche il terzo set al tie-break, nonostante si sia fatto recuperare un vantaggio di 5-1 fino al 6-5. Ma un rovescio in rete di Nakashima ha chiuso il parziale in 65 minuti. Due set a uno per l’azzurro.

06:15 – Grosso sospiro di sollievo per Matteo Berrettini che chiude in quattro set un primo turno decisamente complicato. Per lui il prossimo impegno sarà contro la ex-promessa statunitense Stefan Kozlov, ammesso in tabellone grazie a una wild card.

06.45 – Rafael Nadal va al secondo turno. Il campione spagnolo supera all’esordio Marcos Giron facilmente (6-1 6-4 6-2). “Ho trascorso molto tempo a casa e pensare di tornare è stata una sfida molto complicata – ha detto Rafa a Jim Courier nell’intervista on court post partita -. Ho trascorso momenti difficili con tanti dubbi. Ora, proprio in virtù di questo, non potrei essere più felice di essere qui”.

07.20 – E’ sceso in campo Fabio Fognini sul Court 6 contro Tallon Griekspoor. L’azzurro è indietro di un break (4-1 per l’olandese) nel primo set. Ha iniziato anche Jasmine Paolini sul Court 12 contro la romena Ruse. Vicina a un ottimo risultato Lucia Bronzetti sul Court 12: potrà servire per il match contro Gracheva.

07.27 – Non bene Fognini per ora: perso il primo set 6-1 contro Griekspoor

07.28 – E vince Lucia Bronzetti! 3-6 6-2 6-3 a Valeria Gracheva: l’azzurra da qualificata arriva al secondo turno, dove con molte probabilità se la vedrà con la numero uno Ash Barty

07.40 – In campo il “lucky loser più famoso del mondo” (per usare le sue stesse parole) Salvatore Caruso, che ci prova contro Miomir Kecmanovic.

08.00 – Non buoni aggiornamenti per quanto riguarda la truppa italiana. Griekspoor ha purtroppo un break di vantaggio anche nel secondo set contro Fognini, trovandosi 4-3 e servizio. Sotto di un break anche Caruso: 4-3 e servizio Kecmanovic. Jasmine Paolini ha perso il primo set 6-1 contro Ruse. Ed è appena sceso in campo Lorenzo Sonego contro Sam Querrey.

08.07 – Fognini ha perso anche il secondo set: Griekspoor avanti 6-1 6-4, ora a Fabio serve una impresa. Caruso ha recuperato il break: 4-4 con Kecmanovic. Sonego-Querrey 3-3, Ruse-Paolini 6-1 2-2

08.10 – Avanti Hubi Hurkacz in quattro set su Egor Gerasimov. Affronterà Mannarino al secondo turno

08.28Fognini è avanti 3-2 nel terzo set contro Griekspoor senza break, Caruso ha purtroppo perso il primo set: 6-4 Kecmanovic. Querrey-Sonego 5-5 nel primo set. Ruse sta servendo per il match contro Paolini. Inizia ora il match di Martina Trevisan che non incontra la cinese Saisai Zheng ma la lucky loser giapponese Nao Hibino.

08.30 – Inizia uno dei big match della giornata per quanto riguarda il tabellone femminile, si sfidano Sofia Kenin e Madison Keys: è derby americano sulla John Cain Arena.

08.35 – Ha perso Jasmine Paolini, ko 6-1 6-3 contro la romena Ruse.

08.50 – E’ già finito l’Australian Open di Fabio Fognini. Deludente la prova del tennista ligure, che perde seccamente in tre set da Tallon Griekspoor (6-1 6-4 6-4) in un’ora e 49 minuti.

08.52 – Intanto ha perso anche il secondo set Salvatore Caruso: 6-4 6-2 Kecmanovic. Invece ha vinto il primo set Sonego contro Querrey (7-5). Trevisan è avanti 5-2 contro Hibino.

09.00 – Sta per iniziare la sessione serale. Sulla Rod Laver prima Barty-Tsurenko, poi Zverev-Altmaier. Sulla Margaret Court Arena, prima Lopez-Millman e poi Tomljanovic-Badosa.

09.15 – Ha iniziato Feliciano Lopez, che sfida John Millman sulla MCA. Pietra miliare per lo spagnolo, che oggi gioca il 20esimo Australian Open consecutivo.

09.20 – Bene Trevisan, 6-2 nel primo set a Hibino. Caruso va verso la sconfitta contro Kecmanovic, che è avanti 4-1 nel terzo set dopo aver vinto i primi due. Ok Sonego: vince anche il secondo set contro Querrey, 6-3.

09.22 – Entra in campo Ash Barty per inaugurare la prima sessione serale del torneo sulla Rod Laver Arena. La padrona di casa sfida Tsurenko.

09.42 Brava Martina Trevisan: sconfitta la lucky loser Hibino in due facili set 6-2 6-3. Martina porta a tre le italiane qualificate al secondo turno, prima di lei avevano vinto anche Giorgi e Bronzetti. Ko, invece, Paolini.

09.45Sonego 3-2 su Querrey senza break nel terzo (ha vinto i primi due). Sulla Rod Laver Arena Barty non ha problemi per ora, 6-0 e 1-0 nel secondo set su Tsurenka. Keys serve per il match contro Kenin sul 7-6 5-4

09.54 – Ha perso Salvatore Caruso: vince facilmente Miomir Kecmanovic 6-4 6-2 6-1. Già fuori il lucky loser azzurro, entrato al posto di Novak Djokovic.

09.58 – Break di Lorenzo Sonego: serve per il match contro Sam Querrey sul 7-5 6-3 5-3

10.00 – E vince Lorenzo Sonego, superato come l’anno scorso Querrey al primo turno dell’Australian Open: 7-5 6-3 6-3 per il torinese, apparso in palla e brillante. Ottimo match per lui, che ora affronterà il vincente di Otte-Tseng.

10.07 – Lo vince Madison Keys il derby statunitense: 7-6 7-5 a Sofia Kenin. Cade la vincitrice dell’Australian Open 2020.

10.15 – Un’esecuzione vera e propria quella andata in scena sulla Rod Laver Arena: Ash Barty ha rifilato un 6-0 6-1 all’ucraina Tsurenko, approdando al secondo turno dove affronterà la nostra Lucia Bronzetti.

10.35 – In campo Zverev e Altmaier sulla Rod Laver Arena. Intanto, a sorpresa sulla Kia Arena a sorpresa Munar si è portato a casa il primo set su Karatsev, 6-3.

11.15 – Zverev è avanti 5-4 nel primo set senza break contro Altmaier. Sugli altri campi, ha vinto Otte contro Tseng: sarà lui a sfidare Sonego al secondo turno. Karatsev ha vinto il secondo set al tie-break contro Munar. Risultato un po’ a sorpresa: Hanfmann batte Kokkinakis in tre comodi set e sarà lui a sfidare Nadal al prossimo turno. Delusione per l’australiano che era reduce dal primo titolo vinto ad Adelaide.

11.21 – Tommy Paul si qualifica per il secondo turno liquidando in tre rapidi set Mikhail Kukushkin. Il suo prossimo avversario sarà Miomir Kecmanovic: il vincente potrebbe sfidare Sonego ai sedicesimi. Jaqueline Cristian batte Greet Minnen per 7-5 6-4 e se la vedrà con la rinata Madison Keys.

11.40 – Alexander Zverev si aggiudica il primo set contro Daniel Altmaier per 7-6: il tie-break è del N.3 ATP per 7-3.

12.10 – Due set a zero Zverev: 7-6(3) 6-1 ad Altmaier. Lo attenderebbe John Millman, che ha battuto Feliciano Lopez 6-1 6-3 4-6 7-5.

12.33 – Svantaggio per Aslan Karatsev: 6-3 6-7(1) 7-6(3) in favore di Jaume Munar. Iniziato l’ultimo match di giornata, quello fra Paula Badosa e Ajla Tomljanovic

13.15 – Alexander Zverev accede al secondo turno battendo Daniel Altmaier per 7-6(3) 6-1 7-6(1); anche un break recuperato nel terzo set per il N.3 ATP, che troverà Millman.

13.25 – Paula Badosa si aggiudica il primo set della sfida con Ajla Tomljanovic per 6-4

13.36 – Al quinto set la maratona fra Aslan Karatsev e Jaume Munar: il semifinalista uscente si è aggiudicato il quarto parziale per 6-4

13.51 – Paula Badosa batte nettamente Ajla Tomljanovic per 6-4 6-0 e accede al secondo turno, dove la attende Martina Trevisan.

14.27 – Sono servite quasi cinque ore ad Aslan Karatsev per aver ragione di Jaume Munar con il punteggio di 3-6 7-6(1) 6-7(3) 6-4 6-4; al secondo turno troverà Mackenzie McDonald. Si chiude così il programma del Day 1.

Qui il tabellone completo dell’Australian Open 2022

Gli articoli della giornata

Ubaldo e Flink: “Medvedev e Zverev ora i grandi favoriti” [VIDEO]
Flink: “Djokovic si doveva vaccinare, ma la gestione del caso da parte del governo è sconcertante” [VIDEO]
Flink, singolare femminile: “Barty-Osaka possibile ottavo di lusso” [VIDEO]

Continua a leggere

ATP

ATP Adelaide 2, prima gioia in carriera per Kokkinakis: battuto Rinderknech

Il tennista di casa conquista il primo titolo della carriera in singolare sconfiggendo in rimonta il francese dopo oltre due ore e mezza di partita

Pubblicato

il

Thanasi Kokkinakis - ATP Adelaide 2 2022 (Twitter - @AdelaideTennis)
Thanasi Kokkinakis - ATP Adelaide 2 2022 (Twitter - @AdelaideTennis)

Thanasi Kokkinakis si consacra re nel 250 di Adelaide 2. Lo fa nella sua città natale, conquistando il tanto desiderato primo titolo nel circuito maggiore, nella finale delle sorprese. Dall’altra parte della rete Arthur Rinderknech (N.58 ATP), battuto dal tennista di casa in rimonta 6-7(6) 7-6(5) 6-3. Una battaglia durata 2h e 38 min e dominata dai servizi: alla fine del match si conteranno 15 ace per il francese contro i 18 di Kokkinakis. E proprio il rendimento alla battuta è stata una delle chiavi della vittoria per il classe 1996, che ha conquistato il 90% dei punti con la prima in campo (contro il comunque alto 81% dell’avversario).

Il primo set è proceduto on-serve senza che nessuno dei due giocatori concedesse neanche una palla break all’altro. Arrivati all’inevitabile tie-break, Kokkinakis ha avuto anche un set point sul 6-5, annullato da Rinderknech (neanche a dirlo) grazie ad un’ottima prima al centro. Alla fine è il francese a spuntarla 8-6 approfittando del dritto finito sotto il nastro dell’australiano. Nuovo set, stessa storia. I due tennisti non concedono nulla e Kokkinakis arriva anche mettere 29/36 prime palle in campo. Ma la storia cambia nel tie-break quando, dopo una serie di mini-break il N. 145 del ranking si aggiudica il parziale al terzo set point. 1-1 e partita nuovamente in parità.

L’equilibrio si spezza nel terzo e decisivo set quando Rinderknech inizia a concedere qualcosa di troppo. Il transalpino offre nel game di apertura una palla break, la prima della partita, che Kokkinakis sfrutta per la gioia del pubblico di casa, che sin dai primi punti ha esultato a ogni suo colpo vincente. Il secondo break ottenuto sul 5-3 è quello decisivo: Thanasi quasi non ci crede ma il suo sorriso è eloquente, è lui il campione. Una grande gioia per il tennista di casa che conquista così il primo titolo in carriera nel circuito maggiore, alla seconda finale dopo quella del 2017 a Los Cabos persa contro Querrey.

 

Non avrei voluto vincere il mio primo titolo altrove” – ha detto Kokkinakis al termine della partita – “Per la mia famiglia, i miei amici e lo staff, che viaggio che è stato. Mi avete visto ai miei minimi termini e ora al punto più alto. Adesso sono così felice. Ho giocato e mi sono allenato su questo campo da quando avevo otto o nove anni, venendo qui prima di scuola ogni giorno. Amo così tanto questo campo“.

Questa vittoria conferma l’ottimo stato di forma di Kokkinakis, che già aveva raggiunto la semifinale nel primo torneo giocato ad Adelaide perdendo dal futuro campione Monfils. Il venticinquenne è adesso atteso dall’appuntamento più importante per proseguire l’eccellente periodo sui campi di casa: l’Australian Open (qui il tabellone maschile). Kokkinakis ha ottenuto una wild card per l’accesso al main draw e se la vedrà al primo turno contro Yannick Hanfmann, N. 126 del ranking che ha battuto nelle qualificazioni l’azzurro Giannessi.

IL TABELLONE COMPLETO DELL’ATP 250 DI ADELAIDE 2

Continua a leggere

Senza categoria

In corso l’appello di Djokovic contro l’annullamento del visto

Djokovic non sarà espulso fino alla fine del ricorso. Nessuna detenzione fino a domani alle 8 (le 22 italiane). Domenica l’udienza davanti alla Corte Federale. Sarà scortato da due ufficiali

Pubblicato

il

Novak Djokovic - Bercy 2021 (foto Roberto Dell'Olivo)

[ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO]

Dopo giorni di dubbi e rinvii, il caso Djokovic ha subìto una brusca accelerata in seguito alla seconda cancellazione del suo visto, questa volta operata attraverso i poteri personali del Ministro dell’Immigrazione Alex Hawke. E di brusca accelerata si tratta, perché la Federal Circuit and Family Court, presieduta dal giudice Anthony Kelly (che lunedì aveva accolto il ricorso del N.1 ATP), ha deciso di ascoltare le due parti alle 20:45 locali (le 10:45 italiane).

Il dibattimento può essere seguito a questo link: Federal Circuit and Family Court of Australia – YouTube (sembrano esserci alcuni problemi con lo streaming, anche perché al momento l’appello sta venendo seguito da oltre 45.000 persone)

 

Kelly ha proposto, come previsto dalla stampa locale, che il caso venga trasferito dalla Federal Circuit and Family Court alla Federal Court, aggiungendo che il giocatore è stato “invitato” ad un interrogatorio in programma domani. Nick Wood, legale di Djokovic, si è però detto contrario a questa decisione perché rallenterebbe il processo di delibera, cosa che in questo momento metterebbe a rischio la possibilità che il N.1 ATP possa giocare lunedì o martedì il suo primo turno contro Miomir Kecmanovic.

Kelly ha inoltre proposto un’ingiunzione che permetta a Djokovic di rimanere presso la sua abitazione fino alle 16 locali di sabato 15 gennaio (le 6 di mattina in Italia). Wood ha infatti affermato che i funzionari governativi con cui è stato in contatto vorrebbero riportare Djokovic in detenzione.

Wood ha inoltre affermato che le tempistiche del Ministro dell’Immigrazione Alex Hawke sono il motivo per il quale il team legale del tennista serbo si è dovuto muovere tanto in fretta, e si è detto contrariato per le voci trapelate sulla stampa secondo le quali sarebbero stati gli avvocati di Djokovic a rallentare il processo inviando una grande mole di documentazione. Ha infine detto che le ragioni di questa seconda cancellazione del visto sono totalmente diverse da quelle della prima, e ha criticato le parole di Hawke secondo le quali permettere a Djokovic di rimanere in Australia stimolerebbe sentimenti anti-vaccino.

Stephen Lloyd, legale che rappresenta Hawke, ha detto che il ministro non cercherà di espellere Djokovic dal Paese prima della finale dell’iter legale. Ha poi aggiunto che Djokovic è atteso preso gli uffici dell’immigrazione per le 8 di domattina (le 22 italiane), e che il giocatore potrà avere accesso al suo team legale anche durante un’eventuale detenzione. Lloyd propone che Djokovic possa vedere i suoi legali domani, il 15 gennaio, alla condizione che dei funzionari dell’Australian Border Force siano presenti al medesimo piano dove si svolgerebbe l’incontro. Al termine dell’incontro Djokovic verrebbe riportato in detenzione.

Kelly ha affermato che è importante definire il significato di “fully vaccinated”, cosa che lunedì non era stata fatta perché la vertenza aveva riguardato esclusivamente gli errori procedurali avvenuti al confine. Kelly ha quindi riconosciuto che l’obbligo vaccinale fosse e sia necessario per l’ingresso in Australia al netto di eventuali esenzioni. “Se è stata concessa un’esenzione, e se [Djokovic] aveva una Australian Travel Declaration che era stata approvata […] questa parte della questione rimane irrisolta“.

Kelly ha infine chiarito la proposta di Lloyd: Djokovic rimarrebbe “in detenzione” presso i suoi avvocati fino a mezzogiorno del 15 gennaio (le 5 di mattina italiane) mentre preparano i documenti. A quel punto verrebbe spostato presso un centro detentivo e tornerebbe allo studio legale per l’eventuale dibattimento di domenica.

Dopo una pausa, Kelly ha ripreso attorno alle 12:40 italiane. Ha richiesto la presentazione degli affidavit degli avvocati di Djokovic il prima possibile; ha inoltre chiesto che non vengano fatti tentativi di espellere il giocatore prima della fine dei dibattimenti. Djokovic verrà interrogato alle 8:00 della mattinata di Melbourne, per poi essere spostato presso l’ufficio dei suoi legali fino alle 14:00 (le 4 di mattina italiane); verrà riportato da due funzionari presso i suoi legali alle 9 di mattina australiane di domenica 16 gennaio per il dibattimento. Potrà seguire il processo in video. Il caso verrà spostato dalla Federal Circuit and Family Court alla Federal Court.

Nick Wood, avvocato di Djokovic, ha sollevato dubbi sull’interrogatorio di domani per i rischi che potrebbero crearsi in termini di sicurezza e per l’influenza che la massiccia presenza dei media potrebbe avere. Ha quindi suggerito di organizzare la detenzione di Djokovic presso un luogo che rimarrebbe ignoto al pubblico. La questione ha generato del conflitto fra le parti, perché Kelly ha suggerito che i contendenti dovrebbero trovare un accordo su dove organizzare la detenzione, ma al momento non esiste concordanza su questo punto. Ha quindi nuovamente lasciato l’aula per permettere agli avvocati di mettersi d’accordo. “Non potete chiedermi di fare da mediatore in questa faccenda“, sono state le sue parole.

La corte si è riunita alle 13:11, una volta raggiunto un accordo, aggiornandosi poco dopo. Kelly ha detto che pubblicherà le ragioni dietro agli ordini promulgati stasera nella mattinata australiana di sabato 15 gennaio (nella notte italiana, insomma).

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement