Torna in campo la Davis: 22 squadre a caccia di un posto nelle qualificazioni del 2020

Flash

Torna in campo la Davis: 22 squadre a caccia di un posto nelle qualificazioni del 2020

Il prossimo weekend si giocheranno 11 sfide del World Group I e 8 del World Group II. Dominic Thiem guida l’Austria in trasferta contro la Finlandia, il Portogallo di Joao Sousa va in Bielorussia

Pubblicato

il

In attesa della fase finale della nuovissima Davis Cup targata Kosmos (che si giocherà a Madrid dal 18 al 24 novembre), la prossima settimana si disputeranno 19 tie, 11 nel World Group I e 8 nel World Group II, suddivisi in tre zone: Europa/Africa, Asia/Oceania, America. Il format sarà quello dei quattro singolari più un doppio da disputarsi nell’arco di due giorni, con le vincenti delle sfide del Gruppo I che si guadagneranno l’accesso ai match di qualificazione in vista delle Finali del 2020, che si giocheranno a marzo.

I tie del Gruppo I saranno 11 e non 12 a causa della cancellazione per motivi di sicurezza della sfida di Islamabad tra Pakistan e India, rinviata al mese di novembre. I tie del Gruppo II saranno 8 invece di 12 perché quattro sfide si sono già giocate ad aprile. Questo l’esito dei tie in questione: El Salvador-Perù 2-3, Thailandia-Filippine 3-1, Romania-Zimbabwe 4-1, Marocco-Lituania 2-3. Di seguito tutte le sfide del weekend e i convocati del World Group I.

EUROPA/AFRICA WORLD GROUP I


BOSNIA ED ERZEGOVINA vs [1] REPUBBLICA CECA
Arena Zenica, Zenica, BIH (hard – indoor)

Bosnia ed Erzegovina
Mirza Basic
Tomislav Brkic
Nerman Fatic
Darko Bojanovic
Capitano: Tomislav Brkic

Repubblica Ceca
Jiri Vesely
Tomas Machac
Jonas Forejtek
Jiri Lehecka
Dalibor Svrcina
Capitano: Jaroslav Navratil

[2] SVEZIA vs ISRAELE
Kungliga Tennishallen, Stockholm, SWE (hard – indoor)

Svezia
Mikael Ymer
Elias Ymer
Markus Eriksson
Gustav Hansson
Andre Goransson
Capitano: Johan Hedsberg

Israele
Dudi Sela
Edan Leshem
Yshai Oliel
Daniel Cukierman
Jonathan Erlich
Capitano: Harel Levy

 

FINLANDIA vs [3] AUSTRIA
Espoo Metro Areena, Espoo, FIN (hard – indoor)

Finlandia
Emil Ruusuvuori
Patrik Niklas-Salminen
Harri Heliovaara
Eero Vasa
Henri Kontinen
Capitano: Jarkko Nieminen

Austria
Dominic Thiem
Dennis Novak
Sebastian Ofner
Jurgen Melzer
Oliver Marach
Capitano: Stefan Koubek

[4] UNGHERIA vs UCRAINA
Sport11 Sports, Leisure and Event Center, Budapest, HUN (clay – outdoor)

Ungheria
Marton Fucsovics
Attila Balazs
Zsombor Piros
Peter Nagy
Gabor Borsos
Capitano: Gabor Koves

Ucraina
Sergiy Stakhovsky
Illya Marchenko
Eric Vanshelboim
Denys Molchanov
Capitano: Andrei Medvedev

SLOVACCHIA vs [5] SVIZZERA
AXA Arena NTC, Bratislava, SVK (clay – outdoor)

Slovacchia
Martin Klizan
Norbert Gombos
Andrej Martin
Filip Polasek
Igor Zelenay
Capitano: Dominik Hrbaty

Svizzera
Henri Laaksonen
Sandro Ehrat
Marc-Andrea Huesler
Damien Wenger
Jerome Kym
Capitano: Severin Luthi

BIELORUSSIA vs [6] PORTOGALLO
Republic Olympic Tennis Center, Minsk, BLR (hard – indoor)

Bielorussia
Egor Gerasimov
Ilya Ivashka
Uladzimir Ignatik
Alexander Zgirovsky
Andrei Vasilevski
Capitano: Igor Tikhonko

Portogallo
Joao Sousa
Pedro Sousa
Joao Domingues
Frederico Ferreira Silva
Capitano: Rui Machado

ASIA/OCEANIA WORLD GROUP I


LIBANO vs [2] UZBEKISTAN
Automobile and Touring Club of Lebanon, Jounieh, LBN (clay – outdoor)

Libano
Benjamin Hassan
Hady Habib
Giovani Samaha
Roey Tabet
Michel Saade
Capitano: Fadi Youssef

Uzbekistan
Sanjar Fayziev
Khumoyun Sultanov
Saida’lo Saidkarimov
Sergey Fomin
Jurabek Karimov
Capitano: Farrukh Dustov

[3] CINA vs COREA DEL SUD
Guiyang Olympic Sports Center, Guiyang, CHN (hard – indoor)

Cina
Bai Yan
Li Zhe
Zhang Ze
Zhang Zhizhen
Gong Mao-Xin
Capitano: Jiang Wei

Corea del Sud
Kwon Soonwoo
Chung Yunseong
Nam Ji Sung
Hong Seong Chan
Song Min-Kyu
Capitano: Chung Heesung

AMERICA WORLD GROUP I


[1] BRASILE vs BARBADOS
Sociedade Recreativa Mampituba, Criciuma, BRA (clay – outdoor)

Brasile
Thiago Monteiro
Joao Menezes
Thiago Seyboth Wild
Marcelo Melo
Bruno Soares
Capitano: Jaime Oncins

Barbados
Darian King
Haydn Lewis
Xavier Lawrence
Capitano: Damien Applewhaite

VENEZUELA vs [2] ECUADOR
Doral Park Country Club, Doral, USA (hard – outdoor)

Venezuela
Jordi Munoz-Abreu
Luis David Martinez
Roberto Maytin
Juan Lugo
Capitano: Maurice Ruah

Ecuador
Emilio Gomez
Roberto Quiroz
Gonzalo Escobar
Diego Hidalgo
Antonio Cayetano March
Capitano: Raul Viver

URUGUAY vs [3] REPUBBLICA DOMINICANA
Carrasco Lawn Tennis Club, Montevideo, URU (clay – outdoor)

Uruguay
Pablo Cuevas
Martin Cuevas
Franco Roncadelli
Francisco Llanes
Emiliano Troche
Capitano: Enrique Perez-Cassarino

Repubblica Dominicana
Jose Hernandez-Fernandez
Roberto Cid Subervi
Nick Hardt
Victor Estrella Burgos
Jose Olivares
Capitano: Rafael Moreno

WORLD GROUP II


EUROPA/AFRICA
[1] Romania vs Zimbabwe 4-1
[2] Sudafrica vs Bulgaria
[3] Danimarca vs Turchia
Marocco vs [4] Lituania 2-3
[5] Egitto vs Slovenia
[6] Norvegia vs Georgia

ASIA/OCEANIA
[1] Thailandia vs Filippine 3-1
Indonesia vs [2] Nuova Zelanda
Hong Kong vs [3] Taipei

AMERICA
El Salvador vs [1] Perù 2-3
Paraguay vs [2] Messico
[3] Guatemala vs Bolivia

Continua a leggere
Commenti

Flash

Entry list WTA, Week #39: otto top 10 a caccia del titolo di Wuhan, c’è anche Giorgi

Due i tornei che si giocheranno la prossima settimana. Nel Premier 5 di Wuhan assenti solo Serena Williams e Bianca Andreescu, Paolini al via nell’International di Tashkent

Pubblicato

il

Karolina Pliskova - Wuhan 2018 (via Facebook, @wuhanopentennis)

Nella settimana che segna l’inizio del tournée asiatica del circuito ATP, entra sempre più nel vivo quella del tour femminile. La prossima settimana si giocheranno infatti due tornei: l’International di Tashkent e il ricco torneo di Wuhan, ultimo Premier 5 della stagione WTA.

A Wuhan (a trionfare lo scorso anno fu Aryna Sabalenka) saranno presenti otto delle migliori dieci giocatrici del mondo (ci sarà anche Naomi Osaka, che ha accettato la wild card offerta dagli organizzatori). Le uniche assenti saranno le finaliste degli US Open, Serena Williams e Bianca Andreescu, che si è presa un po’ di meritato riposo dopo il trionfo newyorkese: la 19enne canadese tornerà in campo la settimana successiva nel Premier Mandatory di Pechino. Relativamente alle posizioni dalla 11 al 20, mancheranno invece Johanna Konta e Anett Kontaveit, mentre saranno della partita Vekic, Yastremska, Muguruza, Azarenka e Camila Giorgi, che è entrata direttamente in tabellone grazie ad alcune defezioni. Risulta per il momento iscritta anche Amanda Anisimova, che potrebbe dunque fare il suo ritorno in campo dopo il grave lutto che l’aveva colpita alla vigilia degli US Open.

Sarà decisamente inferiore il campo di partecipazione nell’International di Tashkent, con la nostra Jasmine Paolini ultima giocatrice ad entrare per accettazione diretta. A guidare il tabellone, privo di giocatrici classificate tra le prime 50 del mondo, sarà la numero 53 Viktoria Kuzmova. Oltre alla slovacca, ci saranno la campionessa in carica Margarita Gasparyan, Alison Van Uytvanck, Jelena Ostapenko e Timea Bacsinszky.

 

Le entry list aggiornate della 39esima settimana
Il calendario WTA

Continua a leggere

Flash

Entry list ATP, Week #39: Murray a Zhuhai con Kyrgios e Cecchinato

La prossima settimana si giocheranno due tornei di categoria 250, entrambi in Cina. A Zhuhai comanda Murray con il ranking protetto, a Chengdu vanno Isner e i giovani canadesi

Pubblicato

il

Andy Murray in allenamento - Queen's 2019 (foto Alberto Pezzali/Ubitennis)

Tutti in Asia a partire dalla prossima settimana. Con i tornei 250 di Chengdu e Zhuhai si apre la tournée asiatica del circuito ATP, che si concluderà con il Masters 1000 di Shanghai (6-13 ottobre) passando per i 500 di Pechino e Tokyo (dal 30 settembre al 6 ottobre). Andiamo un passo alla volta e vediamo chi sarà in campo la prossima settimana.

L’attenzione sarà focalizzata principalmente sulla prima edizione del torneo di Zhuhai, dove sarà presente Andy Murray. Il britannico, che guiderà il seeding del 250 cinese in virtù del ranking protetto, riprenderà il suo percorso di rientro in singolare dopo le due sconfitte al primo turno a Cincinnati e Winston-Salem e gli ottavi raggiunti nel Challenger di Rafa Nadal a fine agosto. Oltre a Murray, saranno presenti due top 10 (Stefanos Tsitsipas e Roberto Bautista Agut) e due top 20 (Gael Monfils e Borna Coric). A completare un entry list di tutto rispetto, ci saranno anche Nick Kyrgios, Lucas Pouille, Alex de Minaur e Marco Cecchinato, unico azzurro sicuro di un posto in tabellone (Andreas Seppi e Stefano Travaglia sono al momento fuori rispettivamente di due e cinque posti).

A guidare il seeding del torneo di Chengdu sarà lo statunitense John Isner, unico top 20 al via. Saranno invece cinque i giocatori presenti tra i primi 30 del mondo: il numero 21 Felix Auger-Aliassime, il 23 Benoit Paire, il 25 Grigor Dimitrov (in tabellone grazie ad una wild card), il 29 Dusan Lajovic e il numero 30 Taylor Fritz. Al via anche Fernando Verdasco e Denis Shapovalov, mentre non dovrebbero esserci italiani: Andreas Seppi è inserito tra gli alternates anche a Chengdu, ma al momento è fuori di cinque posti. Assente anche il campione in carica Bernard Tomic, che lo scorso anno conquistò il titolo superando Fabio Fognini in una finale rocambolesca.

 

Le entry list aggiornate della 39esima settimana
Il calendario ATP

Continua a leggere

Flash

Berrettini, le origini della svolta: “Quella settimana a Gstaad…”

Intervistato dal sito ATP, il numero 13 del mondo torna indietro di 14 mesi ricordando quando si è sentito per la prima volta in grado di competere con i migliori

Pubblicato

il

Matteo Berrettini - Gstaad 2018 (via Twitter, @SwissOpenGstaad)

Il lungo sprint finale della stagione di Matteo Berrettini parte da San Pietroburgo, dall’ottavo di finale (inedito) contro lo spagnolo Carballes Baena. L’azzurro cercherà nel 250 russo le prime conferme alla legittima ambizione di lottare fino alla fine per un posto nelle Finals. Ci arriva dopo un breve periodo di relax in Italia, durante il quale ha avuto modo di ragionare a freddo sulle due settimane di gloria allo US Open e su un’annata – quella in corso – andata oltre le migliori aspettative.

Se la semifinale a Flushing Meadows ha rappresentato la consacrazione, l’avvio del rito di passaggio da promessa a realtà del tennis mondiale ha però una data. Intervistato sul sito ATP per una delle monografie della rubrica “My story”, il numero 13 del mondo ha schiacciato il tasto review per tornare indietro di poco più di un anno.

QUELLA DOPPIETTA – Sulla terra svizzera di Gstaad, a luglio 2018, il romano conquistò il suo primo trionfo nel circuito maggiore in singolare, centrando anche l’inaspettato bis con il successo in coppia con Daniele Bracciali contro Molchanov e Zelenay. Le prime due coppe pregiate in bacheca e un’iniezione di energie positive.

Ricordo una settimana indimenticabile – racconta – ci arrivai da numero 84 del ranking e senza il mio allenatore (Vincenzo Santopadre, ndr) che si era preso una settimana di vacanza. In doppio non avevo mai vinto prima di allora a questi livelli e ci siamo ritrovati a sollevare il trofeo. In singolare ho battuto tre teste di serie come Rublev, Feliciano e Bautista Agut in finale. C’erano tanti italiani in tribuna ed è stata davvero una bella sensazione. Solo dopo qualche settimana ho realizzato la portata di quei giorni, in cui per la prima volta ho capito di potermela giocare alla pari con i migliori del mondo. È una consapevolezza importante da raggiungere per un giovane nel pieno percorso di crescita“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement