Torna in campo la Davis: 22 squadre a caccia di un posto nelle qualificazioni del 2020

Flash

Torna in campo la Davis: 22 squadre a caccia di un posto nelle qualificazioni del 2020

Il prossimo weekend si giocheranno 11 sfide del World Group I e 8 del World Group II. Dominic Thiem guida l’Austria in trasferta contro la Finlandia, il Portogallo di Joao Sousa va in Bielorussia

Pubblicato

il

In attesa della fase finale della nuovissima Davis Cup targata Kosmos (che si giocherà a Madrid dal 18 al 24 novembre), la prossima settimana si disputeranno 19 tie, 11 nel World Group I e 8 nel World Group II, suddivisi in tre zone: Europa/Africa, Asia/Oceania, America. Il format sarà quello dei quattro singolari più un doppio da disputarsi nell’arco di due giorni, con le vincenti delle sfide del Gruppo I che si guadagneranno l’accesso ai match di qualificazione in vista delle Finali del 2020, che si giocheranno a marzo.

I tie del Gruppo I saranno 11 e non 12 a causa della cancellazione per motivi di sicurezza della sfida di Islamabad tra Pakistan e India, rinviata al mese di novembre. I tie del Gruppo II saranno 8 invece di 12 perché quattro sfide si sono già giocate ad aprile. Questo l’esito dei tie in questione: El Salvador-Perù 2-3, Thailandia-Filippine 3-1, Romania-Zimbabwe 4-1, Marocco-Lituania 2-3. Di seguito tutte le sfide del weekend e i convocati del World Group I.

EUROPA/AFRICA WORLD GROUP I


BOSNIA ED ERZEGOVINA vs [1] REPUBBLICA CECA
Arena Zenica, Zenica, BIH (hard – indoor)

Bosnia ed Erzegovina
Mirza Basic
Tomislav Brkic
Nerman Fatic
Darko Bojanovic
Capitano: Tomislav Brkic

Repubblica Ceca
Jiri Vesely
Tomas Machac
Jonas Forejtek
Jiri Lehecka
Dalibor Svrcina
Capitano: Jaroslav Navratil

[2] SVEZIA vs ISRAELE
Kungliga Tennishallen, Stockholm, SWE (hard – indoor)

Svezia
Mikael Ymer
Elias Ymer
Markus Eriksson
Gustav Hansson
Andre Goransson
Capitano: Johan Hedsberg

Israele
Dudi Sela
Edan Leshem
Yshai Oliel
Daniel Cukierman
Jonathan Erlich
Capitano: Harel Levy

 

FINLANDIA vs [3] AUSTRIA
Espoo Metro Areena, Espoo, FIN (hard – indoor)

Finlandia
Emil Ruusuvuori
Patrik Niklas-Salminen
Harri Heliovaara
Eero Vasa
Henri Kontinen
Capitano: Jarkko Nieminen

Austria
Dominic Thiem
Dennis Novak
Sebastian Ofner
Jurgen Melzer
Oliver Marach
Capitano: Stefan Koubek

[4] UNGHERIA vs UCRAINA
Sport11 Sports, Leisure and Event Center, Budapest, HUN (clay – outdoor)

Ungheria
Marton Fucsovics
Attila Balazs
Zsombor Piros
Peter Nagy
Gabor Borsos
Capitano: Gabor Koves

Ucraina
Sergiy Stakhovsky
Illya Marchenko
Eric Vanshelboim
Denys Molchanov
Capitano: Andrei Medvedev

SLOVACCHIA vs [5] SVIZZERA
AXA Arena NTC, Bratislava, SVK (clay – outdoor)

Slovacchia
Martin Klizan
Norbert Gombos
Andrej Martin
Filip Polasek
Igor Zelenay
Capitano: Dominik Hrbaty

Svizzera
Henri Laaksonen
Sandro Ehrat
Marc-Andrea Huesler
Damien Wenger
Jerome Kym
Capitano: Severin Luthi

BIELORUSSIA vs [6] PORTOGALLO
Republic Olympic Tennis Center, Minsk, BLR (hard – indoor)

Bielorussia
Egor Gerasimov
Ilya Ivashka
Uladzimir Ignatik
Alexander Zgirovsky
Andrei Vasilevski
Capitano: Igor Tikhonko

Portogallo
Joao Sousa
Pedro Sousa
Joao Domingues
Frederico Ferreira Silva
Capitano: Rui Machado

ASIA/OCEANIA WORLD GROUP I


LIBANO vs [2] UZBEKISTAN
Automobile and Touring Club of Lebanon, Jounieh, LBN (clay – outdoor)

Libano
Benjamin Hassan
Hady Habib
Giovani Samaha
Roey Tabet
Michel Saade
Capitano: Fadi Youssef

Uzbekistan
Sanjar Fayziev
Khumoyun Sultanov
Saida’lo Saidkarimov
Sergey Fomin
Jurabek Karimov
Capitano: Farrukh Dustov

[3] CINA vs COREA DEL SUD
Guiyang Olympic Sports Center, Guiyang, CHN (hard – indoor)

Cina
Bai Yan
Li Zhe
Zhang Ze
Zhang Zhizhen
Gong Mao-Xin
Capitano: Jiang Wei

Corea del Sud
Kwon Soonwoo
Chung Yunseong
Nam Ji Sung
Hong Seong Chan
Song Min-Kyu
Capitano: Chung Heesung

AMERICA WORLD GROUP I


[1] BRASILE vs BARBADOS
Sociedade Recreativa Mampituba, Criciuma, BRA (clay – outdoor)

Brasile
Thiago Monteiro
Joao Menezes
Thiago Seyboth Wild
Marcelo Melo
Bruno Soares
Capitano: Jaime Oncins

Barbados
Darian King
Haydn Lewis
Xavier Lawrence
Capitano: Damien Applewhaite

VENEZUELA vs [2] ECUADOR
Doral Park Country Club, Doral, USA (hard – outdoor)

Venezuela
Jordi Munoz-Abreu
Luis David Martinez
Roberto Maytin
Juan Lugo
Capitano: Maurice Ruah

Ecuador
Emilio Gomez
Roberto Quiroz
Gonzalo Escobar
Diego Hidalgo
Antonio Cayetano March
Capitano: Raul Viver

URUGUAY vs [3] REPUBBLICA DOMINICANA
Carrasco Lawn Tennis Club, Montevideo, URU (clay – outdoor)

Uruguay
Pablo Cuevas
Martin Cuevas
Franco Roncadelli
Francisco Llanes
Emiliano Troche
Capitano: Enrique Perez-Cassarino

Repubblica Dominicana
Jose Hernandez-Fernandez
Roberto Cid Subervi
Nick Hardt
Victor Estrella Burgos
Jose Olivares
Capitano: Rafael Moreno

WORLD GROUP II


EUROPA/AFRICA
[1] Romania vs Zimbabwe 4-1
[2] Sudafrica vs Bulgaria
[3] Danimarca vs Turchia
Marocco vs [4] Lituania 2-3
[5] Egitto vs Slovenia
[6] Norvegia vs Georgia

ASIA/OCEANIA
[1] Thailandia vs Filippine 3-1
Indonesia vs [2] Nuova Zelanda
Hong Kong vs [3] Taipei

AMERICA
El Salvador vs [1] Perù 2-3
Paraguay vs [2] Messico
[3] Guatemala vs Bolivia

Continua a leggere
Commenti

Flash

Quattro italiane nelle qualificazioni di Acapulco

Errani, Cocciaretto, Trevisan e Gatto-Monticone tenteranno l’accesso al tabellone principale

Pubblicato

il

Sara Errani - Bogotà 2019 (foto via Twitter, @CopaWTABogota)

Ci sarà una folta presenza italiana nelle qualificazioni di Acapulco, in programma dalla mezzanotte di sabato. Dopo l’eliminazione di Camila Giorgi a Doha saranno infatti Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Elisabetta Cocciaretto e Sara Errani a tentare l’accesso al tabellone principale del torneo Messicano.

Nessuna delle nostre giocatrici sarà testa di serie del torneo di qualificazione. Menzione speciale per Sara Errani che ha ricevuto una wild card per la partecipazione in qualità di due volte campionessa del torneo (2012 e 2013). Proprio la tennista bolognese, in grande crisi di risultati, sfiderà la testa di serie numero 1, la svizzera Voegele. L’ultimo precedente tra le due è l’incontro di qualificazioni di Indian Wells, vinto dalla svizzera.

Elisabetta Cocciaretto, grande speranza del nostro tennis femminile e reduce da un ottimo Australian Open, sarà in campo contro la statunitense Arconada, numero 5 del seeding. Chiudono la parte di tabellone italiana Gatto-Monticone e Trevisan, impegnate rispettivamente contro l’australiana Sharma e la statunitense Dolehide. Entrambe sono date sfavorite dai pronostici, ma in caso di passaggio del turno darebbero luogo ad uno spareggio tutto italiano per un posto in tabellone.

 

Continua a leggere

Flash

Kuerten: “Il momento migliore della mia carriera? Battere Sampras e Agassi uno dopo l’altro”

Un nostalgico Guga torna indietro di 20 anni, quando conquistò la vetta del ranking ATP

Pubblicato

il

Guga Kuerten - Roland Garros 2017 (foto Roberto Dell'Olivo)

Il 4 dicembre sarà una data speciale per Gustavo Kuerten: si tratta infatti del 20esimo anniversario del raggiungimento della prima posizione del ranking mondiale, avvenuto appunto nel 2000. “Per un tennista non può esserci niente di più elevato che diventare numero 1 al mondo” ha commentato il diretto interessato in un’intervista svoltasi durante il torneo ATP 250 di Rio de Janeiro. “Battere Pete (Sampras) e Andre (Agassi) uno dopo l’altro è stato senza dubbio il punto più importante della mia carriera. Il miglior match che abbia mai giocato è stata proprio quella finale“.

L’ex tennista brasiliano fa riferimento alla partita vinta contro Andre Agassi con il punteggio di 6-4 6-4 6-4 (all’epoca le finali erano al meglio dei 5 set) nel Masters di fine anno di Lisbona. Guga era numero 2 all’inizio di quella settimana ma le vittorie nel girone contro Norman e Kafelnikov e poi i già citati successi contro i due statunitensi gli consentirono di sedere sul trono ATP. Dopo tutti questi anni lo sport che lo ha portato al successo non ha comunque smesso di avere rilevanza per Kuerten. “Il tennis è qualcosa di molto emozionante per me. Spesso mi capita di scendere in campo e io ho proprio bisogno di restare nel giro“.

Da diversi anni ormai il suo obiettivo è quello di dare risalto a quanto avviene nel suo Paese: “È importante per me venire qui, restare connesso con le persone, assicurarmi che loro capiscano il valore di questo torneo per il tennis brasiliano. Penso che abbiamo raggiunto un punto in cui tutti quanti capiscono quanto sia bello giocare qui a Rio. Sono sicuro che in due o tre anni avremo un giocatore brasiliano che avrà davvero le chance per far crescere le nostre aspettative”. In attesa che ciò si verifichi, in questi anni il top player di riferimento in Brasile è stato Dominic Thiem, che coglie sempre l’occasione di fare un salto sulla terra quando può, anche se dopo la tanta pioggia di ieri, oggi rischia di scivolare contro Gianluca Mager.

Continua a leggere

Flash

Daniil Medvedev: “Non sapevo più cosa fare in campo”

Il russo commenta la pessima prestazione contro Simon a Marsiglia: “Oggi non ha funzionato niente e non so perché. Non è la prima volta che mi succede. Non so come prevenire questi momenti”

Pubblicato

il

Daniil Medvedev - Marsiglia 2020 (foto Cristina Criswald)

da Marsiglia, la nostra inviata

Prestazione deludente e inaspettata per Daniil Medvedev che, incalzato da un perfetto Gilles Simon nel match di quarti di finale a Marsiglia, perde energie e lucidità, fino a sfiorare la rassegnazione, perdendo otto giochi di fila e incassando un pesante 6-4 6-0. Ma se in campo il russo è apparso in totale confusione, in conferenza stampa presenta una disamina lucida e sincera dell’accaduto. “Oggi avrei potuto perdere con chiunque ma questo non toglie nulla al mio avversario. Ha giocato (Simon, ndr) benissimo, davvero. Non so perché io abbia giocato cosi male oggi; mi è mancato qualcosa, in tutto, nell’energia, nella testa. La domanda è: dove posso cercare la soluzione? A volte le cose funzionano, a volte no. Oggi ho perso otto giochi di fila e quando accade non puoi vincere il match“.

Un pizzico di rassegnazione, forse? “Forse, un po’, nel senso che non sapevo più cosa fare. Se è preoccupante? Un po’ sì. Tuttavia nel corso della mia carriera, da quando ho cominciato a giocare nel circuito, mi è già successo di disputare match così, di avere fasi come questa. Ma bisogna continuare a lavorare. Ora prenderò un po’ di riposo e poi continuerò a lavorare bene per prepararmi per Indian Wells”.

Daniil Medvedev – Marsiglia 2020 (foto Cristina Criswald)

Nei momenti di crisi come questo, Daniil sembra non riuscire a calmarsi: “Non era una questione di calma perché anche se mi fossi calmato oggi non sarebbe servito un granché. E anzi, il fatto di agitarmi a volte può aiutarmi; ma oggi non sapevo più cosa fare. Il mio avversario ha giocato bene, non ha sbagliato niente. Ma come ho detto, non è la prima volta che mi succede, può capitare in momenti diversi, non so come prevenirli. A volte mi succede così. Ieri, per esempio, ho giocato bene ma oggi è andata così”.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement