Verso il 2020, l'entry list di Doha: ci sono Wawrinka e Sonego, torna Dolgopolov

Flash

Verso il 2020, l’entry list di Doha: ci sono Wawrinka e Sonego, torna Dolgopolov

Jannik Sinner tra gli alternates insieme a Seppi e Cecchinato, ma dovrebbe ottenere una wild card. Si rivede l’ucraino dopo venti mesi di stop

Pubblicato

il

Lorenzo Sonego - Kitzbuhel 2019 (foto Felice Calabrò)

La stagione si è appena conclusa sul centrale della Caja Magica, con il trionfo della Spagna nella finale della discussa nuova Davis di Gerard Piqué. Nel tennis, come tutti sanno, chi si ferma è tuttavia perduto, e occorre dare il primo sguardo a ciò che accadrà già in coda alle festività natalizie in arrivo. Il sei gennaio scatta il torneo 250 di Doha, storico evento d’apertura stagionale in procinto di affrontare un’edizione complicata.

Unico torneo previsto nella prima settimana agonistica del 2020, la kermesse qatariota dovrà subire la temibile concorrenza della famigerata ATP Cup, che negli stessi giorni, qualche migliaio di chilometri a sud-est, inaugurerà la propria storia. Le ricadute sul Golfo Persico sono evidenti appena si butta un occhio all’entry list: un solo top 20 in gara (Stan Wawrinka) e poche altre stelle o ex stelle, tra le quali si fanno notare Andrey Rublev, Milos Raonic, Jo-Wilfried Tsonga, Frances Tiafoe, Miomir Kecmanovic e Richard Gasquet.

(clicca qui per leggere l’entry list completa)

Unico italiano certo di un posto nel tabellone principale è Lorenzo Sonego, mentre nella ricca lista degli alternates sperano Andreas Seppi, Marco Cecchinato e Jannik Sinner: assecondando i rumors che circolano nell’ambiente, il teenager altoatesino avrebbe comunque ottime probabilità di beneficiare di una wild card.

Dulcis in fundo, perché crediamo che così sia giusto, val la pena di segnalare il ritorno alle competizioni di Alex Dolgopolov, ai nastri di partenza in Qatar grazie al ranking protetto. Tormentato da un complicatissimo infortunio al polso, l’istrione da Kiev ha disputato l’ultimo match ufficiale nel maggio 2018 agli Internazionali di Roma, dove ha perso all’esordio contro Novak Djokovic.

Continua a leggere
Commenti

Flash

US Open, saltano due top 10: Bertens e Svitolina danno forfait

Inizia il fuggi fuggi o si tratta di due scelte isolate? Svitolina rimarrà a casa come il fidanzato Monfils, Bertens è preoccupata dall’obbligo di quarantena disposto dall’Olanda

Pubblicato

il

Kiki Bertens e Elina Svitolina - WTA FInals 2018 - Singapore

Sembrava che le donne avessero risposto con maggiore entusiasmo alla ‘chiamata alle armi’ della USTA, che ha ufficializzato la disputa dello US Open 2020 a partire dal 31 agosto, me nel giro di poche ore sono arrivate altre due defezioni piuttosto pesanti che si sommano all’unica inizialmente confermata tra le top 10, quella di Ash Barty. La numero 5 del mondo Elena Svitolina e la numero 7 Kiki Bertens hanno infatti ufficializzato a mezzo social la rinuncia allo Slam statunitense, favorendo l’ingresso in tabellone di Francesca Di Lorenzo e di Natalia Vikhlyantseva. A Di Lorenzo il torneo aveva accordato una wild card, che sarà riassegnata alla connazionale Sachia Vickery.

LA ENTRY LIST FEMMINILE AGGIORNATA

Sono adesso sette le top 50 che hanno comunicato l’intenzione di non andare a New York, così come sette sono i top 50 assenti al maschile (e in entrambi i casi ci sono tre top 10).

 

Entry list femminile: le giocatrici assenti

  • 1 Barty
  • 5 Svitolina
  • 7 Bertens
  • 29 Wang
  • 30 Pavlychenkova
  • 34 Zheng
  • 38 Goerges
  • 74 Zhu
  • 84 Potapova
  • 92 Bogdan
  • 97 Stosur
  • 103 Peng

Entry list maschile: i giocatori assenti

  • 2 Nadal
  • 4 Federer
  • 9 Monfils
  • 11 Fognini
  • 17 Wawrinka
  • 40 Kyrgios
  • 49 Tsonga
  • 58 Pouille
  • 71 Herbert

Dopo aver considerato tutti gli aspetti, ho deciso di non partecipare allo US Open” ha scritto Svitolina su Twitter, allineandosi così alla decisione del suo fidanzato Gael Monfils che non volerà alla volta degli Stati Uniti. “Ringrazio la USTA, gli organizzatori e la WTA per l’opportunità che stanno dando ai giocatori e ai tifosi. Capisco e rispetto tutti gli sforzi perché il torneo si svolga in modo sicuro, ma non mi sento a mio agio nel viaggiare verso gli Stati Uniti senza la certezza di non mettere a rischio me e il mio team“.

La situazione del COVID-19 è ancora preoccupante e la salute di tutti è la priorità” le fa eco Bertens, che motiva la sua scelta con l’obbligo di quarantena imposto dalle autorità olandesi. “Il nostro primo ministro ha detto ieri che dobbiamo fare 14 giorni di quarantena al ritorno dagli States, e questo potrebbe disturbare la preparazione in vista dei miei amati tornei di Roma e Parigi“. Se si tratterà dell’inizio di un fuggi fuggi generale o soltanto di due scelte isolate, saranno i prossimi giorni a dircelo.

Continua a leggere

Flash

Errani e Kontaveit dimenticano i protocolli anti-Covid e regalano il polsino ai tifosi

È dura disfarsi di certe abitudini: al WTA di Palermo già in due ci sono cascate

Pubblicato

il

Troppe cose sono cambiate nel Tour WTA alla ripresa delle gare dopo la pausa per pandemia. Non solo gli stadi mezzi vuoti e le mascherine obbligatorie, ma tante altre piccole abitudini che le tenniste (e tra qualche giorno anche gli uomini) dovranno momentaneamente dimenticare. Tra queste c’è il lancio di polsini, fascette e asciugamani ai tifosi a fine partita. Le norme igieniche anti-Covid vietano in maniera tassativa questi sudaticci – pur graditi – regali verso i fan, ma c’è chi a Palermo si è dimenticato delle nuove regole e ha istintivamente lanciato in tribuna i polsini usati. Sono Sara Errani e Anett Kontaveit le due sbadate. Le due si sono subito rese conto dell’errore e hanno chiesto scusa, abbastanza mortificate.

Continua a leggere

Flash

Fognini scherza sul fisico di Raonic: “Ha mangiato un elefante”. E la fidanzata risponde

Alla compagna di Milos non piace l’ironia del ligure e pubblica il 6-1 6-0 subìto da Fabio in un confronto diretto di sei anni fa

Pubblicato

il

Milos Raonic e Diego Schwartzman (foto via Instagram, @dieschwartzman)

Nei giorni scorsi Diego Schwartzman si è allenato con Milos Raonic su cemento e ha pubblicato una foto su Instagram a distanza di sicurezza con il suo avversario. Ciò che ha colpito di più i fan è l’enorme stazza del canadese, che non scopriamo certo oggi, ma il lockdown ha chiaramente inciso sul suo peso e avere accanto un peso piuma come ‘Dieguito’ lo accentua ancor di più. Tra i tanti commenti simpatici apparsi sul web c’è quello di Fabio Fognini. Rispondendo a una domanda di Mariano Zabaleta su Instagram (“Che si è mangiato?”) l’azzurro ha risposto: “Un elefante!”

View this post on Instagram

@mraonic 👆👇🎾🔥

A post shared by Diego Schwartzman (@dieschwartzman) on

 

Alla ragazza di Raonic, la modella Camille Ringoir, non è piaciuta la risposta ironica del tennista ligure ed è andata subito a cercare i precedenti tra Fabio e il suo compagno. Vedendo che Milos ha vinto l’ultima sfida a Cincinnati 2014 con un secco 6-1 6-0, ha voluto pubblicare una storia sul suo profilo Instagram con il punteggio della partita in questione e un commento: Solo una baguette (1) e un bagel (0)” e il tag all’azzurro.

Fognini però non si è scomposto più di tanto e ha ri-condiviso la storia sul suo profilo: “Tutti sanno che la pizza è meglio” ha risposto, chiudendo probabilmente questo battibecco social.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement