Podcast Off-Court: addio Sharapova, benvenuto Mager!

Podcast

Podcast Off-Court: addio Sharapova, benvenuto Mager!

Chiacchierata transatlantica tra i nostri non-inviati Vanni Gibertini e Luca Baldissera sugli eventi della settimana tennistica

Pubblicato

il

Vanni Gibertini (a sinistra) e Luca Baldissera (a destra) se ne vanno da Indian Wells alla fine del torneo

Per non pensare sempre all’emergenza sanitaria che attanaglia il Nord Italia in questi giorni, i nostri Vanni Gibertini e Luca Baldissera parlano di quanto successo nel mondo del tennis negli ultimi sette giorni, in particolare del ritiro (ahinoi annunciato) di Maria Sharapova dal tennis professionistico e della splendida avventura di Gianluca Mager all’ATP 500 di Rio de Janeiro. Nonostante il suo rango il torneo carioca non presentava nomi di grande richiamo ai nastri di partenza, fatta eccezione per un Dominic Thiem piuttosto imballato e con un ginocchio in disordine, ma alla fine chi vince ha sempre ragione. Piuttosto non è che il circuito maschile abbia un problema d’identità per gli ATP 500? Spazio come di consueto anche alle domande pervenute dagli ascoltatori che hanno commentato il post Facebook di presentazione dell’episodio.

Continua a leggere
Commenti

evidenza

1 x 35 – Ubi Radio: Roma amarcord, ricordi di Internazionali

Vanni Gibertini e Luca Baldissera parlano con l’ex Top-100 Claudio Pistolesi delle sue esperienze al Foro Italico. La magia degli Internazionali vissuta da un “romano de Roma”

Pubblicato

il

Roma 2020 (via Twitter, @InteBNLdItalia)

Il mese di maggio per gli appassionati di tennis italiani vuol dire una cosa sola: è il mese degli Internazionali BNL d’Italia. Il più importante torneo tennistico del nostro Paese è ormai a pochi giorni dal prendere il via e per celebrare questa nuova edizione che si disputerà, con un po’ di fortuna, non a spalti quasi vuoti, come invece era accaduto lo scorso autunno, abbiamo parlato con Claudio Pistolesi, l’ex giocatore professionista e allenatore di lungo corso che è nato e cresciuto proprio a pochi passi dall’ingresso del Foro Italico.

Con lui, il nostro conduttore Vanni Gibertini e il suo compagno di avventure Luca Baldissera si sono avventurati nei meandri dei ricordi riportando alla luce le grandi partite giocate da Pistolesi sui campi in terra tra il Tevere e Monte Mario e gli episodi più curiosi vissuti nei vari decenni di presenza agli Internazionali d’Italia.

La puntata precedente

 

Sintonizzatevi sulla pagina Spreaker di Ubitennis, oppure sulle principali piattaforme di podcast come Spotify, Apple Podcast e Google Podcast.

Continua a leggere

Flash

1 x 34 – Ubi Radio: il curioso caso del Masters 1000 su erba

I pro e i contro dell’inserimento nel calendario ATP di un Masters 1000 su erba discussi dai nostri Vanni Gibertini e Alessandro Stella

Pubblicato

il

Il campo n.14 di Wimbledon
Il campo n.14 di Wimbledon

Un’intervista recentemente rilasciata dal CEO dell’ATP Andrea Gaudenzi ha riportato in auge uno dei “riempipista” delle discussioni tennistiche: perché non inserire nel calendario ATP anche un Masters 1000 sull’erba? Ci sono nove Masters 1000 (otto e mezzo se si considera lo status particolare di Montecarlo) di cui cinque sul cemento, tre sulla terra e uno indoor. Perché non inserirne uno anche sull’erba?

L’argomento è certamente interessante e il nostro conduttore Vanni Gibertini ne ha discusso con il vicedirettore di Ubitennis Alessandro Stella, il quale ha elencato i motivi per i quali questa aggiunta sarebbe positiva per il movimento tennistico. Da bravo conduttore, poi, Vanni Gibertini ha presentato i contro-argomenti che invece sconsigliano l’inserimento di un Masters 1000 nella stagione sull’erba, il tutto per dare agli ascoltatori tutti gli elementi per ragionare sulla questione.

La puntata precedente

 

Sintonizzatevi sulla pagina Spreaker di Ubitennis, oppure sulle principali piattaforme di podcast come Spotify, Apple Podcast e Google Podcast.

Continua a leggere

Flash

1 x 33 – Ubi Radio: perchè seguire il tennis è così difficile

Vanni Gibertini e Alessandro Stella parlano di come si potrebbe rendere il tennis più appetibile a un pubblico più vasto

Pubblicato

il

Lleyton Hewitt - Australian Open 2008, in campo alle 4.30 del mattino (foto Twitter @TennisAustralia)

Lo sport del tennis ha alcune peculiarità che lo rendono difficile da seguire per gli appassionati: spesso non si sa a che ora le partite comincino, a che ora finiscano, e fino a 24 ore prima molte volte non si conosce nemmeno il nome di chi scenderà in campo. Queste caratteristiche, che per gli appassionati dello zoccolo duro costituiscono tratti distintivi di questo sport ormai scolpiti nella tradizione, complicano non poco la ricerca del tennis di essere appetibile ad una audience più vasta e soprattutto più giovane, che ha a sua disposizione tante alternative di intrattenimento per occupare il proprio tempo libero.

Il chairman dell’ATP Andrea Gaudenzi vede grandi possibilità di crescita per il tennis, soprattutto sotto l’aspetto dei diritti televisivi. Infatti, nonostante il 15% della popolazione mondiale segua il tennis in un qualche modo, i diritti TV del tennis rappresentano solamente l’1,3% del totale dei diritti televisivi mondiali.

Fonte: Racquet Magazine

In questa puntata di Ubi Radio, il conduttore Vanni Gibertini e il vice-direttore di Ubitennis Alessandro Stella discutono di questi aspetti del tennis e dei vari tentativi che sono stati proposti per rendere il prodotto più appetibile a una schiera più grande di potenziali appassionati o praticanti. È davvero necessario sradicare le tradizioni consolidate del gioco ed immolarle sull’altare della popolarità mainstream? Forse ci possono essere soluzioni che possono permettere di salvare le regole di un gioco ultra centenario e allo stesso tempo creare un pacchetto che può interessare anche chi non è malato di diritti e rovesci.

 

La puntata precedente

Sintonizzatevi sulla pagina Spreaker di Ubitennis, oppure sulle principali piattaforme di podcast come Spotify, Apple Podcast e Google Podcast.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement