Le quote delle finali: Berrettini sfavorito contro l'alieno Karatsev. Tsitsipas ci può provare

Senza categoria

Le quote delle finali: Berrettini sfavorito contro l’alieno Karatsev. Tsitsipas ci può provare

La vittoria di Tsitsipas contro Nadal vale 2,40. A Istanbul Mertens favoritissima. Sabalenka fa lo sgambetto a Barty a Stoccarda?

Pubblicato

il

Matteo Berrettini - ATP Belgrado 2021 (via Twitter, @atptour)

La finale dell’ATP 500 di Barcellona sarà quella probabilmente più attesa, nonché la più pronosticabile ad inizio torneo. Si affronteranno, sul campo a lui intitolato, sua maestà Rafa Nadal e il principe di Montecarlo Stefanos Tsitsipas, in un match con vari spunti che lo rendono particolarmente interessante. Sarà la rivincita dello spettacolare quarto di finale dell’ultimo Australian Open, in cui uno stoico Tsitsipas è riuscito a ribaltare l’inerzia di una partita quasi chiusa quando era sotto di due set, vincendo dopo quattro ore al quinto. Sarà la rivincita della finale di Barcellona 2018, la prima in carriera per il greco, allora diciannovenne e in grado di raccogliere solo tre game.

Sarà l’occasione per Nadal di tornare al numero due del ranking ATP, ri-scavalcando Daniil Medvedev dopo poco più di un mese, nonché di ritornare ad alzare un trofeo che gli manca dal Roland Garros dello scorso ottobre. Nadal ha vinto tutte le undici finali giocate a Barcellona, perdendo un solo set nel 2008 contro David Ferrer (in una delle quattro finali disputatesi a Barcellona fra i due), ma il suo percorso per raggiungere la dodicesima non è stato perfetto come al solito. Ha sofferto più del previsto al debutto contro Ilya Ivashka e successivamente con un buon Kei Nishikori, dando però confortanti segnali di crescita poi contro Cameron Norrie e Pablo Carreño Busta.

Sarà l’occasione per Tsitsipas, in striscia aperta di nove vittorie e di diciassette set consecutivi vinti, di chiudere un’entusiasmante doppietta dopo Montecarlo e di avanzare una forte candidatura al trono di Parigi, su cui da cinque anni è seduto il mancino spagnolo. Tsitsipas ha dimostrato una solidità e una tranquillità da veterano, battendo nell’ordine Jaume Munar, Alex de Minaur e Felix Auger-Aliassime, fino alla semifinale contro Jannik Sinner, nella quale ha sfruttato la giornata no dell’italiano al servizio, rintuzzando al momento giusto gli attacchi dell’avversario, a cui ha annullato tutte le quattro palle break a disposizione.

 

Per i bookmakers il favorito è ovviamente Nadal, ma la quota (1,55) non è così usuale per un suo incontro sul rosso. Una sorpresa dell’ellenico pagherebbe 2,40, qualcosina meno (2,25) un 2-0 per lo spagnolo. Nadal ha vinto sei degli otto precedenti, di cui tre si sono giocati su terra rossa, con un successo di Tsitsipas a Madrid nel 2019.

Rafa Nadal e Stefanos Tsitsipas – Madrid 2019 (foto Roberto Dell’Olivo)

BELGRADO – Incredibilmente nella finale di Belgrado non ci sarà l’idolo di casa Novak Djokovic, sconfitto dopo quasi tre ore e mezza di battaglia da un grande Aslan Karatsev, capace di annullare ben 23 palle break (su 28 concesse) al fenomeno serbo e di portare a casa un match di livello altissimo. Buon per Matteo Berrettini, che ritrova una finale dopo quasi due anni (l’ultima fu a Stoccarda nel giugno 2019, vinta su Auger-Aliassime), con un avversario più alla portata (forse!) e che potrebbe accusare la stanchezza dopo la maratona della semifinale, durata tre ore e mezza. Secondo i quotisti parte favorito (1,60) il russo, che era stato vicinissimo all’eliminazione al debutto contro Aljaz Bedene, a cui aveva dovuto annullare un match point, e che ora si ritrova con la possibilità di alzare il secondo trofeo di questo straordinario 2021, dopo quello vinto a Dubai.

Un buon cammino quello di Matteo, parso sempre molto concentrato e che si è complicato la vita solo nel secondo set della semifinale contro Taro Daniel, dopo il quale tra l’altro ha reagito con veemenza del terzo; considerando che aveva affrontato il torneo serbo con molti dubbi, è già un ottimo risultato essere a giocarsi, con buone possibilità, la vittoria finale (quotata 2,30). Non ci sono precedenti fra i due, ma Karatsev in questa stagione ha battuto tutti gli italiani incontrati finora (Gianluca Mager due volte, Lorenzo Sonego e Jannik Sinner a Dubai, Lorenzo Musetti a Miami). Sarà una finale senza esclusione di colpi, nella quale sarà vitale per Berrettini una percentuale molto alta di prime palle in campo, per evitare di essere aggredito dalle bordate del leone russo, confidando, come detto, in un minimo di fatica, fisica e psicologica, dell’avversario dopo l’impresa su Djokovic.

LE FINALI WTA

A Stoccarda si giocheranno il titolo la numero uno al mondo Ashleigh Barty ed Aryna Sabalenka, che ha surclassato Simona Halep in semifinale. La bielorussa, che nel torneo ha sofferto solo contro Anett Kontaveit nei quarti, cerca il primo titolo in carriera sul rosso, dove ha perso l’unica finale giocata, a Lugano 2018 contro Elise Mertens. La favorita Barty (1,65), reduce dalle rimonte su Karolina Pliskova ed Elina Svitolina, punta a diventare l’unica giocatrice capace di vincere tre tornei nel 2021, dopo i successi di Melbourne e Miami, mentre Sabalenka si è imposta ad Abu Dhabi a inizio anno. Parità nei confronti diretti, tutti sul cemento: tre vittorie per parte, con l’ultimo portato a casa in tre set dall’australiana nei quarti di Miami meno di un mese fa.

C’è una super favorita nella finale di Istanbul, dove la prima testa di serie Elise Mertens è attesa da una rediviva Sorana Cirstea, giunta all’epilogo senza perdere un set. Il successo della belga, già trionfatrice a Melbourne 2 quest’anno, vale 1,20, ma la trentunenne rumena ha vinto entrambi i confronti diretti (a Linz 2018 e nelle qualificazioni del Roland Garros 2016). Cirstea ritrova una finale dopo un anno e mezzo, quando perse a Tashkent contro Alison Van Uytvanck, e punta al secondo titolo in carriera (che pagherebbe 4,50), dopo quello vinto sempre a Tashkent su Sabine Lisicki nel lontano 2008. Curiosamente, Mertens ha vinto tre delle sue sei finali a livello WTA battendo tenniste rumene (Monica Niculescu, Mihaela Buzarnescu e Simona Halep).

***Le quote sono aggiornate alle 01 di domenica 25 aprile e sono soggette a variazione

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

ATP Anversa: alle 16.30 Jannik Sinner sfida Arthur Rinderknech

Il teenager altoatesino prosegue nelle Fiandre la difficile caccia a uno degli ultimi due posti disponibili per le Finals di Torino

Pubblicato

il

Jannik Sinner- ATP Sofia 2021 (ph. Ivan Mrankov)

La corsa alle Finals torinesi si è fatta quantomeno complicata, ma Jannik Sinner conserva le possibilità di provarci. Fino all’ultimo quindici del torneo di Stoccolma occorrerà sbagliare pochissimo, e il primo ostacolo da saltare senza inciampi si paleserà nel pomeriggio odierno. Il kid di Sesto Pusteria alle 16.30 circa (in diretta su Sky e Supertennis) affronterà nei quarti di finale del torneo di Anversa il francese Arthur Rinderknech, avversario non banale, in buona forma e sicuramente cresciuto rispetto all’unico precedente, andato in scena lo scorso mese di maggio al torneo di Lione.

In quell’occasione il giocatore da Gassin, lucky loser, aveva inopinatamente sorpreso in rimonta un Sinner opaco e in grande difficoltà al servizio; servizio che invece aiutò e continua a fornire un grande contributo a Rinderknech, nel frattempo passato dalla centoventicinquesima alla sessantacinquesima posizione del ranking ATP. Battitore di quasi due metri dal dritto niente affatto disprezzabile, Arthur il provenzale in Belgio ha vinto due buone partite contro Federico Delbonis e Dusan Lajovic, per raggiungere quello che è addirittura il sesto quarto di finale di una stagione davvero notevole.

Contro Sinner, a Lione, Rinderknech ottenne la prima vittoria della carriera contro un top 50: da quel momento ne sono arrivate altre sei, con la perla del successo agli ottavi di finale di Gastaad contro Robert Bautista Agut, allora numero sedici del mondo. Un insieme di dati che restituisce l’immagine di un giocatore nel momento migliore della carriera. Ma le opzioni di Jannik non sono moltissime: urge una vittoria, per tenere acceso il lumicino della speranza.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Indian Wells, il programma di domenica 17 ottobre: finale femminile alle 22, finale maschile alle 01

Ultima giornata del BNP Paribas Open. In campo le due finali di singolare

Pubblicato

il

Indian Wells Tennis Garden 2020 (foto Twitter @BNPPARIBASOPEN)

Dodicesima e ultima finale del BNP Paribas Open di Indian Wells. In programma le due finali di singolare.

Stadium 1 – a partire dalle 13 locali (le 22 in Italia)

[21] P. Badosa vs [27] V. Azarenka

 

Non prima delle ore 16 locali (le 01 in Italia)

[21] C. Norrie vs [29] N. Basilashvili

Continua a leggere

Senza categoria

Indian Wells, il programma di sabato 16 ottobre: semifinali maschili a partire dalle 22.30

Penultima giornata a Indian Wells, si assegnano i titoli di doppio a contorno delle semifinali maschili

Pubblicato

il

Indian Wells 2021 (via Twitter, @BNPPARIBASOPEN)

Undicesima e penultima giornata del BNP Paribas Open, come di consueto dedicata alle semifinali maschili e alle finali di doppio. Lo spostamento del torneo all’autunno e il cambio dell’emittente titolare dei diritti da ESPN a Tennis Channel ha portato a qualche cambiamento di orario. Probabilmente per minimizzare la concorrenza televisiva del football NCAA è stato deciso di posticipare l’inizio delle due semifinali del singolare maschile alle 13.30 locali, le 16.30 sulla costa est degli USA e le 22.30 in Italia.

Anche gli orari delle finali di domenica sono stati modificati, con ogni probabilità per non cozzare con la NFL. La finale femminile verrà disputata a partire dalle 13 locali (le 22 in Italia), e di seguito ci sarà la finale maschile che però non inizierà prima delle ore 16 (le 01 in Italia).

Questo l’orario completo per sabato:

 

Stadium 1 – a partire dalle 11 (le 20 in Italia)

Finale doppio femminile
V. Kudermetova/E. Rybakina vs [2] S.W. Hsieh/E. Mertens

Non prima delle 13.30 (le 22.30 in Italia)
Semifinali maschili
[23] G. Dimitrov vs [21] C. Norrie
[31] T. Fritz vs [29] N. Basilashvili

Non prima delle 17.30 (le 2.30 in Italia)

Finale doppio maschile
[7] J. Peers/F. Polasek vs A. Karatsev/A. Rublev

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement