ATP Madrid, qualificazioni: sorride solo Cecchinato, Musetti sorpreso da Taberner

Flash

ATP Madrid, qualificazioni: sorride solo Cecchinato, Musetti sorpreso da Taberner

Dopo l’en plein della prima giornata, battuta d’arresto per il tennis italiano con le sconfitte di Musetti, Mager e Travaglia. Il siciliano affronterà Bautista

Pubblicato

il

Marco Cecchinato - Madrid 2021 (MMO21 foto di Ángel Martínez)
 
 

dal nostro inviato a Madrid

Dopo il poker messo a segno nella giornata di ieri, oggi gli azzurri si sono dovuti accontentare di una sola vittoria (quella di Marco Cecchinato) a fronte di tre sconfitte, vale a dire quelle di Gianluca Mager, di Lorenzo Musetti e di Stefano Travaglia. La sfida interna tra Italia e Spagna invece è finita 2-1 per questi ultimi, mentre nel tabellone principale sale a quattro il numero di tennisti del nostro Paese (insieme al semifinalista del Roland Garros 2018, infatti, ci saranno Fognini, Berrettini e Sinner).

L’unico a centrare l’obiettivo oggi è stato per l’appunto Cecchinato, il quale, impegnato alle 11 sul Campo 3 contro l’iberico Roberto Carballes Baena, è stato in grado di rimontare un set di svantaggio e alla fine ha portato a casa l’incontro con un parziale di 12 game a 3 – il punteggio finale è stato di 4-6 6-0 6-3 in suo favore. Per il N.94 del mondo questa vittoria è sicuramente una grande iniezione di fiducia che lo porta nel tabellone principale del Masters 1000 di Madrid per la seconda volta in carriera; al primo turno lo aspetta però un avversario complicato quale Roberto Bautista Agut, tds N.9.

 

Una sconfitta forse inaspettata invece è stata quella di Lorenzo Musetti, in grande forma contro Radu Albot al primo turno delle quali. Quest’oggi, invece, il diciannovenne N.83 ATP si è fatto sorprendere dalla wildcard spagnola Carlos Taberner, finendo per perdere 6-4 6-2. Il gioco da classico tennista di terra ha messo parecchio in difficoltà Musetti, il quale sul finire di match ha iniziato ad esser troppo falloso anche alla battuta, e ovviamente la nutrita presenza di pubblico in sostegno del N.142 del mondo (prossimo avversario di Fabio Fognini) non gli ha giovato. Occasioni come questa gliene ricapiteranno in carriera, ma quello di oggi è certamente un treno non colto.

Non ce l’hanno fatta a superare il turno decisivo neanche Gianluca Mager e Stefano Travaglia. Il primo è stato sconfitto da Pierre-Hugues Herbert, doppista di indiscusso valore ma che sa difendersi alla grande anche da solo. Nel primo set Mager è riuscito a resistere fino al tie-break, ma una volta persolo per 7 punti a 4 la delusione si è protratta anche ad inizio secondo set, e il break subìto in avvio si è rivelato decisivo per la sconfitta 7-6 (4) 6-4.

Ha lottato per due ore e 44 minuti invece Stefano Travaglia prima di arrendersi davanti a Pablo Andujar per 6-7 (3) 7-5 6-3. Il tennista di Ascoli Piceno nelle fasi decisive del match è stato troppo falloso col dritto e alla fine, la vittoria è andata al suo avversario, sospinto dal calorosissimo pubblico di casa.

Il tabellone delle qualificazioni

Continua a leggere
Commenti

Flash

Wimbledon, il giocatore ideale per Jannik Sinner

I colpi di chi dovrebbe avere il giocatore ideale secondo Sinner?

Pubblicato

il

C’è grande attesa per il match del tennista altoatesino contro il bombardiere americano John Isner. I due scenderanno in campo sullo Show Court n. 2 e il loro sarà il terzo match a partire dalle 11.

Nella giornata di giovedì, nello stand della Lavazza, uno degli sponsor ufficiali di Wimbledon e di cui lo stesso Jannik è testimonial, Sinner è stato intervistato da Paolo Lorenzi per SkySport. Sono inoltre intervenuti altri giornalisti italiani, tra cui il Direttore Scanagatta.

Tra le varie domande rivolte a Jannik, Lorenzi gli ha chiesto di proporre il suo giocatore ideale, dal servizio alle volé, passando per il dritto, rovescio e quant’altro.

 

Ecco le scelte del n. 13 del mondo:

Servizio = John Isner (arma “letale” di Big John, vedremo come la gestirà Jannik quest’oggi)

Dritto = Roger Federer

Rovescio = Novak Djokovic

Volée = Pete Sampras

Forza mentale = Rafa Nadal

Vita off court = Jannik Sinner

Pallonetto = Paolo Lorenzi

EDITORIALE di venerdì 1° luglio: Wimbledon: la risposta di Sinner contro il servizio di Isner, ma sarà più bello il duello Kyrgios-Tsitsipas

Continua a leggere

Flash

Wimbledon, Sonego verso Nadal: “L’erba mi può aiutare e sul Centrale ho già giocato”

Le speranze dell’azzurro verso il big match contro il campione maiorchino di sabato: “Qui difendere non conviene a nessuno, non si può attendere l’errore dell’avversario”

Pubblicato

il

Lorenzo Sonego - Wimbledon 2022

Una bella vittoria contro Hugo Gaston, tra una veronica a concludere uno scambio da cineteca e il sostegno dei tifosi italiani, per confermare di trovarsi molto bene sull’erba. Lorenzo Sonego centra il terzo turno per il secondo anno consecutivo ai Championships: l’anno scorso si fermò in ottavi contro Roger Federer, quest’anno sulla sua strada c’è l’altro totem di questo sport, Rafa Nadal, a livello di terzo turno. Peccato che l’edizione attuale non assegni punti, perché il torinese scivolerà intorno alla 70esima posizione del ranking ATP. Ma il torneo di Londra gli sta dando morale e autostima per andarsi a riprendere i punti in seguito.

Intanto, c’è una partita importante da giocare. “Sì, Nadal qualcosina ha vinto… – sorride Lorenzo dopo il match contro Gaston ai microfoni di Repubblica -. Servirà una prestazione pazzesca. Ma forse l’erba è la superficie migliore per incontrarlo. Dovrò sicuramente essere molto aggressivo con servizio e dritto. Su questa superficie essere attendisti non conviene a nessuno e mi trovo bene perché la palla salta meno, me la trovo ad altezza fianco per il rovescio, preferisco così per giocarlo piatto. Mi può aiutare anche il fatto di aver giocato sul Centrale l’anno scorso contro Federer, almeno un pochino di esperienza ce l’ho”.

Sonego, che ha incassato gli elogi da parte del campione maiorchino, spiega la filosofia con cui sta approcciando questo torneo: “Puntare sul servizio e dritto è fondamentale. Sono le armi principali del mio gioco e devo farle valere. A questo livello aspettare non si può, chi prende in mano il gioco per primo è avvantaggiato”. Infine, un pensiero all’amico Matteo Berrettini. “Ha fatto la scelta giusta con il ritirarsi, ha dimostrato ancora una volta di essere corretto. Non tutti avrebbero fatto lo stesso”.

 

Continua a leggere

Flash

Swiatek, Svitolina e Radwanska in campo insieme per l’Ucraina

Le tre tenniste giocheranno insieme in Polonia per raccogliere fondi destinati al popolo ucraino

Pubblicato

il

Iga Swiatek - Mutua Madrid Open 2022 (PHOTO- ANGEL MARTINEZ : MMO)

La n. 1 del mondo Iga Swiatek e l’altra celebre ex tennista polacca Aga Radwanska si uniranno ad Elina Svitolina per un match di beneficenza per raccogliere aiuti umanitari destinati al popolo ucraino.

L’evento si svolgerà a Cracovia il prossimo 23 luglio e, insieme alle tre stelle del tennis WTA, ci saranno anche il junior polacco Martyn Pawelski e l’ex tennista ucraino Sergiy Stakhovsky che, allo scoppio della guerra, è rientrato nella sua Ucraina come soldato volontario. Martyn e Sergiy disputeranno il doppio misto, mentre Swiatek e Radwanska si esibiranno in un match di un set.

Per mesi, ho lavorato con il mio team per contribuire con aiuti umanitari a favore del popolo ucraino, per supportare coloro che soffrono a causa della guerra. Spero che saremo inumerosi… per mostrare la forza dello sport quando ci unisce nella solidarietà“.

 

Special guest dell’iniziativa sarà l’ex calciatore ucraino del Milan, Andriy Shevchenko. Elina Svitolina, invece, poiché in dolce attesa, non scenderà in campo da giocatrice ma ricoprirà il ruolo di arbitro di sedia.

L’intero ricavato della kermesse verrà donato ai bambini ucraini tramite la fondazione della Svitolina. Anche l’UNICEF Polonia è coinvolta nell’iniziativa.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement