Gli US Open sono alle porte: Djokovic guida la top-ten sugli hard courts

Focus

Gli US Open sono alle porte: Djokovic guida la top-ten sugli hard courts

Con gli US Open dietro l’angolo e la stagione americana sui campi duri in pieno svolgimento, sveliamo un’ipotetica classifica dei migliori giocatori su queste superfici, con la doverosa precisazione che per la graduatoria proposta si sono prese in esame le prestazioni e il momento attuali, considerando solo marginalmente l’intera carriera

Pubblicato

il

 
 

In principio fu l’erba, aristocratica, imprevedibile e ricca di fascino. A quel tempo i campi duri erano riservati solo agli spazi pubblici, grazie principalmente al minor bisogno di manutenzione e videro crescere fenomeni veri come Maurice “The Comet” McLoughlin, Ellswort Vines o Jimmy Connors. Fin verso la fine degli anni ’70 l’erba è rimasta la superficie regina. Perfetta quella di Wimbledon, “buona per pascolare le vacche” quella australiana (come disse Rod Laver) scivolosa a Forest Hills ma sempre erba. La svolta, come spesso è accaduto nel ventesimo secolo, avviene a New York quando nel 1979 gli US Championships traslocano a Flushing Meadows sul cemento verde del Louis Armstrong Stadium e incoronano un diciannovenne del posto, tale John McEnroe. Dopo qualche anno lo slam australiano ne ha seguito l’esempio e oggi il rapporto si è capovolto con l’ATP che mette in palio proprio sul duro il maggior numero di punti. Per qualche tempo il nostro Nicola Pietrangeli è stato testimonial di uno spot televisivo che aveva lo scopo di promuovere la costruzione di un maggior numero di campi veloci in Italia, vedremo in futuro con che risultati. Per il momento accontentiamoci di questa classifica.

10. Dominic Thiem

Ora è dominante su terra ma la sua fluidità di braccio, il timing e il talento naturale ne possono fare un grande giocatore anche sui campi veloci. Dovrà imparare, crescere in potenza ma le caratteristiche di gioco sono adatte per farne un nuovo Wawrinka.

 

9. Jo-Wilfried Tsonga

Si tratta di un giocatore umorale, che quando è in giornata può battere chiunque ma il suo stile piatto e potente, dalle traiettorie rettilinee può essere letale sul cemento. L’interrogativo risiede piuttosto nella sua capacità di tenere un dato livello all’interno della stessa partita e, per estensione, di uno stesso torneo.

8. Rafael Nadal

Dopo aver conquistato nel 2013 il suo secondo titolo a Flushing Meadows, Rafa è calato e oggi sta disperatamente provando a rimanere col treno dei migliori nonostante una forma fisica in declino. Il dritto a uncino è meno veloce e profondo, la battuta non è mai stata al fulmicotone ma sempre piazzata e precisa, in funzione del colpo successivo che però, come detto, oggi non è più lo stesso.

Uniamo a questo le violente sollecitazioni che le articolazioni subiscono sul duro e avremo un quadro chiaro del motivo per cui, a discapito del leggendario spirito combattivo, appare molto difficile per Rafa rinverdire i fasti del passato.

7. Kei Nishikori

L’anno scorso a New York è stato incredibile. Ha sconfitto in incontri serrati Raonic, Wawrinka e Djokovic a dispetto di un evidente deficit di potenza. E’ un grande colpitore d’anticipo e finché comanda lui tutto bene. Però in difesa è poco efficace, è un giocatore molto meccanico e la battuta non costituisce mai un fattore nel suo gioco, costringendolo a sprecare energie preziose che mancano poi in termini di riflessi e lucidità in risposta, soprattutto contro i bombardieri.

6. Marin Cilic

Il croato ha vinto a sorpresa la scorsa edizione degli US Open ma la sorpresa non è stata il suo gioco bensì la consistenza mentale. Servizio-bomba, colpi pesanti da entrambi i lati e una potenzialità ancora inespressa a rete lo hanno condotto ad un record in carriera di 191-95 sul duro che appare molto migliorabile. L’anno passato tutto è stato perfetto, compreso il Federer spompato da Monfils incontrato in semifinale ma il power game di Marin è sempre in agguato.

5. Tomas Berdych

Il picchiatore ceco (sembra un ossimoro…) è premiato dalla sua consistenza nel corso di quest’anno e della carriera. Il suo purissimo talento di colpitore lo porta sempre nei dintorni dei quarti di finale dei maggiori tornei hard courtn nei quali servizio e dritto rivestono grande importanza. Spesso manca nei momenti decisivi e nel gioco di gambe, ma chi vorrebbe trovarselo di fronte, magari in giornata, sul cemento?

4. Andy Murray

Campione a Flushing Meadows 2012, Andy possiede un terrificante gioco su ogni superficie, colpi fluidi, tocco di palla grande mobilità e spettacolari doti difensive. Ma queste ai massimi livelli non sempre bastano. Rispetto a Nole o Stanimal, Murray ha meno potenza mentre e questo lo limita anche contro Roger, non consentendogli mai punti facili

3. Roger Federer

Il Re è il Re e merita il podio ancora oggi all’età di trentaquattro anni suonati. La sua velocità di palla sul duro non è frutto di potenza ma di fluidità e anticipo sovrannaturali, resi possibili dal gran gioco di gambe e da un intuito da indovino. Cinque titoli consecutivi nella Grande Mela ne fanno forse il migliore di tutti su questo tipo di superficie ma oggi come oggi sia Djokovic che Wawrinka, se in giornata però, possiedono la potenza pura per scardinare il gioco di Roger. Il quale peraltro in carriera ha sempre sofferto i super-picchiatori, quelli che ti strappano la racchetta di mano come Safin, Nalbandian o Del Potro.

2. Stan Wawrinka

Gli ottantuno chili per un’altezza di 1,83 di Stan si sentono tutti ogni volta che la sua palla colpisce la racchetta avversaria, soprattutto su prime di servizio che viaggiano facilmente sui 220 kmh. Stanimal, o “Stan the man” come recano le sue magliette d’allenamento, ha vinto due Majors in un anno e mezzo, uno sul duro e l’altro sulla terra incontrando e battendo entrambe le volte Nole. Incontri da ricordare e che lo svizzero ha vinto con la testa più che col braccio. Ora è libero di mente, come chi ha fatto una scelta convinta ed è felice di averla fatta. E la sua scelta è picchiare a tutta, sempre.

1. Novak Djokovic

Allo stato attuale c’è Novak Djokovic e poi tutti gli altri. In corsa per il terzo slam dell’anno solare, Nole è sempre il logico favorito di qualunque torneo. Soffermandosi sul suo rendimento sul cemento si nota che spesso risulta ingiocabile su superfici dure ma più lente e abrasive, come Miami o Indian Wells ma in linea generale l’estrema velocità di braccio, l’anticipo e la fluidità sono i motori che generano la sua distruttrice potenza di gioco. Un discorso a parte meritano il fisico e la mobilità. Novak non è un muscolare, punta sull’elasticità estrema del suo corpo. Quando fa stretching prima dell’incontro sembra un contorsionista e questa dote gli consente recuperi estremi in difesa. E come recita una legge eterna del tennis “…fai sempre giocare un colpo in più al tuo avversario”.

Continua a leggere
Commenti

ATP

Roland Garros, day 6 LIVE: Alcaraz 3 set a 0 su Korda, ora Khachanov

La diretta di questo venerdì 27 maggio, giornata dedicata ai terzi turni dei tabelloni di singolare maschile e femminile

Pubblicato

il

Court Suzanne Lenglen - Roland Garros 2022 (foto Roberto dell'Olivo)
Court Suzanne Lenglen - Roland Garros 2022 (foto Roberto dell'Olivo)
https://twitter.com/Ubitennis/lists/tennis-news-93659

PROGRAMMA DI OGGI 27 MAGGIO

23.06 – Forse indispettito da chi gli imputava di aver sprecato energie con Ramos-Viñolas, Alcaraz liquida Korda in tre set.

23.04 – Khachanov evita che il suo match diventi epico, si impone in quattro set su Norrie e attende la fine della sfida tra Charlie e Sebi per conoscere l’avversario agli ottavi (ma qualche sospetto potrebbe già averlo).

 

23.01 – Cameron non ci sta, annulla tre match point, recupera un break e tiene per il 5-4. Ora Karen servirà di nuovo per chiudere.

22.55 – Alcaraz stringe i tempi e gli angoli, Korda si disunisce ed è break al quinto game.

22.44 – Neanche una palla che rimbalza male impedisce a Carlitos di salvare lo 0-2…

22.41 – Non una scintilla di ripresa bensì un fuoco di paglia per Norrie, sotto 1-4 con due break al quarto.

22.39 – Korda salva una palla break che sapeva di resa e tiene la battuta in apertura di terzo set.

22.31 – Korda salva sei set point, ma sul settimo regala una risposta giocata malissimo, un classico quando pensi “la tengo in campo e basta”. Alcaraz due set a zero, si fa dura per Sebi.

22.16 – Norrie vince il terzo contro Khachanov, svantaggio dimezzato.

22.08 – Stasera Carlitos pare non scherzare: un break di vantaggio nel secondo.

21.54 – Khachanov due set e un break su Norrie.

21.42 – Alcaraz vince il primo set contro Korda, 6-4.

21.08 – Zverev batte Nakashima e raggiunge Zapata Miralles agli ottavi. In campo Alcaraz e Korda. Carlos avanti 3-1.

20.32 – Rispostona bimane vincente e break di Zverev nel terzo. Khachanov avanti anche nel secondo.

20.02 – Khachanov si prende il primo set contro Norrie, 6-2.

19.54 – Vinto il primo al tie-break Sascha Zverev, mette le mani anche sul secondo facendosi bastare un servizio strappato a Nakashima: 6-3.

19.00 – Jil Teichmann elimina Azarenka. Vika si arrende al super tie-break a una svizzera in fiducia.

18.25 – Il tiebreak deciderà il quarto set tra Isner e Zapata Miralles, con lo spagnolo avanti 2 set a 1

18.17 – Scendono in campo sul Court Suzanne Lenglen Zverev e Nakashima, per il secondo faccia a faccia tra i due. Il tedesco si è aggiudicato l’unico precedente, in quattro set due anni fa allo US Open

18.15 – Sloane Stephens veleggia verso la vittoria. La statunitense in vantaggio set e break sulla francese Parry

17.51 – MATCH NADAL – La testa di serie n.5 Nadal vince sull’olandese Botic Van de Zandschulp per 6-3 6-2 6-4

17.35 – Inser torna sotto di un set contro Zapata, lo spagnolo vince il terzo 6-4; Nadal avanti anche nel terzo set 4-3 e servizio; tra le donne, medica time-out per Teichmann contro Azarenka

17.30 – Inizia l’ultimo match femminile con l’ex finalista Sloane Stephens contro la francese Diane Parry

17.12 – MATCH DJOKOVIC – Il n.1 del mondo Novak Djokovic chiude in tre set, 6-3 6-3 6-1, il suo match di terzo turno superando Aljaz Bedene

16.53 – Doppio set di vantaggio anche per Rafa Nadal: il maiorchino è 6-3 6-2 su Van de Zandschulp

16.51 – Isner pareggia il match contro Zapata vincendo il secondo parziale 6-3; Azarenka ribalta il risultato contro Teichmann e sale un set e un break di vantaggio, 6-4 2-1 e servizio

16.50 – Felix Auger-Aliassime sta soffrendo ma è in vantaggio due set a zero su Krajinovic grazie a due tiebreak

16.33 – Djokovic sempre più in controllo su Bedene. Il n.1 del mondo avanti 6-3 6-3

16.27 – Nadal si aggiudica il primo set contro Van de Zandschulp per 6-3

16.06 – John Isner è sotto di un break, 2-3, contro lo spagnolo Zapata Miralles; Djokovic intanto ha chiuso il primo set 6-3

16.03 – Iniziato il penultimo match femminile in programma oggi, con la svizzera Teichmann in vantaggio 3-1 su Azarenka

15.53 – Djokovic avanti di un break, a breve servirà sul 5-3 per chiudere il primo set su Bedene

15.40 – In campo anche in 21 volte campione Slam Rafael Nadal opposto all’olandese Botic Van de Zandschulp

15.38 – In campo il n.1 del mondo Novak Djokovic. Il serbo è avanti 2-1 senza break su Bedene

15.33 – Tre match terminati sul versante femminile: KERBER SCONFITTA da Aliaksandra Sasnovich, già giustiziera di Raducanu. La tedesca ha perso 6-4 7-6.
Vittoria in due set anche per MERTENS e GAUFF, che hanno battuto rispettivamente Grechova e Kanepi

15.13 – Unico match maschile al momento in corso: Felix Auger-Aliassime al servizio sul 4 pari contro Filip Krajinovic

14.58 – MATCH FERNANDEZ – La tds numero 17 Fernandez elimina la tds n.14 Bencic 7-5 3-6 7-5, dopo un match denso di ribaltamenti di fronte e occasioni sciupate per entrambe

14.51 – Momenti di difficoltà per l’ex n.1 Angelique Kerber, sconfitta nel primo set 6-4, ma ora la tedesca è avanti di un break 3-2 e servizio su Aliaksandra Sasnovich

14.48 – SCONFITTI VAVASSORI/SONEGO – Il duo piemontese esce sconfitto per mano dell’americano Jackson Withrow e del britannico Jonny O’Mara per 7-6(7) 7-6(4)

14.45 – SET GAUFF – L’americana parte bene contro l’estone Kanepi, vincendo il primo parziale 6-3
SET MERTENS – Anche la belga si porta avanti di un parziale, 6-2, s Gracheva

14.28 – Aggiornamento doppio: la coppia torinese Vavassori/Sonego hanno perso il primo set sul campo 12 contro la coppia O’Mara/Withrow, 9 punti a 7 nel tiebreak

14.17 – MATCH TREVISAN – La tennista italiana, l’unica azzurra oggi in campo, ottiene la vittoria contro l’australiana Daria Saville. Martina Trevisan accede al terzo turno per 6-3 6-4

14.01 – SET BENCIC – La campionessa olimpica rimette il punteggio in parità vincendo il secondo set 6-3 contro Fernandez

13.51 – Terminati i primi match sul Lengelen e sul Mathieu, si apprestano a scendere in campo Gauff contro Kanepi, e Kerber contro Sasnovich

13.30 – MATCH ANISIMOVA – Si conclude con un ritiro il match del Lenglen: Muchova si ritira in lacrime per un problema ad una caviglia. Passa agli ottavi Anisimova

13.29 – SET TREVISAN – Martina Trevisan vince il primo set! 6-3 su Saville, in 34 minuti di gioco.

13.28 – MATCH SCHWARTZMAN – L’argentino Diego Schwartzman è il primo a qualificarsi per gli ottavi di finale del Roland Garros 2022: battuto facilmente Grigor Dimitrov in due ore e 17 minuti, col punteggio di 6-3 6-1 6-2.

13.22 – Bene Martina Trevisan, avanti 5-2 nel primo set contro Saville.

13.16 – SET ANISIMOVA – Si va al terzo sul Lenglen; Anisimova ha vinto il secondo set, 6-2 su Muchova.

13.13 – Anisimova serve per il secondo set sul Lenglen, avanti 5-2 e servizio contro Muchova.

13.12 – Parte bene Martina Trevisan. L’azzurra è avanti 4-2 nel primo set contro Saville.

13.10 – SET FERNANDEZ – Leylah Fernandez fa suo il primo set contro Belinda Bencic: 7-5.

12.45 – SET SCHWARTZMAN – Il secondo set per l’argentino è volato via in 28 minuti: 6-1.

12.36 – E’ finito il match di doppio su Court 14, quindi tra poco scenderà in campo Trevisan contro Saville.

12.35 – SET MUCHOVA – Muchova vince il primo set sul Lenglen, 7-6 contro Anisimova.

12.20 – SET SCHWARTZMAN – Il primo set è per l’argentino, 6-3 a Dimitrov.

12.05 – Schwartzman avanti 4-3 e servizio nel primo set contro Dimitrov. Muchova serve per il primo set sul 6-5 contro Anisimova. Intanto, entrano in campo sullo Chatrier Leylah Fernandez e Belinda Bencic.

11.45 – Dimitrov ha recuperato uno dei due break, ma deve ancora inseguire: 3-2 e servizio Schwartzman. Anisimova ha recuperato il break: 4-4 contro Muchova.

11.30 – Parte a spron battuto Schwartzman: 3-0 e servizio su Dimitrov. Muchova è 3-2 e servizio su Anisimova.

11.15 – Sono partiti i due match di singolare delle 11: sul Lenglen Anisimova-Muchova, sul Simonne-Mathieu Dimitrov-Schwartzman.

10.45 – Buongiorno, amici di Ubitennis, e benvenuti al nostro LIVE della sesta giornata di gare al Roland Garros 2022. Iniziano oggi i terzi turni dei tabelloni di singolare maschile e femminile. Il menu di oggi prevede una sola italiana in campo, Martina Trevisan, che nel secondo match sul campo 14 sfiderà Daria Saville-Gavrilova.

Gli articoli da non perdere

Editoriale del direttore (27 maggio): Roland Garros, Tsitsipas: “Sinner e Musetti sono lì. Dimenticate la classifica. Sinner tirava più forte un anno fa…Musetti ha più talento. Però non cambia mai posizione

Sinner dopo la vittoria contro Carballes Baena: “Non credo di aver giocato male. Ogni partita è un passo in avanti”

Il tabellone maschile del Roland Garros 2022

Il tabellone femminile del Roland Garros 2022

Continua a leggere

ATP

Berrettini sui social: “Torno in campo a Stoccarda”

Il tennista romano, attuale 10 al mondo, sarà in campo nel torneo che lo vide trionfatore nel 2019 denominato da quest’anno “BOSS Open”

Pubblicato

il

Matteo Berrettini - Indian Wells 2022 (foto Ubitennis)

Sono passati quasi tre mesi dalla sua ultima partita. L’inverno era una realtà europea mentre nel caldo di Indian Wells l’estate era più che un’ipotesi. Ed è da quel 7 marzo che Berrettini ha deciso di fermarsi, dopo la sconfitta con Kecmanovic, per un problema alla mano destra curabile solo attraverso l’intervento chirurgico. Lunghi mesi in cui il tennista romano si è allenato tanto, saltando del tutto la stagione su terra per tornare a giocare su quella superficie, l’erba, che lo scorso anno tante soddisfazione diede a lui e a tutto il tennis italiano; è infatti attraverso i canali social che l’attuale numero 10 al mondo ha comunicato la scelta di tornare in campo proprio sull’erba di Stoccarda, che lo vide trionfare nel 2019.

Una scelta di sicuro tecnica, ma che strizza l’occhio al torneo che da quest’anno si chiamerà “ATP 250 Stoccarda-BOSS OPEN”. Il motivo è chiaro vista la partnership tra Berrettini ed il noto marchio di abbigliamento tedesco, che da quest’anno ha deciso di entrare con forza nel mondo del tennis, non solo, appunto, attraverso la fornitura di abbigliamento tennistico, ma anche intitolandosi il torneo di Stoccarda,  città in cui l’azienda è stata fondata nel 1923. Insomma una soluzione win/win di sicuro prima dell’inizio del torneo che speriamo possa essere vincente anche per Berrettini sul campo da tennis.  

 

Continua a leggere

Italiani

Italiani in campo oggi venerdì 27 maggio: Trevisan. A che ora e dove vederla

L’azzurra cerca il quarto turno al Roland Garros: ecco come seguire la sfida contro Saville-Gavrilova

Pubblicato

il

Martina Trevisan - Roland Garros 2022 (foto Roberto Dell'Olivo)

Una sola italiana in gara nel Day 6 del Roland Garros 2022: si tratta di Martina Trevisan, che oggi all’ora di pranzo sfiderà Daria Saville-Gavrilova per un posto al quarto turno. L’azzurra giocherà il secondo match sul Court 14, il cui programma verrà inaugurato alle 11 da un match di doppio maschile (Puetz/Venus contro Bonzi/Rinderknech). Si può quindi presumere che Martina scenderà in campo tra le 12.30 e le 13 italiane.

Trevisan, reduce dal primo successo WTA a Rabat, è in un ottimo momento di forma e troverà un’avversaria abbordabile (attuale n.127 WTA), forse più da cemento che da terra rossa. Tra le due non ci sono precedenti. La vincente di questa sfida affronterà agli ottavi Kerber o Sasnovich.

Italiani in campo venerdì 27 maggio
Roland Garros, 3° turno: Trevisan-Saville, ore 12.30 circa, Court 14, diretta tv e streaming Eurosport / Discovery +

 

Il tabellone femminile del Roland Garros 2022

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement