ATP Ranking: Alexander Zverev e Taylor Fritz, finalmente i giovani

Ranking

ATP Ranking: Alexander Zverev e Taylor Fritz, finalmente i giovani

I protagonisti della settimana sono Alexander Zverev e Taylor Fritz, entrambi classe 1997. I buoni risultati a Rotterdam e Memphis valgono i loro best ranking, n. 56 per il tedesco e nr. 102 per l’americano

Pubblicato

il

 
 

Se in top ten ancora non si muove nulla, qualcosa di interessante inizia a vedersi nel retro della classifica ed i protagonisti assoluti sono finalmente i giovani. Questa settimana, con occhio particolarmente positivo, daremo uno sguardo ai soli balzi in avanti in classifica. Partiamo dall’alto dove Dominic Thiem (con i suoi 22 anni non è più in realtà un teenager nel senso tennistico più stretto), con la vittoria di Buenos Aires dove quattro volte su cinque è dovuto ricorrere al terzo set, non guadagna posizioni, resta n. 19, ma sembra forse aver trovato quella continuità di tenuta fisica e mentale che potrà consentirgli magari un passo più importante. Nelle prossime settimane non ci sono punti in uscita per lui e se conferma la buona tenuta fisica e mentale vista, il best ranking al n. 18 può essere superato e la top-15 è a portata di mano.

Continuità che sembra aver trovato Alexander Zverev: non ha eguagliato il suo miglior risultato in carriera, quando a sorpresa raggiunse le semifinali nel torneo di casa, l’ATP 500 di Amburgo nel 2014, ma con la semifinale nel torneo ATP 250 di Montpellier ed i quarti di finale nel torneo ATP 500 di Rotterdam, migliora sensibilmente il suo best ranking: 14 posizioni guadagnate e nr. 56 in classifica. L’anno scorso, di questi tempi, era nr. 138.

Tante prime volte per Taylor Fritz, prima semifinale ATP, prima finale, è mancato il primo titolo ma non gli è mancato il coraggio per cercare di giocarla alla pari con Nishikori e per un paio di posizioni l’ingresso in top 100. Si è fermato al nr. 102 guadagnando 43 posizioni in sol colpo. Obiettivi che con ogni probabilità saranno raggiunti a breve, l’ingresso in top-100 forse già la prossima settimana. Indipendentemente dal suo risultato nel torneo ATP 250 di Delray Beach dove è impegnato, ha buone probabilità che qualcuno dei colleghi che lo precedono gli andrà dietro in classifica: di sicuro Thanasi Kokkinakis, attuale nr. 100, che ancora fermo ai box, perderà i 32 punti conquistati lo scorso anno a Delray Beach. L’indiano Yury Bhambri, n. 99, se non dovesse difendere al meglio i 60 punti della finale del Challenger di Nuova Delhi farebbe la stessa fine. E rischiano anche Thiemo de Bakker, nr 95, ed Andreas Haider-Maurer, nr. 74, che difendono rispettivamente i 65 del secondo turno ed i 180 punti della semifinale di Rio de Janeiro. Se nessuno di coloro che lo seguono fa più punti di lui in settimana, entra in top-100 a 18 anni e 117 giorni, tra i giocatori nati dal 1996 in avanti, solo Coric e Zverev hanno fatto meglio. Un anno fa di questi tempi era appena entrato tra i primi mille. Il servizio sembra già una garanzia, la stoffa c’è, probabilmente dovremo abituarci a vederlo ai piani alti della classifica.

 

Best ranking raggiunto anche dal giapponese Nishioka, un paio di anni più grande di Fritz, al quale i quarti di finale di Memphis hanno fruttato 20 posizioni ed occupa adesso il nr. 110 della classifica.

Passando ai meno giovani, Martin Klizan sfrutta al meglio i forfait del tabellone di Rotterdam e si aggiudica il suo primo torneo ATP 500. Recupera 14 posizioni ed arriva al nr. 27, a sole tre posizioni dal suo best ranking raggiunto ad aprile 2015. Il torneo di Rotterdam ha dato risultati quasi insperati anche al 34enne Nicolas Mahut che con la semifinale si è issato fino alla posizione nr. 40, anche lui a tre posizioni dal suo best ranking raggiunto nel 2014. E rivediamo finalmente risalire Nicolas Almagro che con la finale di Buenos Aires si riaffaccia quasi in top 50, nr. 53, lui che nel 2011 è stato anche nr. 9 ma sceso fino al nr. 173 per i problemi al piede. Posizione nr. 50 che ha invece raggiunto Paolo Lorenzi, ad un solo gradino dal suo best ranking.

Altro balzo significativo di questa settimana è quello di Ricardas Berankis che a Memphis ha colto la sua seconda semifinale in un torneo del circuito maggiore (l’altra nel 2012 sempre negli Stati Uniti, a Los Angeles, dove si era spinto fino in finale), più 23 posizioni per lui e posizione nr. 79.

Volevamo parlare solo di numeri positivi, ma per onore di bandiera non possiamo esimerci dal concludere con le 43 posizioni perse da Luca Vanni, scivolato al nr. 146, che a Memphis, eliminato al primo turno, non ha replicato quanto fatto lo scorso anno nello stesso periodo a San Paolo, dove era giunto fino in finale. Brutto colpo per lui soprattutto in chiave di qualificazione immediata per i tornei dello Slam.

Continua a leggere
Commenti

ATP

Race to Milano: sono sette gli azzurri nella Top 15

Ecco la situazione aggiornata per la corsa all’evento milanese di novembre

Pubblicato

il

Francesco Passaro - Challenger Milano 2022 (foto ufficio stampa)

All’appuntamento del 2022 con le Intesa Sanpaolo Next Gen Atp Finals mancano ancora diversi mesi, ma la corsa alle qualificazione è già entrata nel vivo in attesa di scoprire cosa riserveranno i tornei più importanti della US Open Series. Alle Next Gen Finals, come noto, potranno partecipare gli otto giocatori nati dopo il 31 dicembre 2000 che avranno ottenuto più punti ATP nell’arco della stagione. Il torneo si svolgerà dall’8 al 12 novembre.  

Restano immutate le prime posizioni, con Alcaraz che ha un grande vantaggio su Sinner. Ma come noto, l’obiettivo di questi due giocatori è qualificarsi alle ATP Finals di Torino. Dopo di loro il giovane con più punti è Lorenzo Musetti che ha un vantaggio importante sugli avversari. Risale in maniera significativa lo svizzero Stricker nono dopo aver vinto il Finaport Zug Open, battendo in finale Gulbis in tre set. Considerando che la corsa alle Next Gen Finals potrebbe comprendere i giocatori dalla posizione numero 3 a quella n.10, in questo momento sarebbero due gli italiani qualificati, con Passaro che si unirebbe a Musetti. Ma sono tanti gli azzurri che spingono nelle retrovie: in tutto sono 7 i nostri atleti nella Top 15.

PosizioneGiocatoreNazionePunti      Nato nel         Classifica Generale
1AlcarazSpagna428020034
2SinnerItalia1690200112
3MusettiItalia1141200230
4RuneDanimarca 1008200326
5DraperGBR620200159
6LeheckaRep. Ceca592200168
7NakashimaUsa492200161
8TsengTaipei423200183
9StrickerSvizzera3742002126
10PassaroItalia3652001144
11MisolicAustria3162001136
12ZeppieriItalia2852001143
13CobolliItalia2722002134
14NardiItalia2342003168
15MaestrelliItalia 2332002206

Paolo Michele Pinto

 

Continua a leggere

evidenza

ATP Ranking: Kyrgios in super ascesa, Sinner perde due posizioni

Nonostante i 1200 punti non assegnati da Wimbledon, l’australiano è già al N.37 e punta ad arrivare allo US Open da testa di serie. Sinner non difende il titolo a Washington ed è N.12

Pubblicato

il

È Nick Kyrgios ad avere impresso la maggior scossa al Ranking Atp. La nuova classifica diffusa nella giornata odierna, vede, infatti, Il vincitore del torneo ATP 500 di Wshington guadagnare 26 posizioni risalendo al 37° posto. L’australiano non era così in alto da febbraio 2020.

Per il resto, il re di Los Cabos rafforza la sua leadership: il russo Medvedev con il successo messicano allunga su Zverev e Nadal ancora fermi ai box per infortunio.

Il fatto di non essere sceso in campo a Washington per difendere il titolo conquistato nel 2021 costa due posti a Jannik Sinner, ma la scelta potrebbe pagare a breve raggio a cominciare dal torneo di Montreal.

 

Salgono di una posizione, a discapito dell’altoatesino, sia Hurkacz che Norrie. Da segnalare anche l’exploit di Yoshihito Nishioka: il finalista di Washington guadagna ben 42 posizioni dopo una straordinaria finale guadagnata e sale al N. 54.

La Top 20:
1. Daniil Medvedev (Rus) 7.875 punti
2. Alexander Zverev (Ger) 6.760
3. Rafael Nadal (Spa) 5.620
4. Carlos Alcaraz (Spa) 5.035
5. Stefanos Tsitsipas (Gre) 5.000
6. Novak Djokovic (Srb) 4.770
7. Casper Ruud (Nor) 4.685
8. Andrey Rublev (Rus) 3.710
9. Felix Auger-Aliassime (Can) 3.490
10. Hubert Hurkacz (Pol) 3.015
11. Cameron Norrie (Gbr) 2.985
12. Jannik Sinner (Ita) 2.895
13. Taylor Fritz (Stati Uniti) 2.860
14. Matteo Berrettini (Ita) 2.430
15. Diego Schwartzman (Arg) 2.245
16. Marin Cilic (Cro) 2.085
17. Reilly Opelka (Stati Uniti) 2.010
18. Roberto Bautista-Agut (Spa) 1.850
19. Grigor Dimitrov (Bul) 1.775
20. Gael Monfils (Fra) 1.615

Per quanto riguarda gli italiani, stabili sia Berrettini che Musetti (N.30), mentre Sonego guadagna una posizione. La strada verso Torino impone un cambio di marcia a Berrettini e Sinner già dal torneo canadese.

Restano cinque gli italiani tra i primi cento della graduatoria, con Fognini che perde cinque posizioni, ora è n. 60. Nota positiva per Vavassori che guadagna 34 posizioni e risale al n. 176.

Paolo Michele Pinto

Continua a leggere

evidenza

Ranking WTA: balzi di Garcia e Bouzkova, Trevisan scende al 26

Jasmine Paolini guadagna due posizioni dopo la semifinale a Varsavia: è al numero 58. Anche Errani in ascesa

Pubblicato

il

Caroline Garcia - Indian Wells 2022 (foto @BNPPARIBASOPEN)

Le vittorie a Varsavia e Praga rilanciano in classifica Caroline Garcia e Marie Bouzkova che sono le grandi protagoniste di questa classifica WTA. La francese recupera 13 posizioni e al N.32 è in zona teste di serie per il prossimo US Open. La ceca profeta in patria ne guadagna addirittura 20 salendo al N.46 due posti avanti rispetto alla giocatrice che ha battuto in finale: Anastasia Potapova.

Nella Top 10 unica variazione lo scambio di posizioni tra Muguruza e Collins con la spagnola che sale al N.8

LA CLASSIFICA WTA DI TENNIS AGGIORNATA

 
Classifica WTAVariazioneGiocatriceTorneiPunti
10Iga Swiatek168396
20Anett Kontaveit214476
30Maria Sakkari204190
40Paula Badosa244030
50Ons Jabeur184010
60Aryna Sabalenka193267
70Jessica Pegula163087
8+1Garbine Muguruza192886
9-1Danielle Collins162743
100Emma Raducanu222717
110Coco Gauff162647
120Daria Kasatkina212635
130Belinda Bencic192635
140Leylah Fernandez182534
150Karolina Pliskova162477
160Simona Halep182415
170Jelena Ostapenko182302
18+1Barbora Krejcikova182163
19-1Veronika Kudermetova212090
200Victoria Azarenka142016
210Jil Teichmann201985
220Amanda Anisimova171831
230Elena Rybakina221805
240Petra Kvitova191786
250Beatriz Haddad Maia351782
26-2Martina Trevisan321775
270Madison Keys181725
280Ekaterina Alexandrova211691
290Camila Giorgi191689
300Elise Mertens221515
310Angelique Kerber141419
32+13Caroline Garcia241405
33-1Alison Riske231401
34-1Irina-Camelia Begu201384
35-1Aliaksandra Sasnovich221341
36-1Sorana Cirstea241330
37-1Kaia Kanepi221317
380Alizè Cornet231271
39-2Sara Sorribes Tormo231266
40-1Shuai Zhang341240
41-1Naomi Osaka101235
42-1Yulia Putintseva211235
43-1Alison Van Uytvanck271235
44-1Elina Svitolina161201
45-1Shelby Rogers251179
46+20Marie Bouzkova191153
47-1Mayar Sherif331147
48+11Anastasia Potapova281136
49-2Clara Tauson211132
50-2Marketa Vondrousova161113

Sara Errani guadagna 7 posizioni nonostante lo sfortunato ritiro a Varsavia ed è al N.120 del ranking mondiale. Jasmine Paolini sale al N.56 recuperando 2 posizioni. Altrettante posizioni perse da Martina Trevisan, la N.1 d’Italia scende al N.26.

LA CLASSIFICA WTA DELLE TENNISTE ITALIANE

Classifica WTAVariazioneGiocatriceTorneiPunti
26-2Martina Trevisan321775
290Camila Giorgi191689
56+2Jasmine Paolini281064
650Lucia Bronzetti36894
1050Elisabetta Cocciaretto23641
120+7Sara Errani26544
192+2Lucrezia Stefanini37339
266+3Camilla Rosatello29245
275-40Federica Di Sarra28232
276+1Giulia Gatto-Monticone25232
326+8Martina Di Giuseppe35182
347-42Cristiana Ferrando24165
356+47Anna Turati24162
374+62Angelica Moratelli28146
384-1Lisa Pigato27141
417+29Nuria Brancaccio28121
420+7Deborah Chiesa18121
450+1Stefania Rachel Rubini23108
460-3Bianca Turati22104
462+24Jessica Pieri21103

NEXT-GEN RANKING: LE GIOVANI TENNISTE IN ASCESA

Nessuna variazione di rilievo nella classifica Under 21 guidata dalla coppia Raducanu-Gauff

PosizioneVariazioneGiocatriceAnnoClassifica WTA
10Emma Raducanu200210
20Cori Gauff200411
30Leylah Fernandez200214
40Clara Tauson200248
50Qinwen Zheng200251
60Marta Kostyuk200274
70Diane Parry200276
80Linda Noskova200494
9+1Daria Snigur2002125
10-1Elina Avanesyan2002129

LA RACE

Nella Race che tiene conto dei risultati dal 1° gennaio, incolmabile il vantaggio di Iga Swiatek sulle inseguitrici. Poi Jabeur e Gauff fino a Badosa al settimo posto tutte sopra i 2000 punti in classifica

PosizioneVariazioneGiocatriceTorneiPunti
10Iga Swiatek117350
20Ons Jabeur122990
30Coco Gauff122262
40Jessica Pegula112232
50Maria Sakkari132182
60Daria Kasatkina142072
70Paula Badosa132008
80Belinda Bencic131876
90Veronika Kudermetova131783
100Danielle Collins81757
11+1Anett Kontaveit111736
12-1Madison Keys121678
130Simona Halep111661
140Jelena Ostapenko121572
150Aryna Sabalenka141538
160Amanda Anisimova111516
170Ekaterina Alexandrova131316
180Martina Trevisan121287
190Elena Rybakina141208
200Beatriz Haddad Maia131201

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement