Miami Open, il LIVE del day 8

Senza categoria

Miami Open, il LIVE del day 8

MIAMI – Risultati, dichiarazioni e aggiornamenti di ogni genere. La nostra diretta dalla Florida per il Miami Open

Pubblicato

il

 
 

Il programma del Day 8: sveglia alle 03 per Zverev-Kyrgios

Il tabellone maschile
Il tabellone femminile

I RISULTATI LIVE

 

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

22:30 – Per scaldarci in vista della nottata: tutto il meglio di Zverev vs Kyrgios nel 2017

22:20 – Fernando Verdasco vince un bel ciambellone: Pablo Carreno Busta si è svegliato parecchio incarognito oggi e gli rifila un netto 6-0 nel primo set. Non sembra che la polemica con Kyrgios gli abbia fatto troppo bene

22:00 – GAME, SET AND MATCH DEL POTRO (6-4 6-2)! Era stata davvero una falsa partenza quella dell’argentino che dopo aver rimontato nel primo parziale ha nettamente dominato il secondo: Krajinovic paga il suo tennis ‘troppo’ regolare, incapace di scalfire le difese di Delpo. Ora la sfida contro Raonic

21:40 – GAME, SET AND MATCH TIAFOE (6-7 6-2 7-6)! È lo statunitense ad avere il sangue più freddo alla ripresa del gioco. Tiafoe domina il tie-break e accede agli ottavi, ma non avrà troppo tempo per riposare perché tra circa due ore ci sarà Anderson ad attenderlo.

21:20 – SET DEL POTRO (6-4)! Come non detto, il buon Delpo doveva soltanto togliere il pigiama: rientrato in assetto da tennista ha piazzato un parziale di cinque game a zero per aggiudicarsi il primo parziale. Sono in campo anche Tiafoe e Berdych, che hanno ripreso dal 5-4 nel terzo set e sono adesso al tie-break decisivo

20:45 – Sono entrati in campo del Potro e Krajinovic. La partenza dell’argentino non è stata delle migliori: Krajinovic subito avanti 3-1

20:15 – GAME, SET AND MATCH STEPHENS (6-1 6-2)! Prestazione strepitosa della campionessa di Flushing Meadows che strapazza Angelique Kerber e a fine partita afferma: “Bisogna uscire dalla propria zona di comfort per ottenere i migliori risultati“. Sembra proprio esserci riuscita Sloane, che lunedì prossimo entrerà in top 10

20:00 – GAME, SET AND MATCH RAONIC (6-3 6-4)! Ordinaria amministrazione per il canadese che batte in due set Jeremy Chardy senza soffrire. L’asticella potrebbe alzarsi vertiginosamente al prossimo turno: arriverà il vincente tra del Potro e Krajinovic

18:40 – STATS: Isner aveva vinto due match in tutto il 2018 prima di Miami, qui in Florida ne ha già vinti tre. Chung invece non ha ancora perso il servizio in tutto il torneo

18:40 – GAME, SET AND MATCH ISNER! (7-6 6-3) Va fuori dal torneo la più alta testa di serie rimasta: Marin Cilic (n.2 del seeding) non riesce quasi mai a impensierire lo statunitense a servizio e paga soprattutto un pessimo tie-break. Ai quarti sarà Isner-Chung

18:36 – Potrebbe essere il break decisivo quello che Isner ha appena operato ai danni di Cilic: 5-3 per lo statunitense, che ora andrà a servire per il match. Il croato deve inventarsi un game di risposta superlativo, ma finora non ha visto alcuna palla break

18:18 – GAME, SET AND MATCH CHUNG! (6-4 6-3) – In 70 minuti di gioco Hyeon Chung vola ai quarti di finale dove incontrerà uno tra Isner e Cilic (2-2 nel secondo set). I due non hanno potuto vederlo giocare, e data la prova di forza forse è meglio così

18:00 – BONUS VIDEO: ‘ok, è impossibile sbagliare, ma se proprio volessi riuscirci come potrei fare?

18:00 – SET ISNER (7-6)! Long John, forse offeso perché non l’abbiamo inserito tra i match di giornata, rifila un bel cappotto a Cilic nel tie-break: sette punti a zero e statunitense avanti. Nel frattempo Chung sta macinando tennis con una solidità impressionante ed è già avanti di un break nel secondo set (3-1)

17:45 – SET CHUNG (6-4)! Il coreano tiene il vantaggio senza problemi e fa suo il primo set. Cilic e Isner viaggiano entrambi con oltre il 90% di punti vinti sulla prima di servizio: il punteggio è inevitabilmente ancora in parità (5-5) e c’è l’ovvio odore di tie-break

17:35 – Le partite procedono con il medesimo ritmo: entrambe 4-3, a condurre sono Cilic e Chung. Il coreano però è in vantaggio di un break

17:10 – Si parte con Isner-Cilic e Sousa-Chung: il programma femminile prenderà il via alle 19 con Stephens-Kerber

17:00 – Ottava giornata di gioco a Miami, undici incontri in programma. In campo tutti gli ottavi di finale maschili (più la prosecuzione del match interrotto ieri tra Berdych e Tiafoe, con l’americano avanti 5-4 nel set decisivo) e i quarti di finale della parte alta del tabellone femminile. Si inizia con Isner-Cilic (Stadium) e Chung-Sousa (Grandstand)


SCELTI DALLA REDAZIONE: i match da NON perdere del day 8

– Stephens vs Kerber (ore 19 circa): gli ottimisti dicono che Sloane sta tornando sui livelli che le hanno permesso di vincere il suo primo e finora unico Slam – i simpaticoni che ha soltanto finito i soldi del prize money: quale modo migliore per dimostrarlo se non battendo una delle giocatrici migliori di questo inizio di 2018, dopo aver messo al tappeto Muguruza?

Shapovalov vs Coric (ore 23 circa): “el Shapo’, come lo ha già rinominato il nostro Baldissera, ha vinto due partite piuttosto dure qui a Miami; contro Querrey ha persino fatto ricorso a un ‘mezzuccio’ da cagnaccio navigato, un MTO nel momento cruciale del terzo set. Coric a Miami è stato a un passo dal battere Federer, e la cura Piatti sta già dando i suoi frutti. L’unico precedente è recentissimo: nella sfida casalinga di Davis si è imposto il croato con triplo 6-4. Che sia o meno l’inizio di una nuova rivalità, quella di oggi è una partita da seguire con grande attenzione

A. Zverev vs Kyrgios (IL PREFERITO DELLA COMMUNITY – ore o3 circa): il bilancio delle cinque sfide dice Kyrgios di misura (3-2) e la sensazione in questo matchup è che l’esito dipenda più dall’australiano che dal tedesco. Soprattutto se Nick saprà ripetere la prestazione offerta al servizio contro Fognini. Sascha non sta entusiasmando, ma che non gli piaccia perdere contro Nick pare abbastanza evidente. Ultimo precedente in Davis (vittoria Zverev), 12 mesi fa a Miami si incontrarono ai quarti ai Miami (vittoria Kyrgios). Per i nottambuli, da qualunque parte siate schierati: questa è una partita dove si tifa sempre per qualcuno


Cosa è successo nel DAY 7?

I nostri approfondimenti


SUNSHINE DRIVE, IL PODCAST

https://www.spreaker.com/user/ubitennis/20-thats-my-fucking-dad_2

LA DIRETTA FACEBOOK DEI NOSTRI INVIATI

Miami Open Live Day 7

Miami Open live day 7

Pubblicato da Ubitennis su Martedì 27 marzo 2018

Continua a leggere
Commenti

Flash

Medvedev e le 250 vittorie ATP. Quanto tempo ci hanno messo Nadal, Djokovic e Federer?

Il n. 1 del mondo Daniil Medvedev ha completato 1/4 del lavoro per entrare nel “Club dei 1000”. Vediamo a che età l’hanno fatto i Big 3 e Zverev

Pubblicato

il

Daniil Medvedev - US Open 2021 (Pete Staples/USTA)

Questa settimana, Daniil Medvedev ha raggiunto un piccolo traguardo. “Piccolo” considerando che Daniil è attualmente il numero 1 del mondo ed è stato il primo e finora unico della sua generazione a vincere uno Slam. Tuttavia, il non particolarmente prestigioso successo sul n. 224 Rinky Hijikata a Los Cabos è stato il 250° nel Tour maggiore. 250 vittorie significa (per noi, lui probabilmente non ci pensa) che è a un quarto del percorso per entrare in quel “Club delle 1000 vittorie” del quale fanno parte solo cinque tennisti nell’era open: Connors, Federer, Lendl, Nadal e pochi mesi Djokovic (qui l’approfondimento di Ferruccio Roberti sul traguardo raggiunto dal serbo).

Dal momento che da una quindicina d’anni a questa parte nessun tennista può godersi un bel risultato senza che qualcuno rimarchi che almeno uno tra Roger, Rafa e Nole lo aveva già fatto da tempo e pure meglio (?), non vediamo il motivo per non essere noi, stavolta, quel qualcuno. Andiamo allora a vedere a che età ciascun componente del Big3 ha raggiunto le 250 vittorie ATP, tenendo presente che Medvedev ha 26 anni e quasi sei mesi (manca una settimana).

Novak Djokovic ha raggiunto le 250 vittorie durante il Masters 1000 di Shanghai del 2009, quindi all’età di 22 anni e 5 mesi.

 

Anche Rafael Nadal ci è arrivato in ottobre e in un Masters 1000, però quello di Bercy nel 2007, a 21 anni 5 mesi.

Per quanto riguarda Roger Federer, ha fatto 250 a Dubai nel marzo 2004, dunque alla veneranda età di 22 anni e 7 mesi, il più lento dei Tre.

Parlando invece dei giocatori che rientrano nella sua generazione, Alexander Zverev ci è arrivato nel 2020 anche lui nel torneo novembrino di Bercy, a 23 anni e 6 mesi; mentre ora è a 339. Per dare un’ulteriore riscontro, Stefanos Tsitsipas è a 230 successi a 23 anni precisi.

Questo ci insegna due cose che peraltro già sapevamo. La prima è che i paragoni con il Big 3 non si dovrebbero fare; la seconda è che, però, sono sempre divertenti. L’importante è che quello che arriva in ritardo di quattro anni non ci rimugini su troppo…

Il tabellone completo dell’ATP 250 di Los Cabos

Continua a leggere

Senza categoria

Torna Ubitennis Twitter Space per discutere della stagione nordamericana e dello sport USA in generale

Appuntamento sull’account Twitter di Ubitennis mercoledì 27 luglio alle ore 20

Pubblicato

il

Logo Twitter

Mercoledì 27 luglio alle ore 20 circa tornerà l’appuntamento con il Twitter Space di Ubitennis, lo spazio che consente ai lettori di interagire discutendo degli argomenti di attualità e non solo del circuito tennistico.

I nostri Vanni Gibertini e Marco Lorenzoni, oltre a toccare i punti caldi dell’attualità, introdurranno la stagione nordamericana del circuito tennistico parlando della differenza tra il modo di vivere gli eventi sportivi del pubblico statunitense e di quello che invece succede in Europa. Partendo dal punto di vista privilegiato di chi può osservare lo sport americano da vicino, Marco e Vanni faranno le loro valutazioni rispondendo alle eventuali domande degli ascoltatori.

Per partecipare al Twitter Space di Ubitennis bisogna avere un proprio profilo Twitter ed essere folllower di Ubitennis (@Ubitennis). Quando lo spazio verrà aperto, mercoledì 27 luglio alle 20 circa riceverete una notifica che vi permetterà di entrare nello spazio di discussione. Sarà necessario collegarsi con uno smartphone o con un tablet per poter partecipare alla sessione.

 

Continua a leggere

Flash

Ubaldo Scanagatta a Radio Sportiva: “Ci sono tre italiani in corsa per le ATP Finals di Torino”

Il Direttore Scanagatta in diretta radio parla del trionfo di Musetti, di Alcaraz battuto da tre italiani quest’anno e della situazione in classifica degli azzurri

Pubblicato

il

Lorenzo Musetti - Amburgo 2022 (foto Twitter @ATPTour_ES)

Dopo la splendida vittoria di Lorenzo Musetti al Hamburg European Open di Amburgo, il Direttore di Ubitennis Ubaldo Scanagatta parla della giornata del tennis italiano parlando anche delle partite di Matteo Berrettini a Gstaad e Lucia Bronzetti a Palermo.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement