Il LIVE da Madrid: la settima giornata

Senza categoria

Il LIVE da Madrid: la settima giornata

Risultati, dichiarazioni e aggiornamenti di ogni genere. La nostra diretta del Mutua Madrid Open

Pubblicato

il

L’ordine di gioco, i campi e gli orari del DAY 7
Il tabellone maschile – Il tabellone femminile

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

19:20 – Thiem completa l’impresa: dopo quasi un anno è di nuovo lui a battere Nadal sulla terra battuta. Federer torna N.1 del mondo per almeno una settimana

 

18:28: Dominic Thiem fa la storia: dopo 50 set consecutivi, Rafael Nadal perde il primo per 7-5. L’austriaco era stato l’ultimo a riuscirci al Foro Italico un anno fa. 1h05 la durata del primo set

17:30: Iniziato sul Centrale il quarto di finale tra Rafael Nadal e Dominic Thiem, rivincita della finale dello scorso anno

17:00 – Kiki Bertens strapazza Caroline Garcia 6-2 6-2 ed è la prima finalista del Madrid Open

16:18 – Kiki Bertens domina il primo set: netto 6-2 a Caroline Garcia

15:45 – Iniziata sul Centrale la prima semifinale del singolare femminile: Kiki Bertens affronta Caroline Garcia

15:25 – Dopo 10 sconfitte su 10 tentativi, l’undicesimo è quello buono per Kevin Anderson: il sudafricano conquista la prima semifinale in carriera in un Masters 1000 sulla terra battuta di Madrid battendo Dusan Lajovic in 3 set. Attende il vincente di Nadal-Thiem


12:48 – Continuano le dirette di Ubitennis dalla Caja Magica di Madrid, con i nostri due inviati Luca Baldissera e Ferruccio Roberti. Giornata di quarti di finale per l’ATP Masters 1000 e di semifinali per il WTA Premier Mandatory. Si parte alle ore 13 con la sfida tra il qualificato Dusan Lajovic e il sesto favorito del seeding Kevin Anderson. Il sudafricano ha vinto l’unico precedente giocato lo scorso anno a Miami (6-2 7-5)


LE CRONACHE DEL DAY 6

APPROFONDIMENTI

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

La proposta di Ubitennis: gli Internazionali d’Italia nelle date del Roland Garros

Il torneo di Roma a oggi è ancora regolarmente in programma, ma c’è incertezza per la diffusione dell’emergenza sanitaria. Le due settimane lasciate libere dallo Slam francese potrebbero salvarlo, a patto di “bloccarle” prima della concorrenza

Pubblicato

il

Le date lasciate libere dal Roland Garros – slittato nelle due settimane che vanno dal 20 settembre al 4 ottobre – possono diventare un’opportunità per recuperare parte della stagione europea su terra. Perché no, proprio gli Internazionali d’Italia. Il combined event di Roma (10-17 maggio) non è oggi compreso nelle cancellazioni, ma l’aria che tira a livello continentale mette comunque a forte rischio l’appuntamento di maggio al Foro Italico. Arriva quindi dal direttore Ubaldo Scanagatta la proposta di iniziare a valutare lo spostamento del Masters 1000 e del WTA Premier 5 di Roma proprio in una delle due settimane lasciate libere dallo Slam francese. Il calendario internazionale risulta infatti libero, in questo momento, tra il 24 maggio e il 7 giugno.

Chiaramente, ogni discorso è legato all’auspicabile rientro dell’emergenza coronavirus. Purtroppo difficile da prevedere nei tempi, al punto da aver indirizzato la UEFA al rinvio dell’Europeo di calcio. La mossa strategica sarebbe però ardita e quindi andrebbe tentata in tempo utile anche per anticipare eventuali concorrenti nell’accaparrarsi gli spazi liberi. “Di sicuro all’Atp non dispiacerebbe – è il pensiero che potete trovare nell’editoriale -, e Binaghi e soci pur di salvare capra e cavoli ci potrebbero provare. Ma se Montecarlo, Madrid o altri tornei volessero conquistarsi le settimane lasciate vacanti dal Roland Garros, a chi l’ATP darebbe priorità senza scatenare un putiferio per il privilegio assegnato?.

Continua a leggere

Senza categoria

Finali Coppa Davis: oggi alle 17 (in diretta streaming) il sorteggio dei gironi. Chi tocca all’Italia?

Si decidono i sei gironi delle prossime Davis Cup Finals di Madrid (23-29 novembre). L’Italia in seconda fascia. Diretta disponibile sui siti web della Coppa Davis

Pubblicato

il

Finali Coppa Davis 2019, Madrid (photo by Pedro Salado/Kosmos Tennis)

Mentre da un lato a causa del Coronavirus si valuta se bloccare o meno i tornei dei circuiti ATP e WTA, dall’altro il tennis è proiettato già al finale di stagione. Oggi, giovedì 12 marzo, nella sede dell’ITF a Londra alle ore 17 italiane (le 16 in Gran Bretagna), si terrà il sorteggio delle prossime Davis Cup Finals, in programma dal 23 al 29 novembre a Madrid. La Caja Magica ospiterà le 18 squadre finaliste (tra cui anche l’Italia, qualificata grazie al 4-0 sulla Corea del Sud maturato a Cagliari lo scorso weekend), che verranno divise in sei gironi ognuno formato da tre nazioni. Sarà possibile seguire il sorteggio in diretta sui siti web DavisCup.com e DavisCupFinals.com.

Le squadre sono state divise in tre fasce:

Fascia 1
1. Spagna (3, campione in carica)
2. Canada (6, finalista)
3. Francia (1, wild card)
4. Croazia (2)
5. USA (5)
6. Serbia (7, wild card)

 

Fascia 2
Germania (8)
Italia (9)
Gran Bretagna (10, semifinalista)
Australia (11)
Kazakistan (12)
Russia (13, semifinalista)

Fascia 3
Svezia (14)
Austria (15)
Repubblica Ceca (17)
Colombia (18)
Ungheria (23)
Ecuador (24)

Continua a leggere

Senza categoria

Coronavirus: ulteriori precauzioni a Indian Wells e Miami

Si intensificano le misure precauzionali durante il Sunshine Double

Pubblicato

il

Indian Wells 2019 (foto via Twitter, @BNPPARIBASOPEN)

I due eventi del Sunshine Doubles – Indian Wells e Miami – e il torneo femminile di Charleston, hanno preso ulteriori provvedimenti per tentare di contenere l’espansione e il contagio del Covid-19, diffusosi ormai anche in California, Florida e negli altri Stati d’America. Oltre alla distribuzione e utilizzo di disinfettanti negli impianti che ospiteranno le competizioni, viene confermata la misura secondo la quale verranno limitati i contatti tra giocatori, raccattapalle, addetti ai lavori e pubblico. In particolare, i raccattapalle non porgeranno più l’asciugamano agli atleti durante gli incontri; questi avranno a disposizione una sedia a fondocampo su cui appoggiare il proprio asciugamano e saranno loro a gestirne l’utilizzo. Non solo. I ball boys e le ball girls non porgeranno ai giocatori in campo neanche bottiglie d’acqua o bevande varie e indosseranno i guanti durante gli incontri. I giocatori e i bimbi che li accompagnano all’ingresso in campo non si prenderanno per mano.

Alla fine dei match e delle sessioni di allenamento niente lancio di asciugamani, fascette, magliette o qualsiasi oggetto agli spettatori. Gli atleti non dovranno neppure accettare penne, palline, indumenti, ecc. da parte dei fans per firmare gli autografi.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement