WTA Ranking: Osaka nuova regina, Kvitova si ferma al numero 2

Focus

WTA Ranking: Osaka nuova regina, Kvitova si ferma al numero 2

Naomi Osaka è meritatamente la 26a regina della WTA. A Petra sfugge ancora una volta il primato e si accontenta della seconda posizione. Aryna Sabalenka in top10, suo best ranking

Pubblicato

il

Naomi Osaka e Petra Kvitova - Australian Open 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

Prima di parlare di Naomi Osaka, vorrei spendere due parole su Petra Kvitova. Sembra proprio che, per la ceca, il n.1 del ranking sia una posizione “maledetta”. Come nel 2012, le sue possibilità si sono giocate all’Australian Open. All’epoca il sogno si infranse in semifinale, sconfitta da Sharapova, e sembrava che l’appuntamento fosse solo rimandato. Oggi sul treno ci è salita una giovane campionessa che non pare intenzionata a mollare il trono facilmente. A quasi 29 anni, il n.2 sarà probabilmente la posizione più alta mai raggiunta da Petra in carriera? Sarei ben felice di sbagliarmi perché, con due Wimbledon e un Masters,  Kvitova non sfigurerebbe nella stretta cerchia di atlete (con Osaka sono 26) capaci di arrivare in cima alla classifica. Nel 2018 ha vinto 5 tornei (St. Petersburg, Doha, Praga, Madrid, Birmingham), mentre il rendimento negli Slam è stato scadente (2 primi turni e 2 terzi turni). Quest’anno è partita aggiudicandosi il trofeo a Sydney e arrivando in finale a Melbourne.

Come tutti già sanno, con il secondo titolo Slam consecutivo, Naomi Osaka sale al primo posto. Non ho molto da aggiungere a quanto è già stato detto o scritto in questi giorno. Mi accodo a quanti sostengono che potremmo essere davanti alla prossima dominatrice del tennis femminile. Nei prossimi mesi, i risultati più rilevanti da difendere sono il titolo a Indian Wells e una semifinale a Nottingham, oltre, ovviamente, al trofeo degli US Open, a settembre.

 

In top10 e, più in generale, in top20, ci sono molte variazioni significative, com’è consuetudine dopo uno Slam. Tra le dieci perdono terreno Simona Halep (-2, n.3), Angelique Kerber (-4, n.6), Caroline Wozniacki (-6, n.9). Guadagnano posizioni Sloane Stephens (+1, n.4), Karolina Pliskova (+3, n.5) e Kiki Bertens (+1, n.8). Entra in top ten Aryna Sabalenka (+1, n.10), che prende il posto di Kasatkina (-2, n.12).

Si avvicina alle dieci Serena Williams (+5, n.11). Progressi anche per Garbiñe Muguruza (+3, n.15) mentre non è un buon momento per Julia Goerges (-3, n.16) e per Elise Mertens (-7, n.21), in uscita dalla top20.  Segnano il best ranking Ashleigh Barty (+1, n.14) e Qiang Wang (+3, n.18).

Classifica WTA Variazione Giocatrice Punti Tornei
1 3 Naomi Osaka 7030 20
2 4 Petra Kvitova 6290 22
3 -2 Simona Halep 5582 16
4 1 Sloane Stephens 5307 21
5 3 Karolina Pliskova 5100 23
6 -4 Angelique Kerber 4965 19
7 0 Elina Svitolina 4940 19
8 1 Kiki Bertens 4430 25
9 -6 Caroline Wozniacki 3566 19
10 1 Aryna Sabalenka 3485 25
11 5 Serena Williams 3406 10
12 -2 Daria Kasatkina 3355 25
13 -1 Anastasija Sevastova 3330 23
14 1 Ashleigh Barty 3285 20
15 3 Garbiñe Muguruza 3035 22
16 -3 Julia Goerges 2995 24
17 0 Madison Keys 2786 16
18 3 Qiang Wang 2605 23
19 0 Caroline Garcia 2550 24
20 0 Anett Kontaveit 2355 24

In top100, Danielle Collins (+12, n.23) si avvicina alla top20, Dayana Yastremska (+10, n.47) entra in top50. Ottimi progressi anche per Amanda Anisimova (+25, n.62), Bianca Andreescu (+38, n.68) e Anastasia Potapova (+10, n.79). Altri movimenti di una certa rilevanza, sia in salita che in discesa sono:

32           +12        [RUS]    Anastasia Pavlyuchenkova
37           +6           [GRE]    Maria Sakkari
43           +6           [SUI]      Belinda Bencic
81           +10        [RUS]    Margarita Gasparyan
90           +11        [CZE]     Kristyna Pliskova

38           -5            [CZE]     Katerina Siniakova
46           -5            [AUS]    Daria Gavrilova
48           -14         [CZE]     Barbora Strycova
70           -19         [SVK]     Magdalena Rybarikova
83           -16         [THA]    Luksika Kumkhum
85           -17         [USA]    Bernarda Pera
87           -16         [EST]      Kaia Kanepi

CASA ITALIA

Hanno quasi tutte segno negativo le variazioni delle prime 20 italiane in classifica: su tutte, Sara Errani (-8, n.122), Martina Di Giuseppe (-6, n.198), Jasmine Paolini (-4, n.208). Camila Giorgi (+1, n.27) è stabile in top30,  Martina Trevisan (n.170), fa registrare un lusinghiero +16. Di seguito le prime 20 giocatrici italiane presenti nel ranking WTA:

Classifica WTA Variazione Giocatrice Punti Tornei
27 1 Camila Giorgi 1705 20
122 -8 Sara Errani 492 13
170 16 Martina Trevisan 344 22
198 -6 Martina Di Giuseppe 303 23
208 -4 Jasmine Paolini 289 30
216 4 Giulia Gatto-Monticone 277 30
231 -2 Anastasia Grymalska 254 27
266 -3 Deborah Chiesa 194 27
302 1 Jessica Pieri 151 19
321 -5 Stefania Rubini 134 21
377 0 Federica Di Sarra 95 21
379 -16 Georgia Brescia 93 22
384 -9 Camilla Rosatello 89 14
386 -3 Gaia Sanesi 88 13
396 -4 Martina Caregaro 84 19
426 -5 Lucrezia Stefanini 72 17
445 -8 Cristiana Ferrando 63 19
451 -3 Martina Colmegna 60 17
468 -2 Dalila Spiteri 55 11
501 0 Lucia Bronzetti 46 13

NEXT GEN RANKING

Dayana Yastremska si conferma leader del ranking delle giovani. Dietro di lei risalgono, rispetto alla classifica Next Gen precedente gli Australian Open, Amanda Anisimova (+1, n.2) e Bianca Andreescu (+2, n.3). Entra in classifica la polacca Iga Swiatek (n.7).  (Nel Next Gen ranking del 2018 rientrano le giocatrici nate dopo il 1° gennaio 1999).

Posizione Variazione Giocatrice Anno Classifica WTA
1 0 Dayana Yastremska 2000 47
2 1 Amanda Anisimova 2001 62
3 2 Bianca Andreescu 2000 68
4 -2 Marketa Vondrousova 1999 73
5 -1 Anastasia Potapova 2001 79
6 0 Olga Danilovic 2001 111
7 Iga Swiatek 2001 140
8 1 Claire Liu 2000 141
9 -1 Sofya Zhuk 1999 143
10 -3 Marta Kostyuk 2002 155

NATION RANKING

Le prime due posizioni sono sempre degli Stati Uniti e della Repubblica Ceca. Crolla al n.5 la Germania. Due posti in meno per l’Australia, che si ferma al n.9. (Il Nation Ranking si ottiene sommando il ranking delle prime tre giocatrici di ciascuna nazione).

Posizione Variazione Nazione Punteggio
1 0 Stati Uniti 32
2 0 Repubblica Ceca 45
3 1 Russia 73
4 1 Ucraina 78
5 -2 Germania 88
6 0 Bielorussia 94
7 1 Cina 100
8 1 Romania 102
9 -2 Australia 109
10 0 Francia 113

 

LE TOP 50            
WTA Rank Variazione Nazionalità Giocatrice Anni Punti Tornei
1 3 [JPN] Naomi Osaka 21 7030 20
2 4 [CZE] Petra Kvitova 28 6290 22
3 -2 [ROU] Simona Halep 27 5582 16
4 1 [USA] Sloane Stephens 25 5307 21
5 3 [CZE] Karolina Pliskova 26 5100 23
6 -4 [GER] Angelique Kerber 31 4965 19
7 0 [UKR] Elina Svitolina 24 4940 19
8 1 [NED] Kiki Bertens 27 4430 25
9 -6 [DEN] Caroline Wozniacki 28 3566 19
10 1 [BLR] Aryna Sabalenka 20 3485 25
11 5 [USA] Serena Williams 37 3406 10
12 -2 [RUS] Daria Kasatkina 21 3355 25
13 -1 [LAT] Anastasija Sevastova 28 3330 23
14 1 [AUS] Ashleigh Barty 22 3285 20
15 3 [ESP] Garbiñe Muguruza 25 3035 22
16 -3 [GER] Julia Goerges 30 2995 24
17 0 [USA] Madison Keys 23 2786 16
18 3 [CHN] Qiang Wang 27 2605 23
19 0 [FRA] Caroline Garcia 25 2550 24
20 0 [EST] Anett Kontaveit 23 2355 24
21 -7 [BEL] Elise Mertens 23 2335 24
22 0 [LAT] Jelena Ostapenko 21 2242 22
23 12 [USA] Danielle Collins 25 1934 23
24 0 [UKR] Lesia Tsurenko 29 1896 19
25 -2 [ESP] Carla Suárez Navarro 30 1793 21
26 -1 [SVK] Dominika Cibulkova 29 1735 20
27 1 [ITA] Camila Giorgi 27 1705 20
28 -2 [ROU] Mihaela Buzarnescu 30 1700 26
29 1 [RUS] Maria Sharapova 31 1662 13
30 -1 [CRO] Donna Vekic 22 1580 24
31 -4 [TPE] Su-Wei Hsieh 33 1570 25
32 12 [RUS] Anastasia Pavlyuchenkova 27 1520 24
33 -2 [BLR] Aliaksandra Sasnovich 24 1520 22
34 2 [USA] Venus Williams 38 1385 12
35 -3 [CRO] Petra Martic 28 1355 20
36 1 [USA] Sofia Kenin 20 1319 25
37 6 [GRE] Maria Sakkari 23 1284 25
38 -5 [CZE] Katerina Siniakova 22 1277 24
39 -1 [GBR] Johanna Konta 27 1255 24
40 2 [CHN] Shuai Zhang 30 1250 25
41 -2 [KAZ] Yulia Putintseva 24 1240 24
42 -2 [CHN] Saisai Zheng 24 1205 26
43 6 [SUI] Belinda Bencic 21 1166 21
44 1 [FRA] Kristina Mladenovic 25 1155 28
45 3 [SVK] Viktoria Kuzmova 20 1149 28
46 -5 [AUS] Daria Gavrilova 24 1145 24
47 10 [UKR] Dayana Yastremska 18 1119 21
48 -14 [CZE] Barbora Strycova 32 1101 23
49 -2 [AUS] Ajla Tomljanovic 25 1100 24
50 -4 [FRA] Alizé Cornet 29 1080 26

 

RACE TO SHENZHEN
Posizione Variazione Nazionalità Giocatrice Punti
1 16 [JPN] Naomi Osaka 21
2 -1 [CZE] Petra Kvitova 28
3 -1 [CZE] Karolina Pliskova 26
4 147 [USA] Danielle Collins 25
5 1 [AUS] Ashleigh Barty 22
6 4 [CAN] Bianca Andreescu 18
7 120 [RUS] Anastasia Pavlyuchenkova 27
8 -4 [BLR] Aliaksandra Sasnovich 24
9 [UKR] Elina Svitolina 24
10 [USA] Serena Williams 37
11 -3 [BLR] Aryna Sabalenka 20
12 -7 [USA] Sofia Kenin 20
13 -6 [UKR] Lesia Tsurenko 29
14 -2 [SUI] Belinda Bencic 21
15 18 [LAT] Anastasija Sevastova 28
16 20 [GER] Angelique Kerber 31
17 -14 [CHN] Shuai Peng 33
18 -7 [NED] Kiki Bertens 27
19 45 [RUS] Maria Sharapova 31
20 △47 [USA] Amanda Anisimova 17

Continua a leggere
Commenti

ATP

Montecarlo: Tsitsipas sul filo dei nervi, Herbert fa saltare il banco

Il francese elimina Nishikori, finalista uscente, che verrà scavalcato da Anderson al numero sei del mondo. Il greco non convince fino in fondo contro Kukushin: agli ottavi trova Medvedev che l’ha sempre battuto

Pubblicato

il

Stefanos Tsitsipas - Montecarlo 2019 (foto via Twitter, @ATP_Tour)

Senza strafare e sbagliando spesso, Stefanos Tsitsipas supera il non impossibile ostacolo Kukushin nel suo match d’esordio a Montecarlo. I margini di miglioramento per il greco sembrano enormi, non essendoci stati lampi di gran gioco e nemmeno di dimostrazioni continuità. Il primo set gira quando il kazako, tendenzialmente solido in risposta, concede il break all’ottavo game. Rapsodico il secondo parziale, in cui sono ben cinque i turni di servizio non rispettati: è chiaro chi comanda le operazioni, ma il numero otto del mondo paga una complessiva mancanza di tranquillità e la scarsa incisività al servizio (solo due gli ace totali).

Sotto di un break in due occasioni, Kukushin se li riprende trascinandola fino al cinque pari. Tsitsipas vive sul filo dei nervi, accumula steccate ma si aggrappa al rovescio per strappare il turno di battuta decisivo che lo porta sul 6-5. L’esultanza è un urlo che lascia trasparire tutta la tensione. Alla fine la porta a casa capitalizzando i 22 vincenti contro 14, ma servirà ben altro approccio contro Daniil Medvedev che lo attende agli ottavi dopo aver lasciato appena tre game a Radu Albot. Il russo ha avuto la meglio, sul veloce, in tutti e tre i precedenti disputati nel 2018.

 

La sorpresa di giornata arriva dal centrale, dove Pierre-Hugues Herbert fa saltare il banco battendo in due set il finalista uscente Kei Nishikori. Per il doppista francese (49 ATP) arriva così il terzo successo in carriera contro un top 10, il primo su terra dove non aveva mai avuto la meglio nei tre precedenti. La perdita di 510 punti costerà sicuramente al giapponese lo scivolamento dal numero sei al numero sette del mondo, a beneficio di Kevin Anderson. Il rischio diventerebbe un doppio sorpasso nel caso Tsitsipas dovesse spingersi molto avanti nel torneo.

In un match in cui nessuno dei due raggiunge il 60% di prime in campo, Herbert firma il 7-5 sull’unica palla break a suo favore dopo averne annullate ben sei nei game precedenti. L’andamento non cambia nel secondo parziale, che gira sempre all’ultimo gioco che vede il giapponese sciogliersi al servizio. Agli ottavi sarà Herbert-Coric: il croato ha perso entrambi i precedenti ma tra il 2013 e il 2014. Quando la carta d’identità e i rapporti di forza erano ben diversi.

Risultati:

[10] D. Medvedev b. R. Albot 6-1 6-2
[6] S. Tsitsipas b. M. Kukushkin 6-3 7-5
P.H. Herbert b. [5] K. Nishikori 7-5 6-4
[13] F. Fognini b. G. Simon W/O

Il tabellone completo

Continua a leggere

Focus

Montecarlo: il racconto della quarta giornata. Fognini fortunato, Nadal affamato

Risultati, dichiarazioni e aggiornamenti di ogni genere dal day 4. Il racconto della giornata

Pubblicato

il

Montecarlo 2019 (foto @Sport Vision, Chryslène Caillaud)

L’ordine di gioco, i campi e gli orari del day 5
Il tabellone completo

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

IL TABELLONE ALLINEATO AGLI OTTAVI DI FINALE

 
(clicca per ingrandire)

In attesa di conoscere gli orari di gioco di giovedì, che sarà giornata dedicata interamente agli ottavi di finale con ben tre italiani in campo, concludiamo la diretta di oggi e vi diamo appuntamento a domani. Grazie a tutti per aver commentato con noi il day 4 di Montecarlo!

19:00 – Si chiude l’ultimo incontro della quarta giornata al Montecarlo Country Club. Esce dal torneo un deludente David Goffin, sconfitto per 6-3 6-4 da Lajovic che si conferma molto insidioso su questa superficie. Sarà lui a sfidare Thiem agli ottavi di finale, il cui quadro nel frattempo è interamente definito!

18:10 – Avanza senza problemi Dominic Thiem, che all’esordio supera 6-1 6-4 lo slovacco Klizan. Agli ottavi affronterà uno tra Lajovic e Goffin: il serbo al momento è in vantaggio 6-3 1-2

17:00 – Sarà Grigor Dimitrov a sfidare Rafael Nadal negli ottavi di domani. Il bulgaro supera Struff in due set 7-6(2) 6-4

16:20 – Rientro spaziale di Rafa Nadal che asfalta Roberto Bautista Agut con un doppio 6-1. Cameron Norrie sarà l’avversario di Lorenzo Sonego negli ottavi dopo la vittoria su Fucsovics

14:37 – 6-1 6-4 in un’ora e diciannove minuti di gioco per Zverev. Sascha sarà l’avversario di Fabio Fognini negli ottavi di finale

13:50 – Zverev passeggia nel primo set contro Felix Auger-Aliassime: 6-1 per Sascha

12:55Pierre-Hugues Herbert elimina il finalista dello scorso anno Kei Nishikori. Per il francese è la prima vittoria in carriera su terra contro un top 10. Negli altri incontri di giornata, vittorie per Tsitsipas e Medvedev

12:10 – Con il ritiro di Simon diventano tre gli azzurri agli ottavi di finale: Sonego (che attende Norrie o Fucsovics), Cecchinato (che sfiderà Pella) e Fognini (che se la vedrà con il vincente di Zverev-Aliassime)

11:50 – Manca ancora l’ufficialità, ma giungono notizie di un infortunio al collo per Gilles Simon, che potrebbe quindi lasciare via libera a Fabio Fognini

11:00 – Scatta il day 4 al Montecarlo Rolex Masters. Subito in campo Nishikori, Tsitsipas e Medvedev. Oggi undici incontri in programma: Fognini vs Simon (non prima delle 12 sul campo dei Principi), l’esordio di Nadal contro Bautista Agut (terzo match sul centrale) e a seguire quello di Thiem (opposto a Klizan)

CRONACHE DAL DAY 4

CRONACHE DAL DAY 3

APPROFONDIMENTI E INTERVISTE

Continua a leggere

ATP

Norrie fa fuori Fucsovics: sarà lui a sfidare Sonego per un posto ai quarti

Il mancino britannico vince al tie break il primo set dopo una gran rimonta e domina l’ungherese nel secondo. Contro Lorenzo, giovedì, una sfida inedita e apertissima: “Ma Sonego è favorito”

Pubblicato

il

Cameron Norrie - Montecarlo 2019 (foto @Sport Vision, Chryslène Caillaud)

Sarà Cameron Norrie a contendere a Lorenzo Sonego un posto nei quarti di finale a Montecarlo: in palio l’ennesimo debutto per entrambi a un livello che si sta facendo sempre più alto. Norrie non partiva necessariamente favorito contro Marton Fucsovics nel suo incontro di terzo turno e il match si era in effetti messo male, con l’ungherese avanti un break e in controllo nella prima fase dell’incontro. Il mancino britannico è però salito di tono con il procedere dei minuti e ha acciuffato la parità sul cinque pari con Fucsovics impegnato a servire per chiudere il primo, annullando anche un set point: ne sono seguiti un tie break dominato e un secondo set in controllo assoluto.

Niente male, per un ragazzo che fino a questa settimana non aveva mai vinto una partita nel tabellone principale di un Masters 1000. “Lui è partito davvero forte, io forse un po’ troppo sulla difensiva“, ha commentato Cameron davanti ai giornalisti. “Quando è andato a servire per il set ho deciso di prendermi tutti i rischi e mi è andata bene, poi ho giocato un ottimo tie break e un secondo set molto solido, sono davvero contento“. Felicità ben giustificabile, occorre dire: con gli ottavi in tasca, il portafoglio si gonfierà di dollari sessantaquattromila, e il ranking si assesterà a un nuovo best, attorno alla 43 ATP. Proprio ciò che è accaduto a Lorenzo Sonego, il quale, grazie alla trasvolata monegasca, al momento abita i dintorni della settantaquattresima posizione.

 

Una sfida inedita e una grande occasione per entrambi, in una fascia del tabellone rimasta orfana dei due principali sospettati di poter far strada nel Principato, ossia Karen Khachanov e Nikoloz Basilashvili. Ma se il georgiano è stato estromesso da terzi, il russo è stato cacciato da Lorenzo in persona, fatto che in queste ore sta conferendo al tennista torinese l’unanime rispetto dei colleghi, come dimostrano le parole pronunciate da Norrie in conferenza: “Sta disputando un’ottima stagione sulla terra. L’ho visto vincere un paio di partite dal vivo a Buenos Aires e mi ha fatto una buona impressione, il match di ieri con Khachanov è stato straordinario“.

Avventurarsi in un pronostico quando i protagonisti di una contesa ad altissimi livelli sono due debuttanti è sempre pericoloso, ma il mancino nato a Johannesburg da padre scozzese e madre gallese (e fisicamente cresciuto in Nuova Zelanda, per completezza di Commonwealth) non sembra aver molti dubbi a riguardo: “In classifica sono davanti, ma analizzando le ultime partite sul rosso direi che il favorito è decisamente lui“. Scaricare il peso della pressione sull’avversario è la prima arma tattica usata da Cameron in vista dell’inedito duello, ma siamo certi che Lorenzo, a specifica domanda, ci risponderebbe l’esatto opposto.

Risultati:

T. Fritz b. D. Schwartzman 6-4 6-2
[10] D. Medvedev b. R. Albot 6-1 6-2
[6] S. Tsitsipas b. M. Kukushkin 6-3 7-5
C. Norrie b. M. Fucsovics 7-6(3) 6-3
P.H. Herbert b. [5] K. Nishikori 7-5 6-4
[13] F. Fognini b. G. Simon W/O
[3] A. Zverev b. [WC] F. Auger-Aliassime 6-1 6-4
G. Dimitrov b. J.L. Struff 7-6(2) 6-4
[2] R. Nadal b. R. Bautista Agut 6-1 6-1 

Il tabellone completo

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement