Caroline Wozniacki si sposa, l'addio al nubilato è vistoso

Flash

Caroline Wozniacki si sposa, l’addio al nubilato è vistoso

In procinto di convolare a nozze con l’amato David Lee, l’ex numero uno del mondo ha salutato gli ultimi giorni da single alle Bahamas… con Serena

Pubblicato

il

Caroline Wozniacki presto esaudirà la richiesta fattale nel novembre del 2017 da David Lee, promessosi sposo e imminente marito della tennista ex numero uno del mondo. In attesa delle sospiratissime nozze e assecondando la tradizione comune a tutti i comuni mortali, la biondissima Caro ha organizzato un addio al nubilato alle Bahamas, accompagnata nell’occasione dalle più strette amiche: non poteva mancare Serena Williams (con tanto di erede Olympia al seguito), al solito impossibilitata a evitare la parte da star assoluta di ogni vicenda umana che la contempli.

Discretamente sopra le righe, con buona pace dell’ex ala grande di New York Knicks e Golden State Warriors, la scanzonata iniziativa è stata sbandierata anzichenò su tutti i canali sociali più adatti a dar massimo risalto alla faccenda: possiamo dunque ammirare le ragazze affaccendate in continui brindisi e assolate in pareo, oltre all’immancabile istantanea della futura signora Lee agghindata con il velo bianco di prova. Tutto l’armamentario dell’addio al nubilato canonizzato dai più, solo con qualche dollaro extra e il cristallino mare dei Caraibi a fare da scenografico sfondo. Non un bruttissimo modo, quello scelto dalla splendida Wozniacki, per salutare i giorni da single che le restano e dimenticare le magagne fisiche che ne hanno complicato gli ultimi agonistici mesi.


 

Visualizza questo post su Instagram

🐖🌴👰🏼

Un post condiviso da Caroline Wozniacki (@carowozniacki) in data:

Continua a leggere
Commenti

Flash

Il torneo WTA di Lussemburgo rinuncia all’edizione 2020

Gli organizzatori non se la sentono di allestire il torneo senza spettatori e rimandano la festa per la 25esima edizione al 2021

Pubblicato

il

Jelena Ostapenko a Lussemburgo 2019 (foto Twitter @WTAluxembourg)

La sospensione dei circuiti professionistici fino al 31 luglio ha costretto molti tornei a cancellare o rimandare in attesa di tempi migliori l’edizione del 2020. Un po’ a sorpresa però è arrivato l’annuncio del torneo WTA di Lussemburgo, che si sarebbe dovuto svolgere a partire dal 19 ottobre e che invece non avrà luogo.

A spingere gli organizzatori verso questa drastica decisione, inaspettata per il largo anticipo con cui è stata presa, è la pressoché certa prospettiva di dover allestire un torneo senza spettatori. Piuttosto che giocare a porte chiuse, si è preferito non giocare affatto. Un peccato anche perché il torneo avrebbe festeggiato nel 2020 il 25esimo anniversario della prima edizione.

È con profondo rammarico che annunciamo che le raccomandazioni relative alle nuove regole del WTA per l’edizione 2020 non ci consentono di organizzare il torneo di quest’anno con la coscienza pulita e in linea con le aspettative. I regolamenti che riguardano la sicurezza e l’igiene rendono impossibile per noi mettere in piedi un evento che aderisca a queste condizioni. Siamo quindi obbligati a rimandare la 25a edizione del torneo all’autunno del 2021″.

 

Continua a leggere

Flash

Il pessimismo della presidente WTA: “Difficile giocare senza vaccino”

Il virus e (alcuni) uomini si mettono di traverso sulla strada del tennis secondo Micky Lawler

Pubblicato

il

Micky Lawler (foto via Twitter @kvlmason)

Si sta ricominciando a giocare a tennis. Com’era prevedibile, subito dopo gli atleti di interesse nazionale, i giocatori di qualsiasi livello hanno ripreso a frequentare l’amato rettangolo. Tocca ora alle esibizioni dei professionisti, mini tornei che, certo, nulla hanno a che fare con il circuito internazionale, ma danno l’idea che qualcosa stia tornando a muoversi. Dopo essere rimasti un po’ perplessi tra mucche e droni in quel di West Palm Beach, prepararsi a rivedere in campo Novak Djokovic, Dominic Thiem, Matteo Berrettini, Jannik Sinner e tanti altri sembra rendere l’aria più respirabile anche attraverso la mascherina. Leggere poi di biglietti venduti (andati a ruba, peraltro) all’Adria Tour di Nole non può non far pensare che “quasi ci siamo”. A riportarci con i piedi per terra, anzi, a regalarci un paio di grosse scarpe di cemento, è la presidente della WTA Micky Lawler.

“Ciò che so è che si sta facendo di tutto per tornare a giocare” ha spiegato Lawler ai microfoni dell’emittente La Red secondo quanto riporta il quotidiano spagnolo AS. “Non è facile. Finché non ci sarà un vaccino, sarà molto difficile viaggiare e giocare”. Considerando i tempi indicati dagli esperti per lo sviluppo di un vaccino, l’affermazione non è delle più incoraggianti. Per fortuna, quasi contraddicendosi, apre uno spiraglio già alla possibilità dello Slam di New York. “Se si giocherà lo US Open, ci saranno dei tornei prima. Le prossime due settimane determineranno cosa sarà fatto”.

L’incompatibilità delle caratteristiche del circuito professionistico con la pandemia sono risultate da subito ben evidenti e anche delle ampie zone senza più contagi o la creazione di “bolle” al cui interno disputare i tornei potrebbero non risolvere completamente il problema. Come ha rilevato Rafa Nadal, secondo il quale sarebbe ingiusto riprendere se non tutti fossero in grado di viaggiare e giocare.

 

Lawler ha anche commentato l’idea twittata da Roger Federer sulla fusione tra ATP e controparte femminile, a proposito della quale lo stesso amministratore delegato della WTA si era detto favorevole. “Non è la prima volta che se ne parla” ha detto la presidente. “In questo momento, per il coronavirus, bisogna approfittarne per lavorare uniti. Il tennis è al suo meglio uomini e donne sono insieme, come nei tornei dello Slam. Il futuro del tennis deve essere unito e bisogna trovare una connessione che lo renda possibile. Non è facile perché ci sono giocatori che non lo vogliono e loro hanno molta voce in capitolo”.

Il Tour femminile, come del resto quello maschile, dovrebbe riprendere all’inizio di agosto, anche se a Palermo non si sono ancora dati per vinti. Nelle speranza che le prossime due settimane siano determinanti in senso positivo. E che il vaccino non sia l’unica soluzione.

Continua a leggere

Flash

Berrettini ha già l’agenda piena: giocherà anche l’esibizione di Kitzbuhel a luglio

Il romano n. 8 del mondo in campo in Austria. Ci saranno anche Monfils, Rublev e Khachanov

Pubblicato

il

Matteo Berrettini (foto Twitter @RioOpenOficial)

Un terzo top ten si aggiunge al torneo di esibizione Thiem’s 7: oltre allo stesso Dominic e a Gael Monfils, arriva da SportReport la conferma della partecipazione di Matteo Berrettini, attuale numero 8 del ranking. Stabilito un rapporto sano con le sue deboli caviglie, Matteo dovrebbe rientrare in Europa dalla Florida per partecipare all’evento organizzato dalla Mouratoglou Tennis Academy in partenza il 13 giugno. Evidentemente avido di tennis competitivo ancorché privo del carattere dell’ufficialità ATP, il semifinalista dello US Open 2019 ha subito aggiunto all’agenda l’appuntamento di Kitzbuhel in programma dal 7 all’11 luglio. Berrettini ha già giocato nella rinomata località austriaca nel 2018, raggiungendo i quarti di finale al torneo ATP 250 nella parentesi terraiola estiva.

Thiem si è anche assicurato la presenza di Andrey Rublev e Karen Khachanov, rispettivamente n. 14 e 15 della classifica, per un evento che si preannuncia di alto livello. Ci sono anche Borna Coric, la scorsa stagione tormentato da un infortunio alla schiena e l’austriaco – nonché grande amico di Dominic – Dennis Novak, n. 85. Manca ancora un nome per completare i “Sette di Thiem”, ma il numero 3 del mondo e suo padre Wolfgang, insieme agli organizzatori, lo comunicheranno la prossima settimana.

“Sarà molto speciale tornare per la prima volta a Kitzbuhel dopo il mio primo titolo” dice Thiem. “Abbiamo già un campo di partecipanti attraente. Aspetto con impazienza di rivedere i ragazzi. È fantastico essere riusciti a organizzare un evento tanto geniale in così poco tempo”.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement