Evert-Navratilova ancora insieme: avversarie sul campo, compagne nella vita, anche contro il tumore

evidenza

Evert-Navratilova ancora insieme: avversarie sul campo, compagne nella vita, anche contro il tumore

Chris, 68 anni, ha annunciato pochi giorni fa che il cancro alle ovaie è tornato, dopo una prima diagnosi nel 2022. Martina invece è guarita da un doppio tumore che l’aveva colpita lo scorso anno.

Pubblicato

il

Martina Navratilova e Chris Evert - Wimbledon 1978 (foto via Twitter, @Wimbledon)
 

Una rivalità è per sempre, ma una amicizia anche di più. Chris Evert e Martina Navratilova hanno forgiato nel corso degli anni ’70 e ’80 una delle rivalità più iconiche della storia dello sport. Si sono affrontate ben ottanta volte, 60 in finale, 14 nell’ultimo atto di uno slam. Insieme per sempre, amiche/nemiche, unite dalla sofferenza, sportiva ma anche fisica, come può essere la lotta contro il cancro. Ancora oggi, dopo decenni dalle loro epiche imprese sul rettangolo di gioco, resta l’importanza di un gesto affettuoso, come condividere del cibo, come una foto postata sui social.

Ci siamo dentro insieme! Grazie per il cibo delizioso. Così Chris Evert sul suo account X condivide un momento insieme alla sua rivale più intima. Unite ma diverse: la Evert affascinante, si fidanzava con il suo collega n.1 del mondo Jimmy Connors ed era il volto buono dell’America, bella e vincente. La Navratilova una cecoslovacca dal carattere schivo che cambiò il modo di giocare a tennis, portando la fisicità su di un altro livello. Un’atleta totale con una cura maniacale dell’alimentazione.

La Evert, 68 anni, ha annunciato pochi giorni fa che il cancro alle ovaie è tornato, dopo una prima diagnosi nel 2022. Due anni fa la sorella Jeanne Evert Dubin, era morta della stessa malattia, a 62 anni. Proprio per questo Evert aveva deciso di sottoporsi a una serie di test che avevano portato alla scoperta precoce del tumore.Non andrò agli Australian Open con i miei colleghi, ma sarò pronta per il resto della stagione e per gli altri tornei dello slam”, ha commentato Chris.

Martina invece è guarita da un doppio tumore che l’aveva colpita lo scorso anno: aveva raccontato che la diagnosi era arrivata dopo la scoperta di un linfonodo ingrossato al collo, lo scorso novembre. A maggio è stata ospite degli Internazionali a Roma, un po’ segnata dalla lotta ma capace di illuminare la platea durante il discorso di premiazione della Racchetta d’oro: “Questo meraviglioso sport è abbastanza difficile e per questo motivo è una scuola di vita. Ti insegna la pazienza, la perseveranza, il continuare a lottare, a essere giusti, a essere umili. Perché nessun giocatore è più grande dello sport e sarà sempre così”.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Perché credo che questo Sinner batterà questo incerto Djokovic. Ma non al quinto set

Editoriali del Direttore4 settimane fa

Australian Open: Sabalenka regina quasi scontata. Bolelli Vavassori in vista Slam. E diritti tv: Sky, Supertennis, FITP: la negoziazione langue

ATP4 settimane fa

La storia del tennis italiano chiama a sé Sinner, da De Stefani a Berrettini passando per le vittorie di Pietrangeli, Panatta, Schiavone e Pennetta

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Jannik Sinner è molto più calmo di tutti quelli che oggi lo osannano. Un anno fa era il tennista dei… senza

Novak Djokovic - Australian Open 2024 (X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Djokovic: “Sono scioccato, uno dei miei peggiori match di sempre”

Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Sinner tranquillizza tutti: “L’addome? Nulla di che”. Contro Djokovic alle 4.30 italiane

Editoriali del Direttore3 settimane fa

Jannik Sinner non è un patriota per cui tifare perché non paga le tasse in Italia? Non sono d’accordo con Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – La grande attesa per i duellanti dai tanti punti in comune Djokovic e Sinner. Vinca il migliore? “Sperem de no”

ATP3 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Australian Open, Scanagatta: “Ora per tutti Sinner è diventato il favorito. Per lui meglio Medvedev piuttosto che Zverev. E’ stato 7 ore in campo meno del russo battuto a Pechino, Vienna e Torino” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement