Finale Coppa Davis, corsa a due tra Zagabria e Spalato per ospitare l'evento

Flash

Finale Coppa Davis, corsa a due tra Zagabria e Spalato per ospitare l’evento

Continua in Croazia in queste ore il susseguirsi di notizie sulla scelta della possibile sede della finale di Coppa Davis. Il direttore della Zagreb Arena ammette che si sta cercando di trovare un accordo per spostare lo spettacolo della Disney Marvel ma Spalato non rinuncia alla candidatura della Spaladium Arena

Pubblicato

il

 
 

“La cosa più probabile è che si faccia da noi” ha risposto Sretan Saric, il direttore della più grande struttura sportiva polivalente coperta della Croazia (16.500 posti), la Zagreb Arena, alla domanda postagli dal quotidiano sportivo croato “Sportske Novosti” sulle possibilità che la finale di Coppa Davis si possa disputare a Zagabria, come dichiarato ieri dal sindaco della capitale croata, Milan Bandic. In queste ore, infatti, in Croazia è tutto un susseguirsi di notizie su quale sarà la sede prescelta per il match tra Croazia e Argentina, che si disputerà dal 25 al 27 novembre prossimi. Già domenica sera il direttore esecutivo della Federtennis croata, Miroslav Zecic, aveva contattato le autorità di Zagabria e Spalato (a Spalato c’è la seconda struttura coperta più grande della Croazia, la Spaladium Arena) per valutare la soluzione migliore per la “location” dell’ultimo atto della Davis 2016.

La Zagreb Arena sarebbe certamente il contesto perfetto per la sfida che assegnerà l’insalatiera: una capiente struttura situata nella capitale del paese. Come già noto, il problema è legato alla disponibilità della stessa: proprio in quei giorni –  come si può vedere anche dalla pagina “Eventi” del sito della stessa  Zagreb Arena – nella struttura situata nella parte sud-ovest della capitale croata  è prevista la tappa croata del tour europeo del “Marvel Universe Live!”, il grande spettacolo per ragazzi che ha debuttato al Barclay Center di New York nell’agosto 2014, che vede praticamente tutti i personaggi principali della Marvel impegnati dal vivo sul palco. “Sì, c’è la possibilità che la finale si giochi all’Arena. Stiamo cercando di trovare un’altra data per lo spettacolo che era previsto negli stessi giorni. Non si tratta di un interlocutore qualsiasi, è la Disney Marvel. Una produzione molto grande, però stiamo parlando con loro e confido che riusciremo a fissare un’altra data, in modo tale che la finale di Coppa Davis si giochi alla Zagreb Arena” ha concluso Saric. La federazione croata, contattata dal giornale croato, non ha commentato le dichiarazioni del direttore della Zagreb Arena.

Non si arrende però Spalato, come si evince dalla parole dell’Assessore allo Sport della città dalmata Hrvoje Akrap. Anche la Spaladium Arena, infatti, garantirebbe un numero elevato di spettatori (circa 11.000 posti a sedere). “Eravamo già interessati ad organizzare la semifinale con la Francia. Ci aspettiamo di uscire vincitori dalla battagli con Zagabria ed essere noi ad ospitare questa grande finale” ha detto l’assessore cittadino. Come la Zagreb Arena però, anche la Spaladium Arena è prenotata per due eventi (due concerti rock) nel periodo in cui dovrebbe essere disponibile per la Coppa Davis, ma in anche in questo caso si sta cercando di spostare le date dei due spettacoli in programma. “Abbiamo già parlato con i gestori della Spaladium Arena e con la Federazione croata di tennis. Si devono fare alcune cose e stiamo vedendo di farle, in modo da assicurare nei prossimi giorni la disponibilità della Spaladium Arena. Subito dopo cercheremo, in base alle condizioni previste dalla Federazione croata e da quella internazionale, di presentare la migliore offerta possibile” ha aggiunto Akrap.

 

 

Continua a leggere
Commenti

Flash

Roland Garros: ancora facile Dimitrov, Korda prossimo avversario di Alcaraz

Il bulgaro domina Coric, ora lo aspetta Schwartzman. Korda batte Gasquet e prenota la sfida con Alcaraz

Pubblicato

il

Grigor Dimitrov - Roland Garros 2022 (foto Roberto dell'Olivo)

Guarda il video integrale sul sito Intesa Sanpaolo

Con la semifinale di Ginevra, torneo in cui aveva eliminato un in rientrante Daniil Medvedev, Richard Gasquet aveva dato seguito al buon momento con la netta vittoria su Lloyd Harris. Il suo diciannovesimo Roland Garros finisce però al secondo turno per mano di un altro che a tennis sa giocare proprio bene: Sebastian Korda. Il figlio d’arte si è imposto con il punteggio di 7-6(5) 6-3 6-3 in 2 ore e 19 minuti e sarà quindi lui il prossimo avversario di Carlos Alcaraz, sul quale si è preso a Monte Carlo la rivincita della finale Next Gen.

Dopo la passeggiata al primo turno contro Giron, Grigor Dimitrov vince ancora in tre set, 6-0 6-4 6-3. Questa volta è toccato a Borna Coric, chiaramente ancora indietro nel percorso di rientro ai livelli che gli competono dopo i tanti guai fisici e la chirurgia alla spalla. Il prossimo turno dovrebbe impegnarlo di più visto che lo attende Diego Schwartzman, anche se il 3-1 nei confronti diretti e la straordinaria prestazione messa in campo nella loro recente sfida di Madrid promettono bene per Grisha. Un Diego che ha dovuto recuperare uno svantaggio di due set a Jaume Munar, anche se il 2-6 6-7(3) 6-2 6-2 6-2 giunto dopo tre ore e tre quarti fa intuire come lo spagnolo non sia mai andato davvero vicino a vincerla.

Inaspettata vittoria, per di più senza cedere set, di Brandon Nakashima contro Tallon Griekspoor. Rispetto a Nakashima, Tallon, che al turno precedente ha eliminato Davidovich Fokina, dovrebbe essere più a suo agio sulla terra battuta, ma certo non gli ha giovato perdere la prima partita dopo aver visto sfumare quei quattro set point consecutivi nel tie-break, con Brandon che ha preso fiducia dopo i due errori del rovescio avversario. Lo statunitense ha ovviamente trasformato la prima palla set e altrettanto prevedibilmente la racchetta olandese è andata in frantumi. Griekspoor pareva essersi ripigliato salendo 3-1, ma a quel punto Nakashima ha piazzato un parziale di 11 giochi a 3 per il 7-(6) 6-4 6-2 finale, guadagnandosi così il terzo turno contro una versione di Sascha Zverev ancora da decidere. Una versione o anche tutte.

 

Il prossimo avversario di Felix Auger-Aliassime sarà Filip Krajinovic. Il serbo si è imposto su Borna Gojo, in precedenza giustiziere di Alessandro Giannessi, per 7-6(5) 6-2 5-7 6-1. Due pari i confronti diretti a livello ATP con il canadese.

Il tabellone maschile del Roland Garros 2022

Continua a leggere

Flash

Roland Garros: Trevisan avanti tutta verso una chance per tornare negli ottavi

Vittoria facile per Martina Trevisan su Magda Linette. Daria Saville ultimo ostacolo prima della seconda settimana. Le superstizioni di Martina

Pubblicato

il

Martina Trevisan - Roland Garros 2022 (foto Roberto Dell'Olivo)

M. Trevisan b. M. Linette 6-2 6-3

Non c’è dubbio che l’aria di Parigi debba proprio fare bene a Martina Trevisan. La giocatrice toscana dopo aver concesso solamente due giochi alla sua avversaria di primo turno Harriet Dart ne ha lasciati appena tre in più a Madga Linette, n. 56 WTA, che all’esordio nel torneo aveva eliminato la testa di serie n. 6 Ons Jabeur.

Un match dominato dall’inizio alla fine durante il quale Martina ha mantenuto quasi sempre il pallino degli scambi, spingendo molto dalla sua parte destra sulla diagonale, in particolare utilizzando il diritto anomalo mancino. “Sapevo che a lei piace molto la palla piatta, per cui ho provato a fare delle variazioni di ritmo alzando le traiettorie, ed ha funzionato bene”.

 

Trevisan è andata subito 3-1 nel primo set e poi non si è più voltata indietro fino alla fine, mantenendo sempre un tranquillo vantaggio sull’avversaria che solamente in sporadiche occasioni è riuscita a togliere l’iniziativa all’azzurra. “Sono contenta di essere stata in campo poco più di un’ora – ha continuato Martina nell’incontro con la stampa dopo il match – perché vengo da una settimana molto intensa.”

Martina Trevisan – Roland Garros 2022 (foto Roberto Dell’Olivo)

In serie positiva da sette incontri consecutivi, Trevisan si sente molto bene in questo periodo ed ha molta fiducia nel suo tennis: “Sento che questo è il mio momento, mi sento bene in campo, non mi sento colpevole se faccio un errore, combatto su ogni palla”. La vittoria a Rabat, la sua prima nel circuito WTA, le ha dato la fiducia necessaria per andare alla conquista della seconda settimana del Roland Garros per la seconda volta nelle ultime tre edizioni.

Al prossimo turno l’ostacolo tra lei e gli ottavi sarà Daria Saville, ex Gavrilova, attualmente n. 127 della classifica mondiale, ma con un passato da Top 20. “Non ci siamo mai incontrate in incontri ufficiali, ma ci conosciamo da parecchio tempo, tanto che stamattina ci siamo scaldate insieme. È una giocatrice che corre tanto, una vera combattente, quindi dovrò essere pronta a una battaglia. Preparerò bene la partita con il mio team”.

Durante la chiacchierata post match Martina ha rivelato anche una delle sue debolezze, ovvero la scaramanzia: “Ho un rituale che eseguo sempre tutti i giorni, senza cambiare mai. Vado sempre allo stesso ristorante, mangio sempre le stesse cose, non faccio mai portare il bucato in lavanderia il giorno della partita ma solamente nei giorni di pausa,… Lo so, è un po’ strano, tanto che quando finisce la settimana mi sento quasi liberata dal fatto che posso cambiare routine e fare qualcosa di diverso…

Continua a leggere

Flash

Roland Garros, programma 26 maggio: quattro italiani in campo, Sinner nel tardo pomeriggio

Jannik chiude il programma sul Campo 7 contro Carballes Baena. Primo a scendere in campo Lorenzo Sonego contro Joao Sousa all’ora di pranzo sul Campo 13

Pubblicato

il

Giornata a tinte azzurre per noi quella di giovedì 26 al Roland Garros dato che il programma dei campi principali non sembra offrire grandi spunti di interesse rispetto a quello elettrizzante di mercoledì.

Jannik Sinner, il nostro alfiere principale, giocherà contro lo spagnolo Roberto Carballes Baena come ultimo match sul Campo 7. Prima di lui in ordine cronologico Lorenzo Sonego contro il portoghese Joao Sousa (secondo match dalle 11 sul Campo 13), Camila Giorgi, terzo match sul Campo 6, contro Yulia Putintseva e Marco Cecchinato, terzo match sul Campo 14 contro Hubert Hurkacz.

Sullo Chatrier si rivede Daniil Medvedev atteso a mezzogiorno da un secondo turno insidioso contro Laslo Djere, poi la pattuglia francese: Garcia vs Keys, Simon vs Johnson e infine prima sessione serale al femminile con la sfida tra Alizé Cornet e Jelena Ostapenko

 

Confinati dunque sul Suzanne Lenglen i due grandi favoriti delle rispettive zone di tabellone: Iga Swiatek, N.1 del mondo, terzo match contro Alison Riske e a seguire Stefanos Tsitsipas che affronta il ceco Kolar.

Il tabellone maschile del Roland Garros 2022

Il tabellone femminile del Roland Garros 2022

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement