I bookmakers scelgono Djokovic, ma prevedono un’altra battaglia

Il serbo leggermente favorito nella semi contro Nadal e nell'antepost per la vittoria del torneo. Tra Anderson e Isner il tie break è così scontato da non essere quotato

I bookmakers scelgono Djokovic, ma prevedono un’altra battaglia
Novak Djokovic - Wimbledon 2018 (foto Art Seitz c2018)

L’eliminazione di Roger Federer sotto i colpi di Kevin Anderson ha ribaltato il tabellone del torneo maschile. Adesso i favoriti per i bookmaker sono dall’altra parte, pronti a sfidarsi l’uno contro l’altro. Appare infatti chiaro, guardando l’antepost, che i quotisti vedono il trofeo nelle mani di Rafael Nadal (e sarebbe la terza volta) o Novak Djokovic (in cerca del quarto trionfo a Church Road). Il serbo si lascia leggermente preferire sulla lavagna di Bet365: 2.37 per il successo finale, contro  il 2.50 del numero uno del mondo. Dei due, però, ne resterà uno solo al termine di questa giornata. Equilibrio estremo nella proposta di Snai: Djokovic a 1.87, Nadal a 1.90. Un soffio di vento può quindi decidere la sfida numero 52 (Nole è in vantaggio 26 a 25 nei precedenti), al punto da poterci aspettare un match lungo: la soglia per il totale giochi nell’incontro è alta, puntata al raddoppio se si dovessero disputare più di 42 game. Sempre interessante l’opzione quinto set, con entrambi gli esiti (da 6 a 6.50).

Nell’altra sfida, totale l’equilibrio nei pronostici per la sfida tra bombardieri Anderson-Isner. Negli undici testa a testa il sudafricano ha avuto la meglio soltanto in tre occasioni, ma l’impresa nei quarti gli consente di partire alla pari: entrambi a 1.90 per William Hill, con Bet365 che ritiene talmente scontato un tie break nel match da non quotarlo nemmeno. Molto probabile che non bastino tre set (1.40) per chiuderla in un senso o nell’altro. Anderson e Isner sono in ogni caso chiari sfavoriti per il successo finale: quota 7 per il sudafricano, 7.50 per il vincitore del torneo di Miami.

CATEGORIE
TAG
Condividi