ATP Challenger: azzurri divisi tra Ortisei e Barcellona

Nove ai nastri di partenza in Italia, sette in Spagna. Lorenzi al secondo turno a Santo Domingo, già fuori Pablo Cuevas (così come Karlovic e Kokkinakis a Fairfield)

ATP Challenger: azzurri divisi tra Ortisei e Barcellona

Santo Domingo (Repubblica Dominicana, terra verde, $125,000)

Paolo Lorenzi è l’unico azzurro al via nel Challenger più ricco della settimana. Paolino, quinto favorito del seeding, ha superato il primo turno grazie al bagel rifilato al terzo set al qualificato Juan Pablo Varillas. Al prossimo turno se la vedrà con l’austriaco Gerald Melzer: 3-3 i precedenti tra i due. Paolo guida a livello ATP (2-1 per l’azzurro ma Melzer ha vinto l’ultimo match giocato lo scorso anno a Buenos Aires), mentre l’austriaco è avanti 2-1 a livello di circuito minore. Gli incontri di primo turno hanno intanto dimezzato le teste di serie: subito fuori Dellien (4), Bagnis (8), Monteiro (6) e soprattutto Pablo Cuevas (1), alla seconda sconfitta consecutiva all’esordio dopo quella rimediata settimana scorsa a Campinas.

 

Il tabellone completo


Fairfield (USA, hard, $100,000)

Nessun tennista italiano ha invece intrapreso la trasferta californiana per disputare il torneo di Fairfield, scattato con dodici giocatori di casa ai nastri di partenza. A primo turno quasi concluso (rimane da giocare soltanto il derby tra Evan King e Jeffrey  John Wolf), ne sono rimasti in gara cinque: Fratangelo, Aragone, Rubin (testa di serie numero 3), la wild card Altamirano e Tommy Paul. Da segnalare la prematura uscita di scena del settimo favorito del seeding Ivo Karlovic, reduce dalla finale tra veterani giocata e persa a Monterrey contro David Ferrer, battuto con un doppio 6-4 dal tedesco Koepfer e la seconda sconfitta consecutiva al primo turno per Thanasi Kokkinakis (4-6 al terzo contro Alex Bolt), sconfitto all’esordio anche a Monterrey (anche lui vittima di Ferrer).

Il tabellone completo


Ortisei (Italia, hard, €64,000)

Erano ben nove gli italiani al via sul velocissimo Play-it di Ortisei, e in cinque hanno abbandonato il torneo di casa dopo il primo turno: Stefano Napolitano, il lucky loser Fabrizio Ornago, Raul Brancaccio, Luca Giacomini (battuto nel derby da Jannik Sinner) e Lorenzo Sonego. Mentre Liam Caruana, vincente all’esordio contro Stephane Robert, si è arreso al turno successivo ad un altro francese, il primo favorito del seeding Pierre-Hugues Herbert. Simone Bolelli (vittoria al debutto contro Sergiy Stakhovsky) affronterà invece il qualificato russo Kirill Kivattsev, che al primo turno ha eliminato Jaume Munar, terza testa di serie. Sarà infine atteso da un esordio complicato l’ultimo azzurro in tabellone, Salvatore Caruso, che questa sera se la vedrà con il tedesco Dustin Brown.

Il tabellone completo


Tashkent (Uzbekistan, hard, $75,000)

Sul plexipave di Tashkent sconfitta al primo turno per Federico Gaio, unico azzurro presente in tabellone. Niente da fare per l’italiano contro il secondo favorito del seeding Denis Istomin, che al turno successivo ha superato anche il giovane Alexander Bublik guadagnandosi così un posto nei quarti di finale. Il suo prossimo avversario sarà Felix Auger-Aliassime, che da qualificato ha fatto fuori al tiebreak decisivo Alexey Vatutin (testa di serie numero 5). Nella parte alta del tabellone, sarà sfida tra Basic e Majchrzak, rispettivamente primo e sesto favorito del seeding, mentre il russo Evgeny Karlovskiy se la vedrà invece con il tedesco Tobias Kamke. Nell’ultimo quarto di finale, Egor Gerasimov affronterà il qualificato Mathias Bourgue.

Il tabellone completo


Barcellona (Spagna, terra rossa, €43,000)

Folta presenza italiana sulla terra rossa di Barcellona: gli azzurri al via erano sette. Dei sei già scesi in campo nel primo turno, ne sono rimasti in gara quattro: Alessandro Giannessi (6-4 6-3 a Miguel Semmler, prossimo turno contro Kenny De Schepper), Filippo Baldi (comodo successo all’esordio contro Lopez San Martin, secondo turno contro Gutierrez-Ferrol, testa di serie numero 7), Matteo Viola (7-5 6-3 contro David Guez) e Lorenzo Giustino (doppio 6-4 a Samper-Montana, attende il vincente di Andujar-Kuhn). Subito fuori Gianluigi Quinzi e Stefano Travaglia (quarto favorito del seeding), battuti rispettivamente da Pedro Martinez e Miljan Zekic, che sarà il prossimo avversario di Viola. Decisamente sfortunato nel sorteggio il qualificato Roberto Marcora, sconfitto all’esordio dal padrone di casa, e primo favorito del tabellone, Roberto Carballes Baena.

Il tabellone completo

CATEGORIE
TAG
Condividi