Serie A1: Lucca pronta per le finali scudetto, con un rimpianto

Flash

Serie A1: Lucca pronta per le finali scudetto, con un rimpianto

Non ci sarà la squadra di casa, sconfitta in semi al doppio di spareggio. Ma lo spettacolo non mancherà. Presenti Berrettini, Bolelli e Fabbiano. Si parte venerdì 7 dicembre

Pubblicato

il

A LUCCA LE FINAL FOUR – Sono state presentate oggi a Lucca, nella splendida cornice di Palazzo Orsetti, le finali scudetto dei campionati di Serie A1 maschile e femminile. Le Final Four si disputeranno da venerdì 7 a domenica 10 dicembre al Palazzetto dello Sport della cittadina toscana, il PalaTagliate, che ospiterà un campo allestito per l’occasione (si giocherà sul veloce). A contendersi il titolo saranno Tennis Club Parioli e Canottieri Aniene al maschileTennis Club Genova 1893 e USD Tennis Beinasco al femminile. Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti il Sindaco della città Alessandro Tambellini, l’assessore allo sport Stefano Ragghianti, il presidente FIT Toscana Luigi Brunetti e il delegato per il CONI Toscana Simone Cardullo“Per la nostra città – ha spiegato il Sindaco Tambellini – è qualcosa di eccezionale perché Lucca diventerà la capitale del tennis per tre giorni. Mentre l’assessore allo sport Ragghianti ha rivelato l’intenzione di ospitare l’evento anche nel 2019: “Lucca è pronta per questo evento anche se siamo un po’ dispiaciuti per l’assenza della nostra squadra femminile, che ha mancato la qualificazione alla finale solo al doppio di spareggio. A livello organizzativo abbiamo fatto un grande sforzo, ma l’obiettivo è quello di poter avere queste finali anche il prossimo anno“.

Presenti alla conferenza stampa introduttiva anche il direttore delle finali Sergio Palmieri e l’organizzatore Marcello Marchesini di MEF tennis events. Queste le parole di Palmieri, direttore anche degli Internazionali d’Italia e delle Next Gen ATP Finals di Milano: “Questa finale è cresciuta ogni anno e ritorna in Toscana in una città bellissima. Sono sicuro che le quattro squadre in gara metteranno in campo i loro giocatori migliori per vincere e far assistere il pubblico a incontri di grande spettacolo. Una kermesse che ritengo di altissimo livello tecnico e spettacolare. Lo scudetto è qualcosa che rimane nell’albo d’oro di un circolo e di un giocatore”. Marchesini di MEF ha aggiunto: “È tutto pronto e voglio ringraziare la Toscana del tennis che ci ha supportato nell’organizzazione, oltre alla città di Lucca. Per tre giorni potremo assistere a match molto equilibrati e con campioni che giocano con la maglia del proprio club”.

FINALE MASCHILE, ANCORA ANIENE CONTRO PARIOLI – Per il secondo anno consecutivo, lo scudetto maschile sarà un faccia a faccia tra le due squadre capitoline. A trionfare lo scorso anno fu Aniene (in cerca del quarto titolo in nove anni dopo i successi del 2010, 2014 e 2017), che in semifinale ha superato, al termine di due gare molto combattute, il Park Tennis Club Genova. Parioli andrà invece a caccia della rivincita dopo aver sconfitto in semifinale la matricola, e sorpresa della stagione, Angiulli Bari. Il Circolo Canottieri Aniene schiererà Matteo e Jacopo Berrettini, Simone Bolelli, Gianluigi Quinzi, Liam Caruana, Riccardo Perin e Riccardo Di Nocera. Il Tennis Club Parioli si affiderà invece a Thomas Fabbiano, Miljan Zekic, Ante Pavic, Andrea e Francesco Bessire, Pietro Rondoni e Flavio Cobolli.

 

FINALE FEMMINILE, SARÀ GENOVA-BEINASCO – A darsi battaglia per lo scudetto femminile saranno la squadra ligure e quella piemontese. Tennis Club Genova 1893 (che dal 2013 al 2016 aveva disputato quattro finali consecutive, vincendone una) è giunta in finale estromettendo dalla corsa le campionesse in carica del TC Prato, che venivano da ben tre successi consecutivi. Per il Tennis Beinasco quella di Lucca sarà invece la prima finale della storia, raggiunta dopo cinque anni di militanza in A1 e al termine di una rocambolesca sfida in semifinale contro il CT Lucca, decisa soltanto al doppio di spareggio. Genova potrà contare su Ludmila Samsonova, Lucia Bronzetti, Alberta Brianti e Giulia Assereto. Beinasco si presenterà invece al PalaTagliate con Anastasia Grymalska, Giulia Gatto Monticone, Rebecca Sramkova, Federica Di Sarra e Federica Rossi.

IL PROGRAMMA COMPLETO E LA DIRETTA TV  SuperTennis, la tv della FIT, trasmetterà come ogni anno in diretta tutti gli incontri delle Final Four. Saranno anche previsti approfondimenti e interviste a bordo campo.

Venerdì 7 dicembre dalle 17.00

  • Singolare femminile tra le n. 3
  • Singolare femminile tra le n. 1

Sabato 8 dicembre dalle 11.00

  • Singolare femminile tra le n. 2
  • Singolare maschile tra i n. 4
  • Eventuale doppio femminile
  • Singolare maschile tra i n. 1
  • Eventuale doppio femminile di spareggio
  • Premiazione Trofeo FIT
  • Cerimonia di premiazione femminile

Domenica 9 dicembre dalle 11.00

  • Singolare maschile tra i n. 3
  • Singolare maschile tra i n. 2
  • Eventuale doppio maschile n. 1
  • Eventuale doppio maschile n. 2
  • Eventuale doppio maschile di spareggio
  • Cerimonia di premiazione maschile

Continua a leggere
Commenti

Flash

Janko Tipsarevic annuncia il ritiro

Il trentacinquenne di Belgrado chiuderà la carriera a novembre con la Coppa Davis

Pubblicato

il

È arrivato (quasi) il momento di dire basta per Janko Tipsarevic. Il serbo classe 1984 si affida ai social network per annunciare che chiuderà con il tennis giocato a livello pro partecipando alla fase finale della Coppa Davis il prossimo novembre a Madrid.
La carriera di Janko, iniziata nel 2002, è stata martoriata dagli infortuni a partire dal 2013. Ha subito sette interventi chirurgici nell’arco di cinque anni, ma non ha mai smesso di tentare rientri che sembravano impossibili, riuscendo invece a riavvicinarsi anche alla top 50. Ottavo tennista del mondo nel 2012, Tipsarevic ha in bacheca quattro titoli ATP e vanta due partecipazione alle Finals di Londra. Non resta che augurargli di potersi godere al meglio le sue ultime apparizioni sul campo e la vita che lo aspetta una volta smessi definitivamente i panni del giocatore professionista.

“Sono stati 16 anni magnifici. Dopo un bel po’ di ricerca nell’anima e di riflessioni su cosa sia importante per me a questo punto della vita cosa mi renda felice, ho deciso di ritirarmi dal tennis professionistico. Non scriverò un discorso da spezzare il cuore (non ancora) davanti al quale tutti piangerete, perché ho dentro un altro po’ di tennis. Oltre allo US Open la prossima settimana e a diversi tornei ATP, giocherò per l’ultima volta a Madrid in occasione della Coppa Davis. Nei prossimi anni, mi concentrerò sulla mia famiglia, sulla mia Accademia di Tennis e sul coaching a livello internazionale per diverse settimane l’anno. Grazie a tutti per il continuo sostegno.”

Continua a leggere

Flash

Kvitova: “Cambiata la mia prospettiva, grata di essere in campo”

La campionessa ceca torna a parlare del recupero dopo l’aggressione del dicembre 2016 e il rientro del 2017 attraverso la pagina Instagram “Behind the Racquet”

Pubblicato

il

Petra Kvitova - Madrid 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

Petra Kvitova torna a parlare del bruttissimo episodio dell’aggressione del 20 Dicembre del 2016 che l’ha vista protagonista e lo fa dalle pagine di “Behind the Racquet”, la pagina Instagram di recente creazione per idea del ventiduenne tennista americano Noah Rubin.

“La storia della mia aggressione non è bella e ovviamente inaspettata. Chi mi ha attaccato mi ha portato via dal tennis e mi sono sentita dentro vuota per un pò. Tuttavia ho sempre voluto tornare non solo a giocare, ma a farlo ad altissimo livello”.

Una Kvitova che parla molto positivamente durante questo passaggio dell’affetto e stima dei colleghi e addetti ai lavori. Ho ricevuto tantissime mail e messaggi di incoraggiamento da giocatori, addirittura tornei mi hanno filmato video con gli auguri di pronta guarigione” e anche del normale imbarazzo di alcuni colleghi al rientro nel suo primo torneo, Alcuni non sapevano come comportarsi ma tutti mi hanno fatto sentire a mio agio in generale”.

La ceca si sofferma parecchio sulla emozione e stato d’animo del suo rientro in campo al Roland Garros del 2017: ”Come giocatrice di tennis hai molte sfide da affrontare, sapevo che mi sarebbero mancate e ho supplicato di poter rientrare ed avere l’opportunità di poter competere e vincere, ma non sapevo davvero come mi sarei sentita una volta scesa in campo di nuovo per la prima volta al Roland Garros e come avrei reagito. La verità è che la felicità avuto la meglio su tutto il resto, malgrado abbia avuto dei flashbacks nel corso della partita i pensieri principali erano focalizzati sul tennis e di ciò sono stata orgogliosa. Alla fine del match ho pianto ed ho saputo che alcune delle ragazze abbiano pianto vedendomi vincere dagli spogliatoi”.

 

Un incidente che di fatto ha cambiato la prospettiva e il modo di guardare le cose ma che per sua stessa ammissione non le hanno tolto la voglia di vincere “Guarda alla vita da una prospettiva diversa, ma la competitività di voler vincere ogni volta che scendo in campo non mi ha abbandonato. Continuo a lavorare per vincere e migliorare, ma ogni volta, che vinca o perda, ricordo a me stessa di essere grata di poter essere qui a giocarmela ancora

Gianluca Santori

Continua a leggere

Flash

Gli italiani in campo martedì 20 agosto, tra US Open e Winston-Salem. E c’è Giorgi al Bronx

Nove azzurri cercano un posto nello Slam statunitense, per Sinner c’è il derby con Viola. A Winston-Salem Fabbiano potrebbe giocare un doppio turno. Camila sfida Petkovic

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Lexington 2019 (via Twitter, @ATPchallenger)

Altra giornata ricca di appuntamenti per il tennis azzurro, che ha messo tenda negli Stati Uniti sulla strada verso lo US Open. Si completa il programma del primo turno proprio delle qualificazioni maschili e femminili dello Slam di Flushing Meadows, mentre è di scena il secondo turno nell’ATP 250 di Winston-Salem (dove Fabbiano deve recuperare il primo turno con Rublev, quindi è pronto all’eventuale doppio impegno) e nel Bronx Open WTA di New York, con Giorgi protagonista.

Per agevolarvi il compito, vi proponiamo in ordine d’orario la programmazione dei match dei tennisti italiani nei quattro tornei. Le qualificazioni dello US Open sono coperte televisivamente dalla piattaforma Eurosport Player. Da Winston-Salem sarà possibile assistere su Supertennis solo ai match del campo centrale (dove non giocano gli azzurri), mentre le dirette del Bronx Open partiranno solo venerdì.

  • Giorgi vs Petkovic – Bronx Open secondo turno (Viktor Kiam Stadium, ore 17)
  • Giustino vs Garcia Lopez– US Open Q maschili (campo 17, primo incontro ore 17)
  • Giannessi vs Wolf – US Open Q maschili (campo 4, primo incontro ore 17)
  • Mager vs Rubin – US Open Q maschili (campo 11, primo incontro ore 17)
  • Lorenzi vs Lopez Perez – US Open Q maschili (campo 10, secondo incontro ore 18.30/19)
  • Caruso vs Chung – US Open Q maschili (campo 9, secondo incontro ore 18.30/19)
  • Cecchinato vs Millman, ATP 250 Winston-Salem secondo turno (campo 2, ore 19)
  • Fabbiano vs Rublev, ATP 250 Winston-Salem primo turno (campo 3, ore 19)
  • Gatto Monticone vs S. Peng – US Open Q femminili (campo 10, terzo incontro: ore 20/21)
  • Di Giuseppe vs Mc Hale – US Open Q femminili (campo 11, terzo incontro: ore 20/21)
  • M. Viola vs Sinner – US Open Q maschili (campo 16, terzo incontro: ore 20/21)
  • Fabbiano/Rublev vs Ramos Vinolas, ATP 250 Winston-Salem secondo turno
  • Sonego vs Hoang/Dzumhur – ATP 250, Winston-Salem (ore 01 circa)

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement