Classifica ATP: Fognini torna in top 10. Medvedev va a best ranking

Flash

Classifica ATP: Fognini torna in top 10. Medvedev va a best ranking

Nadal consolida la seconda posizione mondiale ed è in testa alla Race. Si preannuncia grande battaglia a New York

Pubblicato

il

Il francese Gael Monfils grazie alla semifinale guadagnata e non disputata a Montreal è il tennista più progredito in classifica tra quelli presenti nella top 20 all’interno della quale troviamo:

PosizioneNazioneGiocatorePuntiVariazione
1SerbiaN. Djokovic12415=
2SpagnaR. Nadal7945=
3SvizzeraFederer7460=
4AustriaThiem4925=
5GiapponeNishikori40401
6GermaniaZverev40051
7GreciaTsitsipas3455-2
8RussiaMedvedev32301
9RussiaKhachanov2890-1
10ItaliaFognini2555-1
11SpagnaBautista Agut23952
12Argentinadel Potro2230=
13CroaziaCoric21951
14Sud AfricaAnderson2140-4
15FranciaMonfils21305
16USAIsner2040-1
17GeorgiaBasilashvili2020=
18CroaziaCilic1940-2
19BelgioGoffin1815-1
20CanadaRaonic1810-1

Alcune osservazioni:

·         Rafael Nadal da qui alla fine della stagione difende 720 punti, frutto della semifinale 2018 allo US Open. Il suo secondo posto in classifica appare quindi difficilmente attaccabile dal più diretto inseguitore – Roger Federer – che ne dovrà invece difendere complessivamente 2400.

 

·          Bautista Agut ha raggiunto il suo best ranking ed ha sfiorato la top ten; se avesse superato Monfils ai quarti di finale di Montreal ora siederebbe sulla decima poltrona del ranking con un vantaggio di 20 punti su Fognini il quale ringrazia il francese e ritorna in top ten

·         Tsitsipas perde due posizioni mentre Medvedev conquista il proprio best ranking.

·         Kei Nishikori torna in top 5.

Vincitori della settimana

Rafael Nadal ha trionfato a Montreal e consolidato il record di tornei 1000 conquistati portandolo a quota 35.

Nel circuito Challenger si sono disputati i tornei di Aptos, Augsburg, Manerbio e Yokkaichi, la cui vittoria è andata rispettivamente a : Steve Johnson, Yannick Hanfmann, Federico Gaio ( in finale su Paolo Lorenzi) e Yuichi Sugita.

Casa Italia

Sono sedici gli italiani presenti nella top 200 di cui sette in top 100:

ClassificaGiocatorePuntiVariazione
10Fognini25551
26Berrettini1545=
47Sonego1030=
65Cecchinato880-4
78Seppi745=
81Travaglia672-2
89Fabbiano612-5
105Caruso528-2
118Lorenzi4788
127Giustino4133
130Sinner4005
144Mager381-13
145Gaio37532
146Baldi375-1
154Giannessi363-3
182Marcora3633

Fabio Fognini – l’unico giocatore riuscito a togliere un set a Nadal in terra canadese – rientra in top ten dopo soli sette giorni di assenza e si accinge ora ad affrontare Denis Shapovalov al primo turno del torneo di Cincinnati al quale non prese parte nel 2018.

Ulteriore slittamento verso il basso di Marco Cecchinato, già estromesso dal torneo di Cincinnati.

Ci prendiamo la licenza di suggerire al siciliano, alla nona sconfitta consecutiva al primo turno di un torneo, di considerare l’opportunità di cercare conforto tecnico e morale disputando dei Challenger, così come altri tennisti di alto livello hanno fatto e tuttora fanno, al fine di riprendere confidenza con la vittoria che per lui latita dal primo turno degli internazionali di Roma.

Restiamo nell’Ohio per vedere cosa ha riservato il sorteggio agli altri italiani presenti nel tabellone principale.

Poco fortunato Lorenzo Sonego che dovrà vedersela con Nick Kyrgios e i suoi match point advisor.

Più abbordabile il primo avversario che affronterà Matteo Berrettini, ovvero Juan Ignacio Londero. Un po’ meno il potenziale secondo: Roger Federer.

Concludiamo la rubrica dedicata ai nostri connazionali sottolineando l’ulteriore progresso in classifica di Jannick Sinner e di Federico Gaio.

Il faentino a Manerbio ha ottenuto  il terzo successo in carriera nel circuito Challenger che gli è valso un progresso di 32 posti in classifica e il best ranking.

Classifiche avulse

Rafael Nadal supera Novak Djokovic nella classifica dei migliori giocatori della stagione.

Medvedev e Bautista Agut hanno guadagnato un posto  mentre Nishikori ne ha persi due.

Resiste il nono posto di Fabio Fognini, al momento potenziale prima riserva delle finals londinesi.

Posizione ATPNazioneGiocatorePunti
2SpagnaNadal7225
1SerbiaDjokovic6725
3SvizzeraFederer5060
4AustriaThiem3835
7GreciaTsitsipas3140
8RussiaMedvedev2605
11SpagnaBautista Agut2160
5GiapponeNishikori2080
10ItaliaFognini1955
6GermaniaZverev1930

Passiamo alla NextGeneration.

Denis Shapovalov ha scavalcato Casper Ruud.

Jannik Sinner con 385 punti mantiene il dodicesimo posto.

Posizione ATPNazioneGiocatoreNato nelPunti
7GreciaTsitsipas19983185
21CanadaAuger-Aliassime20001591
38Australiade Minaur1999900
34CanadaShapovalov1999850
54NorvegiaRuud1998828
52USATiafoe1998800
58SerbiaKecmanovic1999676
62FranciaHumbert1998658

Gamberi e Canguri

Il premio per il migliore tennista della settimana in termini di posizioni guadagnate tra i giocatori presenti in top 100 va a Steve Johnson.

Con la vittoria ottenuta al Challenger di Aptos lo statunitense ne ha infatti conquistate quattordici ed è salito al settantanovesimo posto nella classifica generale.

Grigor Dimitrov prosegue la sua discesa agli inferi collezionando un altro meno venti dovuto alla sconfitta subita a Montreal al primo turno per mano di Stan Wawrinka; il bulgaro, partito ventunesimo nel ranking mondiale a inizio stagione, è ora settantesimo.

Best Ranking

L’elenco dei tennisti al loro best ranking pullula di consonanti grazie alla presenza di due polacchi.

ClassificaGiocatoreNazione
8MedvedevRussia
11Bautista AgutSpagna
40HurkaczPolonia
42OpelkaUSA
54RuudNorvegia
92KwonCorea Sud
96MajchrzakPolonia

Ancora in crescita il coreano Soonwoo Kwon, grazie alla conquista del tabellone principale di Montreal.

Buon compleanno a:

Stefanos Tsitsipas che compie 21 anni il 12 agosto.

Quale grande campione del recente passato compie gli anni il medesimo giorno?

Continua a leggere
Commenti

Flash

Gli scenari di qualificazione del Gruppo Agassi: come si qualificano Nadal, Medvedev e Zverev

C’è confusione in giro: facciamo un po’ di ordine, regolamento alla mano

Pubblicato

il

Rafael Nadal - ATP Finals 2019 (foto Roberto Zanettin)

Sembra che ci sia un po’ di confusione attorno ai possibili esiti del Gruppo Agassi, quello che vede impegnati Tsitsipas, Zverev, Nadal e Medvedev, al termine della seconda giornata di incontri. Una confusione che ha contribuito a ingenerare lo stesso Nadal dopo aver rimontato in modo piuttosto incredibile Medvedev da uno svantaggio di 5-1 nel terzo set; lo spagnolo ha detto di essere contento perché è padrone del suo destino, ma le cose non stanno così. Tsitsipas ha battuto nettamente Zverev ed è qualificato, sebbene non ancora sicuro del primo posto, e gli altri tre – persino Medvedev – hanno tutti una possibilità di passare assieme a lui. Vediamo tutti gli scenari possibili in questa tabella.

Nadal passa solo se batte Tsitsipas (con qualsiasi punteggio) e se Medvedev gli fa il favore di battere Zverev, Medvedev invece si qualifica solo se vince in due set e Tsitsipas batte Nadal. Zverev (che come Medvedev può qualificarsi solo come secondo) passa in ogni caso se vince ma anche se perde in tre set e Tsitsipas batte Nadal. In sostanza, tra i tre candidati l’unico ad avere il destino in mano è Zverev.

IL REGOLAMENTO – Breve ripassino per capire come si arriva alla tabella riassuntiva. A parità di partite vinte, se i contendenti sono due, viene semplicemente considerato lo scontro diretto; quando i contendenti sono tre, invece, tutto dipende dalla possibilità che venga a delinearsi un ‘superior player‘ (giocatore con un quoziente set migliore) o un ‘inferior player‘ (giocatore con quoziente set peggiore). Se succede, il migliore passa/il peggiore rimane escluso e tra i due giocatori che rimangono con lo stesso quoziente set lo scontro diretto torna dirimente (è il caso di Nadal che vince 2-0 e Zverev che vince 2-1; quoziente set pari, passerebbe il tedesco perché ha vinto lo scontro diretto).

Se non succede e tutti e tre i giocatori si presentano con lo stesso quoziente set, si procede all’analisi del quoziente game per determinare l’ordine di classifica. Non è un caso che può verificarsi per il Gruppo Agassi, però, quindi riponete pure le calcolatrici.

 

Continua a leggere

Flash

Al Roland Garros si giocherà con palle Wilson dal 2020

Dalla prossima stagione l’azienda di Chicago sarà partner di due tornei dello Slam nel calendario tennistico

Pubblicato

il

Roland Garros 2019 (foto via Twitter, @rolandgarros)

Il Roland Garros cambierà le palle da gioco dalla prossima stagione. Dopo la lunga collaborazione con Babolat, dal 2020 sarà Wilson a fornire le palline allo Slam parigino. Lo ha annunciato la Federazione francese, la FFT, in un comunicato in cui rende nota la nova partnership che che durerà per le prossime cinque stagioni. L’azienda statunitense con sede a Chicago ora collaborerà con due Slam su quattro, dal momento che fornisce da anni le palline dello US Open. Chissà se sentirà il cambiamento Rafa Nadal, dodici volte campione e probabilmente l’uomo da battere anche nella prossima edizione.

L’azienda inoltre porterà anche il suo rinnovato team di incordatori al servizio dei partecipanti all’evento del prossimo giugno. La Federazione Francese e Wilson, oltre a fornire materiale tecnico dedicato al torneo, collaboreranno anche al di fuori dei campi del Roland Garros. Oltre a produrre la “pallina ufficiale” del torneo, il brand statunitense collaborerà accanto alla FFT in numerosi progetti che hanno l’obiettivo di promuovere il tennis su più livelli.

Continua a leggere

Flash

ATP Finals, il programma di giovedì: alle 21 la super sfida tra Djokovic e Federer

Berrettini in campo alle 15: l’azzurro, già eliminato, proverà a vincere almeno una partita contro Thiem, già sicuro della semifinale. Nole e Roger si giocano la qualificazione in un match da dentro o fuori

Pubblicato

il

Novak Djokovic e Roger Federer - Wimbledon 2015 (foto @Gianni Ciaccia)

La giornata di giovedì regalerà spettacolo agli appassionati di tennis. Alle 15, Matteo Berrettini tenterà di chiudere la sua prima esperienza alle ATP Finals con una vittoria in saccoccia. Dall’altra parte della rete troverà Dominic Thiem, già certo del primo posto nel girone e che dunque potrebbe concedere qualcosina al tennista azzurro.

Il match del giorno è però quello che alle 21 vedrà affrontarsi Novak Djokovic e Roger Federer. Entrambi sono costretti a vincere per poter accedere alle semifinali e questo dà all’incontro un contorno da “quarto di finale” che spingerà i due a dare il massimo sul campo.

Situazione analoga per quanto riguarda il doppio. Klaasen e Venus si sono infatti già assicurati la vittoria del girone e sfideranno alle 19 Dodig e Polasek, già eliminati. Decisivo invece l’incontro delle 13 tra Kubot/Melo e Ram/Salisbury.

Il programma completo di giovedì 14 (orari italiani)

ore 13: [2] L. Kubot/ M. Melo vs [4] R. Ram vs J. Salisbury
ore 15: [5] D. Thiem vs [8] M. Berrettini
ore 19: [5] R. Klaasen/ M. Venus vs [8] I. Dodig/ F. Polasek
ore 21: [2] N. Djokovic vs [3] R. Federer

Gironi e tabellone (conserva il link: lo aggiorneremo quotidianamente)

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement