Fed Cup, semifinali: equilibrio a Stoccarda, USA favoriti in Francia

Fed Cup

Fed Cup, semifinali: equilibrio a Stoccarda, USA favoriti in Francia

Sfida apertissima tra Germania e R. Ceca. Gli USA partono con i favori del pronostico nella trasferta contro la Francia capitanata da Yannick Noah e guidata da Mladenovic

Pubblicato

il

Fed Cup, Italia-Belgio: Errani prova a riportarci nel World Group

Ed eccoci alle porte della finale. Gli incontri che si disputeranno questo fine settimana in Germania e Francia decideranno chi si giocherà l’atto finale della Fed Cup 2018. Si tratta di sfide affascinanti per storia e tradizione delle nazioni in gioco. Equilibrio a Stoccarda mentre alle francesi servirà un mezzo miracolo. Germania o Repubblica Ceca ospiteranno la finale sia contro la Francia che contro gli Stati Uniti.

FRANCIA – STATI UNITI

 

Tanti anni fa un giovanissimo John McEnroe chiese al più esperto Gerulaitis cosa lo aspettasse al suo primo tour sulla terra battuta. “Te lo dico io cosa troverai – fu la risposta –, un giocatore europeo che ti farà un mazzo così”. È questo uno dei rischi che il team USA detentore del titolo correrà a partire da sabato sulla terra rossa al coperto della nuovissima Arena Du Pays D’Aix, nell’omonima cittadina provenzale. Un altro potrebbe essere il Tocco di Mida che capitan Noah sembra avere. Da quando è sulla sedia del comando è riuscito a creare un grande spirito di gruppo mentre in campo le speranze della Francia sono in gran parte riposte nel braccio di Kristina Mladenovic (14 WTA), esemplare per attaccamento ai colori contro il Belgio. “Una ragazza come Kristina, per esempio, dopo aver giocato contro il Belgio e aver conquistato tre punti, mentre aveva grandi obiettivi e punti da difendere, ha preso la macchina la domenica sera, è arrivata alle 2 del mattino a Parigi, alle 6 del mattino è partita in aereo per Doha e il giorno dopo era in campo… Dobbiamo tener conto di queste cose. Bisogna dire grazie a queste ragazze. Ha dichiarato pochi giorni fa il direttore tecnico nazionale Pierre Cherret. Oltre a Kristina, Noah ha convocato Pauline Parmentier (122 WTA) e Amandine Hesse (204 WTA), che potranno sicuramente contare sul tifo indiavolato dei compatrioti in tribuna.

Forse troppo poco per ostacolare un’armata come quella statunitense, forte della campionessa di Miami Sloane Stephens, (9 WTA), di Madison Keys (13 WTA) e di Colleen “Coco” Vandeweghe (16 WTA), lo scorso anno principale protagonista della vittoria e – a leggere le sue parole – particolarmente in sintonia con la competizione. “Non soltanto per la mia carriera, ma per me come persona, la Fed Cup è stata estremamente importante. È un grande onore e un grande privilegio essere stata scelta, amo l’atmosfera che si crea là fuori… sia in casa che in trasferta“. Non bastassero loro ecco la maestra del doppio Bethanie Mattek-Sands (32 WTA doppio), al rientro dopo il terribile infortunio di Wimbledon 2017. Nel caso in cui l’aria dovesse farsi pesante.

Proprio a causa di questa abbondanza la capitana Kathy Rinaldi, artefice della creazione di questo gruppo vincente, dovrà ponderare molto bene le sue scelte. Stephens è in forma e Keys ha un’ottima classifica ma basterà questo a escludere dalla tenzone Vandeweghe e il suo carattere da combattente nata? Questa potrebbe essere una chiave di lettura, si giocherà certo in una bolgia e le due favorite per i singolari non sono certo delle cuor di leonesse. Sarà la proverbiale notte a dover portare consiglio a Kathy, comunque confortata da due fatti. Gli Stati Uniti hanno battuto la Francia undici volte contro due sole sconfitte e tutte le sue potenziali singolariste sono in vantaggio negli scontri diretti con le avversarie.

Precedenti fra le giocatrici

Mladenovic vs Stephens 0-2
Mladenovic vs Keys 1-3
Mladenovic vs Vandeweghe 1-4
Parmentier vs Stephens 1-2
Parmentier vs Vandeweghe 0-1


GERMANIA – REPUBBLICA CECA

Alla Porsche Arena di Stoccarda tutto in equilibrio tranne la storia. Le tedesche hanno battuto una sola volta le ceche, più di trent’anni fa. Quella volta – curiosamente a Vancouver – ci volle una tal Steffi Graf. Da quel momento in poi solo sconfitte, l’ultima in ordine di tempo nel 2014 a Praga.

Toccherà ad Angelique Kerber (12 WTA) e socie provare a rinverdire i fasti di quell’unica vittoria sulla terra rossa indoor dell’impianto che ospiterà la sfida da sabato. Oltre ad Angie il capitano Jens Gerlach, succeduto a Barbara Rittner, si affida alla rinata Julia Goerges (11 WTA), a Tatiana Maria (61 WTA) e all’esperta doppista Anna-Lena Groenefeld (20 WTA doppio). Il punto forte del team Germania è certamente la compattezza, e principalmente l’equilibrio di rendimento delle due singolariste. Sia Kerber che Goerges infatti possiedono lo stile adatto – gran gambe, lucidità e variazioni – per contendere la vittoria sul rosso ad avversarie più potenti. Solo la prima vanta un record vincente contro le avversarie (pareggio solo contro Kvitova) ma anche Julia potrà dire la sua. Certo, l’ideale sarebbe chiudere i conti prima del doppio, specialità sulla quale le ceche hanno edificato buona parte dei loro trionfi negli ultimi anni. Ma anche qualora si dovesse arrivare a quello la spinta dei tifosi e l’adrenalina del momento potrebbero risultare decisivi. Senza considerare l’onda di entusiasmo per aver eliminato contro pronostico le finaliste 2017 della Bielorussia.

Nel campo avverso il capitano Petr Pala ritrova il talismano Petra Kvitova (10 WTA), assente la scorsa stagione per i ben noti fatti di cronaca, e protagonista indiscussa delle cinque coppe portate a casa a partire dal 2011. Fu la sua vittoria proprio contro Kerber, al termine di una maratona entusiasmante, a decretare la vittoria delle ceche nella finale 2014. Petra, che dopo lo stop forzato sembra essere addirittura migliorata come giocatrice, potrà contare sull’aiuto dell’altro braccio pesante della squadra, quello di Karolina Pliskova (6 WTA), degnissimo alfiere nelle cavalcate vincenti del team. Insieme a loro l’esperta Barbora Strycova (12 WTA doppio) e la ventunenne Katerina Siniakova (52 WTA). La due volte campionessa di Wimbledon sa bene che sarà difficile. “Sarà dura, la Germania è una squadra forte, lo sappiamo tutti. Angie (Kerber) e Julia (Goerges) sono in grande forma. Ogni incontro sarà difficile, siamo 50-50, staremo a vedere…”. E se lo dice lei...

Precedenti fra le giocatrici

Goerges vs Kvitova 1-4
Goerges vs Ka. Pliskova 0-2
Goerges vs Strycova 5-6
Goerges vs Siniakova 1-0
Kerber vs Kvitova 5-5
Kerber vs Ka. Pliskova 7-3
Kerber vs Strycova 7-1
Kerber vs Siniakova 3-0
Maria vs Kvitova 1-0
Maria vs Strycova 0-3
Maria vs Siniakova 1-0

Continua a leggere
Commenti

Fed Cup

BJK Cup, play-off: Canada, Ucraina, Lettonia e Gran Bretagna sul 2-0

Equilibrio tra Argentina e Kazakistan così come tra Olanda e Cina e tra Polonia e Brasile. Oggi si concludono le sfide

Pubblicato

il

Jelena Ostapenko - Billie Jean King Cup 2021 (via Twitter, @BJKCup)

Oltre alla sfida di Cluj tra Romania e Italia sono in corso altre sette sfide valide per i play-off della Billie Jean King Cup, le cui vincenti saranno ammesse alle qualificazioni per le Finals 2022. Dopo la prima giornata tutto abbastanza facile per la Gran Bretagna contro il Messico e per l’Ucraina contro il Giappone.

Al National Tennis Center di Londra Katie Boulter e Heather Watson faticano solo nel primo set dei loro rispettivi incontri chiudendo poi in scioltezza i loro match. La prima regola con il punteggio di 7-5 6-0 la messicana Zacarias, la seconda con un similare 7-5 6-1 completa il 2-0 britannico contro la Olmos. A Chornomorsk, sulla terra rossa, vita facile per le ucraine contro il Giappone orfano di Naomi Osaka. Elina Svitolina lascia 5 giochi a Chihiro Muramatsu (6-3 6-2), Marta Kostyuk uno in più a Yuki Naito (6-3 6-3).

Sul 2-0 anche il Canada in Serbia e la Lettonia contro l’India. Sul veloce di Kraljevo Fernandez supera Olga Danilovic dopo tre combattuti set (7-5 4-6 6-4) e a seguire Rebecca Marino supera 6-4 7-6(8) Nina Stojanovic. Nordamericane ad un passo dai Qualifiers 2022. Qualche problemino per la Lettonia contro l’India anche se alla fine della prima giornata si è come da pronostico sul 2-0 per le padrone di casa a Jurmala. Jelena Ostapenko impiega infatti 2 ore e 25 minuti per superare in tre set la quasi sconosciuta Raina (nr. 147 WTA) con il punteggio di 6-2 5-7 7-5. Passata la paura Sevastova dà il 2-0 alla Lettonia superando in tranquillità Tandi (6-4 6-0).

Equilibrio invece nelle altre 3 sfide. Parità dopo la prima giornata tra Polonia e Brasile a Bytom. Magdalena French aveva dato l’1-0 alle padrone di casa superando Meligeni Rodrigues 6-4 6-3 ma nel secondo singolare Laura Pigossi ha ristabilito la parità superando in tre set Urszula Radwanska (7-6 (9) 3-6 6-2). A ‘s-Hertogenbosch sembrava una passeggiata di salute per l’Olanda contro la Cina. Ma dopo la facile vittoria di Kiki Bertens contro Xinyu Wang (6-2 6-0) ci pensava l’altra Wang Xiyu a rovesciare il pronostico contro Arantxa Rus e portare in parità le asiatiche (6-1 3-6 6-2).

 

Infine 1-1 anche sulla terra rossa di Cordoba tra Argentina e Kazakistan. Yulia Putinsteva rimonta la tenace Nadia Podoroska battuta 2-6 6-4 6-0 ma la sorpresa arriva dal secondo singolare, dove Maria Luise Carle (nr. 415 WTA) supera al terzo Elena Rybakina (6-4 3-6 6-0)

Continua a leggere

Fed Cup

Billie Jean King Cup: Romania-Italia 0-2. Cocciaretto e Trevisan non tradiscono

Vittoria al cardiopalma per Martina, che salva due match point a Buzarnescu. Tutto facile per Cocciaretto contro Bara

Pubblicato

il

Inizia nel migliore dei modi per la nazionale azzurra la sfida di play-off contro la Romania nella Billie Jean King Cup (ex Fed Cup). Nel cemento indoor della Sala Polivalenta di Cluj le italiane guidate da Tathiana Garbin (senza la numero 1 Camila Giorgi, positiva al coronavirus) hanno vinto i primi due match di singolare, andando a riposo sul 2-0. La Romania non sta certamente schierando la sua formazione migliore: mancano infatti le prime cinque giocatrici della nazione, ovvero Simona Halep, Patricia Maria Tig, Sorana Cirstea, Irina Camelia Begu e Ana Bogdan. Non per questo il risultato che potrebbe acquisire l’Italia vincendo il tie (la qualificazione ai preliminari del tabellone di BJK Cup 2022) avrebbe meno valore.

La prima sfida è tutta nel segno di Elisabetta Cocciaretto. Scesa in campo da numero 2, ha battuto nettamente Irina Bara, n.132 WTA, in un’ora e mezza di partita con il punteggio di 6-1 6-4, recuperando da uno svantaggio di 0-3 nel secondo parziale dopo aver dominato il primo. Per Elisabetta è la quarta vittoria con i colori della nazionale azzurra: le prime tre sono state preziosissime (e anche più nette rispetto a quella su Bara). Le ha messe a segno lo scorso anno in Estonia e hanno permesso alle nostre ragazze di giocare questo match di play-off.

Il secondo match invece è stato un autentico dramma, durato oltre tre ore. Martina Trevisan ha superato Mihaela Buzarnescu (n.137 WTA) al tie-break del terzo set (7 punti a 5), finendo il match in lacrime. Una vittoria che ha il freddo valore del 2-0 per la squadra, ma ha un significato inestimabile per lei. Anzi, probabilmente ce lo spiegano quelle lacrime alla stretta di mano e l’abbraccio con Tathiana. Martina infatti aveva vinto un solo match in questo 2021, quello nel primo turno di qualificazione a Dubai contro Rodionova. La striscia di sconfitte stava per allungarsi oggi, perché nel terzo set (durato la bellezza di 103 minuti) è stata a un passo dalla sconfitta.

Prima si sono rifilate un 6-2 per parte. Poi è iniziata una sfilza di break, che ha portato la rumena a servire per il match sul 5-4. Martina è stata tenace e nonostante non si stesse esprimendo al meglio (complici alcuni fastidi fisici) è riuscita a salvare due match point consecutivi (40-15) e anche a non lasciarsi condizionare dal disappunto per aver perso il servizio sul 5-5 con numerose chance di tornare avanti nel punteggio. Ha recuperato ancora una volta il break e non si è distratta nel lungo Medical Time Out di Buzarnescu che ha preceduto il tie-break. Qui si è portata avanti 5-3 per poi chiudere il match alla prima occasione.

Sabato si continua con gli altri due singolari: salvo imprevisti, Cocciaretto incrocerà proprio Buzarnescu, mentre a Trevisan toccherà Bara.

Continua a leggere

Fed Cup

Billie Jean King Cup, i playoff: Cocciaretto-Bara il primo incontro

A Cluj, l’Italia affronta la Romania priva di Halep; Trevisan-Buzarnescu il secondo match. In campo anche Ostapenko, Svitolina e Bertens per le rispettive nazionali

Pubblicato

il

Elisabetta Cocciaretto - Guadalajara 2021 (Foto Facebook Abierto Zapopan 2021)

La squadra azzurra di Billie Jean King Cup torna in campo nella giornata di oggi contro la Romania, a oltre un anno di distanza dal successo sulla Croazia a Tallinn che è valso l’accesso ai playoff, inizialmente previsti per il 17 e 18 aprile del 2020 prima di essere rinviati al 2021. Il gruppo a disposizione di Tathiana Garbin include Elisabetta Cocciaretto, Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Jasmine Paolini e Bianca Turati, alla sua prima convocazione. Gli incontri saranno visibili su Supertennis dalle 14:30 di oggi e dalle 13 di domani.

Il tie si svolgerà presso la Sala Polivalenta di Cluj (cemento indoor), e vedrà l’Italia opposta ad una formazione decisamente rimaneggiata, visto che saranno assenti le cinque migliori giocatrici rumene (Halep, Tig, Cirstea, Begu e Bogdan). Le selezioni di Monica Niculescu hanno quindi incluso… sé stessa (N.173 in singolare e 55 in doppio), oltre a Irina Maria Bara (N.132 in singolare e 124 in doppio), Mihaela Buzarnescu (137 in singolare e 114 in doppio) e Elena Gabriela Ruse (168 in ambo le specialità).

Il primo incontro di oggi, a partire dalle 14:30 italiane, sarà Bara-Cocciaretto, a cui farà seguito Buzarnescu-Trevisan. Domani, invece, si inizierà alle 13 con Bara-Trevisan, poi Buzarnescu-Cocciaretto e infine il doppio Niculescu/Ruse vs Gatto-Monticone/Paolini.

 

Questi gli altri incontri di playoff:

REGNO UNITO-MESSICO

  • Sede: National Tennis Centre, Londra
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 15 italiane):

  • K. Boulter vs M. Zacarias
  • H. Watson vs G. Olmos

Incontri di sabato (a partire dalle 12:30 italiane):

  • H. Watson vs M. Zacarias
  • K. Boulter vs G. Olmos
  • H. Dart/H. Watson vs F. Contreras Gomez/G. Olmos

SERBIA-CANADA

  • Sede: Sport Hall Ibar, Kraljevo
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 14 italiane):

  • O. Danilovic vs L.A. Fernandez
  • N. Stojanovic vs R. Marino

Incontri di sabato (a partire dalle 11 italiane):

  • N. Stojanovic vs L.A. Fernandez
  • O. Danilovic vs R. Marino
  • O. Danilovic/A. Krunic vs S. Fichman/C. Zhao

LETTONIA-INDIA

  • Sede: National Tennis Centre Lielupe, Jurmala
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 17 italiane):

  • J. Ostapenko vs A. Raina
  • A. Sevastova vs K.K. Thandi

Incontri di sabato (a partire dalle 15 italiane):

  • A. Sevastova vs A. Raina
  • J. Ostapenko vs K.K. Thandi
  • D. Marcinkevica/D. Vismane vs S. Mirza/A. Raina

UCRAINA-GIAPPONE

  • Sede: Elite Tennis Club, Chornomorsk
  • Superficie: terra outdoor

Incontri di oggi (a partire dalle 10 italiane):

  • E. Svitolina vs C. Muramatsu
  • M. Kostyuk vs Y. Naito

Incontri di sabato (a partire dalle 10 italiane):

  • E. Svitolina vs Y. Naito
  • M. Kostyuk vs C. Muramatsu
  • L. Kichenok/N. Kichenok vs S. Akita/H. Sato

ARGENTINA-KAZAKISTAN

  • Sede: Córdoba Lawn Tennis Club, Córdoba
  • Superficie: terra outdoor

Incontri di oggi (a partire dalle 16 italiane):

  • N. Podoroska vs Y. Putintseva
  • M.L. Carle vs E. Rybakina

Incontri di sabato (a partire dalle 15:30 italiane):

  • N. Podoroska vs E. Rybakina
  • M.L. Carle vs Y. Putintseva
  • M.L. Carle/N. Podoroska vs A. Danilina/Y. Shvedova

OLANDA-CINA

  • Sede: Maaspoort Sports & Events, s-Hertogenbosch
  • Superficie: terra indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 13 italiane):

  • K. Bertens vs Xiyu Wang
  • A. Rus vs Xinyu Wang

Incontri di sabato (a partire dalle 13 italiane):

  • K. Bertens vs Xinyu Wang
  • A. Rus vs Xiyu Wang
  • L. Pattinama Kerkhove/D. Schuurs vs S. Zhang/S. Zheng

POLONIA-BRASILE

  • Sede: Hala Na Skarpie, Bytom
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 14 italiane):

  • M. Frech vs C.M.R. Alves
  • U. Radwanska vs L. Pigossi

Incontri di sabato (a partire dalle 13 italiane):

  • M. Frech vs L. Pigossi
  • U. Radwanska vs C.M.R. Alves
  • W. Falkowska/P. Kania Chodun vs G. Ce/L. Stefani

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement