ATP Ranking: ricomincia il regno di Djokovic, Italia come nel 1973

Dopo due anni, Nole ritorna in vetta al ranking mondiale. Khachanov a un passo dalla top 10, crolla Jack Sock. L'Italia chiude con due giocatori in top 20: Fognini e Cecchinato

ATP Ranking: ricomincia il regno di Djokovic, Italia come nel 1973
Novak Djokovic - Parigi-Bercy 2018 (foto Erika Tanaka)

Novak Djokovic è da questa settimana ufficialmente il nuovo numero uno della classifica ATP, a due anni esatti di distanza dall’ultima volta in cui sedette sul trono del mondo tennistico. Il serbo è il primo giocatore ad essere riuscito nella medesima stagione a raggiungere la vetta partendo da una posizione inferiore alla ventesima dopo il russo Marat Safin che vi riuscì nel 2000.

Safin, però, guardò tutti dall’alto in basso solo per nove settimane. Poche in confronto alle attuali 224 di Djokovic che inizia a intravedere le 268 di Connors e le 270 di Lendl. Peccato (per lui) che alla festa per l’incoronazione sia mancata la collaborazione attiva di Karen Khachanov che gli ha negato la vittoria nella finale di Parigi-BercyIl ventiduenne russo ha così messo una sontuosa ciliegina sulla torta in una stagione iniziata in veste di numero 47 del mondo e conclusasi 36 gradini più in alto con annessa partecipazione – seppur come riserva – alle Finals londinesi.

 

Di seguito i primi venti della classe:

Classifica ATP

Giocatore

Nazione

Punteggio

Variazione

1

N. Djokovic

Serbia

8045

1

2

R. Nadal

Spagna

7480

-1

3

R. Federer

Svizzera

6020

4

JM del Potro

Argentina

5300

5

A. Zverev

Germania

5085

6

K. Anderson

S. Africa

4310

7

M. Cilic

Croazia

4050

8

D. Thiem

Austria

3895

9

K. Nishikori

Giappone

3390

2

10

J. Isner

USA

3155

-1

11

K. Khachanov

Russia

2835

7

12

B. Coric

Croazia

2480

1

13

F. Fognini

Italia

2315

1

14

K. Edmund

GB

2150

1

15

S. Tsitsipas

Grecia

2095

1

16

D. Medvedev

Russia

1977

1

17

D. Schwartzman

Argentina

1880

2

18

M. Raonic

Canada

1855

3

19

G. Dimitrov

Bulgaria

1835

-9

20

M. Cecchinato

Italia

1819

Altre considerazioni:

  • Tra i giocatori classe ’96 che lo scorso anno presero parte alle Next Gen Finals ve ne sono tre in top 20, ovvero Kachanov, Coric, Medvedev e uno, Hyeon Chung, che dopo esservi entrato è ora venticinquesimo. Per spirito patriottico menzioniamo il loro coetaneo e avversario alle precedenti finali milanesi Gianluigi Quinzi che probabilmente chiuderà la stagione tra i primi 150 giocatori del mondo come mostreremo più avanti
  • Rafa Nadal è l’unico rappresentante di vertice della Spagna. Lo spagnolo meglio classificato dopo di lui è Pablo Carreno Busta, ventitreesimo
  • Kei Nishikori è risalito nel corso dell’anno dalla trentanovesima alla nona posizione
  • Dimitrov, non avendo guadagnato l’accesso alle finali di Londra, è uscito dai primi dieci del mondo
  • Solo due giocatori tra i primi dieci del mondo sono nati negli ani ’90: Zverev e Thiem
  • Solo un giocatore tra l’undicesima e la ventesima posizione è nato negli anni ’80: Fabio Fognini
  • Jack Sock un anno fa di questi tempi metteva a segno un magistrale doppio colpo: vittoria a Parigi-Bercy e qualificazione alle finali di londra. A dodici mesi di distanza subisce un doppio colpo: fuori ai quarti a Parigi, niente Finals e crollo verticale sino alla centocinquesima posizione

Per quanto attiene ai colori italiani, questa top 20 – che potrà subire modifiche solo nelle prime dieci posizioni in virtù dei risultati delle Finals – ricalca molto da vicino quella conclusiva della stagione 1973, l’ultima in cui l’Italia sia riuscita a piazzare due giocatori tra i primi venti. Dopo 45 anni sono Fognini (13esimo) e Cecchinato (20esimo) ad aggiornare la pagina dei record scritta da Panatta (14esimo) e Bertolucci (20esimo). Nella classifica conclusiva del 1974 né Panatta né Bertolucci riuscirono a confermare la top 20: la speranza è che Fognini e Cecchinato sappiano fare meglio nel 2019.

FINALS – Il torneo che avrà il via a Londra domenica 12 novembre vedrà ai nastri di partenza i seguenti giocatori:

Giocatore

Nazione

Punteggio

Classifica ATP

N. Djokovic

Serbia

8045

1

R. Federer

Svizzera

6020

3

A. Zverev

Germania

5085

5

K. Anderson

S. Africa

4310

6

M. Cilic

Croazia

4050

7

D. Thiem

Austria

3895

8

K. Nishikori

Giappone

3390

9

J. Isner

USA

3155

10

Oltre a del Potro mancherà purtroppo all’appello anche il numero due del mondo e della Race Rafael Nadalche ha ufficializzato la sua rinuncia a causa di persistenti problemi agli addominali e alla caviglia che dovrà essere operata. È la terza volta dal 2014 che il maiorchino è costretto a dare forfait all’appuntamento di fine stagione più prestigioso, la settima in totale. Il suo posto verrà preso da John Isner, alla sua prima partecipazione assoluta; un’ulteriore conquista per lo statunitense protagonista di un’eccellente annata che lo ha visto rientrare in top 10 dopo quattro anni e ottenere con l’ottavo posto il miglior risultato in classifica della sua carriera.

Alle Finals prenderanno parte in veste di riserva Karen Khachanov e Borna Coric.

NEXT GEN FINALS – In procinto di cominciare a Milano il torneo riservato alla Next Gen che si concluderà sabato. Date le assenze di Zverev e Shapovalov il montepremi se lo contenderanno i seguenti under 21:

Giocatore

Nazione

Punteggio

Classifica ATP

Nato nel

S. Tsitsipas

Grecia

2175

15

1998

A. de Minaur

Australia

1308

31

1999

F. Tiafoe

USA

1055

40

1998

T. Fritz

USA

974

47

1997

A. Rublev

Russia

760

68

1997

J. Munar

Spagna

661

76

1997

H. Hurkacz

Polonia

636

85

1997

Ai sette sopra citati si è unito l’italiano Liam Caruana – classe 1998 e numero 622 ATP – che si è aggiudicato la wild card messa in palio dagli organizzatori del torneo, grazie alla vittoria ottenuta contro Raul Brancaccio nella finale del torneo disputato lo scorso week end allo Sporting Milano 3. Il giovane romano nel girone eliminatorio affronterà Rublev, de Minaur e Fritz.

Da un italiano che si affaccia per la prima volta su un palcoscenico internazionale, passiamo ad altri più rodati:

ITALIANI  TOP 200

Classifica ATP

Giocatore

Punteggio

Var.

13

F. Fognini

2315

1

20

M. Cecchinato

1819

35

A. Seppi

1135

2

54

M. Berrettini

932

-1

99

T. Fabbiano

573

5

106

L. Sonego

536

-1

115

P. Lorenzi

505

1

132

S. Travaglia

433

1

146

S. Bolelli

382

-1

149

G. Quinzi

374

2

152

L. Vanni

372

-3

166

S. Caruso

332

-1

167

A Giannessi

330

-1

178

F. Baldi

306

-4

183

A. Arnaboldi

294

1

Thomas Fabbiano rientra nella top 100 mentre Gianluigi Quinzi conquista l’ennesimo best ranking in un 2018 iniziato al numero 335.

Per concludere facciamo i complimenti ai numerosi atleti che questa settimana hanno raggiunto la loro miglior posizione in carriera:

Classifica

Giocatore

Nazione

11

K. Kachanov

Russia

12

B. Coric

Croazia

16

D. Medvedev

Russia

21

N. Basilashvili

Georgia

38

M. Fucsovics

Ungheria

39

N. Jarry

Cile

46

M. Jaziri

Tunisia

47

T. Fritz

Cile

57

M. Copil

Romania

76

J. Munar

Spagna

82

G. Andreozzi

Argentina

87

C. Garin

Cile

Di alcuni di essi abbiamo già parlato; ci soffermiamo ora sull’argentino Guido Andreozzi e sul tunisino Malek Jaziri . “Formichina” Andreozzi a suon di Challenger vinti (4) a 27 anni è entrato per la prima volta nella élite mondiale, mentre Jaziri alla soglia dei 35 anni con questo risultato ha coronato un anno che lo ha visto a febbraio addirittura uscire dalla top 100. Jaziri è di gran lunga il miglior giocatore di sempre del suo Paese.

Ma sapete dirci, cari lettori, se il continente africano è mai riuscito ad avere un giocatore al primo posto della classifica mondiale?

CATEGORIE
TAG
Condividi