ATP Ranking: ricomincia il regno di Djokovic, Italia come nel 1973

Ranking

ATP Ranking: ricomincia il regno di Djokovic, Italia come nel 1973

Dopo due anni, Nole ritorna in vetta al ranking mondiale. Khachanov a un passo dalla top 10, crolla Jack Sock. L’Italia chiude con due giocatori in top 20: Fognini e Cecchinato

Pubblicato

il

Novak Djokovic è da questa settimana ufficialmente il nuovo numero uno della classifica ATP, a due anni esatti di distanza dall’ultima volta in cui sedette sul trono del mondo tennistico. Il serbo è il primo giocatore ad essere riuscito nella medesima stagione a raggiungere la vetta partendo da una posizione inferiore alla ventesima dopo il russo Marat Safin che vi riuscì nel 2000.

Safin, però, guardò tutti dall’alto in basso solo per nove settimane. Poche in confronto alle attuali 224 di Djokovic che inizia a intravedere le 268 di Connors e le 270 di Lendl. Peccato (per lui) che alla festa per l’incoronazione sia mancata la collaborazione attiva di Karen Khachanov che gli ha negato la vittoria nella finale di Parigi-BercyIl ventiduenne russo ha così messo una sontuosa ciliegina sulla torta in una stagione iniziata in veste di numero 47 del mondo e conclusasi 36 gradini più in alto con annessa partecipazione – seppur come riserva – alle Finals londinesi.

Di seguito i primi venti della classe:

 

Classifica ATP

Giocatore

Nazione

Punteggio

Variazione

1

N. Djokovic

Serbia

8045

1

2

R. Nadal

Spagna

7480

-1

3

R. Federer

Svizzera

6020

4

JM del Potro

Argentina

5300

5

A. Zverev

Germania

5085

6

K. Anderson

S. Africa

4310

7

M. Cilic

Croazia

4050

8

D. Thiem

Austria

3895

9

K. Nishikori

Giappone

3390

2

10

J. Isner

USA

3155

-1

11

K. Khachanov

Russia

2835

7

12

B. Coric

Croazia

2480

1

13

F. Fognini

Italia

2315

1

14

K. Edmund

GB

2150

1

15

S. Tsitsipas

Grecia

2095

1

16

D. Medvedev

Russia

1977

1

17

D. Schwartzman

Argentina

1880

2

18

M. Raonic

Canada

1855

3

19

G. Dimitrov

Bulgaria

1835

-9

20

M. Cecchinato

Italia

1819

Altre considerazioni:

  • Tra i giocatori classe ’96 che lo scorso anno presero parte alle Next Gen Finals ve ne sono tre in top 20, ovvero Kachanov, Coric, Medvedev e uno, Hyeon Chung, che dopo esservi entrato è ora venticinquesimo. Per spirito patriottico menzioniamo il loro coetaneo e avversario alle precedenti finali milanesi Gianluigi Quinzi che probabilmente chiuderà la stagione tra i primi 150 giocatori del mondo come mostreremo più avanti
  • Rafa Nadal è l’unico rappresentante di vertice della Spagna. Lo spagnolo meglio classificato dopo di lui è Pablo Carreno Busta, ventitreesimo
  • Kei Nishikori è risalito nel corso dell’anno dalla trentanovesima alla nona posizione
  • Dimitrov, non avendo guadagnato l’accesso alle finali di Londra, è uscito dai primi dieci del mondo
  • Solo due giocatori tra i primi dieci del mondo sono nati negli ani ’90: Zverev e Thiem
  • Solo un giocatore tra l’undicesima e la ventesima posizione è nato negli anni ’80: Fabio Fognini
  • Jack Sock un anno fa di questi tempi metteva a segno un magistrale doppio colpo: vittoria a Parigi-Bercy e qualificazione alle finali di londra. A dodici mesi di distanza subisce un doppio colpo: fuori ai quarti a Parigi, niente Finals e crollo verticale sino alla centocinquesima posizione

Per quanto attiene ai colori italiani, questa top 20 – che potrà subire modifiche solo nelle prime dieci posizioni in virtù dei risultati delle Finals – ricalca molto da vicino quella conclusiva della stagione 1973, l’ultima in cui l’Italia sia riuscita a piazzare due giocatori tra i primi venti. Dopo 45 anni sono Fognini (13esimo) e Cecchinato (20esimo) ad aggiornare la pagina dei record scritta da Panatta (14esimo) e Bertolucci (20esimo). Nella classifica conclusiva del 1974 né Panatta né Bertolucci riuscirono a confermare la top 20: la speranza è che Fognini e Cecchinato sappiano fare meglio nel 2019.

FINALS – Il torneo che avrà il via a Londra domenica 12 novembre vedrà ai nastri di partenza i seguenti giocatori:

Giocatore

Nazione

Punteggio

Classifica ATP

N. Djokovic

Serbia

8045

1

R. Federer

Svizzera

6020

3

A. Zverev

Germania

5085

5

K. Anderson

S. Africa

4310

6

M. Cilic

Croazia

4050

7

D. Thiem

Austria

3895

8

K. Nishikori

Giappone

3390

9

J. Isner

USA

3155

10

Oltre a del Potro mancherà purtroppo all’appello anche il numero due del mondo e della Race Rafael Nadalche ha ufficializzato la sua rinuncia a causa di persistenti problemi agli addominali e alla caviglia che dovrà essere operata. È la terza volta dal 2014 che il maiorchino è costretto a dare forfait all’appuntamento di fine stagione più prestigioso, la settima in totale. Il suo posto verrà preso da John Isner, alla sua prima partecipazione assoluta; un’ulteriore conquista per lo statunitense protagonista di un’eccellente annata che lo ha visto rientrare in top 10 dopo quattro anni e ottenere con l’ottavo posto il miglior risultato in classifica della sua carriera.

Alle Finals prenderanno parte in veste di riserva Karen Khachanov e Borna Coric.

NEXT GEN FINALS – In procinto di cominciare a Milano il torneo riservato alla Next Gen che si concluderà sabato. Date le assenze di Zverev e Shapovalov il montepremi se lo contenderanno i seguenti under 21:

Giocatore

Nazione

Punteggio

Classifica ATP

Nato nel

S. Tsitsipas

Grecia

2175

15

1998

A. de Minaur

Australia

1308

31

1999

F. Tiafoe

USA

1055

40

1998

T. Fritz

USA

974

47

1997

A. Rublev

Russia

760

68

1997

J. Munar

Spagna

661

76

1997

H. Hurkacz

Polonia

636

85

1997

Ai sette sopra citati si è unito l’italiano Liam Caruana – classe 1998 e numero 622 ATP – che si è aggiudicato la wild card messa in palio dagli organizzatori del torneo, grazie alla vittoria ottenuta contro Raul Brancaccio nella finale del torneo disputato lo scorso week end allo Sporting Milano 3. Il giovane romano nel girone eliminatorio affronterà Rublev, de Minaur e Fritz.

Da un italiano che si affaccia per la prima volta su un palcoscenico internazionale, passiamo ad altri più rodati:

ITALIANI  TOP 200

Classifica ATP

Giocatore

Punteggio

Var.

13

F. Fognini

2315

1

20

M. Cecchinato

1819

35

A. Seppi

1135

2

54

M. Berrettini

932

-1

99

T. Fabbiano

573

5

106

L. Sonego

536

-1

115

P. Lorenzi

505

1

132

S. Travaglia

433

1

146

S. Bolelli

382

-1

149

G. Quinzi

374

2

152

L. Vanni

372

-3

166

S. Caruso

332

-1

167

A Giannessi

330

-1

178

F. Baldi

306

-4

183

A. Arnaboldi

294

1

Thomas Fabbiano rientra nella top 100 mentre Gianluigi Quinzi conquista l’ennesimo best ranking in un 2018 iniziato al numero 335.

Per concludere facciamo i complimenti ai numerosi atleti che questa settimana hanno raggiunto la loro miglior posizione in carriera:

Classifica

Giocatore

Nazione

11

K. Kachanov

Russia

12

B. Coric

Croazia

16

D. Medvedev

Russia

21

N. Basilashvili

Georgia

38

M. Fucsovics

Ungheria

39

N. Jarry

Cile

46

M. Jaziri

Tunisia

47

T. Fritz

Cile

57

M. Copil

Romania

76

J. Munar

Spagna

82

G. Andreozzi

Argentina

87

C. Garin

Cile

Di alcuni di essi abbiamo già parlato; ci soffermiamo ora sull’argentino Guido Andreozzi e sul tunisino Malek Jaziri . “Formichina” Andreozzi a suon di Challenger vinti (4) a 27 anni è entrato per la prima volta nella élite mondiale, mentre Jaziri alla soglia dei 35 anni con questo risultato ha coronato un anno che lo ha visto a febbraio addirittura uscire dalla top 100. Jaziri è di gran lunga il miglior giocatore di sempre del suo Paese.

Ma sapete dirci, cari lettori, se il continente africano è mai riuscito ad avere un giocatore al primo posto della classifica mondiale?

Continua a leggere
Commenti

Focus

ATP Ranking: Matteo Berrettini tra i primi 20

L’azzurro corona una grande parte di stagione su erba con l’ingresso in top 20. Lopez guadagna 60 posizioni e torna tra i primi 100. Auger-Aliassime al decimo posto della Race to London

Pubblicato

il

Matteo Berrettini - Halle 2019 (foto NOVENTI OPEN_KET)

Oggi cambiamo l’ordine di successione degli argomenti e partiamo dalle congratulazioni, che questa settimana sono ottime nel merito e abbondanti nel numero. Quindi, complimenti a:

  • Stefano Travaglia che per la prima volta ha raggiunto la top 100
  • Matteo Berrettini (n. 20), Jan-Lennard Struff (n. 34), Jordan Thompson (n. 45), Corentin Moutet (n.85) e Yannick Maden (n. 96) per il best ranking
  • Roger Federer e Feliciano Lopez – 75 anni in due – per avere vinto ad Halle e al Queen’s
  • ancora a Federer e Lopez: il primo per avere conquistato un torneo ATP per la decima volta e avere altresì ottenuto la seconda testa di serie a Wimbledon; al secondo per avere guadagnato in un colpo solo 60 posti ed essere rientrato in top 100 (n. 53)
  • Gilles Simon perché neppure Nostradamus avrebbe mai potuto immaginarlo in una finale sull’erba a (quasi) 35 anni d’età
  • David Goffin non tanto e non solo per la finale disputata ad Halle e i conseguenti dieci posti in più in classifica, quanto per il modo in cui ha disputato il primo set sino al tie break
  • infine, complimenti agli Stati Uniti del Tennis Maschile che schierano ai primi venti posti della classifica atleti provenienti da 15 nazioni e 4 continenti diversi: una pernacchia metaforica rivolta a tutti gli erettori di barriere

Eccoli i magnifici venti:

Posizione Nazione Giocatore Punti Variazione
1 Serbia N. Djokovic 12415 =
2 Spagna R. Nadal 7945 =
3 Svizzera Federer 6620 =
4 Austria Thiem 4595 =
5 Germania Zverev 4405 =
6 Grecia Tsitsipas 4215 =
7 Giappone Nishikori 4040 =
8 Sud Africa Anderson 3610 =
9 Russia Khachanov 2980 =
10 Italia Fognini 2785 =
11 Argentina del Potro 2740 1
12 USA Isner 2715 -1
13 Russia Medvedev 2625 =
14 Croazia Coric 2205 =
15 Francia Monfils 2055 1
16 Georgia Basilashvili 1960 1
17 Canada Raonic 1945 1
18 Croazia Cilic 1940 -3
19 Svizzera Wawrinka 1715 =
20 Italia Berrettini 1665 2

Prima di cambiare argomento dedichiamo un affettuoso pensiero a Juan Martin del Potro al quale un destino cinico e beffardo concede una posizione in più in classifica in attesa di sottrargliene a piene mani.

 

CASA ITALIA – I tennisti azzurri in top 200 sono i seguenti:

Classifica Giocatore Punti Variazione
10 Fognini 2785 =
20 Berrettini 1665 2
40 Cecchinato 1130 =
71 Seppi 745 -2
75 Sonego 732 -1
100 Travaglia 549 3
102 Fabbiano 543 -3
107 Lorenzi 531 -11
125 Caruso 458 -1
131 Mager 440 -2
134 Giustino 431 7
151 Baldi 370 -2
163 Giannessi 348 -1
175 Gaio 309 25
179 Napolitano 299 -2
187 Bolelli 281 -2

Matteo Berrettini è per la prima volta tra i migliori 20. Stefano Travaglia a 27 anni di età ha finalmente raggiunto l’élite del tennis mondiale. Per non uscirne dovrà superare le qualificazioni a Wimbledon, come riuscì a fare nel 2018. Gli italiani certi della partecipazione allo Slam inglese sono: Fognini, Berrettini, Seppi, Sonego, Fabbiano e, in virtù del forfait di Del Potro, Lorenzi.

Tra i nostri rappresentanti impegnati nelle qualificazioni londinesi menzioniamo Federico Gaio, autore di un ragguardevole balzo in avanti in classifica grazie alla finale disputata nel Challenger di Parma in cui ha ceduto solo al tie break del set decisivo all’ex numero 5 del ranking mondiale: Tommy Robredo.

QUALIFICAZIONI FINALS LONDRA

Posizione ATP Nazione Giocatore Punti
2 Spagna Nadal 5505
1 Serbia Djokovic 4725
3 Svizzera Federer 3860
4 Austria Thiem 3305
6 Grecia Tsitsipas 2985
13 Russia Medvedev 1765
7 Giappone Nishikori 1710
5 Germania Zverev 1580
10 Italia Fognini 1550
21 Canada Auger-Aliassime 1391

Fabio Fognini è scivolato dall’ottavo al nono posto nella classifica avulsa, superato da Alexander Zverev che, crisi o non crisi, è pur sempre tra i migliori otto giocatori del pianeta nel primo semestre del 2019. Notevole il decimo posto del canadese Auger-Aliassime che si conferma al secondo posto anche nella classifica riservata alla NextGeneration, che nella settimana appena trascorsa si è distinta più per gli scapaccioni ricevuti dai membri della Old Generation che per le prodezze in campo.

Posizione ATP Nazione Giocatore Nato nel Punti
6 Grecia Tsitsipas 1998 3030
21 Canada Auger-Aliassime 2000 1403
27 Canada Shapovalov 1999 795
39 USA Tiafoe 1998 770
60 Norvegia Ruud 1998 666
29 Australia de Minaur 1999 595
85 Francia Moutet 1999 464
82 Serbia Kecmanovic 1999 422

TRIVIAL TENNIS – Nei suoi oltre 140 anni di storia Wimbledon è stato teatro di innumerevoli vicende degne di menzione. Tra queste spicca per singolarità la finale del torneo di singolare maschile nella quale si affrontarono un reverendo e un (futuro) omicida. Sapete dirci i loro nomi? È tutto per oggi. Buon Wimbledon a tutti.

Continua a leggere

Focus

ATP Ranking: Berrettini a ridosso della Top 20

Il titolo a Stoccarda vale a Matteo un balzo di otto posizioni e una possibile ottima testa di serie a Wimbledon. Pochi punti da difendere da qui a fine anno. Sognare è lecito

Pubblicato

il

La classifica ATP negli ultimi sette giorni è rimasta immutata sino alla ventunesima posizione.

PosizioneNazioneGiocatorePuntiVariazione
1SerbiaN. Djokovic12715=
2SpagnaR. Nadal7945=
3SvizzeraFederer6420=
4AustriaThiem4685=
5GermaniaZverev4360=
6GreciaTsitsipas4215=
7GiapponeNishikori4040=
8Sud AfricaAnderson3565=
9RussiaKhachanov2980=
10ItaliaFognini2785=
11USAIsner2715=
12Argentinadel Potro2695=
13RussiaMedvedev2625=
14CroaziaCoric2615=
15CroaziaCilic2395=
16FranciaMonfils2055=
17GeorgiaBasilashvili1970=
18CanadaRaonic1900=
19SvizzeraWawrinka1715=
20SpagnaBautista Agut1690=
21CanadaAugier-Aliassime1522=
22ItaliaBerrettini15058


Alle spalle del diciannovenne canadese troviamo Matteo Berrettini che ha guadagnato otto posti grazie alla vittoria di Stoccarda.Con un’espressione mutuata dal lessico musicale potremmo definire l’ascesa del tennista romano al vertice del ranking mondiale “andante con brio”. Una crescita significativa in termini numerici (più 30 da inizio anno e più 59 nelle ultime 52 settimane) ma, allo stesso tempo armoniosa, costante, senza bruschi strappi. Segno che Berrettini si è messo alle spalle i problemi alle articolazioni (non inconsueti in un teen ager con quella morfologia) che nel 2016 lo costrinsero ad una pausa di sei mesi e sta raggiungendo la piena maturità fisica e tecnica.

Alcuni dei tennisti appartenenti alla NextGeneration sotto il profilo della precocità hanno fatto meglio di lui, ma adesso in qualche caso la scontano o sotto il profilo fisico (Chung, Rublev), oppure tecnico (Shapovalov e, si parva licet, Zverev Jr).

Cosa possiamo aspettarci da Matteo nei prossimi mesi? Mettendo da parte per un attimo la scaramanzia  se dovessimo fare una scommessa sul suo ranking al termine dell’anno punteremmo su un numero inferiore al 20. Quanto inferiore lo lasciamo alla maggiore o minore propensione all’ottimismo dei nostri lettori. Il nostro pronostico è sostenuto da due considerazioni. La prima che da oggi e sino alla fine della stagione l’italiano difende 533 punti, metà dei quali provenienti dalla vittoria a Gstaad, mentre a Wimbledon e agli Us Open nel 2018 ne raccolse soltanto 55 su 4000 potenziali. La seconda – più banale ma non meno vera della prima – che il distacco dai più diretti antagonisti è poco significativa in termini numerici. A partire da questa settimana ad Halle la caccia di Berrettini al best ranking è quindi aperta.

Oltre all’allievo di Santopadre un altro italiano si è distinto sul campo ed ha ottenuto il proprio best ranking: Stefano Travaglia.Il marchigiano grazie alla finale del Challenger di Shymkent si è portato vicinissimo alla top 100 nella quale sono presenti 7 italiani ed ai quali se ne aggiungono altri 9 tra la centesima e la duecentesima posizione:

 
ClassificaGiocatorePuntiVariazione
10Fognini2785=
22Berrettini15058
40Cecchinato1130-1
69Seppi7703
74Sonego7322
96Lorenzi5721
99Fabbiano5575
103Travaglia5439
124Caruso458-2
129Mager444-1
141Giustino4093
149Baldi3792
162Giannessi348-10
177Napolitano2941
185Bolelli281-5
200Gaio26410


Jannik Sinner è al numero 209. Chi invece è riuscito a entrare per la prima volta tra i migliori 100 tennisti del mondo è il francese Corentin Moutet. Il ventenne francese, che sembra uscito da una puntata della macchina del tempo con il suo fisico e il suo modo di disegnare tennis più in linea con tennisti degli anni ’60 che non quelli contemporanei, ci è riuscito grazie alla vittoria ottenuta nel Challenger di Lione ed ha così consolidato la sua posizione nella classifica avulsa riservata agli under 21, che è la seguente:

RACE TO MILAN
Posizione ATPNazioneGiocatoreNato nel
6GreciaTsitsipas1998
21CanadaAuger-Aliassime2000
25CanadaShapovalov1999
36USATiafoe1998
60NorvegiaRuud1998
26Australiade Minaur1999
86FranciaMoutet1999
82SerbiaKecmanovic1999


Immutata la lista dei migliori 10 in assoluto dell’anno:

RACE TO LONDON
Posizione ATPNazioneGiocatore
2SpagnaNadal
1SerbiaDjokovic
3SvizzeraFederer
4AustriaThiem
6GreciaTsitsipas
7GiapponeNishikori
13RussiaMedvedev
10ItaliaFognini
5GermaniaZverev
16FranciaMonfils


I complimenti per il best ranking vanno a:

ClassificaGiocatoreNazione
22BerrettiniItalia
35StruffGermania
46ThompsonAustralia
82KecmanovicSerbia
86MoutetFrancia
97MadenGermania


Thompson e Moutet sono i giocatori più migliorati in classifica: + 16 gradini. Un commento a parte lo merita Jordan Thompson. Questo ragazzo australiano dall’aria gentile e una vaga somiglianza con Charlie Chaplin in un colpo solo domenica scorsa ha realizzato tre record personali: ha raggiunto la prima finale ATP in carriera; ha ottenuto il best ranking; è stato il primo giocatore battuto in una finale da Adrian Mannarino, che sino ad allora ne aveva perse sei su sei. Non sappiamo quanto il terzo possa averlo reso felice.

Continua a leggere

Focus

WTA Ranking: Garcia si riavvicina alla top 20, Riske rientra in top 50

Caroline Garcia sale al n.23 ma la top 20 resterà un miraggio, anche con una vittoria a Maiorca. Riske si porta al n. 49 ma in Spagna ha i quarti del 2018 da difendere. Bel balzo in avanti di Sara Errani

Pubblicato

il

Caroline Garcia - Nottingham 2019 (foto via Twitter, @the_LTA)

I primi tornei su erba non hanno smosso la classifica delle prime 22 del mondo. Kiki Bertens, finalista a ‘s-Hertogenbosch, mantiene la posizione n.4 del ranking. Anche l’altra finalista della settimana, Donna Vekic, resta stabile al n.22.  Ben diversa la situazione di chi ha alzato il trofeo: Caroline Garcia e Alison Riske.

La francese, dopo la finale persa a Strasburgo, vince a Nottingham  il 7° titolo in carriera, il secondo sull’erba. Con questo trionfo Caroline risale di 5 posti e si posiziona al n.23, proprio dietro a Vekic, sconfitta in finale in Inghilterra. Questa settimana Garcia sarà impegnata a Maiorca, nel torneo che vinse nel 2016. Si troverà subito di fronte Vika Azarenka, che ha battuto, sempre in due set, nelle precedenti due sfide, entrambe sul cemento. Anche vincendo il suo secondo titolo in Spagna, non tornerebbe in top20.

È iscritta a Maiorca anche Alison Riske, che ha però un primo turno molto più agevole (troverà la WC Badosa). Nel match successivo potrebbe incrociare proprio Garcia. Nel frattempo però si gode il secondo titolo in carriera, arrivato a ‘s-Hertogenbosch in modo quasi sorprendente dopo essere stata sotto 6/0 4/1, e il ritorno in top50: ben 12 posti in più per l’americana, che passa dal n.61 al n.49. Il best ranking (n.36) è ancora distante ed è improbabile che riesca a migliorarlo questa settimana, considerato che a Maiorca difende i quarti raggiunti nella precedente edizione.

 
Classifica WTA Variazione Giocatrice Punti Tornei
1 0 Naomi Osaka 6377 18
2 0 Ashleigh Barty 6125 17
3 0 Karolina Pliskova 5685 22
4 0 Kiki Bertens 5425 25
5 0 Petra Kvitova 4925 21
6 0 Angelique Kerber 4675 20
7 0 Elina Svitolina 3967 18
8 0 Simona Halep 3963 16
9 0 Sloane Stephens 3682 20
10 0 Aryna Sabalenka 3565 26
11 0 Serena Williams 3411 12
12 0 Anastasija Sevastova 3366 25
13 0 Belinda Bencic 2953 26
14 0 Caroline Wozniacki 2833 18
15 0 Qiang Wang 2752 22
16 0 Marketa Vondrousova 2746 15
17 0 Madison Keys 2615 14
18 0 Johanna Konta 2430 22
19 0 Julia Goerges 2400 25
20 0 Anett Kontaveit 2335 22

Fuori dalla top50, crollano pesantemente alcune delle protagoniste  a  ‘s-Hertogenbosch un anno fa:  la campionessa uscente, Aleksandra Krunic (-44, n.110), la finalista, Kirsten Flipkens (-11, n.80) e soprattutto la semifinalista Coco Vandeweghe (-245, n.557). Anche Mona Barthel (-10, n.98), paga l’uscita dei punti conquistati un anno fa a Nottingham.  Questi invece i progressi più vistosi in top100:

  • Jennifer Brady (+14, n.66): semifinalista a Nottingham;
  • Magda Linette (+21, n.75): vincitrice dell’ITF di Manchester;
  • Madison Brengle (+11, n.87): semifinalista a Manchester;
  • Zarina Diyas (+12, n.89): finalista a Manchester.

CASA ITALIA

Balzo in avanti di ben 109 posti per Sara Errani dopo la vittoria all’ITF Antico Tiro a Volo di Roma. Progressi in classifica anche per Jessica Pieri (+12, n.288), Martina Colmegna (+14, n.454) e Tatiana Pieri (+20, n.519). Perde 10 posti Giulia Gatto-Monticone (n.164). Comanda la classifica italiana Camila Giorgi, oggi stabile al n.39. Per lei però il futuro non sembra roseo: si è ritirata da Birmingham a causa dell’ormai annoso problema al polso e questo getta ombre sulle sue possibilità di riconfermare a Wimbledon i quarti dell’anno scorso (o almeno ben figurare).

Classifica WTA Variazione Giocatrice Punti Tornei
39 0 Camila Giorgi 1345 16
151 0 Jasmine Paolini 395 30
164 -10 Giulia Gatto-Monticone 369 29
166 -2 Martina Trevisan 360 23
191 4 Martina Di Giuseppe 304 28
257 109 Sara Errani 211 13
288 12 Jessica Pieri 170 23
299 2 Anastasia Grymalska 157 29
313 2 Deborah Chiesa 143 28
345 7 Stefania Rubini 123 21
357 0 Cristiana Ferrando 116 21
381 3 Gaia Sanesi 100 16
394 2 Lucrezia Stefanini 94 21
399 6 Lucia Bronzetti 93 20
426 -1 Georgia Brescia 80 16
438 8 Martina Caregaro 75 15
454 14 Martina Colmegna 68 21
489 3 Federica Di Sarra 55 19
493 2 Dalila Spiteri 53 9
519 20 Tatiana Pieri 45 12

NEXT GEN RANKING

Rientra prepotentemente in classifica Elena Rybakina (n.7), in virtù dei 21 posti in più in classifica generale. Esce dalla top10 under20 la cinese Xiyu Wang. (Nel Next Gen ranking del 2018 rientrano le giocatrici nate dopo il 1° gennaio 1999).

Posizione Variazione Giocatrice Anno Classifica WTA
1 0 Marketa Vondrousova 1999 16
2 0 Bianca Andreescu 2000 24
3 0 Amanda Anisimova 2001 27
4 0 Dayana Yastremska 2000 35
5 0 Iga Swiatek 2001 65
6 0 Anastasia Potapova 2001 73
7 Elena Rybakina 2000 113
8 -1 Whitney Osuigwe 2001 114
9 -1 Olga Danilovic 2001 121
10 -1 Kaja Juvan 2000 129

NATION RANKING

Stabili le posizioni fino al n.6. Un posto in più per l’Australia e due per la Russia. Abbiamo tre Paesi appaiati al n.9: Spagna, Romania, Francia. (Il Nation Ranking si ottiene sommando il ranking delle prime tre giocatrici di ciascuna nazione).

Posizione Variazione Nazione Punteggio
1 0 Repubblica Ceca 24
2 0 Stati Uniti 37
3 0 Ucraina 74
4 0 Germania 79
5 0 Bielorussia 87
6 0 Cina 111
7 1 Australia 121
8 2 Russia 124
9 -2 Spagna 127
  0 Romania 127
  Francia 127
LE TOP 50
Classifica WTA Variazione Nazionalità Giocatrice Anni Punti Tornei
1 0 [JPN] Naomi Osaka 21 6377 18
2 0 [AUS] Ashleigh Barty 23 6125 17
3 0 [CZE] Karolina Pliskova 27 5685 22
4 0 [NED] Kiki Bertens 27 5425 25
5 0 [CZE] Petra Kvitova 29 4925 21
6 0 [GER] Angelique Kerber 31 4675 20
7 0 [UKR] Elina Svitolina 24 3967 18
8 0 [ROU] Simona Halep 27 3963 16
9 0 [USA] Sloane Stephens 26 3682 20
10 0 [BLR] Aryna Sabalenka 21 3565 26
11 0 [USA] Serena Williams 37 3411 12
12 0 [LAT] Anastasija Sevastova 29 3366 25
13 0 [SUI] Belinda Bencic 22 2953 26
14 0 [DEN] Caroline Wozniacki 28 2833 18
15 0 [CHN] Qiang Wang 27 2752 22
16 0 [CZE] Marketa Vondrousova 19 2746 15
17 0 [USA] Madison Keys 24 2615 14
18 0 [GBR] Johanna Konta 28 2430 22
19 0 [GER] Julia Goerges 30 2400 25
20 0 [EST] Anett Kontaveit 23 2335 22
21 0 [BEL] Elise Mertens 23 2195 26
22 0 [CRO] Donna Vekic 22 2180 22
23 5 [FRA] Caroline Garcia 25 2105 24
24 -1 [CAN] Bianca Andreescu 18 2013 19
25 -1 [CRO] Petra Martic 28 1975 20
26 -1 [ESP] Garbiñe Muguruza 25 1925 21
27 -1 [USA] Amanda Anisimova 17 1890 16
28 -1 [TPE] Su-Wei Hsieh 33 1885 24
29 0 [RUS] Daria Kasatkina 22 1790 22
30 0 [USA] Sofia Kenin 20 1743 24
31 0 [ESP] Carla Suárez Navarro 30 1732 22
32 0 [UKR] Lesia Tsurenko 30 1686 19
33 0 [GRE] Maria Sakkari 23 1641 26
34 0 [USA] Danielle Collins 25 1572 22
35 0 [UKR] Dayana Yastremska 19 1560 23
36 0 [BLR] Aliaksandra Sasnovich 25 1490 20
37 0 [LAT] Jelena Ostapenko 22 1432 24
38 0 [CZE] Katerina Siniakova 23 1387 25
39 0 [ITA] Camila Giorgi 27 1345 16
40 1 [SVK] Dominika Cibulkova 30 1333 17
41 1 [BLR] Victoria Azarenka 29 1320 18
42 -2 [ROU] Mihaela Buzarnescu 31 1315 24
43 0 [KAZ] Yulia Putintseva 24 1270 23
44 1 [CHN] Saisai Zheng 25 1210 26
45 1 [RUS] Anastasia Pavlyuchenkova 27 1185 23
46 -2 [SVK] Viktoria Kuzmova 21 1185 28
47 0 [AUS] Ajla Tomljanovic 26 1168 26
48 0 [FRA] Kristina Mladenovic 26 1155 28
49 12 [USA] Alison Riske 28 1153 24
50 2 [RUS] Ekaterina Alexandrova 24 1143 28
RACE TO SHENZHEN         
Posizione Variazione Nazionalità Giocatrice Punti Tornei
1 0 [AUS] Ashleigh Barty 4175 7
2 0 [CZE] Petra Kvitova 3525 11
3 0 [CZE] Karolina Pliskova 3401 9
4 0 [JPN] Naomi Osaka 3091 9
5 0 [NED] Kiki Bertens 2961 14
6 0 [SUI] Belinda Bencic 2419 14
7 0 [CZE] Marketa Vondrousova 2350 7
8 0 [ROU] Simona Halep 2327 9
9 0 [GBR] Johanna Konta 1908 10
10 0 [CAN] Bianca Andreescu 1827 10
11 0 [GER] Angelique Kerber 1630 11
12 0 [UKR] Elina Svitolina 1507 9
13 0 [USA] Amanda Anisimova 1494 10
14 5 [CRO] Donna Vekic 1386 11
15 -1 [USA] Sloane Stephens 1322 10
16 -1 [ESP] Garbiñe Muguruza 1320 10
17 -1 [CRO] Petra Martic 1287 9
18 -1 [USA] Danielle Collins 1233 11
19 -1 [USA] Madison Keys 1230 7
20 0 [EST] Anett Kontaveit 1176 11

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement