Entry List ATP, Week #43: Federer a Basilea per il decimo titolo, Berrettini a Vienna

Flash

Entry List ATP, Week #43: Federer a Basilea per il decimo titolo, Berrettini a Vienna

Sei top 10 in campo la prossima settimana. Fognini, Zverev e Tsitsipas in Svizzera da Roger, in Austria non ci sarà Medvedev

Pubblicato

il

Roger Federer - Basilea 2018 (foto di Gaston Szerman)

Se la stagione degli ATP 250 si chiude questa settimana con i tornei di Mosca, Anversa e Stoccolma, nella 43esima settimana dell’anno si giocheranno gli ultimi due eventi di categoria 500, Basilea e Vienna. Saranno complessivamente sei i top 10 che scenderanno in campo la prossima settimana, assenti Novak Djokovic, Rafa Nadal, Daniil Medvedev e Kei Nishikori (il giapponese non ha ancora recuperato dall’infortunio al gomito e ha annunciato due giorni fa che non parteciperà al torneo di Vienna).

A Basilea ci saranno Roger Federer (3), Alexander Zverev (6), Stefanos Tsitsipas (7) e Roberto Bautista Agut (10), e tre top 20: Fabio Fognini, David Goffin e Stan Wawrinka. Il campione in carica è ovviamente Roger Federer (71 vittorie e nove sconfitte il suo bilancio a Basilea), che andrà a caccia del decimo titolo tra le mura di casa. Lo scorso anno superò in finale Marius Copil, assente quest’anno (figura tra gli alternates del tabellone di qualificazioni), mentre ci sarà Marin Cilic, campione a Basilea nel 2016, unica edizione saltata da Federer dal 2006. Fabio Fognini è l’unico italiano al momento presente in main draw, Lorenzo Sonego è il primo degli alternates (ma come vedremo è già dentro a Vienna), mentre Andreas Seppi proverà a farsi strada partendo dalle qualificazioni.

Non ci sarà il giocatore più in forma del momento a guidare il tabellone del torneo di Vienna, quel Daniil Medvedev reduce da sei finali consecutive e dalla vittoria nel Masters 1000 di Shanghai. A sostituirlo come primo della lista sarà il numero 5 del mondo Dominic Thiem, seguito dal numero 8 Karen Khachanov. Sei i top 20 al via: Matteo Berrettini (11), Gael Monfils (13), Diego Schwartzman (15), Felix Auger-Aliassime (17), Lucas Pouille (19, campione a Vienna nel 2017) e Guido Pella (20). Oltre a Berrettini (che come Fognini a Basilea andrà a caccia di punti utili per centrare l’obiettivo ATP Finals), dovrebbe esserci anche Lorenzo Sonego. L’azzurro, che come detto prima è il primo degli alternates a Basilea, è già nel main draw di Vienna in virtù dei forfait di Nishikori, Kyrgios e Del Potro. Non sarà ai nastri di partenza il detentore del titolo Kevin Anderson (operato al ginocchio destro, tornerà nel 2020), mentre ci sarà il campione del 2011 Jo-Wilfried Tsonga, che ha ottenuto una wild card.

Le entry list aggiornate della 43esima settimana
Il calendario ATP
La Race to London aggiornata

 

Continua a leggere
Commenti

Flash

Gaudenzi a Sky: “Decisioni difficili, prossime due settimane decisive”

Il presidente ATP non si sbilancia sulle modalità della ripresa agonistica, ma a New York si dovrebbe giocare. “Poche risposte dai governi, serve unità”

Pubblicato

il

Lo US Open si dovrebbe giocare, salvo gravi imprevisti che peraltro, con questi chiari di luna, non si possono assolutamente escludere. Nel corso di un’intervista concessa a Sky Sport, Andrea Gaudenzi, presidente ATP, per obbligo o per scaramanzia ha poca voglia di sbilanciarsi, ma nella fitta nebbia estiva che avvolge la ripresa del tennis professionistico uno squarcio di luce dovrebbe illuminare la Grande Mela: sono autorizzati tutti gli scongiuri del caso. Per la prima volta dalla prima settimana di marzo ieri a New York non si sono registrate vittime da Covid e la situazione pandemica generale pare essere in miglioramento. Il sindaco Bill De Blasio, comprensibilmente molto cauto, ha comunque confermato che il tradizionale ultimo Slam stagionale – secondo e penultimo nello strano anno del Coronavirus – si giocherà.

Il campionato di baseball e lo US Open sono alcuni esempi di grandi eventi sportivi che si disputeranno a porte chiuse, ha detto il sindaco nell’attesissima conferenza stampa di ieri, dissipando i dubbi generati dalle dichiarazioni rilasciate nel weekend dallo stesso De Blasio, che aveva annunciato “la sospensione di tutte le manifestazioni aventi carattere pubblico fino al prossimo 30 settembre.” Nel resto degli Stati Uniti, e specialmente nel sud, la situazione in peggioramento allarma la governance del tennis e gli stessi membri del sindacato, che poi sarebbero i giocatori, e il presidente ATP non può far molto per rassicurarli. “Negli ultimi tre mesi abbiamo preso un numero di decisioni importanti che non ha eguali nella storia del nostro sport. Noi, la WTA e l’ITF abbiamo iniziato la fase segnata dal Covid in modo conflittuale, permettetemi di dire scapestrato, ma non da oggi stiamo lavorando duramente e uniti verso l’unico obiettivo realmente importante, che è poi la ripresa dell’attività in sicurezza.

Per il momento, il lavoro unitario ha partorito un protocollo di settanta pagine alla cui stesura hanno collaborato anche USTA e FFT: i presidi medici, le restrizioni per giocatori, stampa, addetti ai lavori e il resto della normativa utile a regolare l’emergenza sono ivi elencati con dovizia di particolari, ma il virus ha il brutto vizio di essere imprevedibile, e la situazione ai quattro angoli del globo è talmente differente da rendere impossibile la realizzazione di un asse credibile con i vari governi nazionali. “Abbiamo tante domande e poche risposte,” ha continuato Andrea, “perché molte risposte sono obiettivamente impossibili da dare.” Tra le più attese, la teoria sulla policy relativa alla quarantena dopo ogni sconfinamento.Il tennis rispetto ad altri sport è svantaggiato in questo senso proprio per la sua internazionalità. Gli atleti arrivano a un torneo da tutte le parti del mondo e da detto torneo si muovono verso un’altra nazione se non verso un altro continente. Calcio ed NBA possono chiudersi in una bolla più o meno grande e lì svolgere i loro eventi, noi non lo possiamo fare. E i governi non stanno dando indicazioni circa eventuali esenzioni in favore degli atleti coinvolti.

 

E guardando oltre il mese occupato da Us Open e Roland Garros il quadro si fa ancora più ingarbugliato: “Non abbiamo idea di come andranno le cose nello swing asiatico e nella stagione indoor europea. Purtroppo sarò banale, ma non posso prevedere come si comporterà il virus, ci sono troppe variabili fuori dal nostro controllo.” Se non altro, il governo della pallina gialla è riuscita a trovare il modo di preservare i giocatori dalla slavina delle cambiali in scadenza nel ranking, offrendo loro la chance di inserire nel “best 18” il miglior risultato ottenuto in ogni torneo tra il 2019 e il 2020. “Ogni scelta è migliorabile, ma questa mi sembra una buona operazione. Lo abbiamo fatto per tutelare tutti i giocatori che, legittimamente, non dovessero sentirsela di mettere a repentaglio la propria salute viaggiando per tornei.

Molta cautela, in definitiva, nelle parole del grande capo dell’ATP, anche se la voglia di mostrarsi ottimista comincia a reclamare spazio. “Devo esserlo per forza, ma non posso fare voli pindarici. Dobbiamo capire che se un giocatore dovesse risultare positivo al Covid nel corso di un torneo, quel torneo non si potrebbe bloccare di colpo, magari una volta raggiunti i quarti o la semifinale. Per questo motivo dobbiamo essere guardinghi, ponderare ogni minima evenienza prima di dare ogni singolo via libera. Le prossime due settimane saranno decisive.

Continua a leggere

Flash

Serie A1: Prato domina a Casale, rimane in testa al girone

Nel campionato femminile, il derby toscano contro Lucca deciderà il Girone 2 domenica prossima. Nel maschile Park Genova a punteggio pieno dopo due giornate

Pubblicato

il

SERIE A1 femminile

Avevano pareggiato nello scontro diretto della prima giornata: Il Tennis Club Genova 1893 e il Tennis Club Parioli sono le prime protagoniste della seconda giornata del Campionato di Serie A1 femminile.

Le romane ospitavano il solidissimo team del Tennis Beinasco (To), che all’esordio aveva dominato 4-0 contro il Circolo tennis Siena. I primi due singolari sono stati molto tirati ma alla fine del terzo il risultato è stato un rotondo 3-0 per le padrone di casa.

 

A dare l’indirizzo alla sfida la grinta dell’ungherese Greta Arn, 41 anni (da 10 anni al Parioli sotto la guida di Vittorio Magnelli) che è stata capace di portare a casa 14 punti a 12 il super tie-break decisivo contro Federica Di Sarra, 11 anni più giovane di lei.

E sempre al super tie-break l’ha spuntata poco dopo Martina di Giuseppe sull’ungherese del Bainasco, Reka-Luca Jani, n.201 del mondo.

Così Nastassja Burnett poteva scendere in campo a cuor leggero contro Federica Rossi e chiudeva la parrita 6-2 6-1 in poco più di un’ora.

Con questa vittoria il TC Parioli resta agganciato al TC Genova in testa alla classifica del Girone 1. La squadra ligure ha infatti dominato a Siena cedendo 9 game in tre incontri, a cominciati con 6-0 6-2 che Liudmila Samsonova ha inflitto a Alice Balducci. Anche Lucia Bronzetti ha concesso solo due giochi (6-1 6-1) a Chiara De Vito. Il discorso l’ha chiuso Denise Valente, con simile facilità, chiudendo il due set con l’ungherese Agnes Butka.

Anche nel Girone 2, la lotta per la conquista del primo posto (che garantisce di giocare il casa la partita di ritorno delle semifinali) si è ristretta a due formazioni: le campionessa d’Italia del Tc Prato e le corregionali del Circolo Tennis Lucca.

Prato, che aveva pareggiato all’esordio con il Bal Lumezzane è andata a espugnare Casale Monferrato, con un 3-0 firmato Matina trevisan, Kristina Kucova e Lucrezia Stefanini.

Lucca ha fatto lo stesso a Lumezzane, cedendo un singolare alla svizzera Ylena In-Albon, ma garantendosi un sicuro 3-1 con i successi di Bianca Turati, Tatiana Pieri e del doppio formato dalla stessa turati e Jessica Pieri, che hanno lasciato solo un game a Yalena In-Albon e Rubina De Ponti.

La terza giornata prevede lo scontro diretto tra Prato e Lucca, che con i successi odierni si sono praticamente garantite l’accesso alle semifinali.

Risultati:

GIRONE 1

Tc Genova 1893 b. Ct Siena 4-0

Liudmila Samsonova (Genova) b. Alice Balducci 6-0 6-2
Lucia Bronzetti (genova) b. Chiara de Vito 6-1 6-1
Denise Valente (Genova) b. Agnes Lilla Bukta 6-2 6-3
Samsonova/Valente b. Balducci/De Vito 6-2 4-6 10-3

Tc Parioli (Roma) b. Tennis Beinasco 3-1

Martina di Giuseppe (Roma) b. Reka-Luca Jani 7-6(9) 2-6 10-2
Greta Arn (Roma) b. Federica Di Sarra 2-6 6-1 14-12
Nastassia Burnett b. Federica Rossi 6-2 6-1
Di Sarra/Rossi b. Arn/Lombardo 6-0 6-4

Classifica

4 (2) Tc Genova 1893
4 (2) Tc Parioli
3 (2) Tennis Beinasco
0 (2) Ct Siena

GIRONE 2

Bal Lumezzane -Tennis Lucca 1-3

Ylenia In-Albon (Lumezzane) b. Jessica Pieri 6-4 6-3
Bianca Turati (Lucca) b. Chiara catini 6-3 7-6(3)
Tatiana Pieri (Lucca) b. Eleonora Canovi 6-1 6-0
J.Pieri/Turati b. In-Albon/De Ponti 6-1 6-0

Società Canottieri Casale – Tc Prato 0-3

Lucrezia Stefanini (Prato) b. Enola Chiesa 6-2 6-3
Martina Trevisan (Prato) b. Mihaela Buzarnescu 7-5 6-3
Kristina Kucova (Prato) b. Stefania Rubini 4-6 6-4 11-9

Classifica
4 (2) Tennis Lucca
4 (2) Tc Prato
1 (2) Società Canottieri Casale
1 (2) Bal Lumezzane


SERIE A1 Maschile

Pareggio, 3-3, nell’attesa sfida tra i Campioni d’Italia dello Sporting Selva alta di Vigevano e lo Sporting Club Sassuolo che guidavano il primo girone della Serie A1 2020, avendo entrambe vinto la partita d’esordio.

Scontro atteso per il livello molto alto dei giocatori: Vigevano affiancava a due certezze come Filippo Baldi e Roberto Marcora un nome di prestigio assoluto come lo spagnolo Tommy Robredo, che oggi ha 38 anni ed è n.214 del mondo ma è stato anche n.5 nel 2006; Sassuolo rispondeva affiancando a Della Valle, Vianello e Bondioli lo sloveno Blaz Rola, n.141 ma con un best ranking di n.78 nel 2015.

Il colpo grosso lo faceva il 22enne Della Valle, n.420 Atp, che non soffriva di timori reverenziali e batteva in due set Robredo. Buon per i lombardi che Marcora, n.158, ricambiava la cortesia con Blaz Rola, imponendosi contro pronostico. Così tutto si equilibrava: Baldi vinceva facile con Vianello ma Bondioli soffriva solo il primo set con Camposeo e anche i doppio finivano uno per parte, senza brividi.

Ora le due squadre, che restano comunque in testa al girone, si giocheranno il primo posto nell’ultima giornata. A parità di punti contano i match vinti: dunque dovranno imporsi e cercare di farlo nel mondo più netto possibile. In questo momento Sassuolo ha 8 partite vinte tra singoli e doppi contro le 7 di Vigevano.

Il Girone 2 vede una squadra sola al comando, il Park Genova dell’incontenibile Lorenzo Musetti, che non sbaglia un colpo: oggi a massa Lombarda ha vinto il suo singolare su Francesco Forti e il doppio insieme a Luigi Sorrentino. Così la sconfitta di Bolelli con il 18enne Luciano darderi non ha pesato. E ai genovesi, sponda Park, basterà domenica sui campi di casa anche un pari con il Tc Parioli per chiudere in testa e garantirsi le semifinali.

Un Parioli che è uscito un po’ ammaccato dalla sfida con il Ct Vela Messina: per fortuna Flavio Cobolli, col suo punto in singolare, ha evitato il “cappotto”.

Nel girone 3, scatto importante del Tc Genova che si è imposto sui campi casalinghi degli Orti Sauli su Tennis Club Sinalunga, che domenica scorsa aveva imposto il pareggio al Vicenza di Marco Cecchinato. Decisivi i cugini Arnaboldi, Andrea e Federico, che hanno dominato i loro singolari e il doppio giocato insieme.

In serata è arrivato il risultato a sorpresa di Vicenza, dove il Tc Crema è uscito vincitore contro una squadra, sulla carta, formidabile. Ma sul 2-2 dopo i singolari, vinti per i veneti da Fabbiano e Cecchinato, i due ex top 100 schierati in coppia si facevano battere dalla coppia mix di esperienza e freschezza formata da Golubev (32 anni) e Vincent Ruggeri 18). Sinicropi e Bresciani si erano nel frattempo presi l’altro punto decisivo.

I due match di domenica prossima con le capoliste in trasferta (Crema va a Sinalunga e Genova a Vicenza) possono veder succedere tutto e il contrario di tutto.

Nel Girone 4 il pareggio conquistato all’ultimo respiro dal Circolo Tennis Palermo sui campi della Società Ginnastica Angiulli di Bari taglia sostanzialmente fuori entrambe le squadre dalla lotta per il primato.

I pugliesi erano in vantaggio 3-1 dopo i singolari grazie ai successi di Brunetti, Pellegrino e Massacri, contro l’unico punto dei siciliani conquistato in apertura da Giacalone. Poi però i doppi sono finiti entrambi al super tie-break e i palermitani sono stati bravi a fare centro nel momento della massima tensione.

Rimarchevole soprattutto il successo di Omar Giacalone in coppia con lo svizzero Luca Margaroli su Andrea Pellegrino e lo spagnolo Oriol Roca Batalla.

Nello scontro al vertice tra Tc Italia Forte dei Marmi e New Tennis Torre del Greco, i toscani si sono imposti autorevolmente anche senza Lorenzo Sonego. In vantaggio 3-1 dopo i singolari grazie alla solidità di Trusendi con Brancaccio, alla rimonta di Travaglia contro Moroni, alla determinazione di Graziani con Cozzolino, hanno chiuso alla prima occasione con il doppio Furlanetto/Graziani che ha superato in due set Quinzi e Cozzolino.

Come per il Park Genova nel Girone 2, al Forte basta un pareggio domenica prossima a Bari per garantirsi un posto in semifinale.

Risultati

GIRONE 1

Sporting Club Sassuolo – Selva Alta Vigevano 3-3

Filippo Baldi (Vigevano) b. Michele Vianello 6-3 6-2
Enrico Della Valle (Sassuolo) b. Tommy Robredo 6-3 7-6(8)
Roberto Marcora (Vigevano) b. Blaz Rola 7-6(5) 6-4
Federico Bondioli (Sassuolo) b. Simone Camposeo 4-6 6-1 10-5
Baldi/Robredo b. Della Valle/Vianello 6-0 6-3
Rola/Mazzoli b. Marcora/Dadda 6-3 6-4

Tc Match Ball Siracusa – Ct Maglie 4-2

Erik Crepaldi (Maglie) b. Antonio Massara 6-3 6-2
Alessandro Ingarao (Siracusa) b. Francesco Garzelli 6-2 6-2
Attila Balazs (Siracusa) b. Geoffrey Blancaneaux 6-2 6-2
Daniel Bagnolini (Maglie) b. Ettore Zito 2-6 7-5 10-8
Balazs/Ingarao b. Crepadi/Garzelli 6-2 6-4
Massara/Zito b. Blancaneaux/Bagnolini 7-5 4-6 10-3

Classifica
4 (2) Sporting Club Sassuolo
4 (2) Selva Alta Vigevano
3 (2) Tc Match Ball Siracusa
0 (2) Ct Maglie

GIRONE 2

Ctd Massa Lombarda – Park Tennis Club Genova 2-4

Lorenzo Musetti (Genova) b. Francesco Forti 3-6 7-5 10-7
Luciano Darderi (Massa Lombarda) b. Simone Bolelli 7-6(4) 2-6 10-3
Alessandro Giannessi (Genova) b. Julian Ocleppo per rinuncia
Lorenzo Rottoli (Massa Lombarda) b. Luigi Sorrentino 6-3 7-6(5)
Bolelli/Giannessi b. Forti/Darderi 6-2 6-1
Musatti/Sorrentino b. Rottoli/De Bernardis 6-2 6-4

Ct Vela Messina – Tc Parioli Roma 5-1

Flavio Cobolli (Roma) b. Domenico Cutuli 6-4 6-4
Fausto Tabacco (Messina) b. Andrea Bessire 6-2 7-5
Bernabè Zapata Miralles (Messina) b. Matteo Fago 6-1 6-2
Giorgio Tabacco b. Francesco Bessire 6-2 7-6(6)
Zapata Miralles/Fucile b. Fago/Gandolfi 6-3 6-2
Cutuli/f.Tabacco b. Bessire/ F./Cobolli 6-4 2-6 10-7

Classifica

6 (2) Park Tennis Club Genova
3 (2) Tc Parioli
3 (2) Ct Vela Messina
0 (1) Ctd Massa Lombarda

GIRONE 3

Tc Genova 1893 – Tc Sinalunga 4-2

Federico Arnaboldi (Genova) b. Matteo Gigante 6-0 6-2
Matteo Arnaldi (Genova) b. Marco Miceli 6-2 6-3
Marcello Serafini (Sinalunga) b. Mirko Lagasio 6-2 6-4
Andrea Arnaboldi (Genova) b. Luca Vanni 7-5 6-0
A.Arnaboldi/F.Arnaboldi b. Gigante/Miceli 6-4 6-2
Vanni/Serafini b. Lagasio/Arnaldi 6-4 6-3

Tennis Comunali Vicenza – Tc Crema 2-4

Samuel Vincent Ruggeri (Crema) b. Gabriele Bosio 6-2 6-0
Thomas Fabbiano (Vicenza) b. Riccardo Sinicropi 6-3 6-4
Marco Cecchinato (Vicenza) b. Andrey Golubev 6-2 6-2
Lorenzo Bresciani (Crema) b. Giovanni Peruffo  1-6 7-6(2) 10-7
Golubev/Vincent Ruggeri b. Cecchinato/Fabbiano 6-4 4-6 10-7
Sinicropi/Bresciani b. Bosio/Peruffo 6-4 6-3

Classifica
4 (2) Tc Genova 1893
4 (2) Tc Crema
1 (2) Tc Sinalunga
1 (2) Tennis Comunali Vicenza

GIRONE 4

Tennis Club Italia Forte dei Marmi – News Tennis Torre del Greco 4-2

Gianluigi Quinzi (Torre del Greco) b. Furlanetto 3-6 6-1 10-5
Walter Trusendi (Forte dei Marmi) b. Raul Brancaccio 7-6(2) 3-6 10-7
Stefano Travaglia (forte dei Marmi) b. Gian Marco Moroni 2-6 6-3 10-2
Edoardo Graziani (Forte dei marmi) b. Giovanni Cozzolino 6-4 7-5
Furlanetto/Graziani b. Quinzi/Cozzolino 6-2 7-6(4)
Brancaccio/Moroni b. Travaglia/Trusendi 6-4 7-5

Sg Angiulli Bari- Circolo del Tennis Palermo 3-3

Omar Giacalone (Palermo) b. Oriol Loca Batalla 6-4 6-2
Lorenzo Brunetti (Bari) b. Claudio Fortuna 6-0 4-6 10-7
Benito Massacri (Bari) b. Antonio Iaquinto 6-1 6-4
Andrea Pellegrino (Bari) b. Carlos Gomez Herrera 6-1 5-7 10-6
Giacalone/Margaroli b. Pellegrino/Roca Batalla 2-6 6-2 10-4
Gomez Herrera/Iaquinto b. Massacri/Azzalini 4-6 6-4 10-7

Classifica
6 (2) Tennis Club Italia Forte dei Marmi
3 (2) News Tennis Torre del Greco
1 (2) Sg Angiulli
1 (2) Circolo del Tennis Palermo

Continua a leggere

Flash

Sam Stosur è diventata mamma

L’annuncio della nascita della piccola Genevieve affidato a Instagram. “Io e Liz abbiamo passato un periodo difficile ed emozionante, ora siamo semplicemente felici”

Pubblicato

il

Ha tenuto il più stretto riserbo attorno alla notizia per quasi un mese, un’impresa, in tempi di social famelici, quasi più ardua della conquista dello US Open 2011 dopo la fatidica finale contro Serena Williams, ma ora Sam ha ritenuto di svelare la lieta novella. La giocatrice di Brisbane è madre dallo scorso sedici di giugno, quando la sua compagna Liz ha dato alla luce una splendida bimba chiamata Genevieve.

La vita quotidiana durante il confinamento è stata impegnativa sotto molti punti di vista,” ha fatto sapere Sam, “ma devo ammettere che si è trattato di uno tra i periodi più stimolanti e felici della mia esistenza. Lo scorso sedici giugno la mia compagna Liz ha dato alla luce una splendida bambina, è stato un periodo come minimo turbolento, ma ora non possiamo immaginare il nostro futuro senza di lei.” La giocatrice nata a Brisbane, che appare naturalmente raggiante nella foto a corredo del post, ha fatto sapere che piccola e compagna godono di ottima salute: “In questo gioioso caos sembra tutto perfetto, non vediamo l’ora di conoscere ciò che ci riserverà il futuro e di veder crescere Evie, ma non troppo in fretta!

La meravigliosa notizia rende infinitamente migliore l’annata di Stosur, prima del lockdown parecchio avara di soddisfazioni all’interno del rettangolo: superato il primo turno del torneo di casa battendo Angelique Kerber ma sconfitta nel secondo da Madison Keys, Sam ha poi infilato tre consecutive eliminazioni all’esordio a Hobart, Melbourne e al 125K di Indian Wells.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement