Kevin Anderson si opera e dà l'appuntamento al 2020

Flash

Kevin Anderson si opera e dà l’appuntamento al 2020

Il tennista sudafricano decide di porre fine a una stagione tormentata dagli infortuni in cui ha giocato appena quindici partite. L’ultimo ritiro allo US Open

Pubblicato

il

La stagione, che era pure nata bene con il successo indiano di Pune, si è trasformata prestissimo in una via crucis. Kevin Anderson, reduce ad anni trentadue dal miglior periodo della carriera adornato da due finali Slam, l’ha percorsa a capo chino, cercando di disfarsi dei fastidiosi problemi a gomito e ginocchio desto che hanno continuato ad accompagnarlo, ma alla fine, come si dice, ha gettato la spugna.

È stata un’annata difficile e frustrante – ha dichiarato Big Kev -, e dopo aver consultato i medici e tutti i membri del mio team ho deciso che la cosa migliore da fare in questo momento è stare a riposo, prendermi cura del mio corpo e tornare al meglio della forma all’inizio del 2020“.

Iniziato, come detto, l’anno nel migliore dei modi con la vittoria a Pune, Kevin Anderson ha fallito un Open d’Australia nella cui griglia partiva subito dietro ai soliti favoriti, per poi saltare Long Island, Acapulco e Indian Wells in fila a causa di un infortunio al gomito destro. Tornato a Miami e persi i quarti di finale contro Federer, il sudafricano si è fermato di nuovo per un problema al ginocchio che lo ha costretto a evitare l’intera stagione sulla terra battuta. Riapparso sull’erba inglese con risultati modesti (terzo turno a Wimbledon ceduto a Guido Pella), Anderson ha dovuto tornare a fare i conti con la malconcia articolazione, che gli ha impedito di presenziare allo swing sul cemento nordamericano.

 

Nemmeno la wild card chiesta e ottenuta presso il 250 di Winston-Salem, che inizialmente pareva sinonimo di avvenuta guarigione in vista dell’ultimo Slam stagionale, è stata onorata. Kevin non era pronto, e non lo sarà fino ad autunno inoltrato: sperando in un 2020 meno accidentato.

Ultim’ora: per risolvere il problema alla radice, anche considerati i quasi quattro mesi che lo separano dal ritorno all’attività agonistica, Kevin Anderson ha deciso di sottoporsi a intervento chirurgico al ginocchio destro, causa di gran parte dei guai patiti dal sudafricano nel corso del nefasto 2019 in via di conclusione. Secondo quanto ci è dato apprendere dall’immancabile Tweet rilasciato dal giocatore, l’operazione sarebbe andata a gonfie vele.


Continua a leggere
Commenti

Flash

Monfils contro… Monfils: Gael ricrea le sue magie

Il funambolico francese è chiamato dall’ATP a replicare i suoi colpi più spettacolari. Come sarà andata?

Pubblicato

il

A Londra c’è anche lui, anche se non come giocatore. Gael Monfils si è dovuto accontentare del posto da riserva per questa edizione delle ATP Finals, ma si sa come il francese trovi difficoltà nello stare con le mani in mano, soprattutto in prossimità di un campo da tennis. A rendere uniche le giocate di Gael Monfils non è solo la spettacolarità dei suoi colpi ma anche la facilità con la quale il tennista francese le mette in atto. Tuttavia dando uno sguardo più attento ci si rende conto che facili quei colpi non lo sono affatto, tanto che lo stesso Gael trova difficoltà nel replicarli.

Il numero 10 del mondo ha così accettato la classica sfida del “se ci provi altre 100 volte non ci riesci”, e ha dimostrato come alcuni suoi capolavori siano veramente difficili da ricreare. “Prima di giocare colpi del genere non ho la minima idea di cosa andrò a fare“, ha ammesso sorridendo il 33enne francese.

Continua a leggere

Flash

ATP Finals, doppio: Herbert\Mahut a caccia del titolo, sarà finale contro Cabal\Farah?

La coppia francese, ancora imbattuta, cerca il primo titolo al Masters. I colombiani non vogliono sfigurare da numeri 1 del mondo. In semifinale anche Klaasen/Venus e Kubot/Melo

Pubblicato

il

Juan Sebastian Cabal e Robert Farah - ATP Finals 2019 (foto via Twitter, @atptour)

Uno dei meriti che si può attribuire alle ATP Finals di fine anno è quello di dare risalto al doppio, una categoria sempre più in difficoltà che a Londra occupa lo stesso palcoscenico riservato ai singolaristi, pur non ricevendo la stessa attenzione da parte del pubblico. Anche in questa edizione tra i semifinalisti si leggono nomi di spicco e non mancano i campioni Slam. Il gruppo intitolato a Max Mirnyi è stato vinto dal duo francese Herbert\Mahut – senza che questi perdessero neanche una partita – e insieme a loro sono passati anche i numeri 1 Cabal\Farah. Il gruppo Jonas Bjorkman invece è stato superato da Klaasen\Venus e Kubot\Melo.

Con la vittoria di ieri per 6-3 7-6(4) su Tecau e Rojer, i due francesi hanno conquistato la testa del girone e allungato la striscia di vittorie consecutive a 14 (tra le quali c’è il titolo a Bercy), ma i loro prossimi avversari non si faranno impressionare da questi numeri dato che sono stati loro gli artefici della loro più recente sconfitta. Abbiamo una grande prova e una grande partita in semifinale contro Lukasz Kubot e Marcelo Melo. Ci hanno battuto tre settimane fa (a Vienna), quindi è una bella sfida e proveremo a vendicarci ha ammesso Pierre-Hugues Herbert.

Ad approfittare del risultato di ieri sono stati i due colombiani Juan Sebastian Cabal (in armonia sia col suo team che con i suoi dottori) e Robert Farah, numeri 1 della categoria, che hanno passato il turno insieme ai francesi. Mahut ci ha scherzato sopra: Forse se giocheremo contro di loro in finale se lo ricorderanno(Il risultato) è buono per loro, è buono per la Colombia ed è buono per noi”. Intanto loro si preparano a sfidare la coppia formata dal sudafricano Raven Klaasen (finalista nel 2016) e il neozelandese Michael Venus, alla sua terza partecipazione.

Continua a leggere

Flash

ATP Finals, il programma delle semifinali di sabato: Federer-Tsitsipas alle 15

Roger è il giocatore con la classifica più alta rimasto in gara. Alle 15 affronterà Stefanos, che l’ha battuto quest’anno all’Australian Open. Alle 21 si cena in compagnia di Zverev e Thiem

Pubblicato

il

Stefanos Tsitsipas e Roger Federer - Australian Open 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

Appena terminati i gironi, si passa subito alle semifinali. Il programma di singolare della penultima giornata delle ATP Finals di Londra si aprirà con la rivincita dell’ottavo di finale giocato quest’anno in Australia, quando il giovane greco Stefanos Tsitsipas eliminò a sorpresa il campione svizzero Roger Federer. Il match si giocherà alle 15:00 ore italiane e questa volta i favori del pronostico penderanno dalla parte di Roger, il quale per superare il girone ha prodotto delle prestazioni magistrali (vedi il match contro Djokovic), mentre Stefanos ieri contro Nadal ha dovuto sudare parecchio, nonostante fosse già sicuro della qualificazione.

In serata scenderà in campo, alle 21:00 ore italiane, il campione in carica Alexander Zverev che affronterà il giocatore apparso più in forma in questo torneo: Dominic Thiem. Sappiamo comunque come il tedesco su questi campi sia in grado di battere chiunque e l’austriaco è già nel mirino.

Il programma completo di sabato (orari italiani)

ore 13: [5] R. Klaasen\M. Venus vs [1] J. S. Cabal \R. Farah
ore 15: [6] S. Tsitsipas vs [3] R. Federer
ore 19: [7] P. H. Herbert\N. Mahut vs [2] L. Kubot\M. Melo
ore 21: [5] D. Thiem vs [7] A. Zverev

Gironi e tabellone (conserva il link: lo aggiorneremo quotidianamente)

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement