Medvedev si ritira da Vienna. Una chance in più per Berrettini?

Flash

Medvedev si ritira da Vienna. Una chance in più per Berrettini?

Il russo, campione a Shanghai, riprende fiato prima del rush finale. Matteo diventa la terza testa di serie e può sperare nel titolo

Pubblicato

il

Daniil Medvedev - Shanghai 2019 (foto via Twitter, @atptour)

Daniil Medvedev non parteciperà all’ATP 500 di Vienna, terzultima tappa del suo fantastico 2019. Il campione del Masters 1000 di Shanghai è affaticato e ha optato per una settimana di riposo in vista di Parigi-Bercy, torneo in cui, al di là del ranking, sarà il giocatore da battere. Negli ultimi mesi Medvedev non solo è riuscito ad affermarsi grazie a una striscia di sei finali consecutive nel Tour, ma sta imparando anche a gestire la programmazione per evitare infortuni. Qualche settimana fa decise di saltare Pechino per presentarsi fresco a Shanghai e mai scelta fu più azzeccata. In Austria Dominic Thiem prenderà il suo posto come primo favorito del seeding, davanti a Karen Khachanov, numero 2.

I ritiri dell’ultim’ora di Nishikori, Kyrgios e Medvedev sono comunque un brutto colpo per l’Erste Bank Open 2019, aggiunti all’assenza di Juan Martin del Potro comunicata nei giorni scorsi. Ad accennare un mezzo sorriso è Matteo Berrettini che dopo il forfait di Medvedev diventerà testa di serie numero 3. Ma soprattutto sarà ben diverso affrontare un torneo senza pensare di trovare il russo sulla propria strada. Certo, Thiem e Khachanov sono ossi duri, anche Monfils venderà cara la pelle se vuole andare a Londra, ma Matteo li ha già battuti tutti e tre, da ultimo proprio Thiem a Shanghai. Con una finale o – perché no – il titolo a Vienna il sogno Finals diventerebbe ancora più concreto.

L’entry list aggiornata di Vienna
La Race to London aggiornata

 

Continua a leggere
Commenti

ATP

Montecarlo 2021, LIVE: i match di mercoledì 14 aprile. Djokovic vince il primo set, 6-4 su Sinner

La diretta della quarta giornata dell’ATP Masters 1000 di Montecarlo. Sinner sfida Djokovic, Sonego contro Zverev. In campo anche Fognini, Cecchinato e Caruso. Debutta Nadal

Pubblicato

il

Fabio Fognini - Montecarlo 2021 (foto via Twitter @ROLEXMCMASTERS)

L’ordine di gioco, i campi e gli orari del day 4Le quote dei match di oggi
Il tabellone con i risultati aggiornati in tempo reale



per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

13:36 – Niente da fare però nel game successivo: Djokovic mette continuamente pressione in risposta e breakka, chiudendo il set. Ben cinque game, entrambi non hanno servito benissimo ma Nole ha risposto meglio e questo è bastato

 

13:30 – Quando il set sembrava saldamente nelle mani di Djokovic (5-3 30-0 e servizio), colpo di coda di Sinner che in verità approfitta di una serie di brutti errori di Nole e contro-breakka

13:15 – In meno di venti minuti, Nole ribalta completamente il set. Prima raccoglie il gentile omaggio di Sinner, che si fa contro-breakkare con tre grosse ingenuità (doppio fallo, dritto fuori con lo scambio in mano e un rovescio addosso a Nole), poi sale di livello e va 5-2, breakkando ancora

12:57 – BREAK SINNER! Sembrava una partenza lenta quella di Jannik, invece nel terzo game mette pressione al serbo e lo infila alla seconda palla break, approfittando di una brutta volée

12:50 – Inizio difficile al servizio per Sinner, ma l’italiano se la cava ai vantaggi senza annullare palle break. Nel frattempo accedono agli ottavi Garin e Dimitrov, vincitori in due set su Millman e Chardy. Dimitrov potrebbe affrontare Nadal, che oggi esordisce contro Delbonis

12:45 – Sono scesi in campo Djokovic e Sinner sul centrale (qualcuno ne parla come il ‘Monte-Carlo’ Blockbuster). Il numero uno del mondo vince il primo game dell’incontro

12:30 – Vittoria assai convincente di Fognini, che regola con un doppio 6-3 Thompson senza mai andare in difficoltà. Prosegue la sua difesa del titolo: agli ottavi affronterà uno tra Krajinovic e Londero, ancora da favorito

12:20 – Caruso lotta e sfiora il break nel game che invece promuove Rublev agli ottavi di finale (6-3 6-2). ‘Sabbo’ non poteva fare molto di più contro questo Rublev, che lo aveva già sconfitto nettamente a New York nel 2020

12:10 – Continua l’andamento speculare dei due match. Fognini breakka anche nel secondo (a zero) e vola 3-1, completamente padrone dello scambio. Rublev è il solito schiacciasassi e conduce 4-1 nel secondo set

11:53 – Con qualche patema in più del previsto, e una discussione con la giudice di sedia Aurelie Tourte su una palla contestata, Fognini porta a casa il primo set (6-3). Stesso risultato per Rublev con Caruso

11:35 – Partite gemelle sinora Rublev-Caruso e Fognini-Thompson: in entrambe c’è un giocatore saldamente al comando delle operazioni che conduce 4-1. Uno è Rublev, l’altro è Fognini

11:00 – Quarta giornata di gioco al Montecarlo Rolex Masters. Subito in campo Caruso e Fognini, che sfidano rispettivamente Rublev e Thompson. Grande attesa per il match tra Jannik Sinner e Novak Djokovic, secondo match sul campo centrale

COSA È SUCCESSO NEL DAY 3

Continua a leggere

Flash

Tsitsipas non trattiene la rabbia contro l’arbitro: “Tornatene nei Futures”

In doppio a Montecarlo col fratello Petros, Stefanos si scaglia contro il giudice si sedia reo di non essere sceso a controllare un segno

Pubblicato

il

Stefanos Tsitsipas - Australian Open 2021 (via Twitter, @australianopen)

Giocare il doppio per un top player dovrebbe essere un’occasione per allenare le volée, prendere il ritmo partita e passare qualche ora in più in campo, non certo quella di arrabbiarsi con l’arbitro per motivi futili facendo a dir poco una brutta figura. Ed invece proprio questo è successo a Stefanos Tsitsipas nel match giocato ieri assieme al fratello Petros, contro la coppia Kevin Krawietz/Horia Tecau. Nel secondo punto del tie-break del primo set un servizio del romeno è andato lungo – secondo Stefanos che era in risposta – ma non c’è stata nessuna chiamata e lo scambio è proseguito. Una volta concluso, il n. 5 del mondo si è scagliato contro l’arbitro Arnaud Gabas invitandolo a scendere per controllare il segno. Lui come da regolamento si è rifiutato e da qui è partita la sfuriata.

“Sei una disgrazia. Tornatene nei tornei Futures dove appartieni” sono state le parole più dure pronunciate da Stefanos. Immediata è stata la reazione dell’arbitro che ha chiamato una Code Violations alla coppia Tsitsipas. Questo non ha certo placato il greco che, con il supporto del fratello che ha mantenuto un atteggiamento più pacato, ha continuato a sottolineare come la palla di servizio fosse fuori. Stefanos ha poi insistito con le sue lamentele dicendo di voler chiamare il supervisor ma alla fine tutto si è risolto con un nulla di fatto. Il giudice di sedia ha continuato a spiegare ai due fratelli che avrebbero dovuto fermare subito il punto affinché lui potesse scendere a controllare il segno, e non farlo a posteriori a scambio terminato. Una regola chiara e semplice, ma evidentemente non ancora assimilata dal n. 5 del mondo. Alla fine il duo greco è comunque riuscito a portare a casa il tie-break e alla fine l’incontro.

Continua a leggere

Flash

Roland Garros: qualificazioni a porte chiuse e più giocatrici ammesse nel tabellone

La FFT ha comunicato novità in merito all’edizione 2021: 32 giocatrici in più nelle qualificazioni e ritorno del doppio misto (anche se in forma ridotta)

Pubblicato

il

Roland Garros 2020 (via Twitter, @rolandgarros)

Attraverso un comunicato stampa, la federazione francese, ha confermato che le qualificazioni del Roland Garros si disputeranno a porte chiuse dal 24 al 28 maggio e che l’accesso alle qualificazioni del torneo femminile sarà allargato a 128 giocatrici, a dispetto delle 96 precedentemente ammesse, paragonando di fatto i due tabelloni cadetti maschile e femminile. Segnale di uguaglianza di genere molto importante che va letto nell’ottica di sostegno economico ad una categoria di giocatrici finanziariamente colpite dalla crisi, derivante dalla pandemia in corso.

Ritorna in tabellone anche il doppio misto, assente nella passata e quanto mai particolare edizione, ma in formato ridotta a 16 coppie, invece che le 32 precedentemente ammesse. Il torneo in carrozzina, solitamente disputato nell’ultima settimana di torneo, si terrà invece dal 4 al 7 giugno.

Carlo Galati

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement