Australian Open: nove azzurri a caccia del main draw. Subito derby tra Vanni e Gaio

Sorteggiato il tabellone maschile di qualificazione degli Australian Open 2017 con Radek stepanek testa di serie numero 1. Ostacoli duri per Cecchinato e Napolitano, subito sfida tra Vanni e Gaio

Australian Open: nove azzurri a caccia del main draw. Subito derby tra Vanni e Gaio

Sorteggiato nella notte italiana il tabellone maschile di qualificazione degli Australian Open 2017 con ben nove italiani alla caccia di un posto nel tabellone principale. Radek Stepanek, dall’alto delle sue trentotto primavere e della testa di serie numero 1, andrà alla caccia della sua cinquantacinquesima presenza in un main draw di uno Slam, la quattordicesima a Melbourne dove non ha mai raggiunto la seconda settimana, ma ha vinto in doppio nel 2012 in coppia con Paes.

Sorteggio sfortunato per Marco Cecchinato, reduce dalle vicissitudini del caso scommesse (per ora concluso sul piano sportivo, non ancora su quello penale) che trova all’esordio il giovane americano Frances Tiafoe, numero 108 del mondo e testa di serie numero 2. Urna ostica anche per Matteo Donati, peraltro reduce dal forfait nelle quali a Chennai, che pesca lo sloveno Blaz Kavcic, 217 del ranking ma già sei volte in tabellone a Melbourne con il terzo turno raggiunto nel 2013.

 

Match di esordio duro anche per Lorenzo Giustino, sconfitto nelle quali di Chennai proprio da Stepanek ma dopo una dura battaglia di tre set, che trova in numero 181 e coetaneo Mirza Basic. Thomas Fabbiano, testa di serie numero 31 del tabellone cadetto, andrà alla caccia della prima apparizione nel main draw down under dopo le due agli Us Open e quella dello scorso anno a Parigi: sulla sua strada trova all’esordio l’americano  Bradley Klahn, mancino numero 850 del mondo.

Dopo il secondo turno raggiunto agli ultimi Us Open, Alessandro Giannessi ci prova a Melbourne trovando al primo turno il  non irresistibile ceco Jan Satral. Un azzurro al secondo turno ci sarà di sicuro, in quanto l’urna ha messo di fronte all’esordio Luca Vanni,  tre challenger per lui lo scorso anno a Segovia, Brescia e Andria, a Federico Gaio, due hurrà nel 2016 a San Benedetto e Biella nel circuito minore.

Riccardo Belotti torna a giocare le qualificazioni di uno slam a tre anni e mezzo dall’unica esperienza degli Us Open 2013 e se la vedrà con la testa di serie numero 30 il francese Vincent Millot, 143 del mondo e già due volte in tabellone a Melbourne.

Spot piuttosto complicato per Stefano Napolitano, probabilmente il nostro giovane di miglior prospettiva, che trova all’esordio il gigante americano (211 centimetri!) Reilly Opelka, 204 del mondo, diciannove anni e tante mazzate al servizio. Se dovesse andare avanti, sulla sua strada probabilmente Chiudinelli e Gabashvili: dura.

Stanotte, alle 00.00 ora italiana via al primo giorno di incontri, nella notte previsto anche il sorteggio del tabellone di qualificazione femminile con la nostra Jasmine Paolini.

Qui il tabellone completo

CATEGORIE
TAG
Condividi