Australian Open 2021, la finale maschile LIVE: Djokovic campione per la nona volta!

Senza categoria

Australian Open 2021, la finale maschile LIVE: Djokovic campione per la nona volta!

L’ultima giornata dell’Australian Open offre il piatto più ricco del suo menu: lo sfidante Daniil Medvedev proverà a interrompere il dominio di Novak Djokovic, che cerca il nono titolo

Pubblicato

il

Djokovic vs Medvedev (grafica di Eurosport)
 
 

Le quote della finale maschile: non c’è un favorito
I tabelloni con i risultati aggiornati in tempo reale
: maschile – femminile

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

12:23 – Si chiude anche per questo Australian Open la Diretta di Ubitennis, appuntamento al Roland Garros!

 

12:05 – Questo il discorso di Djokovic: “Daniil è una grande persona e l’ha dimostrato ancora una volta. Una volta passavamo più tempo insieme, ora non mi chiami più [era una battuta, ndr]! Sono sicuro che riuscirai a vincere uno Slam, ma preferirei che aspettassi ancora qualche anno [altra battuta]! Sei uno degli avversari più duri che abbia mai incontrato, e vorrei che tutti apprezzassero il valore della sua recente striscia di vittorie. Grazie al mio team e soprattutto al mio fisioterapista [Ulises Badio] perché mi ha permesso di essere pronto per giocare, vi voglio bene. Gli organizzatori dovrebbero essere orgogliosi di quanto sono riusciti a fare. Ringrazio anche la Rod Laver Arena, la amo di più ogni anno che passa, la nostra storia continua!”

12:00 – Le parole di Medvedev: “Non è mai facile parlare dopo una finale Slam persa, cercherò di essere più bravo con le parole di quanto sia stato in campo! Congratulazioni a Djokovic perché sono sicuro che questo non sarà il suo ultimo Slam. Voglio raccontarvi una storia: quando l’ho incontrato la prima volta ero N.600 al mondo e mi allenavo a Montecarlo, non mi aspettavo che mi rivolgesse la parola e invece era lui a fare domande al ragazzino timido che ero, e non è cambiato da allora”.

11:40 – TITOLO A DJOKOVIC! Nole chiude sotto rete, 7-5 6-2 6-2 in un’ora e 53 minuti, nono titolo e diciottesimo Slam per lui.

11:35 – 5-2 Djokovic, Medvedev sta per servire per rimanere nella finale.

11:14 – 2-0 Djokovic anche nel terzo. Medvedev sta perdendo la pazienza, commettendo due doppi falli con seconde sopra i 200 orari prima dell’errore a rete che ha consegnato il break a Nole.

11:04 – SET DJOKOVIC! Il serbo chiude il parziale per 6-2 con un break anche nell’ultimo gioco. Un Medvedev sempre più nervoso che ha spaccato la racchetta dopo aver perso il game del 5-2 in risposta ai vantaggi. Il nono titolo è sempre più vicino per Nole.

10:49 – Fase poco brillante per Medvedev, che commette molti errori non forzati e subisce il break: 3-1 Djokovic

10:39 – I due si stanno dando battaglia come ci si attendeva. Medvedev trova subito il break nel secondo set, ma Djokovic pareggia i conti nel game successivo. 1-1!

10:29 – SET DJOKOVIC! Medvedev sembrava aver preso un certo vantaggio nello scambio, ma sul 6-5 Nole piazza tre risposte grandiose e si guadagna tre set point. Il russo annulla le prime due con la prima di servizio, poi mette un’altra prima ma Nole risponde e Daniil affossa il dritto in rete. 7-5: che fenomeno Nole

10:10 – Daniil Medvedev non ha alcuna intenzione di mollare l’osso. In un baleno recupera il break, con l’aiuto di uno smash incerto di Djokovic, e si porta 3-3. Poi Nole tiene il servizio: 4-3 e partita già bella e appassionante

09:55 – Djokovic va subito a segno! Si guadagna due palle break nel secondo game e converte la seconda. Poi tiene in scioltezza il game di servizio successivo: 3-0, parziale di 12-3 per Nole

09:40 bis – I precedenti dicono 4-3 in favore di Djokovic, ma il russo ha vinto tre degli ultimi quattro precedenti. E questo non è un particolare da trascurare. Altri due fattori, che vanno in direzione opposta: Nole qui non ha mai perso una finale (ma neanche una semifinale), Medvedev non perde da 20 partite e in queste sfide ha battuto 12 (DODICI!) top ten.

09:40 – In solito ritardo (ma perché, poi?!) sta per iniziare la finale del singolare maschile tra Novak Djokovic – numero uno del mondo – e Daniil Medvedev, quarta testa di serie ma già certo di fare il suo esordio in Top 3 da lunedì. Che diventerebbe Top 2 in caso di vittoria.

LA FINALE FEMMINILE: IL TRIONFO DI OSAKA

LA DIRETTA DI VANNI&LUCA SU FACEBOOK

Continua a leggere
Commenti

Flash

Medvedev e le 250 vittorie ATP. Quanto tempo ci hanno messo Nadal, Djokovic e Federer?

Il n. 1 del mondo Daniil Medvedev ha completato 1/4 del lavoro per entrare nel “Club dei 1000”. Vediamo a che età l’hanno fatto i Big 3 e Zverev

Pubblicato

il

Daniil Medvedev - US Open 2021 (Pete Staples/USTA)

Questa settimana, Daniil Medvedev ha raggiunto un piccolo traguardo. “Piccolo” considerando che Daniil è attualmente il numero 1 del mondo ed è stato il primo e finora unico della sua generazione a vincere uno Slam. Tuttavia, il non particolarmente prestigioso successo sul n. 224 Rinky Hijikata a Los Cabos è stato il 250° nel Tour maggiore. 250 vittorie significa (per noi, lui probabilmente non ci pensa) che è a un quarto del percorso per entrare in quel “Club delle 1000 vittorie” del quale fanno parte solo cinque tennisti nell’era open: Connors, Federer, Lendl, Nadal e pochi mesi Djokovic (qui l’approfondimento di Ferruccio Roberti sul traguardo raggiunto dal serbo).

Dal momento che da una quindicina d’anni a questa parte nessun tennista può godersi un bel risultato senza che qualcuno rimarchi che almeno uno tra Roger, Rafa e Nole lo aveva già fatto da tempo e pure meglio (?), non vediamo il motivo per non essere noi, stavolta, quel qualcuno. Andiamo allora a vedere a che età ciascun componente del Big3 ha raggiunto le 250 vittorie ATP, tenendo presente che Medvedev ha 26 anni e quasi sei mesi (manca una settimana).

Novak Djokovic ha raggiunto le 250 vittorie durante il Masters 1000 di Shanghai del 2009, quindi all’età di 22 anni e 5 mesi.

 

Anche Rafael Nadal ci è arrivato in ottobre e in un Masters 1000, però quello di Bercy nel 2007, a 21 anni 5 mesi.

Per quanto riguarda Roger Federer, ha fatto 250 a Dubai nel marzo 2004, dunque alla veneranda età di 22 anni e 7 mesi, il più lento dei Tre.

Parlando invece dei giocatori che rientrano nella sua generazione, Alexander Zverev ci è arrivato nel 2020 anche lui nel torneo novembrino di Bercy, a 23 anni e 6 mesi; mentre ora è a 339. Per dare un’ulteriore riscontro, Stefanos Tsitsipas è a 230 successi a 23 anni precisi.

Questo ci insegna due cose che peraltro già sapevamo. La prima è che i paragoni con il Big 3 non si dovrebbero fare; la seconda è che, però, sono sempre divertenti. L’importante è che quello che arriva in ritardo di quattro anni non ci rimugini su troppo…

Il tabellone completo dell’ATP 250 di Los Cabos

Continua a leggere

Senza categoria

Torna Ubitennis Twitter Space per discutere della stagione nordamericana e dello sport USA in generale

Appuntamento sull’account Twitter di Ubitennis mercoledì 27 luglio alle ore 20

Pubblicato

il

Logo Twitter

Mercoledì 27 luglio alle ore 20 circa tornerà l’appuntamento con il Twitter Space di Ubitennis, lo spazio che consente ai lettori di interagire discutendo degli argomenti di attualità e non solo del circuito tennistico.

I nostri Vanni Gibertini e Marco Lorenzoni, oltre a toccare i punti caldi dell’attualità, introdurranno la stagione nordamericana del circuito tennistico parlando della differenza tra il modo di vivere gli eventi sportivi del pubblico statunitense e di quello che invece succede in Europa. Partendo dal punto di vista privilegiato di chi può osservare lo sport americano da vicino, Marco e Vanni faranno le loro valutazioni rispondendo alle eventuali domande degli ascoltatori.

Per partecipare al Twitter Space di Ubitennis bisogna avere un proprio profilo Twitter ed essere folllower di Ubitennis (@Ubitennis). Quando lo spazio verrà aperto, mercoledì 27 luglio alle 20 circa riceverete una notifica che vi permetterà di entrare nello spazio di discussione. Sarà necessario collegarsi con uno smartphone o con un tablet per poter partecipare alla sessione.

 

Continua a leggere

Flash

Ubaldo Scanagatta a Radio Sportiva: “Ci sono tre italiani in corsa per le ATP Finals di Torino”

Il Direttore Scanagatta in diretta radio parla del trionfo di Musetti, di Alcaraz battuto da tre italiani quest’anno e della situazione in classifica degli azzurri

Pubblicato

il

Lorenzo Musetti - Amburgo 2022 (foto Twitter @ATPTour_ES)

Dopo la splendida vittoria di Lorenzo Musetti al Hamburg European Open di Amburgo, il Direttore di Ubitennis Ubaldo Scanagatta parla della giornata del tennis italiano parlando anche delle partite di Matteo Berrettini a Gstaad e Lucia Bronzetti a Palermo.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement