ATP Parigi-Bercy, la finale: Djokovic punta a nuovi record. Dimitrov a caccia di un titolo dopo 6 anni di astinenza

ATP

ATP Parigi-Bercy, la finale: Djokovic punta a nuovi record. Dimitrov a caccia di un titolo dopo 6 anni di astinenza

Il serbo ha vinto undici delle dodici sfide contro il bulgaro e punta al quarantesimo Masters 1000 della carriera. Dimitrov cerca di sfruttare il momento di forma per portarsi ad un passo dalla top 10

Pubblicato

il

Novak Djokovic vs Grigor Dimitrov - Rolex Paris Masters (@atptour)
 

La finale che non ti aspetti. L’ultimo Masters 1000 della stagione vedrà in campo uno dei giocatori più in forma di questo finale stagione, il sorprendente Grigor Dimitrov e il sempreverde Novak Djokovic, che quando disputa un torneo fa fatica a rimanere lontano dagli atti conclusivi.

Il match che assegnerà il titolo del Rolex Paris Masters sarà il tredicesimo scontro diretto tra l’attuale numero 1 al mondo Novak Djokovic e il numero 17 ATP Grigor Dimitrov, che si presentava a Parigi sprovvista di testa di serie.

I precedenti sono abbastanza a senso unico con il tennista serbo che ha vinto 11 delle 12 sfide giocate ed in una striscia aperta con Dimitrov di nove successi consecutivi. L’unica vittoria del bulgaro risale al 2013 sulla terra rossa di Madrid, con il tennista nativo di Haskovo che si aggiudicò il match in tre set.

Quest’anno i due si sono già affrontati due volte: terzo turno dell’Australian Open che Djokovic che vinse in tre set, ma dovette sudare molto, soprattutto nel primo parziale chiuso al termine di un tie-break combattuto, annullando anche tre set point. A Roma, Dimitrov forzò Djokovic a disputare il terzo set, ma nel parziale decisivo il serbo concesse solo un game.

Quella che si disputerà alla Accor Arena è la sfida tra i due tennisti più anziani in top 20, Dimitrov, infatti di anni ne ha 32, Djokovic 36. È anche la sfida “più anziana” sia della stagione che di tutta la storia del torneo di Bercy, se si somma l’età dei due protagonisti in campo.

Djokovic come sempre è un uomo in missione. Si presenta a questa finale con una striscia aperta di 17 vittorie consecutive. L’ultima sconfitta risale alla finale di Wimbledon contro Carlos Alcaraz. In caso di successo arriverebbe per il tennista di Belgrado il 40 titolo in un torneo Masters 1000 (il bilancio attuale delle sue finale è 39 vinte e 18 perse). A Parigi-Bercy potrebbe arrivare il settimo titolo, sinora ha vinto sei volte (2009, 2013-15, 2019, 2021) e perso due finali (nel 2018 e lo scorso anno con Rune). Un successo gli permetterebbe inoltre di avvicinarsi a quota 100 titoli, al momento nel suo palmares ne sono presenti 96.

Djokovic con la vittoria in semifinale si è aggiunto all’elenco di coloro che hanno vinto almeno 50 match in stagione. Il bilancio sul duro è di 32 vittorie e una sconfitta, con Medvedev in grado di batterlo nella semifinale di Dubai. Il serbo punta, inoltre, a diventare il terzo tennista a vincere più di un Masters 1000 nel 2023, insieme ad Alcaraz (Indian Wells e Madrid) e Medvedev (Miami e Roma), avendo già trionfato a Cincinnati.

Per Dimitrov, invece, questa stagione lo ha riportato verso antichi fasti. Il bulgaro con la finale raggiunta si isserà sino alla posizione 14 del ranking e in caso di successo si troverebbe ad un passo dalla top 10. L’ultima apparizione del bulgaro in top 10 risale all’ottobre 2018.

Quella di Bercy è la seconda finale in un torneo Masters 1000 dopo quella vinta contro Kyrgios a Cincinnati nel 2017. Un successo permetterebbe a Dimitrov di sollevare un trofeo quasi sei anni dopo l’ultimo titolo arrivato alle finali di Londra del 2017. Da quel momento sono passati ben 111 tornei senza che il bulgaro abbia avuto occasione di festeggiare. Dimitrov sinora ha disputato 16 finali ATP con il bilancio di 8 vittorie e 8 sconfitte.

Per arrivare in finale Dimitrov ha dovuto sconfiggere nel suo percorso due top 10, Medvedev al secondo turno e Tsitsipas in semifinale. Nei due precedenti tornei in cui ha battuto almeno 2 top 10 ha poi conquistato il titolo (Brisbane 2017 e Nitto ATP Finals 2017). A testimonianza di una grande stagione, Dimitrov con le prestazioni di Bercy chiuderà per la terza volta in carriera la stagione con più di 40 successi, vi era riuscito nel 2014 e nel 2017.

Per Dimitrov visto quanto accaduto in passato non sarà facile fermare la corsa del serbo, ma lo stato di grazia del bulgaro sommati ai problemi fisici di Djokovic emersi nelle ultime sfide potrebbero spostare la bilancia a favore di Dimitrov, dato che nella testa di Nole ci sono anche le Finals di Torino.

Non ci resta che attendere le 15:00 per vedere chi avrà la meglio e solleverà il trofeo del Rolex Paris Masters. La sfida sarà visibile su Sky Sport Uno, Sky Sport Tennis e in streaming su Now TV.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Perché credo che questo Sinner batterà questo incerto Djokovic. Ma non al quinto set

Editoriali del Direttore4 settimane fa

Australian Open: Sabalenka regina quasi scontata. Bolelli Vavassori in vista Slam. E diritti tv: Sky, Supertennis, FITP: la negoziazione langue

ATP4 settimane fa

La storia del tennis italiano chiama a sé Sinner, da De Stefani a Berrettini passando per le vittorie di Pietrangeli, Panatta, Schiavone e Pennetta

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Jannik Sinner è molto più calmo di tutti quelli che oggi lo osannano. Un anno fa era il tennista dei… senza

Senza categoria4 settimane fa

Australian Open LIVE: Sinner in semifinale, nemmeno Rublev riesce a strappargli un set!

Novak Djokovic - Australian Open 2024 (X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Djokovic: “Sono scioccato, uno dei miei peggiori match di sempre”

Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Sinner tranquillizza tutti: “L’addome? Nulla di che”. Contro Djokovic alle 4.30 italiane

Australian Open4 settimane fa

Australian Open: Sinner batte Rublev e vola in semifinale con Djokovic senza aver perso un set [VIDEO]

Editoriali del Direttore3 settimane fa

Jannik Sinner non è un patriota per cui tifare perché non paga le tasse in Italia? Non sono d’accordo con Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – La grande attesa per i duellanti dai tanti punti in comune Djokovic e Sinner. Vinca il migliore? “Sperem de no”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement