Next Gen Finals: Rublev e Munar si rilanciano, Caruana saluta

Volano via i match diurni della terza giornata: lo spagnolo stende a sorpresa Tiafoe e lo elimina. Liam lotta per un set poi cede a Rublev

Next Gen Finals: Rublev e Munar si rilanciano, Caruana saluta
Jaume Munar - Next Gen ATP Finals 2018 (foto via Twitter, @nextgenfinals)

da Milano, il nostro inviato

Sessione serale: de Minaur manda Rublev in semi, anche Munar avanti

 

IL CUBO DI RUBLEV – Risolvere l’enigma Andrey Rublev non è mai semplice per i suoi avversari: i suoi match ricordano vagamente quelli di Camila Giorgi: ogni colpo è sparato al massimo della velocità e del rischio possibile, quando stanno dentro è un giocatore irresistibile, quando cominciano ad andare fuori c’è il rischio di guardare una sagra degli orrori: per un set Liam Caruana ha affrontato la seconda versione e ancora una volta ha lottato al massimo cedendo come ieri contro Fritz in un tie-break lottatissimo per 9 punti a 7 dopo aver annullato i primi 3 set point. Una volta conquistato il delicato primo set, il russo ha preso fiducia e i colpi che prima uscivano abbastanza spesso, hanno cominciato a entrare con continuità. Così sì è chiusa rapidamente l’esperienza di Caruana a Milano, comunque memorabile nonostante le tre sconfitte:Ora loro sono parecchi passi avanti a me, ma sono sicuro che lavorando duro posso arrivare a questo livello. Lavorerò molto sul fisico nella off-season e giocherò molto di più sul duro. Quest’anno ho giocato troppo sulla terra che non è la mia superficie”. Obiettivo per il 2019, raggiungere i primi 200 al mondo. Il russo intanto attende di conoscere il suo destino: tiferà Alex de Minaur nella sfida serale contro Taylor Fritz.

A SCUOLA DA RAFAJaume Munar si allena alla Academy di uno spagnolo ben più famoso a Maiorca: ebbene oggi con le spalle al muro dopo due sconfitte nelle prime due giornate, ha reso orgoglioso il suo maestro con una prestazione di straordinaria solidità contro un deludente Frances Tiafoe, che saluta Milano dopo una giornata molto negativa e la seconda sconfitta in poche ore in tre set: troppi errori e poca capacità di adattamento alla costanza da fondo campo del suo avversario. Il match si è chiuso in appena 56 minuti e solo nel secondo set c’è stata parvenza di lotta anche se poi lo spagnolo ha dominato comunque il tie-break vinto 7 punti a 3. A questo punto Munar deve tifare Stefanos Tsitsipas nel match che chiude il programma della serata. Come de Minaur anche il greco è già sicuro del pass per la semifinale.

Risultati:

GRUPPO A

[7] J. Munar b. [3] F. Tiafoe 4-1 4-3(3) 4-1
[1] S. Tsitsipas b. [6] H. Hurkacz 4-1 4-3(2) 4-1

GRUPPO B

[5] A. Rublev b. [8/WC] L. Caruana 4-3(7) 4-1 4-2
[2] A. de Minaur b. [4] T. Fritz 4-3(8) 4-1 4-2

Semifinali 9/11

[1] S. Tsitsipas vs [5] A. Rublev ore 19
[2] A. de Minaur vs [7] J. Munar ore 21

Rassegna stampa: Apollo Tsitsipas, papà Fognini, Munar e il maestro Nadal
Next Gen ATP Finals: ma Liam Caruana non era così scarso?
Cosa è successo nel day 1 (sessione diurna – sessione serale)
Cosa è successo nel day 2 (sessione diurna – sessione serale)
Semifinali: tutti gli scenari di qualificazione
La classifica dei gironi e il calendario

CATEGORIE
TAG
Condividi