Australian Open: (s)punti tecnici da bordocampo, day 14

(S)punti Tecnici

Australian Open: (s)punti tecnici da bordocampo, day 14

Pubblicato

il

Si conclude la rubrica tecnica da Melbourne Park, con una carrellata di campioni ben conosciuti, e una doverosa citazione per un grandissimo giocatore meno famoso ma altrettanto meritevole di ammirazione

Con la terrificante gara di pallate da fondo e resistenza mentale più che fisica vinta da Novak Djokovic su Andy Murray, siamo giunti alla fine di questo Australian Open 2015. E vanno in archivio anche gli spunti tecnici, non prima però di aver “ringraziato” le campionesse e i campioni, e i loro coach, che mi hanno sopportato, mattina dopo mattina, a bordocampo (se non dentro) con frappuccino in una mano, e cellulare nell’altra, per fotografare e analizzare da una prospettiva meno comune le straordinarie performance tecniche di cui sono capaci.

Recuperiamo quindi alcune delle immagini che non erano state utilizzate nei pezzi precedenti, per rivedere e salutare virtualmente i “maestri ospiti” che mi hanno aiutato a evidenziare, e – spero – riuscire a descrivere, le innumerevoli sottigliezze delle complesse e perfette esecuzioni dei colpi al massimo livello professionistico: di meglio, rispetto alle “belve da tennis” con cui ho condiviso le ultime due settimane a Melbourne Park, non esiste nulla al mondo.

Feliciano, Kimiko, Simone e Stan (foto di Luca Baldissera)

Feliciano, Kimiko, Simone e Stan (foto di Luca Baldissera)

In testa a questo ultimo pezzo dagli Australian Open vediamo, da sinistra a destra, Andy, Goran, John e Milos che tirano i loro rovesci. Qui sopra, sempre da sinistra a destra, ecco Feliciano che spara il dritto, Kimiko e Simone al servizio, e Stan in perfetta sospensione a metà step.

Non si può mica essere sempre perfetti (foto di Luca Baldissera)

Non si può mica essere sempre perfetti (foto di Luca Baldissera)

Con un pizzico di ironia, qui invece vediamo da sinistra a destra Dominika versione fenicottero, Serena che si scansa, Simone leggiadro ballerino, e Venus che si autoannoda le braccia. Per concludere, in ogni caso, ci tengo a farvi vedere anche un fenomeno di quelli veri, che visto dal vivo è forse altrettanto se non più impressionante di tutti quelli che abbiamo esaminato finora. 16 (sedici) titoli dello Slam in singolare, di cui 8 (otto) Australian Open, numero uno indiscusso del mondo: signore e signori, qui sotto, da sinistra a destra possiamo ammirare un rovescio anticipato, un dritto semiwestern, e una perfetta volée con il taglio sotto del mitico Shingo Kunieda, trentunenne giapponese, campione AO 2015 dopo la finale dominata 6-2 6-2 contro il comunque ottimo francese Stephane Houdet. Vedeste quanto gli viaggia la palla, pazzesco.

Conosco parecchi tennisti normodotati che da Shingo Kunieda perderebbero (foto di Luca Baldissera)

Conosco parecchi tennisti normodotati che da Shingo Kunieda perderebbero (foto di Luca Baldissera)

Rispetto, massimo rispetto. E secondo me, un modo bello e giusto di concludere questo percorso australiano di grande tennis, ottime colazioni, splendida atmosfera e incredibile entusiasmo. Arrivederci alla prossima, che ci sarà senz’altro.

Gli spunti tecnici precedenti:

(s)punti tecnici da bordocampo, day 13

(s)punti tecnici da bordocampo, day 12

(s)punti tecnici da bordocampo, day 11

(s)punti tecnici da bordocampo, day 10

(s)punti tecnici da bordocampo, day 9

(s)punti tecnici da bordocampo, day 8

(s)punti tecnici da bordocampo, day 7

(s)punti tecnici da bordocampo, day 6

(s)punti tecnici da bordocampo, day 5

(s)punti tecnici da bordocampo, day 4

(s)punti tecnici da bordocampo, day 3

(s)punti tecnici da bordocampo, day 2

(s)punti tecnici da bordocampo, day 1

(s)punti tecnici da bordocampo, meno uno

(s)punti tecnici da bordocampo, meno due

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza6 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash6 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria1 settimana fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash3 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza2 mesi fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP2 mesi fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement