US Open: mercoledì da record Slam, mai tante interviste

Il "manic wednesday", mercoledì folle, degli US Open 2017, ha avuto in campo 87 partite. E ovviamente, tutta l'attività che ci sta intorno ha raggiunto numeri mai visti prima

US Open: mercoledì da record Slam, mai tante interviste

Il day 3 degli US Open 2017, per merito – anzi, causa – della pioggia del martedì, ha visto frantumato un record che durava da 10 anni tra i tornei dello Slam. Gli 87 match andati in scena sui campi di Flushing Meadows, infatti, che hanno dato vita anche a una quasi inedita “night session” su ogni court disponibile, mentre di norma la sera si gioca solo sull’Arthur Ashe (ne vedete uno scorcio in testa al pezzo), hanno avuto un’altra conseguenza. Ovviamente, quasi tutte le giocatrici e i giocatori impegnati nelle loro partite di primo e secondo turno hanno successivamente parlato con la stampa e le televisioni, e il risultato è stato impressionante: la ITF ha comunicato che si sono svolte ben 138 “press conferences”, da quelle nelle sale grandi fino ai box piccoli vicini all’ingresso del Bud Collins Media Center. 77 sono state con giocatori uomini, 61 con le donne. Il record precedente era stato al Roland Garros del 2007, con 131 interviste.

Oltre a questo, il team radiotelevisivo degli US Open ha condotto 84 interviste post-match direttamente sui campi, e 25 partite sono state commentate integralmente. Decisamente, un mercoledì da leoni per i giornalisti, e ve lo assicuro, ce ne siamo accorti per bene anche noi.

 

CATEGORIE
TAG
Condividi