US Open LIVE: la quinta giornata

Senza categoria

US Open LIVE: la quinta giornata

Risultati, dichiarazioni e aggiornamenti di ogni genere. La nostra diretta dello US Open per la quinta giornata

Pubblicato

il

 
 

L’ordine di gioco, i campi e gli orari del DAY 5
Il tabellone maschile – Il tabellone femminile

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

21:30 – Set Khachanov! Il russo imprime una pressione sorprendente da fondocampo e dopo aver annullato una palla del contro-break chiude il set 7-5. Nadal è sotto sull’Arthur Ashe. Pella vince il terzo set, sono scesi in campo anche Shapovalov e Anderson

 

20:50 – Con più distrazioni che sofferenze si qualifica per gli ottavi anche Elina Svitolina, che li giocherà per il secondo anno di fila. Thiem ha rimesso le cose a posto (un set pari con Fritz), Basilashvili è vicino alla conquista del secondo mentre Nadal e Khachanov sono scesi in campo da pochi minuti

20:20 – Agli ottavi Sloane Stephens, che gioca in modo sontuoso gli ultimi game contro Azarenka. Svitolina vince il primo con Wang, Thiem perde il primo con Fritz

19:45 – Arriva la pioggia a New York, la prima della settimana: si chiude il tetto sull’Arthur Ashe. Azarenka nel frattempo si è portata in vantaggio di un break su Stephens, ed è scesa in campo anche Svitolina. Al maschile sono in campo Thiem-Fritz e Basilashvili-Pella

19: 15 – Chiudono quasi in contemporanea Sevastova e Mertens, che accedono agli ottavi di finale. La lettone ha battuto in rimonta Makarova, Mertens ha vinto due set molto combattuti: applausi per Strycova, comunque molto coraggiosa

18:55 – Set Stephens! Implacabile la campionessa in carica, che respinge gli attacchi di Azarenka e chiude 6-3. Makarova-Sevastova ferme sul 2-2 al terzo set, Strycova-Mertens 5-5 al secondo

18:30 – Sono scese in campo Stephens e Azarenka: la statunitense è già avanti 3-1. Mertens si avvantaggia di un break nel secondo set (4-2), Sevastova pareggia il conto dei set con Makarova: si va al terzo

18:00 – Makarova e Mertens vincono il primo parziale ai danni di Sevastova (6-4) e Strycova (6-3). Entrambi i parziali sono stati abbastanza lottati

16:55 – Al via la quinta giornata dello US Open 2018: 16 incontri programmati su 4 diversi campi dalle 17 italiane (dalle 18 sull’Arthur Ashe Stadium con Stephens-Azarenka). Si parte con Strycova-Mertens e Makarova-Sevastova. Nadal-Khachanov secondo match sul Centrale, Shapovalov-Anderson terzo incontro sull’Armstrong. In sessione serale, il derby Venus-Serena e Del Potro-Verdasco sull’Ashe, Raonic-Wawrinka e Pliskova sull’Armstrong


SCELTI DALLA REDAZIONE – I match del DAY 5 da non perdere

Stephens vs Azarenka (18, Arthur Ashe): se Vika ha intenzione di tornare grande, sono queste le partite che deve (ri)cominciare a vincere

Shapovalov vs Anderson (21 circa, Louis Armstrong): il ragazzino può sgambettare il finalista in carica? Sì, può farlo, se ha coraggio, idee e se il sudafricano lascerà qualcosa con il servizio

Muchova vs Barty (23 circa, grandstand): la Repubblica Ceca ha trovato una nuova stella o Muguruza non è da considerarsi test probante al momento? Rivolgeremo la domanda ad Ashleigh, che ha tutte le armi per mettere a nudo le inesperienze della sua giovane avversaria

del Potro vs Verdasco (03 circa, Arthur Ashe): se Nando riuscirà a tenere Delpo il più confinato possibile sul rovescio, può esserci partita. Se Nando entrerà in garra come ai giorni buoni, può persino vincerla. Ma se l’argentino potrà colpire troppi dritti senza fatica, non ci sarà partita (ci sbilanciamo: ci sarà partita)


Cosa è successo nel Day 4

Approfondimenti

Tutto quello che c’è da sapere sullo US Open 2018


LA DIRETTA DEI NOSTRI INVIATI 

US Open Day 5: Addio Italia, Kyrgios ha un nuovo coach

US Open Day 5: Addio Italia, Kyrgios ha un nuovo coach

Pubblicato da Ubitennis su Venerdì 31 agosto 2018

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

Wimbledon: Jannik Sinner, un tennista così a 20 anni non l’abbiamo mai avuto. Sono stati 2 match in uno

I Championships dovrebbero aver spazzato via le perplessità sul suo conto. Lui e Berrettini, che fortuna per il tennis italiano. Peccato che Sinner e Djokovic non abbiano giocato al meglio nello stesso tempo

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Wimbledon 2022 (Twitter - @Wimbledon)
Jannik Sinner - Wimbledon 2022 (Twitter - @Wimbledon)

Jannik ha perso, ma evviva Jannik. Un giocatore così a 20 anni non l’abbiamo mai avuto. So quel che dico. Lui ci ha fatto sognare la vittoria più importante di sempre di un tennista italiano a Wimbledon contro un supercampione. E ciò dovrebbe bastare per applaudirlo con tutto il cuore e l’entusiasmo che merita.

È vero che questo era “solo” un match di quarti di finale e che Pietrangeli qui ha fatto semifinale (1960) e Berrettini finale (2021), ma nessuno di loro due aveva battuto lungo il cammino un giocatore con lo status di Djokovic.

Non lo ha battuto nemmeno Jannik, alla fine, quindi il discorso va rimandato a tempi migliori. Ma quando uno è capace di giocare così, sia contro Alcaraz sia contro Djokovic, a soli 20 anni, anche se non ancora per tre ore e mezzo, beh merita certamente fiducia e non solo rispetto. Se poi Berrettini avrebbe potuto fare ancora meglio, nessuno può saperlo. Ma avere due giocatori così è una vera grande fortuna, lasciatevelo dire da chi per 40 anni non ne ha visto uno di questo livello.

 

Il modo in cui Sinner ha giocato per un set e mezzo – dall’1-4 e palla break per l’1-5 del primo set fino al 7-5, 6-2 conquistando 11 game su 13 – contro il più forte tennista visto a Wimbledon negli ultimi 4 anni, giunto alla vittoria n.26 consecutiva sui prati dell’All England Club e in piena corsa per il settimo trionfo nei Championships che lo porterebbe a eguagliare il record del suo idolo di gioventù Pete Sampras, non può non aver chiarito le idee a tutti sull’enorme potenziale del ragazzo della Val Pusteria. Lui per primo sa di avere ancora grossi limiti. Lo sa anche Simone Vagnozzi, lo sa Darren Cahill che ha già cominciato a dare il suo concreto apporto. Tutti sembrano avere la necessaria umiltà, tutti sono consapevoli che soltanto con il duro lavoro – e non sono parole al vento – i progressi arriveranno. Così come sono arrivati nel tempo anche agli altri grandi talenti precoci, i Nadal, i Djokovic, i Federer.

E’ certo vero che abbiamo assistito a due match in uno. Sinner ha giocato molto bene da quel “quasi” 1-5 fino al 7-5, ma Djokovic era stranamente falloso perfino nella risposta che è per solito il suo colpo migliore, e poi invece dal terzo set in poi mentre cresceva a dismisura Novak, che ha servito in maniera pazzesca, Jannik ha sofferto un deciso calo. Al servizio e non solo. Secondo me anche di condizione fisica, non solo mentale come sembra aver suggerito Novak quando ha detto: “Fino al 7-5, 6-2 Jannik non aveva nulla da perdere, ma avanti due set a zero invece si è trovato all’improvviso con molto da perdere”.

La percentuale delle sue prime palle è infatti calata vistosamente, e la media, il 54%,  è chiaramente insufficiente se vuoi competere con un fenomeno come Djokovic che al contrario di Jannik è andato in costante crescendo. Nel quinto set ha servito il 71% di prime palle, la media era stata il 66%.

Invece, trascurando altri aspetti che sono più difficile da contabilizzare, Sinner nel primo set ha vinto sulla seconda palla il 65% dei punti, nel secondo il 56%, nel terzo il 40% e nel quarto il 33%. Una bella differenza no?

Io poi mi sono proprio segnato nel mio bloc notes, all’inizio del quarto set quando Jannik ha esordito perdendo il servizio nel primo game a seguito di due doppi falli e di un primo errore su una risposta profonda ma non irresistibile di Djokovic e poi un secondo errore con una palla malamente steccata, che Jannik era improvvisamente diventato lento, poco reattivo. Ho scritto proprio su quei due errori: LENTO, a caratteri maiuscoli, in mezzo ai due punti persi.

Se sia stato tale per stanchezza o per calo di concentrazione – come i due doppi falli potrebbero far pensare – non so. Dico però che tale stanchezza sarebbe più che comprensibile, perché il tennis sull’erba, che costringe a stare sempre molto bassi, è faticosissimo. E di certo Jannik non era abituato a vincere quattro partite e mezzo di fila. Con tutto quel che segue, perché la stanchezza fisica si accompagna anche quella mentale. Lo stress, le interviste, le attenzioni, la gente che improvvisamente chiede e pretende spazio.

Certo è che negli ultimi 3 set Nole non ha mai dato l’impressione di essere sotto stress. Una performance impressionante, la sua. Una vittoria dell’esperienza, certo, ma non solo quella. E non è stata soltanto la visita nella toilette con lui che si guardava allo specchio e si chiedeva: “Ma dove sei Nole? Quello visto fin qui non è il vero Nole”.

Anche se da lì è ripartita la settima vittoriosa rimonta da sotto 2 set a zero.

Jannik ha più volte detto dopo il match, insieme al solito “non mi piace mai perdere”, di essere contento del suo torneo e anche del suo quinto set:  “Lui stava dettando il gioco, io ho tentato di riprenderlo in mano. Sono orgoglioso di quel che ho fatto in questo torneo, ma penso che potrò fare in futuro ancora meglio”.

Ed è stato proprio così. Sull’1 pari ha subito il break che ha di fatto deciso il set e il match. Ha sbagliato un dritto abbastanza semplice e si è trovato sotto 0-30, poi sul 15-30 ha fatto tutto giusto attaccando, ma ha messo in rete la volee. Annullata una prima palla break ha giocato una smorzata, che secondo me aveva fatto benissimo a giocare, ma purtroppo la palla non è andata oltre la rete.

Ma era tutto giusto. Fra un anno o due Jannik non sbaglierà più quelle volee, non sbaglierà neppure quella smorzata, anche se magari non gli verrà così naturale come capita a Alcaraz o, oggi, a Djokovic che ne ha giocate di stupende. Però io mi ricordo Novak ragazzino: non è che la palla corta di rovescio gli riuscisse così bene come adesso. E certamente non serviva allora come serve oggi.

Rivedo in Sinner un po’ me stesso” mi aveva detto Novak Djokovic nel corso di quella simpaticissima risposta in cui mi fa un po’ il verso e che è diventata virale sul nostro TikTok di Ubitennis avendo superato a ieri sera già le 300.000 visualizzazioni!

Ricordo sempre che cosa mi aveva detto in Slovacchia Gipo Arbino, il coach di Lorenzo Sonego: “Lorenzo ha giocato sia con Sinner sia con Djokovic e mi ha sempre detto che Nole ha maggiore varietà, angolazioni e fisicità, oltre a un miglior servizio, ma Jannik ha una potenza, un peso di palla, superiore a quello di Nole. Quando si scambia Jannik ti toglie la racchetta di mano”.

Sono convinto che Nole farà un sol boccone di Norrie – che ha battuto 7-5 al quinto un encomiabile Goffin – perché la verà semifinale della metà del tabellone è stata Djokovic-Sinner. Così come sono sicuro che nel prossimo duello fra Djokovic e Sinner i bookmakers non pagheranno più la vittoria di Jannik 6 volte e mezzo la posta.

Per oggi sono curioso di vedere come se la caverà Nadal con Fritz che non ha ancora perso un set, ma penso che Rafa vincerà perché ha troppa più personalità e carisma di Fritz, così come – salvo che gli faccia male la spalla come ha detto – son certo che Kyrgios batterà il già appagato cileno Garin.

E allora poi la semifinale Nadal Kyrgios sarà un bel vedere. Con Djokovic che se la potrà gustare senza troppo stress. Per chi tiferà Nole? Proverò a chiederlo ai suoi amici, perché lui non lo dirà facilmente neppure a me. Voi intanto provate a dirlo…

Buon tennis a tutti con un unico piccolo rimpianto: vedo la Maria n.76 WTA in semifinale (contro la Jabeur… evviva Ons, troppo brava e simpatica, magari vincesse il torneo!) per aver battuto la Niemeier n.97. In quella zona c’erano Trevisan e Cocciaretto, purtroppo non Camila Giorgi che sull’erba di solito gioca meglio… Ma non poteva arrivarci una delle nostre ragazze? O i tempi di Pennetta-Schiavone, ieri battute nel torneo delle leggende da Radwanska e Jankovic, non torneranno tanto presto?

Continua a leggere

Senza categoria

Wimbledon, Day 9 LIVE: Norrie vince al quinto su Goffin! Jabeur perde il primo poi spazza via Bouzkova

La diretta scritta dei Championships di martedì 5 luglio: Maria in rimonta sulla connazionale Niemeier raggiunge la prima semifinale Slam, sul centrale in corso Jabeur-Bouzkova, sul campo 1 Norrie-Goffin

Pubblicato

il

Centre Court, Wimbledon 2016 (Credit AELTC/Florian Eisele)

20:30 MATCH JABEUR – Ons Jabeur chiude 3-6 6-1 6-1 su Marie Bouzkova e va in semifinale dove giocherà contro la tedesca Maria

20:23 – Otto giochi consecutivi per Ons Jabeur: 3-6 6-1 4-1 su Bouzkova

20:20 MATCH NORRIE – Il giocatore di casa vince 7-5 al quinto set su Goffin e giocherà la sua prima semifinale Slam contro Novak Djokovic!

 

19:50 – Jabeur prende il largo nel secondo set 4-1 e servizio

19:40 – Sul Centrale Marie Bouzkova ha vinto il primo set su Ons Jabeur per 6-3

19:30 SET NORRIE – Pesantissimo break nell’ottavo gioco e Cameron Norrie chiude il quarto set 6-3! Si va al quinto anche sul Campo N.1

18:49 – SET GOFFIN – Il n.58 del mondo chiude il terzo parziale per 6-2, salendo 2-1 nel conteggio dei set su Cameron Norrie

18:42 – Mentre sul campo centrale si apprestano ad iniziare la loro partita Ons Jabeur, testa di serie n.3, opposta alla ceca Marie Bouzkova (23 anni, n.66), David Goffin sta servendo sul 5-2 per portare a casa il terzo set su Norrie

18:26 – SET NORRIE – Il tennista di casa Cameron Norrie si aggiudica il secondo set per 7-5 su David Goffin, rimettendo la situazione in parità. Il belga comunque è avanti 3-0 pesante nel terzo set

18:14 – MATCH DJOKOVIC – Il serbo rimonta per la terza volta a Wimbledon da due set sotto, battendo 5-7 2-6 6-3 6-3 6-2 Jannik Sinner, in tre ore e 36 minuti. Novak Djokovic raggiunge l’11esima semifinale nello Slam londinese

18:11 – Altro break di Djokovic che ora andrà a servire per chiudere il match sul 6-2 nel quinto set

18:07 – Con un solo punto perso al servizio nel quinto set, Djokovic comanda 4-2. Sinner sempre più in difficoltà sotto gli attacchi del serbo

17:55 – Break Djokovic anche nel quinto set: il serbo continua ad essere aggressivo sale 2-1 e servizio

17:52 – Si salva da tre palle break consecutive Cameron Norrie, che conduce 3-2 senza break nel secondo set contro Goffin

17:46 – Ottima reazione di Sinner all’inizio del 5° set, tiene la battuta e sale 1-0

17:38 – SET DJOKOVIC – Nonostante la caduta, Sinner riesce a procurarsi in totale due palle del contro-break senza però riuscire a concretizzare. Djokovic dunque chiude il set 6-2 e si porta al set decisivo

17:33 – Sulla palla break Sinner scivola compiendo un movimento innaturale con la caviglia sinistra. Cade a terra e Djokovic lo aiuta ad alzarsi; al momento non sembra necessario l’intervento del fisioterapista accorso subito vicino al tennista italiano

17:27 – Due game tenuti da chi batte ci portano sul punteggio di 5-2 in favore del serbo. Djokovic ora andrà a servire per mandare la partita al 5° set

17:25 – SET GOFFIN – Il belga, leggermente più esperto in palcoscenici di prim’ordine, si aggiudica il primo set 6-3 in 34 minuti. La testa di serie n.9 Cameron Norrie costretto a rincorrere

17:21 – David Goffin servirà sul 5-3 per portare a casa il primo set contro Cameron Norrie

17:19 – Si sblocca Sinner: dopo due break subiti, tiene la battuta. 4-1 per Djokovic

17:12 – Djokovic reagisce da campione e prende il controllo del match, salendo 3-0 pesante nel quarto set. Sta lentamente diminuendo il vantaggio di Sinner

17:00 – Qualche errore di troppo di Sinner (due doppi falli e un dritto lungo) gli costano il turno di battuta. Djokovic subito avanti 1-0 nel quarto set

16:58 – Iniziato il match tra David Goffin e Cameron Norrie. I due si contendono la prima semifinale Slam della loro carriera

16:53 – SET DJOKOVIC – Il quarto set point è quello buono: una prima vincente permette a Djokovic di chiudere 6-3 e dimezzare lo svantaggio nei confronti di Sinner. L’italiano resta avanti due set a uno

16:50 – Dopo aver annullato due set point consecutivi, Sinner piazza l’ace per mantenere la battuta e restare in scia. Djokovic è avanti 5-3 e servirà per il 3° set

16:43 – Il match prosegue con scambi spettacolari ma senza ulteriori break: Djokovic avanti 5-2 su Sinner nel terzo set

16:35 – Mantiene il vantaggio il n.3 del mondo che sale 4-1

16:30 – Break di Nole che sale 3-1 nel terzo set, dopo aver perso i primi due. Per Sinner si tratta del primo break subito dell’incontro

16:26 – MATCH MARIA – La tedesca Tatjana Maria batte la connazionale Jule Niemeier dopo una partita intensissima, non brillantissima sotto il profilo tecnico, ma con tanti ribaltamenti di fronte. La n.103 del mondo, mamma di due bambini, vince in rimonta 4-6 6-2 7-5

16:25 – Inizio di terzo set senza particolari sussulti, con Sinner comunque in grado di annullare con carattere una palla break. 2-1 senza break per Djokovic

16:13 – SET SINNER – Dopo un’ora e 33 minuti, Sinner è avanti due set a zero contro il campione delle ultime tre edizioni di Wimbledon Novak Djokovic. Jannik ha tenuto il servizio risalendo da 0-30, chiudendo 6-2

16:07 – Doppio break di vantaggio per Sinner. Jannik approfitta di un discontinuo Djokovic per salire 5-2 e servizio

16:03 – Sinner non concede più di tanto alla battuta e sale 4-2; avanti di un break anche Niemeier 4-3 e servizio su Maria

15:51 – Con il secondo turno di battuta tenuto a ‘0’ del set, Sinner conferma il vantaggio salendo 3-1

15:47 – Questa volta è Sinner a partire bene nel set. Il n.13 del mondo brekka il serbo per la terza volta nel match, salendo 2-1 e servizio

15:37 – SET MARIA – La n.103 del mondo Tatjana Maria vince il secondo set 6-2 e porta il derby tedesco contro Niemeier al set decisivo

15:36 – SET SINNER – Al secondo set point con una prima palla vincente, Jannik Sinner passa sorprendentemente in vantaggio. Dopo aver annullato la chance del 1-5, il tennista azzurro ha imbastito una rimonta contro un non impeccabile Djokovic fino a chiudere meritatamente 7-5

15:26 – Djokovic-Sinner 5-5; Niemeier-Maria 6-3 2-5

15:21 – Salvando una palla break, Djokovic sale 5-4

15:13 – Con un parziale di 11 punti a 2, Jannik Sinner evita 1-5 e si porta sul 4-4; nel derby tedesco Maria sale 3-1 e servizio

15:07 – Passaggio a vuoto di Djokovic che con due doppi falli e due smorzate finite in rete concede il contro-break rimettendo in corsa Sinner. Jannik ora andrà a servire per pareggiare sul 4-4

15:03 – Tre punti consecutivi di Sinner gli permettono di evitare il doppio svantaggio, resta comunque sotto 2-4 l’altoatesino contro Djokovic

14:55 – SET NIEMEIER – La n.97 del mondo Jule Niemeier si aggiudica meritatamente il primo set 6-3 contro la connazionale Tatjana Maria

14:52 – Sinner mantiene il servizio, primo game per lui e 3-1 Djokovic

14:45 – Break a freddo in favore di Novak Djokovic; Sinner annulla bene le prime due palle break ma la terza no, e va sotto 0-2

14:38 – Inizia il secondo faccia a faccia tra il serbo Djokovic e l’italiano Sinner (con Novak che ha vinto il precedente a Montecarlo 2021). Per Jannik è il primo quarto di finale Slam della carriera raggiunto senza aver mai vinto un match su erba; Nole invece si presenta con una striscia di 25 vittorie consecutive a Wimbledon

14:31 – Sono scesi in campo Novak Djokovic e Jannik Sinner sul Centre Court; i due tennisti hanno iniziato il riscaldamento, mentre non essendoci match di tabellone principale sul campi secondari si riscontra un sensibile calo di pubblico nei ground rispetto ai giorni precedenti

14:30 – Si prosegue on serve, con la 22enne Niemeier avanti 3-2 e servizio

14:21 – La 34enne Maria riesce ad evitare il doppio break di svantaggio e si salva vincendo il suo primo game della partita, finora non particolarmente entusiasmante. 2-1 Niemeier

14:11 – Una disinvolta Niemeier approfitta di una contratta Maria per passare subito avanti 1-0 con break

14:05 – Si apre il programma del nono giorno di tennis a Church Road: iniziano i quarti di finale con le prime tenniste pronte a scendere in campo sul campo 1. Le due tedesche Tatjana Maria e Jule Niemeier si affrontano per la prima volta in un confronto generazionale; mai prima d’ora erano andate così lontane in uno Slam

14:00 – Buongiorno amici di Ubitennis e benvenuti alla diretta scritta del torneo di Wimbledon 2022 in questo martedì 5 luglio. Iniziano i quarti di finale ed è il giorno più atteso dagli appassionati italiani, quello della sfida tra Novak Djokovic e Jannik Sinner sul Centre Court. Il match è il primo del programma, i due scenderanno dunque in campo alle 14.30

Gli articoli da non perdere

Simone Vagnozzi: “Jannik contro Djokovic non deve stravolgere il suo gioco” [ESCLUSIVA]

QUOTE DEL GIORNO

PROGRAMMA DEL GIORNO

Preview Ottavi di finale

Conferenza Kyrgios

Conferenza Fritz

Conferenza Garin

Cronaca Nadal-Van de Zandschulp

Continua a leggere

Senza categoria

Wimbledon, Day 8 LIVE: vince Nadal 3-0

La diretta scritta dei Championships in questa domenica 3 luglio: Kyrgios cercherà i quarti contro Nakashima, Badosa-Halep big match femminile

Pubblicato

il

Centre Court, Wimbledon 2022 Credit: AELTC / Thomas Lovelock

22.00 – MATCH NADAL, Botic fallisce lo smash e Rafa vince il tie-break che lo porta ai quarti contro Fritz

21.30 – Nadal serve per il match sul 5-3 e… perde la battuta!

21.20 – Rafa allunga anche nel terzo, 4-2.

 

21.07 – Botic ci prova, brekka all’inizio del terzo. L’illusione dura un paio di minuti…

20.58 SET NADAL. Rafa strappa un altro turno di battuta e chiude 6-2 il secondo parziale

20.28 – Rafa brekka e consolida nel secondo, 3-0

20.20 – SET NADAL: 6-4

19.45 – comincia ultimo incontro della giornata, Nadal vs van de Zandschulp

19.36 – MATCH TOMLJANOVIC, 4-6 6-4 6-3 a Cornet

19.35 MATCH ANISIMOVA, 6-2 6-3 a Tan

19.15 – MATCH HALEP che lascia le briciole a Paula Badosa: 6-1 6-2 in un’ora esatta.

19.00 – SET ANISIMOVA – L’americana Amanda Anisimova vince il primo set contro Harmony Tan: 6-2

18.53 – SET TOMLJANOVIC – L’australiana porta al terzo la Cornet: vince il secondo set 6-4.

18.45 – Anisimova ha due break di vantaggio su Tan (4-1 e servizio nel primo set)

18.38 – SET HALEP – Simona Halep fin qui domina: 6-1 in 23 minuti a Paula Badosa.

18.36 – Tomljanovic ha un break di vantaggio nel secondo set contro Cornet (4-3 e servizio)

18.31 – E’ una Halep in grande spolvero quella che è avanti 4-1 e servizio su Badosa

18.22 – E’ iniziato sul Court 2 il match tra Anisimova e Tan

18.15 – Inizia il secondo match sul Centre Court, quello tra Simona Halep e Paula Badosa.

17.56 – MATCH FRITZ – Solido come la roccia, Taylor Fritz passa ai quarti di finale battendo Jason Kubler 6-3 6-1 6-4. Non ha ceduto un set nei suoi quattro match fin qui: tabellone non dei peggiori, ma è stato bravo a sfruttare la sua possibilità. Ora per lui Nadal o Van de Zandschulp.

17.53 “Complimenti a Brandon, è giovane e ha molto talento. Sono contentissimo di essere ai quarti nonostante quella di oggi non sia stata la mia miglior partita. Fantastico pubblico, è bello avere la possibilità di essere qui un’altra volta ancora”, sono alcune delle battute di Kyrgios a caldo dopo la partita.

17.51 – SET CORNET – Alize Cornet si porta avanti contro Tomljanovic: 6-4 per lei nel primo set.

17.49 – MATCH KYRGIOS – Grande Nick Kyrgios, batte Brandon Nakashima in cinque set con una prova concentrata al punto giusto. Torna nei quarti di finale a Wimbledon e sfiderà Garin

17.37 – Quattro game consecutivi per l’australiano. Nick Kyrgios sale 4-1 e servizio nel quinto set, ha la partita in mano

17.28 – Kyrgios si prende un break di vantaggio nel quinto set: è avanti 2-1 e servizio

17.13 – SET NAKASHIMA – L’americano Nakashima fa un altro break a Kyrgios e porta a casa il quarto set (6-3). Si va al quinto sul Centre Court.

17.06 – SET FRITZ – Fritz vince il secondo set, sta dominando contro Kubler: 6-3 6-1

17.05 – Break Nakashima nel quarto set: 4-3 e servizio. Aria di quinto set.

17.01 – Nessun problema per Fritz fin qui contro Kubler: è avanti 4-1 e servizio nel secondo set

16.48 – MATCH GARIN – Grande impresa di Cristian Garin, che batte Alex De Minaur in una partita epica da oltre quattro ore e mezza di gioco. Il cileno sbarca per la prima volta ai quarti di finale in uno Slam ribaltando la partita da 0-2 sotto per vincerla al super-tie break del quinto set. Attende il vincente di Nakashima-Kyrgios

16.39 – SET KYRGIOS – Kyrgios fa suo il terzo set al tie-break: 7-6, passa a condurre due set a uno

16.35 – SET FRITZ – Fritz in controllo delle operazioni contro Kubler: 6-3 nel primo set

15.47 – SET KYRGIOS – Kyrgios fa suo il secondo set (6-4) portando in fondo il break ottenuto al terzo gioco.

15.45 – MATCH RYBAKINA – La kazaka Rybakina dritta ai quarti di finale. Supera Martic 7-5 6-3

15.32 – E’ iniziato il match tra Taylor Fritz e Jason Kubler sul Court 1.

15.21 – Kyrgios fa il break (2-1 e servizio) ma poi chiama fisioterapista e medico per un problema alla spalla sinistra.

15.07 – Intanto, Garin ha preso un break di vantaggio su De Minaur e minaccia di portare la partita al quinto sul Court 2.

15.06 – SET NAKASHIMA – Game buttato via da Kyrgios: Nakashima ottiene break e set.

15.04 – Equilibrio sul Centre Court fin qui con Nakashima che conduce 5-4 senza break. Kyrgios sembra dolorante ad una spalla.

14.54 – SET RYBAKINA – La kazaka vince il primo set 7-5 contro Martic.

14.43 – SET GARIN – Garin non si arrende e prolunga la partita contro De Minaur: fa suo il terzo set al tiebreak

14.32 – Australia contro Stati Uniti sul Centre Court, entrano in campo Nick Kyrgios e Brandon Nakashima per il primo match di giornata.

14:11 – Il cileno Garin aveva preso un po’ di vantaggio nel terzo set (3-0) ma si è fatto recuperare dall’avversario (3-3). Iniziato sul campo 1 anche il primo match femminile odierno tra Elena Rybakina e Petra Martic

13:45 – SET DE MINAUR – Al terzo set point, il n.27 del mondo raddoppia il vantaggio. De Mianur conduce due set a zero su Garin, 6-2 7-5

13:38 – De Minaur al servizio 6-5 per chiudere il primo set

13:21 – Cristian Garin riesce a strappare il servizio al suo avversario (per la prima volta nel match), ma de Minaur torna subito in vantaggio, dunque conduce 4-3 e servizio

13:09 – Come nel primo set, de Minaur rischia seriamente di perdere la battuta ma si salva ancora una volta, ed è lui a passare in vantaggio. L’australiano è 3-1 nel secondo set dopo aver vinto il primo

12:55 – SET DE MINAUR – L’australiano Alex de Minaur strappa due volte la battuta al n.43 Garin, vincendo il primo set 6-2

12:15 – Iniziato il match tra il cileno e l’argentino, de Minaur subito avanti di un break e abile per ora a salvarsi dal contro-break

12:05 – Le condizioni meteo da Londra sono serene, con cielo poco nuvoloso. La temperatura è prevista in aumento a durante la settimana, dove si dovrebbe arrivare ad un tropicale 26°

12:00 – L’ottavo giorno del torneo di Wimbledon sta per avere inizio. Il primo match in programma vede affrontarsi per la quarta volta Cristian Garin e Alex de Minaur, con quest’ultimo avanti 3-0 nei precedenti. In palio un posto nei quarti di finale

Gli articoli dal non perdere

L’EDITORIALE DEL DIRETTORE Pochi avrebbero reagito come Sinner ai due match point annullati

QUOTE DEL GIORNO

PROGRAMMA DEL GIORNO

CONFERENZA JANNIK SINNER

CONFERENZA CARLOS ALCARAZ

Cronaca Sinner-Alcaraz

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement