Tennis in circolo: Avellino Tennis Academy, creatività per superare l'isolamento

Circoli in vista

Tennis in circolo: Avellino Tennis Academy, creatività per superare l’isolamento

Oggi vi apriamo le porte dell’accademia campana, che sta facendo di tutto per tenersi attiva durante il periodo di chiusura

Pubblicato

il

Nella verde irpinia, alle porte di Avellino, in un luogo da set cinematografico di film in cui le favole avvengono nei boschi, si trova la “Avellino Tennis Academy”, un circolo molto attivo, con tre campi coperti e riscaldati, due in duro ed uno in erba sintetica. Dirige il Maestro Vincenzo Picardi con cui facciamo due chiacchiere – augurandogli ovviamente una pronta riapertura dei cancelli dell’accademia, in tutta sicurezza. L’ultimo post Facebook lo testimonia: ad Avellino l’ambiente è già pronto e sanificato a dovere.

In questo momento, con tutte le attività ferme, come state ovviando a questa pausa forzata?
Abbiamo diviso per tipologia la nostra utenza, ponendoci il problema delle esigenze dei genitori che, in questo momento particolare, devono intrattenere i figli per troppo tempo e rinchiusi nelle proprie mura domestiche: 1) scuola tennis; 2) amici follower della Academy; 3) adulti associati. Per ogni categoria abbiamo organizzato delle attività simpatiche, utili e talvolta goliardiche, in ordine:

  • somministrato delle schede di allenamento fisico a coloro che non dovranno perdere la forma fisica ed essere poi subito pronti al rientro, gli allievi di seconda categoria (che da lunedì potranno tornare in campo, ndr);
  • “costruiamo” invece è un’attività creativa, adatta ad intrattenere i più piccoli, stimolando così la loro creatività e lo spirito di competizione, con un premio al migliore lavoretto realizzato, inerente il loro tennis. Questa volta non nel campo ma con l’utilizzo dello smartphone devono realizzare, incollando, tagliando, o colorando il loro tennis;
  • per gli adulti “Doctor Why” e un “cruciverba con ricerca della parola magica”;
  • lo staff ha ideato un’iniziativa a sostegno del decreto del CDM, “io resto a casa” distanti ma uniti da una pallina. Trattasi di un simpatico video dove ognuno di noi, dalla propria abitazione, colpisce con una racchetta la pallina che arriva magicamente a casa dell’altro, creando una catena, in video TikTok…

La Tennis Academy svolge una notevole quantità di attività e offre anche un servizio navetta per i ragazzi così da poter raggiungere il Circolo direttamente dall’uscita dalla scuola, come si riesce a portare avanti una attività del genere in aggiunta alle tante altre, basandosi comunque su una utenza non numerosa quanto quella di una grande area urbana?
Con la ricerca del migliore servizio, risolvendo le problematiche delle famiglie, cercando in tutti i modi di alzare il livello di cultura sportiva e quindi destinare parte delle risorse economiche alle stesse famiglie, essendo il servizio completamente gratuito.

 

Chi ha avuto modo di seguire gli allenamenti dei ragazzi e dei giovani agonisti, ha notato come si presti particolare cura all’insegnamento di un tennis vario che presuppone l’uso di tutti i colpi e varianti tattiche, un lavoro che si basa quindi sulla qualità e non solo su parametri quantitativi, come il miglioramento dell’aspetto dell’intensità psicofisica come “motore” intorno a cui costruire il futuro tennista. Come mai questa scelta “filosofica”?
È semplice, bisogna fare tesoro di qualche errore già commesso in precedenza, e quindi avere la consapevolezza del percorso di crescita degli atleti, il più sano, performante e dedicato agli stessi ragazzi. Sono loro il focus su cui bisogna applicarsi quotidianamente, creando delle basi solide nell’insegnamento, su cui si poggeranno, con un po’ di fortuna, progetti importanti ed ambiziosi. Non c’è altra strada, l’atleta deve essere preparato da insegnanti preparati che si dedicano, che si aggiornano, che sono curiosi e devono saper mettersi in discussione, monitorando ogni giorno l’atleta. Il metodo Academy è condiviso da tutto lo staff e da tutti gli insegnanti, in tutti i settori si utilizza lo stesso linguaggio e gli stessi obiettivi tecnico tattici. Numerose sono le riunioni tecniche, durante l’anno accademico dello staff per programmare, modificare e calibrare le proposte didattiche.

Buon tennis e un grazie al Maestro Picardi.

Continua a leggere
Commenti

Circoli in vista

Serie A1 donne: TC Prato sconfitto a Beinasco

Vittoria netta di Casale su Forte dei Marmi, pari per le campionesse in carica di Lucca

Pubblicato

il

Si è completata la prima giornata della Serie A1 femminile. Nella giornata di apertura le campionesse in carica del Circolo Tennis Lucca, inserite nel Girone 2, hanno rimontato lo 0-2 iniziale per poi strappare un pareggio preziosissimo (2-2) grazie a Tatiana Pieri e al doppio Jessica Pieri/Irina-Maria Bara.

Nello stesso raggruppamento la Società Canottieri Casale di Rubini, Pigato e Bolsova (queste ultime due a segno anche in doppio) ha chiuso il discorso con la neo-promossa Tc Italia Forte dei Marmi già dopo i singolari, arrotondando poi il risultato con il doppio (4-0).

Nel Girone 1 vittoria messa in cassaforte già prima del doppio anche per il Beinasco di Gatto-Monticone, Rossi e Jani che hanno superato con u “cappotto” (4-0) in terra piemontese il Tc Prato, finalista nel 2020.

 

Nell’altra sfida il Tennis Club Parioli inchiodato in casa sul pari (2-2) dal team altoatesino del Tc Rungg, l’altra ambiziosa matricola, completando la rimonta grazie alla vittoria in doppio di Susan Bandecchi e Verena Meliss.

Questi i risultati della prima giornata – domenica 10 ottobre:

GIRONE 1
TC Parioli – Tc Rungg Sudtirol 2-2

Martina Di Giuseppe (P) b. Susan Bandecchi (R) 63 26 64

Tena Likas (P) b. Angelica Moratelli (R) 62 75

Verena Melis (R) b. Beatrice Lombardo (P) 64 64

Susan Bandecchi/Verena Meliss (R) b. Martina Di Giuseppe/Nastassja Burnett (P) 16 76(0) 10-6

Tennis Beinasco – TC Prato 4-0

Reka-Luca Jani (B) b. Lucrezia Stefanini (P) 62 63

Giulia Gatto-Monticone (B) b. Maria Marfutina (P) 46 63 60

Federica Rossi (B) b. Viola Turini (P) 62 36 63

Anastasia Grymalska/Federica Rossi (B) b. Lucrezia Stefanini/Viola Turini (P) 75 3-1 rit.

Classifica:

3 (1) Tennis Beinasco

1 (1) Tennis Club Parioli

1 (1) Tc Rungg Sudtirol

0 (1) Tennis Club Prato

GIRONE 2
Società Canottieri Casale – Tc Italia Forte dei Marmi 4-0

Aliona Bolsova (C) b. Melania Delai (I) 36 62 60

Stefania Rubini (C) b. Claudia Giovine (I) 64 62

Lisa Pigato (C) b. Emma Belluomini (I) 60 63

Aliona Bolsova/Lisa Pigato (C) b. Melania Delai/Anastasia Bertacchi (I) 61 63

Circolo Tennis Lucca – TC Genova 2-2

Lucia Bronzetti (G) b. Irina-Maria Bara (L) 63 63

Martina Caregaro (G) b. Bianca Turati (L) 63 62

Tatiana Pieri (L) b. Denise Valente (G) 62 60

Jessica Pieri/Irina-Maria Bara (L) c. Lucia Bronzetti/Denise Valente (G) 63 62

Classifica:

3 (1) Società Canottieri Casale

1 (1) Circolo Tennis Lucca

1 (1) Tennis Club Genova 1893

0 (1) Tc Italia Forte dei Marmi

FORMAT – La formula torna ad essere quella classica con due gironi da 4 squadre round robin (andata e ritorno): le prime due di ogni gruppo si qualificano per le semifinali play-off. Anche quest’anno il sito www.federtennis.it propone il live score delle partite fin dalla prima giornata per consentire agli appassionati di seguire in tempo reale tutti gli incontri.

La fase a gironi, articolata in sei giornate, terminerà il 21 novembre. Play-off e play-out si disputeranno con gare di andata e ritorno il 28 novembre e 5 dicembre, mentre le finali sono in programma il 10 e 11 dicembre in sede unica (da definire).

REGOLAMENTO – Le prime due classificate di ogni girone partecipano ad un tabellone di play-off a quattro squadre, con incontri di andata e ritorno al primo turno. Al primo turno dei play-off giocheranno la gara di ritorno in casa le squadre meglio classificate nei gironi.
Le squadre terze e quarte classificate partecipano ad un tabellone di play-out a quattro squadre, con formula di andata e ritorno.
La formula degli incontri intersociali è di quattro singolari e due doppi.

CALENDARIO – Le giornate di gara sono le seguenti:
– Fase a gironi: 10, 17 e 31 ottobre, 7, 14 e 21 novembre
– Play-out: 28 novembre e 5 dicembre
– Play-off / Semifinali: 28 novembre e 5 dicembre
– Finale: 10 e 11 dicembre (in sede unica)

Continua a leggere

Circoli in vista

Serie A1 maschile: pari all’esordio per i campioni in carica del Park Genova

I campioni d’Italia rimontano da 1-3 contro Pistoia e portano a casa un punto. Nel girone 4 grandi prove di CT Vela Messina e TC Parioli

Pubblicato

il

Conferme e sorprese nella prima giornata della Serie A1 maschile, tornata al format tradizionale, in autunno, dopo l’edizione 2020 ridotta e anticipata all’estate a causa dell’emergenza coronavirus.

Crema subito protagonista nel Girone 1 grazie al successo in trasferta per 4-2 sui campi del Massa Lombarda mentre i campioni in carica del Park Tennis Genova hanno rimontato da 1-3 dopo i singolari contro il Tc Pistoia, agguantando il pareggio grazie ai doppi vinti da Kolar/Giannessi (con Alessandro a segno anche in singolare) e Sorrentino/Ceppellini.

Nel Girone 2 solo pareggi tra Matchball Siracusa e SC Sassuolo ma anche tra Tc Santa Margherita Ligure e New Tennis Torre del Greco, con la coppia campana Moroni/Brancaccio protagonista nell’ultimo doppio di una gran rimonta su Basso/Fabbiano.

 

Nel Girone 3 il neo promosso Tc Rungg Sudtirol ha messo subito le cose in chiaro battendo in casa per 4-2 il Selva Alta Vigevano: in vantaggio già dopo i singolari (3-1), è stato il doppio Gaio/Bortolotti a siglare il successo per il club altoatesino. È finito invece con un pareggio (3-3) il confronto tra Tc Genova 1893 e Tennis Comunali Vicenza.

Infine nel Girone 4 brutta sconfitta casalinga peril TC Italia Forte dei Marmi, finalista nell’edizione 2020 del torneo, superato per 5-1 da un Parioli scatenato: per il club capitolino da segnalare, tra le altre, la vittoria di Cobolli su Travaglia, mentre il punto della bandiera per i toscani lo ha conquistato il tedesco Yannick Hanfmann.Nell’altra sfida successo del CT Vela Messina per 5-1 sullo Junior Perugia, con l’ultimo doppio terminato ben oltre la mezzanotte (si è giocato su un campo soltanto).   

Questi i risultati della prima giornata – domenica 10 ottobre:


GIRONE 1
Park Tennis Club Genova – Tc Pistoia 3-3

Andrea Vavassori (P) b. Zdenek Kolar (PG) 76(5) 75

Lorenzo Vatteroni (P) b. Luigi Sorrentino (PG) 46 64 62

Alessandro Giannessi (PG) b. Maximilian Marterer (P) 61 76(5)

Leonardo Rossi (P) b. Alessandro Ceppellini (PG) 75 62

Zdenek Kolar/Alessandro Giannessi (PG) b. Andrea Vavassori/Maximilian Marterer (P) 63 75

Luigi Sorrentino/Alessandro Ceppellini (PG) b. Leonardo Rossi/Lorenzo Vatteroni (P) 63 26 10-8


CTD Massa Lombarda – TC Crema 2-4

Lorenzo Bresciani (C) b. Pietro Pampanin (M) 62 61

Andrey Golubev (C) b. Alessio De Bernardis (M) 61 63

Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Lorenzo Rottoli (M) 76(5) 62

Francesco Forti (M) b. Paolo Lorenzi (C) 63 26 64

Francesco Forti/Lorenzo Rottoli (M) b. Paolo Lorenzi/LorenzoBresciani (C) 61 61

Andrey Golubev/Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Jacopo Bilardo/Alessio De Bernardis (M) 62 63

Classifica:

3 (1) Tennis Club Crema

1 (1) Park Tennis Genova

1 (1) Tennis Club Pistoia

0 (1) CTD Massa Lombarda

GIRONE 2
Match Ball Siracusa – Sporting Club Sassuolo 3-3

Alessandro Ingarao (SI) b. Michele Vianello (SA) 60 63

Antonio Massara (SI) b. Enrico Dalla Valle (SA) rit.

Federico Bondioli (SA) b. Ettore Zito (SI) 61 61

Blaz Rola (SA) b. Yannick Maden (SI) 63 62

Blaz Rola/Federico Bondioli (SA) b. Alessandro Ingarao/Alessio Siringo (SI) 64 61

Antonio Massara/Yannick Maden (SI) b. Giulio Mazzoli/Michele Vianello (SA) 62 64


Tc Santa Margherita Ligure – New Tennis Torre del Greco 3-3

Luca Castagnola (S) b. Giovanni Cozzolino (T) 62 61

Fabio Parola (T) b. Lorenzo Ferri (S) 64 63

Lorenzo Giustino (S) b. Raul Brancaccio (T) 76(4) 67(5) 76 (3)

Gian Marco Moroni (T) b. Thomas Fabbiano (S) 63 62

Luca Castagnola/Giacomo Nosei (S) b. Giovanni Cozzolino/Fabio Parola (T) 62 75

Gian Marco Moroni/Raul Brancaccio (T) b. Andrea Basso/Thomas Fabbiano (S) 67(4) 61 10-8

Classifica:

1 (1) Match Ball Siracusa

1 (1) Tc Santa Margherita Ligure

1 (1) Sporting Club Sassuolo

1 (1) New Tennis Torre del Greco

GIRONE 3
Tc Genova – Tennis Comunali Vicenza 3-3

Federico Arnaboldi (G) b. Gabriele Bosio (V) 75 62

Tobias Kamke (V) b. Matteo Arnaldi (G) 36 64 63

Francesco Picco (G) b. Giovanni Peruffo (V) 62 64

Marco Cecchinato (V) b. Andrea Arnaboldi (G) 63 62

Marco Cecchinato/Tobias Kamke (V) b. Andrea Arnaboldi/Federico Arnaboldi (G) 64 75

Francesco Picco/Matteo Arnaldi (G) b. Gabriele Bosio/Giovanni Peruffo (V) 64 76(2)

Tc Rungg Sudtirol – Sporting Club Selva Alta Vigevano 4-2

Georg Winkler (R) b. Simone Camposeo (S) 64 60

Elmar Ejupovic (R) b. Alessandro Bega (S) 76(1) 64

Jaroslav Pospisil (S) b. Horst Rieder (R) 60 62

Federico Gaio (R) b. Filippo Baldi (S) 63 76(6)

Filippo Baldi/Jaroslav Pospisil (S) b. Sebastian Krzysztof Brzezinski/Moritz Trocker (R) 62 62

Federico Gaio/Marco Bortolotti (R) b. Alessandro Bega/Simone Caposeo (S) 63 64

Classifica:

3 (1) Tc Rungg Sudtirol

1 (1) Tennis Club Genova 1893

1 (1) Tennis Comunali Vicenza

0 (1) Sporting Club Selva Alta Vigevano

GIRONE 4
CT Vela Messina – Junior Perugia 5-1

Giorgio Tabacco (V) b. Tomas Gerini (J) 64 36 62

Fausto Tabacco (V) c. Andrea Militi Ribaldi (J) 46 64 64

Bernabe Zapata Miralles (V) b. Francesco Passaro (J) 61 76(3)

Gilberto Casucci (J) b. Gianluca Naso (V) 64 46 63

Bernabe Zapata Miralles/Julian Ocleppo (V) b. Tomas Gerini/Andrea Militi Ribaldi (J) 75 61

Fausto Tabacco/Giorgio Tabacco (V) b. Gilberto Casucci/Francesco Passaro (J) 64 64

Tc Italia Forte dei Marmi – Tc Parioli 1-5

Yannik Hanfmann (I) b. Matteo Fago (P) 62 62

Pietro Rondoni (P) b. Marco Furlanetto (I) 64 62

Flavio Cobolli (P) b. Stefano Travaglia (I) 75 63

Francesco Bessire (P) b. Manfredi Graziani (I) 36 63 64

Pietro Rondoni/Flavio Cobolli (P) b. Stefano Travaglia/Marco Furlanetto (I) 64 36 10-8

Francesco Bessire/Matteo Fago (P) b. Manfredi Graziani/Yannick Hanfmann (I) 76(6) 36 10-7

Classifica:

3 (1) CT Vela Messina

3 (1) Tennis Club Parioli

0 (1) Tc Italia Forte dei Marmi

0 (1) Junior Perugia

FORMAT – La formula prevede quattro gironi da 4 squadre ciascuno, con incontri di andata e ritorno, con le prime classificate di ogni gruppo qualificate alle semifinali play-off, per designare quelle che saranno le due contendenti per lo scudetto (in sede unica, ancora da definire).
Anche quest’anno gli appassionati potranno seguire in tempo reale fin dalla prima giornata tutti gli incontri tramite il livescore sul sito www.federtennis.it.

REGOLAMENTO – Le prime classificate di ogni girone partecipano ad un tabellone di play-off a quattro squadre, con incontri di andata e ritorno al primo turno. Al primo turno dei play-off giocheranno la gara di ritorno in casa le squadre meglio classificate nei gironi.
Le squadre seconde classificate nei gironi mantengono il diritto alla partecipazione alla Serie A1 nel 2022. Le squadre terze e quarte classificate partecipano ad un tabellone di play-out ad otto squadre, con formula di andata e ritorno.
La formula degli incontri intersociali è di quattro singolari e due doppi.

CALENDARIO – Le giornate di gara sono le seguenti:
– Fase a gironi: 10, 17, 24 e 31 ottobre, 14 e 21 novembre
– Play-out: 28 novembre e 5 dicembre
– Play-off / Semifinali: 28 novembre e 5 dicembre
– Finale: 11 e 12 dicembre (in sede unica)

Continua a leggere

Challenger

Dominio italiano al Challenger di Napoli, sono in cinque ai quarti di finale

Non è da meno Andreas Seppi che, solitario alfiere azzurro, li eguaglia a Mouilleron le Captif

Pubblicato

il

Gian Marco Moroni - ATP Challenger Todi 2020 (foto Felice Calabrò)

Il Challenger 80 di Napoli, che rientra finalmente in calendario dopo cinque anni di assenza, si sta faticosamente allineando ai quarti di finale. Il bellissimo Tennis Club Napoli si era preparato alla perfezione per questo importante appuntamento ma purtroppo Giove pluvio ha deciso di mettersi di traverso e la pioggia ha imperversato per più di due giorni, un’autentica beffa nella città del sole. Si è così riusciti a giocare a singhiozzo, tra uno scroscio e l’altro, con gli organizzatori che hanno fatto i salti mortali per dare un minimo di continuità al tabellone.

Comunque sia i tennisti azzurri sono stati protagonisti assoluti, a partire da Stefano Travaglia (testa di serie n.1) che, dopo aver faticato un po’ nel primo turno contro il turco Ergi Kirkin, ha tenuto poi a debita distanza Flavio Cobolli (6-2 6-2). Il teenager romano, vincitore all’esordio contro l’olandese Jesper De Jong, ci ha provato in ogni modo ma banalmente la palla dell’ascolano viaggiava più veloce, costringendo Flavio ad una gara di rincorsa che dopo due o tre scambi partoriva spesso l’errore.

Nei quarti Travaglia troverà Andrea Vavassori che prima batte per la seconda volta in poche settimane l’italo-argentino Franco Agamenone, e poi vince un derby crudele contro Matteo Arnaldi 2-6 6-2 7-6(3), facendo inizialmente fatica ad entrare in ritmo, poi dominando e infine rischiando di rovesciare il secchio del latte quando, servendo sul 5-3, non riesce a sfruttare ben tre match point, rimettendo in partita un Arnaldi ormai chiaramente in riserva. Il torinese rimane però freddissimo nel tie-break, domando un avversario che, come detto, aveva ormai dato tutto. Adesso lo aspetta un incontro molto complicato contro Stefano Travaglia, con cui non ci sono precedenti.

A fine partita Andrea ci ha detto: “All’inizio non mi sentivo troppo in palla perché con la pioggia non sono riuscito ad allenarmi bene. Poi lui è in fiducia, sta crescendo a vista d’occhio e nel primo set è stato molto aggressivo sulla mia seconda di servizio. Nel secondo set è girato tutto, complice anche un suo piccolo calo. Poi certo sui tre match point avrei anche potuto mettere una prima, sarebbe stato tutto più semplice. Adesso rientriamo in top 300 (per la precisione al n.295 ATP, ndr) e come sempre devo ringraziare Dustin Brown che è stato a bordo campo ad assistere a tutto l’incontro. L’ho apprezzato davvero molto. Adesso spero di poter ricambiare giocando un gran torneo di doppio”. Detto fatto, perché in serata, alla luce dei riflettori, Vavassori/Brown hanno vinto 6-2 6-2 contro Petros Tsitsipas/Victor Vlad Cornea. Giornata infinita e indimenticabile per Andrea.

Ai quarti anche Jimbo Moroni che, dopo aver battuto Miljan Zekic (n.307 ATP), ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie nel derby contro Filippo Baldi in un match molto più duro e nervoso di quanto non racconti il punteggio finale di 7-5 6-3. Nei quarti l’olandese Tallon Greekspoor (n.118 ATP) si presenta da favorito ma ‘El Bufalo’ non è certo abituato ad arrendersi facilmente. Grande impresa per Andrea Pellegrino che, dopo essersi aggiudicato il derby contro Jacopo Berrettini, ha battuto il tedesco Yannik Hanfmann (n.125 ATP e terza testa di serie) con un secco 6-3 6-3. Un risultato straordinario per il tennista pugliese che dopo un periodo opaco ricomincia a cavalcare l’onda come ha dimostrato anche la recente finale a Lisbona. Nei quarti lo attende un derby non banale contro Raul Brancaccio (n.335 ATP), praticamente il giocatore di casa essendo nato a Torre del Greco, che ha confezionato una bella sorpresa sgambettando 6-4 6-7(6) 6-2 il ceco Zdenek Kolar, uno dei giocatori più caldi del circuito.

Al Challenger 90 di Mouilleron le Captif (cemento indoor), Andreas Seppi conferma di non essere per niente pronto ad appendere la racchetta al chiodo. Guadagna infatti i quarti vincendo due magnifiche partite contro l’altro veterano Fernando Verdasco (7-5 6-1) e poi con il giovane rampante ceco Tomas Machac 7-6(3) 4-6 6-4. Adesso gli tocca il bombardiere francese Quentin Halys (n.158 ATP). Vogliamo essere ottimisti e vediamo l’altoatesino favorito.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement