WTA Kuala Lumpur: primo titolo e top 100 per Ashleigh Barty

La giovane promessa australiana, partita dalle qualificazione, si aggiudica il primo titolo WTA superando in due set la giapponese Nao Hibino. L’anno scorso rientrava nel circuito dopo una pausa che l’aveva vista passare al cricket

WTA Kuala Lumpur: primo titolo e top 100 per Ashleigh Barty

[Q] A. Barty b. [WC] N. Hibino 6-3 6-2

Ashleigh Barty vince il torneo WTA di Kuala Lumpur conquistando il suo primo titolo in carriera e da domani entrerà, per la prima volta, nelle prime 100 giocatrici del mondo. Il torneo della ventenne australiana era partito dalle qualificazioni e si è concluso con la vittoria finale, in due set, sulla giapponese Nao Hibino. Barty ha perso, in tutto il torneo, solo un set e in finale è riuscita ad imporsi con personalità sull’avversaria grazie ad una prestazione molto solida accompagnata da dritti piatti e vincenti, sette ace e soprattutto da una sola palla break offerta in tutto il match e subito cancellata da un ace. In finale si sono affrontate due giocatrici fuori dalla top-100 dopo la sconfitta di tutte le teste di serie nel torneo.

 

Barty inizia il match al servizio e difende il suo turno di battuta ai vantaggi riuscendo, sin dai primi colpi, ad essere aggressiva soprattutto con il dritto. Mentre Hibino prova ad essere incisiva in risposta ma non riesce a contenere l’esplosività dell’australiana che, anche nel successivo turno di battuta, mette i piedi dentro il campo e spinge i suoi colpi conquistando le prime palle break. Barty ribalta lo scambio e chiude il punto con un dritto incrociato molto profondo che le permette di salire sul 2 a 0. L’australiana concede poco o nulla in battuta e sale 3 a 0 con la giapponese che prova a variare il gioco ma mette poche prime in campo subendo così il gioco dell’avversaria che, come ha l’occasione, prova a chiudere subito il punto con un vincente. Hibino annulla poi due palle break costruendosi i punti provando ad offrire palle con traiettorie diverse all’avversaria e conquista il primo game del match. La numero 106 WTA non trova, però, la chiave per leggere il servizio della ventunenne australiana che, in battuta, va come un treno. Sul 4-1 Barty e 30 pari con Hibino al servizio il match viene sospeso per pioggia per riprendere dopo circa un’ora e mezza.

Il game di ripresa è molto lottato ed entrambe non riescono a sfruttare le occasioni per la conquista del game commettendo diversi gratuiti: l’australiana non sfrutta tre palle break e Hibino, alla terza occasione, conquista il suo secondo game del set. Hibino riesce ad allungare il set con Barty che si trova al servizio per chiudere il parziale. La ventenne australiana è solida e concentrata quando serve per aggiudicarsi il primo set chiude sul 6 a 3.

Nel secondo set l’australiana riprende a spingere su ogni punto muovendo il gioco soprattutto con il dritto. Hibino si difende, prova a variare, e conquista il primo game. Ma la giapponese nel terzo game è costretta a cedere il servizio all’avversaria che gioca un game in risposta tutto all’attacco. Barty sale sul 2 a 1 e nel quarto game concede la prima palla break del match che, però, annulla subito con un ace prima di uscire con personalità dall’unico momento di difficoltà dell’incontro, confermando il vantaggio. La giapponese prova a rimanere attaccata nel punteggio pur dovendo offrendo palle break in tutti i game al servizio. E in risposta vuole essere più incisiva e aggressiva posizionando i piedi dentro il campo da gioco e trovando interessanti soluzioni con il rovescio. È il servizio dell’australiana, però, ad essere solido e a permetterle di contenere il tentativo dell’avversaria di rientrare in partita. Con un dritto vincente in corsa Barty conquista tre palle break consecutive e grazie ad una risposta di dritto molto incisiva l’australiana ottiene punto, break e serve per la finale. Ashleigh non trema e conquista il game e il suo primo titolo in carriera chiude il parziale per 6 giochi a 2.

Un torneo e un risultato importante per Ashleigh Barty che, da domani, per la prima volta in carriera sarà nelle prime 100 posizioni del ranking posizionandosi al numero 92. Il torneo di Kuala Lumpur rilancia, quindi, la carriera della giovane promessa australiana (nel 2011 a 15 anni giocò la finale di Wimbledon junior) che proprio lo scorso anno faceva il suo rientro nel circuito dopo una lunga pausa che l’aveva vista impegnarsi anche nel cricket. Se manterrà questo rendimento Barty potrà scalare ancora la classifica WTA. Buono anche il percorso della giapponese Nao Hibino che farà il suo ritorno nelle prime 100 giocatrici del ranking attestandosi alla posizione numero 81. Per la giapponese la possibilità, nel corso dei prossimi mesi, di avvicinarsi ed eguagliare il suo best ranking di numero 56.

CATEGORIE
TAG
Condividi