Mondo Challenger: Wu nella storia, Gasquet rispetta il pronostico

Yibing Wu è il cinese più giovane di sempre a vincere un Challenger. Gasquet tironfa in Polonia. A Istanbul Berrettini perde la terza finale stagionale

Mondo Challenger: Wu nella storia, Gasquet rispetta il pronostico

Szczecin, Polonia (€127.000 + H) – Al Pekao Szczecin Open gli occhi erano tutti per Richard Gasquet (1), l’escluso eccellente di Yannick Noah dalla semifinale di Davis contro la Serbia che non giocava un torneo del circuito Challenger dal 2010, quando vinse a Bordeaux. Sulla terra polacca il tennista di Beziers ha confermato il pronostico che lo vedeva favorito alla vittoria finale. Nei primi due turni si è sbarazzato della wild card polacca Marcin Gawron 6-3 6-0 e di Bernabe Zapata Miralles 6-3 6-2, qualche difficoltà invece nei quarti contro Guido Andreozzi, battuto in rimonta 4-6 7-6(2) 6-4. Vinta la semifinale con un doppio 6-4 contro Taro Daniel, Gasquet ha poi incontrato il numero 2 del seeding Florian Mayer, il quale ha eliminato nel corso del torneo il beniamino di casa Jerzy Janowicz (6) 6-2 7-6(3) e in semifinale un Jurgen Zopp in buonissima forma (5-7 6-3 6-4). Sempre nella parte bassa male Alessandro Giannessi (3) e Casper Ruud (7), eliminati al primo turno: Giannessi dal qualificato Artem Smirnov con il punteggio di 7-6(4) 6-1, il giovane norvegese da Zopp 7-5 6-7(4) 6-2. In finale il numero 30 del mondo ha vinto grazie a una maggiore resa nei due tie-break. Nel primo set Gasquet riesce a recuperare il break di svantaggio al decimo gioco per poi vincere 7-3 il tie-break. Il secondo parziale invece è lui a vedersi recuperare in dirittura d’arrivo, sempre al decimo gioco, ma anche nel secondo tie-break è il francese ad avere la meglio per 7-4.

Risultato finale: [1] R. Gasquet b. [2] F. Mayer 7-6(3) 7-6(4)

 

Istanbul, Turchia ($75.000 + H) – Matteo Berrettini (6) perde la sua terza finale Challenger stagionale, a fronte di una vittoria, ma dimostra di essere in crescita. A guardare gli avversari battuti a Istanbul, il ventunenne romano fa ben sperare per il futuro: battuti Ricardas Berankis al primo turno per 7-5 6-1, Evgeny Donskoy (4) ai quarti con un netto 6-2 6-4 e il Next Gen Alexander Bublik (5) in semifinale 7-5 6-3. In particolare contro il kazako, Berrettini ha dimostrato di essere pronto a dire la sua contro avversari molto più quotati: nel primo set fa pochi punti con la prima di servizio ma compensa sfruttando al meglio la giornata no al servizio del ventenne numero 101 del ranking ATP. Vinto 7-5 il primo parziale, Berrettini continua a concedere qualcosa nei suoi turni di servizio ma annulla le tre palle break concesse e chiude per 6-3. Nella finale contro il numero 1 del seeding Malek Jaziri, Berrettini ha reagito bene al primo set perso al tie-break per 7-4 aggiudicandosi il secondo parziale 6-0. Nel set decisivo Berrettini va sotto 5-3 ma controbrekka immediatamente il tunisino. Al momento di mandare il match al tie-break però il numero 141 del ranking ATP va sotto 15-40 e al secondo match point cede 7-5. Per Jaziri si tratta della seconda vittoria consecutiva a Istanbul, la prima di questo 2017.

Risultato finale: [1] M. Jaziri b. [6] M. Berrettini 7-6(4) 0-6 7-5

Shanghai, Cina ($75.000) – Una settimana fa è diventato il primo cinese ad aver vinto uno Slam, gli US Open juniores singolare e doppio, ieri, Yibing Wu è diventato il più giovane tennista cinese ad aggiudicarsi un Challenger. A Shanghai il diciassettenne usufruisce di una wild card e vince superando tennisti come Peter Polansky (2) e Hiroki Moriya (6). In finale Wu si è trovato di fronte un veterano del circuito, Yen-Hsun Lu (1), tennista che ha quasi il doppio della sua età. Il match è durato un solo set per il ritiro del numero 62 del mondo a causa di un problema alla spalla destra dopo che Wu si era aggiudicato il parziale al tie-break per 8-6. Il torneo del diciannovenne Duckhee Lee invece si è fermato al secondo turno contro Ze Zhang, 6-3 7-6(4) il punteggio, così come quello di Alessandro Bega, battuto 6-3 6-2 da Matthias Bachinger.

Risultato finale: [WC] Y. Wu b. [1] Y. Lu 7-6(6) rit.

Cary, Stati Uniti ($50.000 + H) – Lo statunitense Kevin King vince l’Atlantic Tire Championship battendo in finale il ventiduenne Cameron Norrie. Primo parziale lottato in cui il britannico conquista quattro palle break grazie alla poca resa della seconda di servizio di King. Nonostante questo però è il ventiseienne numero 253 del ranking a vincere 6-4 grazie a due break. Perso il primo set, Norrie si disunisce e perde nettamente il secondo con il punteggio di 6-1. King conquista così il suo primo Challenger in carriera, torneo in cui tra l’altro ha eliminato al secondo turno il numero 1 del seeding Ernesto Escobedo 3-6 7-5 6-3. Eliminazione a sorpresa anche per Tennys Sandgren (2), battuto sempre al secondo turno da Norrie con il punteggio di 6-3 2-6 6-2.

Risultato finale: K. King b. C. Norrie b. 6-4 6-1

Banja Luka, Bosnia Erzegovina (€43.000 + H) – Sulla terra di Banja Luka Andrea Arnaboldi ha perso in semifinale contro il vincitore del torneo Maximilian Marterer (3) ma si è comunque preso la soddisfazione di battere due dei tennisti più in forma del momento a livello Challenger: Roberto Carballes Baena (1) e Felix Auger-Aliassime, entrambi in due set. Contro lo spagnolo, battuto 6-2 6-3, il milanese salva due palle break per set ed è implacabile in risposta, mentre contro il diciassettenne neo vincitore a Siviglia, fa ancora meglio dominando entrambi i parziali, vinti 6-3 6-4. Contro il tedesco Arnaboldi lotta nel primo parziale perdendolo solamente al tie-break per 7-4, mentre cede di schianto nel secondo rimediando un bagel. L’alto numero di qualificati e wild card della parte bassa del tabellone ha comportato una semifinale impronosticabile tra gli spagnoli Carlos Taberner e il qualificato Pol Toledo Bague. Buono in particolare il cammino di Taberner che ha eliminato uno dopo l’altro Miomir Kecmanovic, Ricardo Ojeda Lara (5) e Nikola Milojevic (4). A contendere il titolo a Marterer è stato il ventenne Taberner, il quale però ha perso in meno di un’ora con il punteggio di 6-1 6-2. Per Marterer questa è la prima vittoria stagionale, ma soprattutto il primo Challenger in carriera.

Risultato finale: [3] M. Marterer b. C. Taberner 6-1 6-2

CATEGORIE
TAG
Condividi