ATP Challenger: finalmente Baldi, l’uomo-derby vola ad Andria

Filippo Baldi coglie la prima semifinale challenger in carriera. Digerita la delusione della mancata qualificazione alle Next Gen Finals

ATP Challenger: finalmente Baldi, l’uomo-derby vola ad Andria

ANDRIA E CASTEL DEL MONTE CHALLENGER – Andria, Italia (Carpet, Indoor. €43.000)

Si sta per archiviare l’ormai abituale challenger pugliese di Andria, dove il tabellone si è oggi allineato alle semifinali. Ieri cinque azzurri sono scesi in campo nei secondi turni: si è fermata la corsa di Gianluca Di Nicola, proveniente dalle quali, che si è arreso in due set al più quotato Viktor Galovic (t.d.s. 6). Anche Andrea Basso è uscito di scena per mano di un croato, sconfitto 6-3 al terzo da Frank Skugor. Filippo Baldi si è portato a casa agevolmente il giovane derby azzurro contro Lorenzo Sonego, che era il settimo favorito del main draw, per trovare nei quarti un altro italiano, Lorenzo Pellegrino, capace di eliminare 6-4 7-6(6) la t.d.s. numero 4 Setkic. Venendo ai risultati odierni, il quarto di finale tricolore l’ha vinto Baldi in poco più di un’ora di gioco (6-4 6-3), rimanendo l’unico italiano nel tabellone, con la speranza di cogliere il secondo trionfo azzurro di fila, dopo Luca Vanni nel 2016. Giocherà domani la prima semifinale challenger in carriera contro Uladzimir Ignatik (171 ATP e t.d.s. 5), che ha avuto la meglio su Skugor con un doppio 6-4 . Vittoria con punteggio identico per la t.d.s. numero 3 Basic su Galovic. Il giocatore di Sarajevo sfiderà per un posto in finale il qualificato belga Christopher Heyman, vittorioso contro Zdenek Kolar.

 

Il tabellone


EA HUA HIN OPEN CHALLENGER – Hua Hin, Tailandia (Hard, Outdoor. $150.000)

Due giapponesi e due australiani si contenderanno la più ricca delle due tappe asiatiche della settimana. Il torneo tailandese ha perso la sua prima testa di serie, Matthew Ebden, fresco vincitore del Toyota Challenger, che si è dovuto arrendere al giapponese Go Soeda (t.d.s. 6) in due set. È sfumata la rivincita del primo turno del torneo suddetto tra lo stesso 33enne nipponico e l’isrealiano Edan Leshem, sconfitto al terzo set da Andrew Whittington, dopo aver dominato il primo set. Vince anche il quarto giocatore del seeding Tatsuma Ito, con un punteggio pressoché identico, contro il sudcoreano Kwon. Ad attenderlo c’è John Millman, che ha dominato il russo Alexey Vatutin, perdendo solo due giochi.

Il tabellone


BENGALURU OPEN – Bangalore, India (Hard, Outdoor. $100.000)

C’è stata poca storia nelle due semifinali del challenger asiatico di Bangalore. L’ultimo giocatore rimasto in gioco tra le teste di serie, Yuki Bhambri (numero uno indiano e t.d.s. 3), si è visto dominare, nel derby indiano, dal più giovane Sumit Nagal, numero 321 ATP, per 6-4 6-0. Il giovane giocatore di casa, vincitore di quattro tornei Futures quest’anno, aveva eliminato nei quarti il numero uno del tabellone Blaz Kavcic: non aveva mai disputato un quarto di finale in un challenger prima e, in caso di vittoria finale, potrebbe fare un balzo in classifica di oltre cento posizioni. Dovrà prima vedersela con il 19enne britannico Jay Clarke, che ha sconfitto in due set (6-3 6-4) Tsung-Hua Yang. Il ragazzo di Derby ha sconfitto sulla sua strada il numero due d’India, Ramanathan, al secondo round. Alla prima finale challenger e al best ranking di numero 220, potrebbe per la prima volta entrare nei primi 200 giocatori del mondo.

Il tabellone


RIO TENNIS CLASSIC – Rio de Janeiro, Brasile (Clay, Outdoor. $50.000)

Si stanno giocando in queste ore i quarti di finale del torneo sudamericano di Rio. Nei primi turni, l’unica sorpresa è stata l’uscita prematura del cileno Nicolas Jarry. Il numero tre del seeding è stato sconfitto in due set dal diciassettenne brasiliano Thiago Seyboth Wild (637 ATP). Rogerio Dutra Silva (prima testa di serie) ha perso solo due giochi tra primo e secondo turno e ora sarà protagonista di un derby intrigante contro Thiago Monteiro. Percorso agevole anche per Carlos Berlocq, impegnato nelle prossime ore contro il brasiliano Clezar nel primo quarto di finale del programma serale. Nella parte bassa del tabellone si è già decisa la semi: lo spagnolo Munar (t.d.s. 8) ha avuto la meglio in due set sull’argentino Andrea Collarini e sfiderà il numero 291 delle classifiche Pedro Cachin, che non ha lasciato scampo a Jose Hernandez-Fernandez, annientato con un secco 6-2 6-0.

Il tabellone

CATEGORIE
TAG
Condividi